LEGA: TUTELARE I CONSIGLIERI SULLA VARIANTE ASIU/RIMATERIA

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente dalla Lega di Piombino.

«Le vicende di Rimateria e della Messa In Sicurezza Permanente (MISP) delle aree ridotte da Lucchini a discarica abusiva, sono la tragica conferma di come il destino ambientale di questo territorio sia sempre stato subordinato all’interesse del privato di turno, senza minimamente tutelare la salute dei cittadini di Piombino.

Il progetto di messa in sicurezza permanente di parte delle discariche abusive ex Lucchini, approvato con decreto direttoriale n.423 del 04-10-2017, giace ancora in un cassetto, tirato fuori dalla regione Toscana e dal Ministero dell’Ambiente solo per giustificare l’ennesimo tempo concesso ai privati. In tal modo il Ministero e la Regione si sono scaricati della loro responsabilità, delegando ai privati la responsabilità delle bonifiche promesse.

Giova ricordare sul tema, che nel 2013 fu sancito il regime di “Stato d’Emergenza” con la nomina del Governatore della Toscana in qualità di Commissario per la bonifica della Ex discarica di Poggio ai Venti.

È inaccettabile quindi che uno dei due soci privati di Rimateria tenti di paralizzare con la esorbitante richiesta di 25 milioni di euro l’azione dell’amministrazione comunale, provando ad intimidire in questo modo i consiglieri comunali eletti dal popolo.

Per questi motivi la Lega sostiene fortemente l’azione dell’amministrazione per far valere le responsabilità di Lucchini e dei suoi successori con riferimento ai danni ambientali prodotti, attivando intanto le procedure per il ripristino ambientale e la restituzione delle aree demaniali non più utilizzate.

Chiediamo contestualmente alla commissione consiliare d’inchiesta su Asiu/Rimateria di verificare se ci siano i presupposti per perseguire una diretta responsabilità giuridica e patrimoniale di Regione Toscana e Ministero dell’Ambiente per i danni causati dalla loro inerzia.

Infine, riteniamo fondamentale inserire tutti quei correttivi indispensabili a creare le condizioni di massima tutela nei confronti dei consiglieri comunali, per poter rapidamente approvare la variante recentemente adottata».

 LEGA sez. comunale Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 5.6.2020. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    40 mesi, 28 giorni, 20 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it