EX LUCCHINI/AFERPI: SINDACATI, “PASSI AVANTI NON SUFFICIENTI”

Un momento di un'assemblea Lucchini

Un momento di un’assemblea Lucchini

Piombino (LI) – Nonostante le recenti rassicurazioni di Rebrab a Rossi, dal consiglio di fabbrica della Ex Lucchini/Aferpi si levano forti preoccupazioni sulla possibilità che gli obiettivi dichiarati vengano davvero raggiunti, anche perché la situazione in fabbrica, secondo gli operai, non è così rosea come descritto, scarseggiano i semiprodotti e le stesse manutenzione ai treni finitori lascerebbero molto a desiderare.

“L’Azienda ha fatto delle aperture che non sono state ritenute soddisfacenti. Le discussioni continueranno nei prossimi giorni con l’obiettivo di far rispettare nella sua completezza l’accordo sulla solidarietà”. Lo fanno sapere i rappresentanti sindacali Fim, Fiom e Uilm dopo un incontro del consiglio di Fabbrica.

“Prima del 18 novembre data in cui è previsto il prossimo incontro al Mise – si spiega in una nota dei sindacati – tornerà a riunirsi il Consiglio di fabbrica con la presenza dei segretari nazionali di Fim-Fiom-Uilm nel quale verrà fatta una valutazione complessiva degli incontri avvenuti”. Il Consiglio di fabbrica, si fa sapere, ha espresso una forte preoccupazione circa la possibilità che si arrivi a produrre le tonnellate dichiarate dall’azienda e sottoscritte nel verbale di riunione nell’ultimo incontro al Mise.

Nel frattempo in una nota l’azienda informa che Il 19 ottobre Roberto Villa, professionista con esperienza ultradecennale a livello internazionale nel settore dell’acciaio,  ha assunto il ruolo di Direttore Commerciale divisione Acciai Speciali di Aferpi Acciaierie e Ferriere di Piombino S.p.A.

«Il nuovo Direttore Commerciale ha recentemente ricoperto il ruolo di Amministratore Delegato di Stemcor Italia. L’esperienza di Roberto Villa – secondo l’azienda – sarà importante per il conseguimento degli obiettivi del nuovo progetto industriale di Aferpi».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.10.2015. Registrato sotto Economia, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    25 mesi, 20 giorni, 17 ore, 46 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it