EDITORIALE: VAL DI CORNIA, TRA SPERANZA E DISILLUSIONE

L’EDITORIALE                                   di Giuseppe Trinchini trinchini

___________________________

EDITORIALE: VAL DI CORNIA, TRA SPERANZA E DISILLUSIONE

Corriere Etrusco “numero 136” del 16 Febbraio 2016.

Giorni di attesa, in Val di Cornia. Tutti ad aspettare la presentazione delle offerte per realizzare il primo forno elettrico, e la decisione di Cevital sulla tecnologia da adottare.

Non è comunque detto che nessuna delle tre aziende sia in grado di soddisfare appieno le esigenze dell’imprenditore algerino che potrebbe, vista l’attuale “fluidità” del mercato siderurgico, alla fine, per realizzare l’acciaieria, rifornirsi un po’ da tutti, acquisendo alcune tecnologie anche dai fornitori “perdenti”.

Sia i politici, che i sindacati, sono comunque ancora in attesa delle mosse di Rebrab, e sperano che non siano vere le indiscrezioni relative alla mancanza di liquidità da parte dell’imprenditore algerino, che potrebbe mettere a rischio, secondo le visioni più pessimistiche, perfino gli stipendi degli operai fra un paio di mesi.

Rebrab, sembra quindi diventato l’unico a poter salvare, o a far morire, Piombino e la Val di Cornia. Tutto ruota, ancora una volta, sul destino di una sola azienda, e con essa di un intero territorio. Ma la diversificazione che fine ha fatto?

Il termine “turismo” ad esempio, cavallo di battaglia dei programmi elettorali delle ultime tre legislature, ormai si legge solo in qualche post sui social network di qualche sprovveduto, che ancora si chiede perché il Festival Estivo se ne è andato a Genova, o perché questo anno il Carnevale, di fatto,   non c’è stato.

Gli altri, ormai rassegnati, si sono divisi tra chi ha potuto, ed è andato a festeggiare, e a spendere, a Follonica, Venturina oppure Viareggio, e chi con il tavolo pieno di bollette da pagare, a maledire la situazione in questa città. Tanto nessuno, neanche le opposizioni, a Piombino fanno più le domande giuste. E la città, che sembra non essere più capace di reagire, lentamente si spegne ogni giorno sempre di più.

Giuseppe Trinchini

______________________________
CORRIERE ETRUSCO N°136

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.2.2016. Registrato sotto Editoriali, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    31 mesi, 17 giorni, 21 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it