NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 20 NOVEMBRE 2015

OGGI SCIOPERO E PRESIDIO DAVANTI AL COMUNE DEI LAVORATORI PER SALVARE LA A.AM.P.S

Livorno – Venerdì 20 novembre indetto lo sciopero in A.Am.P.S: i lavoratori dell’azienda di igiene ambientale livornese saranno in presidio dalle 8 alle 18 (con Cgil, Cisl e Uil di categoria) davanti al Comune (piazza del municipio) per chiedere la stabilizzazione dei 40 lavoratori precari e la garanzia della continuità aziendale in quanto l’approvazione del bilancio, da sola, non è sufficiente a scongiurare il fallimento.

Se oggi è stato approvato il bilancio, primo passo fondamentale per salvare A.Am.P.S., l’appuntamento che attendono i lavoratori è il primo dicembre: “Sarà l’assemblea del primo dicembre a decidere sulla continuità aziendale – chiarisce il segretario generale della Funzione Pubblica CGIL territoriale, Giovanni Golino -: se non saranno immessi capitali, al momento le risorse non sono sufficienti neanche per erogare gli stipendi di dicembre”.

I posti di lavoro tra diretti e indotto sono 500 e nella Fp CGIL della provincia di Livorno le ricette proposte dalla maggioranza pentastellata sollevano più di una perplessità: “Far fallire A.Am.P.S. e avviare una NewCo aprirebbe la strada per effettuare esuberi e a pagare il costo di scelte politiche sbagliate sarebbero i lavoratori – illustra Golino -; ancor peggio sarebbe per tutto il mondo dell’indotto, molti rischierebbero di riscuotere soltanto una minima parte del debito che vantano nei confronti di A.Am.P.S. e questa eventualità metterebbe in ginocchio l’intera filiera del settore sul territorio”.

Anche l’ipotesi di una A.Am.P.S. tutta pubblica che non confluisce in RetiAmbiente non convince i rappresentanti dei lavoratori: “La preoccupazione dell’ingresso in RetiAmbiente di partners privati – conclude Golino – era proprio che si determinassero esuberi e fossero tagliati salari e diritti, ma è proprio la situazione che si sta profilando in A.Am.P.S., con le scelte operate dall’Amministrazione Comunale, senza contare che ai sensi della legge 152 del 2006 e della legge regionale 61 del 2007 A.Am.P.S. nel 2030 dovrà obbligatoriamente confluire nell’ATO di area vasta”.

UFFICIO STAMPA CGIL TOSCANA

_________________________

PD CAMPIGLIA MARITTIMA E GLI ATTENTATI DI PARIGI

Campiglia M.ma (LI) – Venerdì 20 novembre Un confronto all’indomani degli attentati di Parigi.

Gli attentati terroristici che hanno colpito Parigi e coinvolto tutta l’Europa di cui oltre alle persone sono stati colpiti i simboli della vita quotidiana, in particolare delle giovani generazioni, rendono necessari una riflessione e un confronto tra la cittadinanza.

A questo scopo il PD di Campiglia Marittima organizza un’assemblea pubblica venerdì 20 novembre alle ore 21.00 alla saletta comunale in Largo della Fiera a Venturina Terme.

_________________________

DUE POSTI PRESSO IL COMUNE DI PIOMBINO CON MOBILITÀ ESTERNA

Il Comune di Piombino ha indetto due avvisi di mobilità esterna rivolta al personale in servizio a tempo indeterminato presso gli enti locali (Regioni, autonomie locali ed altri enti per la copertura di 1 posto a tempo pieno di “istruttore contabile” Categoria C e di un posto a tempo pieno di “Istruttore direttivo contabile” Cat. D1 presso il Settore Gestione Finanza e Controllo.

Per l’ammissione alla presente procedura di mobilità è richiesto il possesso alla data di scadenza dei seguenti requisiti:

  1. Essere dipendente a tempo indeterminato e pieno presso enti appartenenti al Comparto Regioni ed Autonomie Locali o altri enti di cui al D. Lgs. 165/2001
  2. Essere inquadrati con categoria giuridica e profilo professionale corrispondenti con quello richiesto dal presente avviso o equiparabili
  3. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego e allo svolgimento delle mansioni proprie del profilo in questione;
  4. Non aver riportato valutazioni negative e di non aver subito provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni
  5. Nullaosta alla mobilità da parte dell’ente di provenienza o dichiarazione di impegno al rilascio dello stesso entro i termini disposti dal Comune di Piombino.

Gli interessati alla selezione dovranno far pervenire al Servizio Personale e Organizzazione la domanda di ammissione, utilizzando il fac-simile scaricabile dal sito Internet del Comune di Piombino,. in carta libera e firmata, entro il termine di scadenza dell’avviso.

La domanda di ammissione, redatta secondo il fac-simile allegato, dovrà pervenire entro e non oltre il termine perentorio del 16/12/2015 con le seguenti modalità:

L’avviso può essere scaricato dal sito internet del comune di Piombino www.comune.piombino.li.it; nella sezione Bandi e Gare.

_____________________________

PIOMBINO IL COMUNE PARTECIPA AL BANDO PER L’ARRETRAMENTO BINARI

Ripresa dell’economia e miglioramento delle condizioni sociali e urbanistiche della città. La giunta municipale ha approvato questa mattina la delibera con la quale aderisce al bando promosso dal ministero delle Infrastrutture e Trasporti (MIT) per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate. Un bando che prevede un finanziamento complessivo in ambito nazionale di 200 milioni di euro nel triennio 2015-2017. Per ciascun progetto avanzato dai Comuni il finanziamento a carico dello Stato non può essere inferiore a 100.000 euro e non può superare l’importo massimo di 2 milioni di euro.

Pubblicato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri l’anno scorso con la legge n.190 del 23 dicembre, è in scadenza il prossimo 30 novembre. Entro quella data l’amministrazione comunale dovrà presentare uno studio di fattibilità, masterplan o progetto preliminare degli interventi con i quali intende concorrere.

Gli interventi che saranno proposti dal Comune, in sinergia con Unicoop Tirreno, prevedono la riqualificazione dell’area urbana compresa tra via Roma, via Buozzi e via Gori, a seguito della rilocalizzazione del supermercato Coop e dell’arretramento dei binari. L’obiettivo è quello di riqualificare l’area, sulla base di quanto previsto dal regolamento urbanistico, con una rilettura complessiva di quella parte di città. Intanto Unicoop Tirreno ha attivato da tempo la progettazione del Piano urbanistico attuativo per la rilocalizzazione del supermercato coop di via Gori e degli interventi di urbanizzazione relativi. Nel corso di questa elaborazione, che è ormai a un grado avanzato di definizione anche se non formalmente depositata presso uffici comunali, è stato attivato un confronto tra Unicoop Tirreno e il Comune per condividere l’impostazione progettuale dell’intervento e delle opere di adeguamento viabilistico che sono a carico del soggetto attuatore. Nel piano attuativo per l’edificio di via Gori che verrà liberato dal supermercato, sono previste funzioni di servizio di interesse pubblico e di rilevanza sociale e turistica (ostello, spazi per attività didattico-formative, spazi di relazione di uso pubblico.

Nello specifico quindi, gli interventi che saranno proposti per il bando sono: : la demolizione/ricostruzione e riconversione funzionale dell’attuale sede Coop di via Gori e la rilocalizzazione del supermercato con le opere di adeguamento viabilistico e di urbanizzazioni esterne; l’arretramento parziale (circa 40 metri) della testata ferroviaria e il recupero delle aree liberate in continuità con via Roma; l’adeguamento e la riqualificazione dell’asse stradale di via Roma con la realizzazione di un percorso pedonale, interventi di arredo urbano, piantumazione, illuminazione e rotatorio tra via Marco Polo/via Roma/via Colombo; la riqualificazione degli assi stradali di via Cristoforo Colombo e via Buozzi con opere di arredo urbano e riqualificazione delle aree a verde pubblico all’interno degli isolati tra via Carlo Pisacane e via Colombo.

Da precisare che le opere a carico di Unicoop Tirreno (demolizione e ricostruzione della sede di via Gori e rilocalizzazione del supermercato con le opere previste) non saranno oggetto di richiesta di finanziamento pubblico destinato esclusivamente ai Comuni, anche se costituiscono il motore dell’operazione complessiva di rigenerazione urbana che consente la partecipazione al bando del MIT.

_______________________

MAI PIÙ VIOLENZA SULLE DONNE. LE INIZIATIVE DELLA COMMISSIONE PARI OPPORTUNITÀ

Piombino (LI) – Il 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, istituita dall’Onu nel 1999: un importante appuntamento internazionale per porre l’attenzione su un fenomeno sottovalutato come quello della violenza familiare e contro ogni forma di violenza e discriminazione contro le donne.

La commissione Pari Opportunità del Comune di Piombino, in occasione di questa ricorrenza, organizza una serie di iniziative di vario genere, tese a coinvolgere associazioni e cittadini. Il primo incontro si è svolto mercoledì 18 novembre con la presentazione del libro “Maschi oltre la forza” di Lorenzo Cillario.

Nella giornata di mercoledì 25 novembre., invece, è prevista l’inaugurazione di una targa commemorativa “Piombino contro il femminicidio” in piazza Edison alle ore 11.

Alle 17, presso la libreria Coop, verrà presentato il libro di Lara Vanni “La bella e la bestia” (Sidebook), un libro che nasce dopo una lunga osservazione di cronaca giudiziaria e dopo molteplici colloqui con vittime di questo fenomeno purtroppo attuale. Lo scopo della pubblicazione consiste nell’aiutare a dar voce alle donne e agli uomini che per troppo tempo sono stati nel silenzio, soffocando il proprio dolore causato da violenze subite tra le mura domestiche o in costanza, comunque, di rapporti intimi.

Alla presentazione intervengono l’assessore alla cultura Paola Pellegrini, la presidente della commissione Pari Opportunità Lorena Tommasi, Michela Cecchi psicologa e Simonetta Bendinelli avvocato. Sarà presente l’autrice.

Al Rivellino, alle 18, il Soroptimist curerà delle proiezioni sul tema e una distribuzione di materiale informativo a cura di Centro Donna e Unicoop Tirreno.

Il 30 novembre, in apertura della seduta del consiglio comunale, saranno letture sceniche a cura del Teatro dell’Aglio.

_____________________________

SAN VINCENZO: DANNEGGIATO DALLE PIOGE IL PARQUET DELLA “RODARI”

San Vincenzo – A seguito delle forti piogge che si sono verificate lo scorso 28 e 29 ottobre, sono state riscontrate in questi giorni, all’interno della palestra Rodari, alcune infiltrazioni che hanno causato problemi alla tenuta del parquet che ricopre il pavimento della palestra.

I tecnici e gli operai del comune sono intervenuti in queste ore, insieme agli addetti delle ditte specializzate, per smantellare la porzione di parquet danneggiata e per verificare lo stato generale della pavimentazione in legno.

Per questo motivo le attività sportive praticate all’interno della palestra, nei prossimi giorni, saranno ridotte.

Ad oggi non è possibile, infatti, fare una stima precisa dei tempi di ripristino fino al momento in cui i tecnici non avranno verificato con precisione lo stato generale della pavimentazione.

L’Amministrazione Comunale, scusandosi con la cittadinanza, con le scuole e con le società sportive che utilizzano la struttura, per il disagio che si è venuto a creare, assicura che i lavori di ripristino saranno conclusi nel minor tempo possibile, in quanto è stata adottata la procedura di intervento di somma urgenza.

_________________________

PIOMBINO: UN ALBERO PER OGNI BIMBO NATO

Piombino (LI) – “Un nuovo albero per una nuova vita” è un progetto che il Comune di Piombino lancia in concomitanza della Festa dell’Albero di sabato 21 novembre. Il progetto, che prevede la possibilità di adozione da parte dei cittadini di un giovane albero per ogni nuovo nato dal 2015, partirà concretamente dal 1° gennaio 2016; a ridosso di questa data sarà pubblicata ogni informazione utile per l’adesione.

“Un’iniziativa che nasce con una duplice finalità – spiega l’assessore al decoro urbano Claudio Capuano: da un lato segna l’inizio di un percorso di educazione ambientale dedicato ai nascituri e alle loro famiglie; dall’altro, in virtù della scelta da parte dell’amministrazione di piantumare nuovi pini, risponde alla necessità d’improntare un programma mirato alla tutela di aree verdi che necessitano una sostanziale nuova piantumazione di questi sempre verdi.”

Le zone individuate per la piantumazione sono tre: la pineta costiera di Baratti, la zona nei pressi dell’ospedale di Villamarina denominata “I Quattro Pini”, la pineta retrodunale della Sterpaia. Aree caraterizzate da un alto valore naturalistico e paesaggistico, per le quali è molto importante provvedere periodicamente alla ripiantumazione di questa tipologia di alberi per la loro salvaguardia.

Le piante da adottare sono invece il pino domestico (Pinus Pinea) e il pino d’Aleppo (Pinus Halepensis) che saranno fornite e messe a dimora dall’amministrazione nelle zone individuate sulla base delle adesioni che perverranno. Per i primi due anni la tutela e la gestione saranno a totale cura del richiedente e saranno concordate con l’ufficio aree pubbliche del Comune.

Successivamente la pianta dovrà vegetare spontaneamente e se, per motivi ambientali, dovesse avere bisogno di maggiori cure queste dovranno proseguire a cura del richiedente che si impegnerà a monitorare la pianta da lui ‘adottata’.

Il luogo di impianto e la specie sarà concordato con il settore aree pubbliche che, in caso di dubbi, potrà fare un sopralluogo congiunto con il richiedente.

La messa a dimora delle piante dovrà effettuarsi sempre a ridosso di cespugli o di frangivento naturali ben formati, in modo da proteggerle nei primi anni dal vento di mare.

_________________

PIOMBINO: PREMIO LIBERAMENTE IN RICORDO DI MATILDE

Sabato 21 novembre a partire dalle 9,30 nei locali del liceo Carducci di via della Pace si svolgerà la terza edizione del premio a squadre “LiberAmente” aperto al triennio delle scuole superiori della provincia di Livorno, Pisa e Grosseto. Un’iniziativa promossa dalla’Isis “Carducci Pacinotti Volta” con il patrocinio del Comune di Piombino, il sostegno di Soroptimist e Mediolanum, in ricordo di Matilde Minichino, la studentessa diciottenne del liceo classico scomparsa prematuramente nel gennaio 2013.

Il progetto nasce dal desiderio dei compagni di classe di Matilde di volerne tenere vivo il ricordo attraverso una delle sue più grandi passioni, la lettura. L’iniziativa costituisce infatti per i ragazzi un approccio piacevole e non tradizionale al libro, del quale scoprono così una dimensione nuova, come luogo di confronto con gli altri e di gioco, e non solo di studio .

Il premio prevede una serie di prove incentrate su un tema, che varia di anno in anno, con sfide di vario tipo che li mettono alla prova in vari ambiti e settori. Per una imprevista coincidenza, il libro sul quale saranno incentrate le gare tra gli studenti quest’anno, il romanzo di Fred Vargas “Parti in fretta e non tornare” (Einaudi), racconta una Parigi sconvolta dal lutto come quella attuale: un assassino inafferrabile uccide le sue vittime in vari arrondissement, annunciando il ritorno della peste con topi e pulci infette, a colpire una popolazione terrorizzata tra l’ansia della stampa e dei mass media. Durante la mattinata, ci sarà dunque anche spazio per celebrare con vari omaggi, attraverso musiche e filmati, la città di Parigi e ricordare la tragedia del 13 novembre.

La sfida sarà tra le seguenti cinque squadre ognuna delle quali composta da 5 ragazzi: : la squadra “Montag” del liceo classico di Volterra, gli “Accountants” dell’Isis “Ceccherelli Einaudi” di Piombino, i “Librorum Pestis” del liceo “E. Fermi” di Cecina, I Ragionieri dell’isis “Cattaneo” di Cecina, “Il Caffè” dell’istituto “Alma Mater” di Piombino, e “The Bees’ knees” dell’Isis “

Sono previste otto prove: un quiz sul testo (gara di lettura e memorizzazione del romanzo); quiz sull’autore (gara di preparazione sull’autore); blob film (gara di cinema); l’incipit (gara di scrittura creativa); blob musicale (gara di musica); il bussolotto (gara di abilità logica); gioco degli oggetti (gara di rapidità); la relazione sbagliata (gara di letteratura).

Alla squadra vincitrice viene assegnato un buono acquisto libri del valore di 500 euro.

Dedicato a Matilde anche il concerto che si era svolto nel mese di agosto nell’ambito della rassegna estiva “I concerti nel chiostro”, della pianista Ilaria Guarnaccia e della cantante Silvia Pantani. I fondi raccolti in quella occasione concorrono all’organizzazione del Premio.

_____________________

SAN VINCENZO: NUOVI APPUNTAMENTI CON ARCHIVI APERTI

Continuano gli appuntamenti della settimana dedicata all’iniziativa “Archivi Aperti”. Sabato 21 novembre, presso la Biblioteca Comunale “G.Calandra”, alle ore 16.30, la redazione della rivista storica “Venturina Terme” presenterà la ricerca intitolata “Angiolino e gli altri. I nostri ragazzi nell’inferno della grande guerra”.

Nell’occasione saranno raccontate le storie dei tanti ragazzi del comune di Campiglia, che all’epoca comprendeva anche l’abitato di San Vincenzo, che si trovarono a vivere in un evento traumatico e terribile: la prima guerra mondiale.

Uno dei ragazzi campigliesi in partenza per la guerra si chiamava Angelo Spini, detto Angiolino, e viveva con la madre vedova e tre sorelle nel podere di Cignarella di Cafaggio e non si era mai mosso da lì. Nei mesi successivi sarebbe stato il protagonista involontario di un viaggio lungo 1.300 chilometri che, tra mille peripezie, lo avrebbero condotto fino al campo di concentramento austriaco nella città natale di Adolf Hitler, all’epoca giovane caporale nell’esercito tedesco.

Altri cercarono di sfuggire al servizio militare quando al momento della proclamazione della guerra scoppiò il panico. Nel giro di pochi giorni all’ospedale di Campiglia si registrarono decine e decine di casi di amputazioni traumatiche alla mano destra, a causa, ufficialmente, di incidenti sul lavoro ma in realtà frutto di mutilazioni volontarie con la speranza di essere dichiarati inabili alle armi evitando, così, di essere spediti al fronte.

Sabato 21 e 22 novembre, inoltre, dalle ore 16.00, l’Archivio Storico del Comune di San Vincenzo al piano terra del palazzo Comunale sarà aperto alla cittadinanza e i docenti delle cooperative “Microstoria”, “Il Cosmo” ed “Itinera” effettueranno visite guidate al fine di ripercorrere brevemente la storia di San Vincenzo attraverso i documenti conservati.

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.11.2015. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 27 giorni, 8 ore, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it