NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 10 OTTOBRE 2018

RIMATERIA: STUPORE DA PARTE DEL COMITATO PER LE PAROLE DEL SINDACO

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Apprendiamo con stupore quanto detto dal Presidente del Consiglio Comunale che una Commissione tecnica non può essere messa in streaming, non esistendo alcuna Legge in merito che lo vieti. Da questo potrebbe risultare l’interesse dell’Amministrazione Comunale a tenere nascoste all’opinione pubblica quelle che saranno le eventuali motivazioni di un rifiuto ad accettare i referendum.

Visto l’interesse pubblico degli argomenti trattati, occorre dare la massima pubblicità sugli Atti della Commissione, mentre vietare la diretta, nell’era di internet, potrebbe avere il significato di voler lasciar tutto sotto traccia, come se la stessa Amministrazione temesse di far sapere alla Cittadinanza quello che ha deciso, e cioè di permettere l’enorme ampliamento della discarica (si tratta di una estensione a regime pari a 100 campi di calcio!).

Il dato di fatto che tale scelta non fosse neppure accennata nel programma elettorale del Sindaco Giuliani, rende ancora più evidente l’esigenza che i Cittadini siano informati e possano decidere, informati sui rischi alla loro salute, e al grave inquinamento ambientale che si aggiungerebbe a quello esistente.

Il Comitato vede nelle scelte dell’Amministrazione Comunale un  potenziale comportamento antidemocratico, e cosidera deboli le ragioni portate per rifiutare il collegamento in streaming come pretestuose e irrispettose del diritto a una corretta informazione.

Comitato Salute Pubblica – Val di Cornia

_______________________

PIOMBINO CITTÀ DELLO SPORT – UN INCONTRO SU EDUCAZIONE ALIMENTARE E BENESSERE PSICOFISICO

Mercoledì 10 ottobre alle ore 10 nella sala consiliare del Comune si svolgerà un incontro con il presidente della commissione ACES, Enrico Cimaschi,  che sarà in visita a Piombino per confermare il titolo di Città europea dello sport.

Insieme ai Comuni di Cernusco sul Naviglio, Cosenza e Grottaglie, Piombino è rientrata tra le quattro città italiane che hanno ottenuto il riconoscimento europeo e il 12 novembre prossimo parteciperà alla cerimonia di consegna della targa che si terrà a Roma al Salone d’Onore del Coni.

Nel frattempo, l’incontro di domani si configura come un appuntamento di programmazione, per definire le linee di eventuali progetti da sviluppare nel campo dell’educazione alimentare e del benessere psicofisico.

All’incontro saranno presenti Massimo Favilli – Unicoop Tirreno, Alessandro Barbieri – Usl Nord Ovest, Giovanni Giannone presidente del CONI provinciale, Susanna Biagini presidente del Rotary locale e Francesco Livi presidente di Rotaract,  Gabriella Raimo dirigente ISIS Carducci Volta Pacinotti, Edi Torresi dirigente Leon Battista Alberti e  Stefano Gorini con i ragazzi che hanno effettuato il viaggio studio a Boone per il progetto di confronto degli stili di vita tra Europa ed Italia, Angela Rossi per l’ISIS Einaudi Ceccherelli e Michele Colavitti che presenterà il progetto Open Heart.

_______________________

POSIDONIA: ATTECCHISCE IL PROGETTO IN COSTA EST

Piombino (LI) – Andrà avanti fino al 12 ottobre la quarta tappa del progetto europeo Life Seposso (Supporting Environmental governance for the Posidonia oceanica sustainable transplanting operations) dedicato alla tutela della Posidonia di cui Arpat è partner insieme a Ispra (in qualità di capofila), Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale Porto di Piombino, Università degli studi di Roma Torvergata, Università di Palermo, Cnr di Castellammare del Golfo (Trapani), Setin srl Servizi Tecnici Infrastrutture, Vesenda srl.

Il progetto “Seposso” ha l’obiettivo di aumentare l’efficienza della pianificazione e del controllo dei reimpianti di Posidonia oceanica, realizzati come opera di compensazione del danno indotto da opere e infrastrutture costiere soggette a Valutazione di Impatto Ambientale (V.i.a.). Il trapianto di Posidonia era stato indicato come misura di compensazione nell’ambito del relativo decreto di Valutazione di Impatto Ambientale per l’ampliamento del porto di Piombino nell’ambito del nuovo Piano Regolatore Portuale del Porto, curato dall’Autorità di Sistema Portuale del mar Tirreno Settentrionale.

Durante il trapianto, realizzato a giugno 2014, sono state espiantate con una benna 340 zolle di prateria di posidonia di dimensioni di circa 4 m e traferite in aree identificate come idonee nel Golfo di Follonica con una estensione di circa 1360 m di superficie. Per valutare l’esito del trapianto, durante questi tre anni, sono state realizzate 4 campagne di monitoraggio e la sopravvivenza delle zolle traferite è stata calcolata al 92%, evidenziando nella maggior parte di esse un buono stato di conservazione e vitalità. Tra le criticità rilevate si sono evidenziati danni al trapianto dovuti alla fase di posizionamento delle zolle sul fondo con circa 8% delle zolle riallocate danneggiate e distrutte dalle mareggiate.

_________________________________

SAN VINCENZO: QUALE FUTURO PER IL CARNEVALE DEL MARE

San Vincenzo (LI) – Un appello ai cittadini per tener viva la comunità e la tradizione sanvincenzina.

«Facciamo un ultimo appello per comprendere se sia possibile continuare o se dobbiamo gettare, seppur con profondo dispiacere, la spugna». Queste le parole dell’Associazione Carnevale del Mare in merito alla difficoltà di trovare persone disposte ad impegnarsi per portare avanti eventi partecipati e coinvolgenti che rendano vitale la comunità sanvincenzina. «Raramente ci si chiede quali siano le difficoltà per realizzare gli eventi. Da anni segnaliamo questo problema: la maggioranza delle persone non dedica più il loro tempo libero alla comunità.

Basta pensare al Carnevale di una volta che molti di noi hanno avuto la fortuna di aver vissuto. Mesi di serate trascorse insieme, con la voglia di “fare bella figura” e quella competitività che, in un paese in cui tutti si conoscono, dava vivacità ad ogni gara e ad ogni attività. Non si può chiedere a poche persone di lavorare da sole perché non ha senso. Per questo motivo stasera e domani sera sempre alle alle 21, il Carnevale del Mare sarà presente al capannone, sito dopo gli impianti sportivi, per aspettare tutti coloro che saranno interessati a realizzare con noi i prossimi eventi in programma, a cominciare dal Magicomio».

__________________________________

SAN VINCENZO: MANUTENZIONI STRAORDINARIE PER 180 MILA EURO

San vincenzo (LI) – È stato approvato il progetto definitivo per il secondo lotto di lavori da effettuare sulle strade del territorio comunale al fine di riqualificarne il manto. Opere, queste, dal valore complessivo di 180mila euro. Gli interventi di sistemazione riguarderanno un’area complessiva di oltre 10mila metri quadrati, con lavori che a volte saranno indirizzati al manto superficiale, mentre altre volte richiederanno un ripristino in profondità della carreggiata.

«Nel corso del 2018 – è possibile leggere all’interno della relazione tecnica al progetto definitivo – l’amministrazione comunale ha effettuato un intervento di ripristino di alcuni tratti di carreggiata stradale del centro cittadino.Considerato che l’intervento effettuato è stato risolutivo solo in parte, persistendo ancora tratti stradali danneggiati, il Comune ha ritenuto necessario effettuare un altro intervento straordinario di sistemazione».Lavori, quelli miranti alla riqualificazione delle vie sanvincenzine, che si concentreranno su tre aree in particolare. Alcuni interventi saranno infatti realizzati nella zona centrale del paese e riguarderanno tratti delle seguenti strade: via Mascagni, via Mameli, diverse zone della via Aurelia sud, via Montegrappa, via Pellico, via Carducci, via Lucca, via Biserno e su una parte dell’area compresa tra via Colombo e corso Italia. In periferia invece sono previsti interventi su via della Pineta, via del Belvedere, via dell’Asilo e via della Principessa all’altezza del podere San Francesco.

A San Carlo le opere si concentreranno, infine, su alcuni tratti di via Alfieri, via Galilei e via Canova. Gli interventi saranno effettuati volta per volta sui tratti di carreggiata rovinati «data l’impossibilità – come è possibile leggere nella relazione tecnica al progetto – di intervenire interamente nei ripristini a causa dell’eccessiva estensione delle aree». Gli interventi meno invasivi, effettuati sulle strade meno rovinate, prevedono dei lavori di fresatura della parte superficiale del manto con successiva realizzazione di nuovo tappetino di usura.

Gli interventi più complicati riguarderanno invece le strade caratterizzate da un manto rovinato dalle radici dei pini, responsabili della deformazione dell’asfalto.«Questi interventi comporteranno il taglio della pavimentazione fino alla profondità di 40 centimetri e la successiva fresatura.

____________________________________

CAMPIGLIA: FINANZIATA DALLA REGIONE SEZIONE ASILO NIDO

Il Comune di Campiglia come negli anni precedenti, è stato ammesso dalla Regione al finanziamento “Por Fse 2014-2020”, progetto nato per promuovere e sostenere, nel territorio regionale, i servizi educativi per la prima infanzia.

Si tratta di un finanziamento che ha una doppia finalità e che per il Comune di Campiglia è pari a 33.013,13 euro. Da un lato la Regione intende assicurare ai bambini le migliori condizioni educative e di socializzazione. Dall’altro lo strumento è rivolto alle famiglie e in particolare alle donne, per le quali si favoriscono i presupposti necessari per accedere al mondo del lavoro. In quest’ottica si colloca il progetto presentato dal Comune che ha visto l’attivazione di una nuova sezione di piccoli a tempo parziale, oltre a quella già esistente, all’interno del nido comunale I Colori del Mondo; tale progetto ha dato la possibilità ad otto famiglie rimaste in lista di attesa, di accedere al nido d’infanzia.

_______________________________________

PIOMBINO: MOSTRA “FACCIA A FACCIA” A SANT’ANTIMO SOPRA I CANALI

Storie, immagini e volti degli archivi industriali di Piombino: una selezione di scatti provenienti dagli archivi delle industrie piombinesi esposti nella chiesa di Sant’Antimo Sopra i Canali. È la mostra fotografica “Faccia a Faccia”.

La mostra si naugura venerdì 12 ottobre alle ore 18, presso Chiesa di Sant’Antimo sopra i canali nel Complesso dell’ex-ospedale di Piombino in via Cavour, faccia a faccia: una mostra storico-fotografica che ricostruisce una parte fondamentale della storia industriale di Piombino. faccia a faccia è un progetto di Fondazione Dalmine, in collaborazione con il Comune di Piombino, il Comune di Follonica, l’Archivio Città di Piombino e il museo MAGMA di Follonica.

La mostra, interattiva, presenta oltre 700 immagini di industria, luoghi, eventi, ma soprattutto persone, ritratte nei momenti di lavoro e di tempo libero. Il pubblico partecipa attivamente riconoscendo amici, colleghi, parenti o conoscenti, annotando nomi, storie, aneddoti, notizie ed informazioni, e contribuendo a ricostruire la storia dell’impresa dal punto di vista dei protagonisti. I visitatori possono ricevere una riproduzione della foto riconosciuta.

L’iniziativa è promossa dal Comune di Piombino, Archivio storico della Città, Fondazione Dalmine, in collaborazione con Arcelor Mittal, con il museo Magma di Follonica e con il patrocinio di Regione Toscana, Confindustria Livorno Massa-Carrara, Cgil, Cisl e Uil, Aipai. Mostra fotografia (da un’idea della Fondazione Dalmine) che concorre a rievocare la memoria storica della comunità e a stimolare la riflessione sulla tutela e valorizzazione dei beni comuni.

_____________________________________

RIMATERIA: LA DISCARICA NON E’ NUOVA

Piombino (LI) – L’area interessata dal progetto di risanamento, messa in sicurezza e riqualificazione ambientale al quale sta lavorando RIMateria, è grande circa 58 ettari.

Comprende quattro discariche. Una è quella nota come discarica Asiu che viene gestita attualmente da RIMateria; la seconda è la vecchia discarica ex Lucchini, esaurita; la terza è la cosiddetta discarica ex Lucchini, ancora con volumetrie autorizzate residue; infine, una quarta, denominata LI53, abusiva, sulla cui area il ministero dell’ambiente ha ordinato la messa in sicurezza. “Un provvedimento, quest’ultimo — ricorda la presidente di RIMateria, Claudia Carnesecchi — che fin dal 2014 individuava in Asiu e oggi in RIMateria il soggetto incaricato della messa in sicurezza” .

La LI53 contiene circa 180mila metri cubi (poco meno di 300mila tonnellate) di rifiuti stoccati in modo incontrollato (scorie di acciaieria e polverino d’altoforno).

Com’ è evidente, il progetto RIMateria non incrementa le discariche, ma le prende in carico e le regolamenta sottoponendole a una gestione controllata. “L’area con rifiuti — sottolinea il direttore Luca Chiti — esiste già da molti anni, non viene estesa ma è messa in sicurezza, selezionando il materiale che contiene, inviandone una parte al riciclo e stoccando ciò che non può essere altrimenti trattato”.

Ufficio stampa RIMateria

_____________________________________________

UNICOOP CONFERMA LE CESSIONI IN LAZIO

Durante la recente manifestazione dei Cobas a Roma, si è tenuto il tavolo regionale sulla crisi Unicoop Tirreno a cui hanno partecipato il direttore generale Piero Canova, l’assessore della Regione Lazio  Claudio Di Berardino, e i sindaci dei territori coinvolti dalle annunciate cessioni di negozi nel Lazio e organizzazioni sindacali.

«Un muro compatto davanti a Canova – dice Francesco Iacovone, del Cobas nazionale – che ha confermato la volontà di cedere gli otto negozi del basso Lazio. L’assessore Di Berardino ha ribadito il suo no ad atti unilaterali, noi confermiamo lo sciopero del 10 ottobre e la manifestazione al ministero dello Sviluppo economico. Chiediamo a gran voce un incontro al ministro Di Maio, queste famiglie attendono risposte concrete».

___________________________________________

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.10.2018. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 20 giorni, 8 ore, 32 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it