PIOMBINO: PRIME PROVE DI DIALOGO SUI QUARTIERI

Daniele Pasquinelli

Daniele Pasquinelli

Piombino (LI) – Il Movimento 5 Stelle avanza una proposta per chiudere definitivamente la “squallida” vicenda delle nomine nei quartieri Piombinesi, e per la prima volta il PD fa una tiepida apertura a questa proposta.

“Di motivi per sottrarci ad ogni forma di dialogo politico ne abbiamo fin troppe e sono ben note a tutti – commenta il M5S –  ma crediamo che, per il bene della cittadinanza, sia giunto il momento di mettere fine alla logorante vicenda dei quartieri e senza chiudersi al dialogo politico avanziamo la nostra proposta che riteniamo di assoluto buon senso».

«Il PD ha sempre giustificato – continua il M5S – il suo ostinato arroccamento di posizione in nome del vuoto di rappresentanza che l’assenza dei consiglieri di quartiere di nomina PD verrebbe a creare, quindi siamo disposti, solo dopo aver dato attuazione alla sentenza del TAR, a surrogare un consigliere fra quelli di opposizione per quartiere con un rappresentante del PD“.

Rinaldo Barsotti

Rinaldo Barsotti

Il capogruppo Pd Rinaldo Barsotti apre, anche se tiepidamente, alla proposta del Movimento 5 Stelle.

«Quando si vuole onestamente e sinceramente trattare qualcosa, non si agita la bandiera di un protagonismo poco aderente alla realtà, almeno in questa circostanza: tuttavia non cadremo nella trappola del tipo “noi vi abbiamo indicato una  via d’uscita e voi non l’avete colta…”.

Prima di tutto precisiamo subito – non l’avremmo fatto ma evidentemente siamo stati costretti – che noi abbiamo chiesto per primi di incontrarci e per due  volte ci siamo incontrati  con tutte le opposizioni che riconosciamo essere state disponibili, ma nostra è l’iniziativa peraltro documentata.

Siamo in presenza di una proposta interessante, ma a onor del vero anche esageratamente punitiva: è vero che tutto inizia da un nostro errore di valutazone / distrazione, ma a chiunque penso non sfuggirà la frenesia famelica di un M5S pigliatutto.

Va bene così,  con la nostra solita serietà raccogliamo questa proposta (che sempre per amor di verità occorre precisare che è una contro proposta a quella che abbiamo lanciato noi senza tanta pubblicità… simile nello spirito, ma lontana nei numeri), la raccogliamo e la sottoporremo al gruppo PD ed ai nostri iscritti e da qui scaturirá la nostra risposta che non prescinderà dal rispetto della sentenza del Tar».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.2.2016. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

3 Commenti per “PIOMBINO: PRIME PROVE DI DIALOGO SUI QUARTIERI”

  1. Sergio Tognarelli

    dice Barsotti: “ma a chiunque penso non sfuggirà la frenesia famelica di un M5S pigliatutto.”
    Ogni commento è superfluo!!!

  2. Ciuco nero

    Ahh invece loro non gestiscono nulla vero?? Se vuoi entrate a l atm, in coop, a l asiu nella compagnia portuali ….perché ti chiedono se sei iscritto ??

  3. oriundo cotonese

    ………… caramelle non ne voglio più ………….
    Almeno Mina è brava davvero.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 21 giorni, 7 ore, 33 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it