NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 15 NOVEMBRE 2014

L’ATLETICO PIOMBINO CERCA IL RISCATTO A LIVORNO

Dopo l’imbarazzante prestazione casalinga di domenica scorsa contro la Cuoiopelli, con un primo tempo inesistente, i ragazzi di mister Di Tonno, scivolati in fondo alla classifica, cercano qualche punto per la classifica e per il morale in casa della Pro Livorno Sorgenti, anch’essa invischiata nella lotta per non retrocedere.

Il divario in termini di punti in classifica non è enorme (9 per i labronici contro 6 per i neroazzurri) ma i giocatori piombinesi dovranno necessariamente cambiare registro di gioco rispetto alle ultime giornate di campionato. La sensazione è, comunque, che il problema di fondo sia una sfiducia nei propri mezzi e una rassegnazione di fronte agli avversari, nonostante qualche episodica fiammata.

L’allenatore dell’Atletico, Di Tonno, non è sereno e lo si è visto nell’ultimo match facendosi espellere per futili proteste già nella prima frazione di gioco. Questa trasferta livornese è un crocevia in questa stagione sportiva: potrebbe essere una svolta positiva anche per il tecnico, oppure potrebbe indurre la società a cominciare a pensare ad un nuovo mister.

A. P.

____________________________________

CAMPIGLIA M.MA: SECCO NO DEL PD VERSO I GIOVANI

 Riceviamo e pubblichiamo integralmente dalla lista civica “Comune dei Cittadini”.

«Chiusura totale di fronte alla proposta del Comune dei Cittadini di esentare per almeno tre anni i giovani che intraprendono nuove attività. A Campiglia predomina la miopia di fronte all’evidenza di una pubblica amministazione burocratica che prima pensa a se stessa, poi alle condizioni dei propri cittadini e delle imprese, sempre più in difficoltà e con un peso delle tasse, anche locali, ormai insopportabile.

Sordità assoluta verso i giovani che hanno idee e vorrebbero provare ad inventarsi lavori in un momento difficilissimo come questo dove chiudono fabbriche e imprese. Anzichè aiutarli ad aprire nuove piccole imprese si preferisce confinarli nell’inedia, assisterli con qualche sussidio di disoccupazione e lasciarli a carico delle famiglie. E’ la via per indurli a fuggire da qui e spesso dall’Italia.

Questo è il senso del secco NO dell’amministrazione di Campiglia alla nostra proposta : « azzeramemento totale della tassazione comunale sulle imprese giovanili che decidono di avviare nuove attività nel Comune di Campiglia, già a partire dall’anno 2015, per un periodo minimo di almeno tre anni, con imposizione graduale negli anni successivi in relazione ai risultati economici effettivamente conseguiti dalle stesse imprese »

Avevamo chiesto che la Giunta quantificasse le minori entrate delle tasse e dei tributi comunali conseguenti a tale decisione e avviasse immediatamente, nell’apposita Commissione Consiliare, l’esame per la ricerca delle necessarie coperture finanziarie con tutte le componenti politiche del Consiglio Comunale. Ci eravamo dichiarati disponibili, assumendo la responsabilità di eventuali tagli, consapevoli peraltro che, purtroppo, le nuove imprese giovani sarebbero state poche.

Niente da fare. Per la maggioranza PD campigliese il Comune fa già tutto questo perchè « adotta politiche fiscali attente ai bisogni delle imprese e del commercio non in modo assistenziale con una struttura ben definita e un ragionamento di fondo che auspica e favorisce un rafforzamento di tutte le attività, vecchie e nuove che siano, perché in questo momento aiutare un consolidamento delle realtà già esistenti è importante almeno quanto favorirne di nuove»

Liquidata così la proposta : tutto come sempre. I giovani che vogliono intraprendere nuove attività possono accomodarsi altrove, mentre le imprese esistenti devono compiacersi di un Comune che sta già pensando a loro».

Comune dei Cittadini

____________________________________

PIOMBINO: GLI STUDENTI IN CUCINA AL COMITATO FESTEGGIAMENTI

L’assessore alle politiche sociali Margherita Di Giorgi sulla questione della sede da definire per il laboratorio di cucina dell’istituto piombinese ha raggiunto un accordo con il comitato festeggiamenti e quest’anno l’indirizzo enogastronomico e alberghiero dell’istituto Isis Ceccherelli avrà il laboratorio di cucina nelle Ex-Stalle, ossia nei locali di proprietà comunale in viale della Resistenza vicino al Centro giovani. 

Grazie alla disponibilità offerta dal Comitato festeggiamenti piombinese ad ospitare le attività scolastiche, la giunta ha deliberato questa soluzione che rappresenta un passo avanti, venendo incontro alle esigenze dell’istituto. Fino ad oggi la scuola è sempre stata costretta a rivolgersi a enti esterni per lo svolgimento dei laboratori (convento Immacolata, Ciasa, Phalesia) ma con il continuo aumento degli iscritti e la stabilizzazione del’indirizzo stesso, si pone il problema di trovare una sede più appropriata.

_____________________________________

UNIONE DEI COMUNI: GLI ASSESSORI ALLA SANITA’ GIOISCONO «UNITI SI PUO’»

PIombino (LI) –  Gli assessori al sociale dei comuni di Piombino, Campiglia e San Vincenzo, Margherita Di Giorgi, Alberta Ticciati e Maria Favilla, sono favorevoli all’allargamento dell’ambito d’area con la Val di Cecina.

«E’ evidente che tutte le competenze dovranno essere oggetto di discussione e di approfondimento tra i Comuni interessati, ma noi assessori alle politiche sociali dei comuni di Cecina, Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo, Rosignano, Castagneto Carducci, Bibbona e Collesalvetti possiamo già dire che, soprattutto, sul piano socio-abitativo abbiamo già intrapreso questa modalità di lavoro, ormai necessaria per affrontare le emergenze che quotidianamente, ci attanagliano».

Gli assessori hanno annunciato poi che a breve saranno avviati tavoli sovracomunali che ci permettano di analizzare ed approfondire le criticità e le particolarità del tessuto sociale che in questi anni si è profondamente modificato, al fine di individuare ed affinare nuovi strumenti di intervento e supporto per le nostre comunità. Un approccio unico ed unitario che garantisca alla nostra azione politica un peso maggiore e più evidente, in grado di incidere con più forza ed efficacia nella risoluzione dei problemi socio-economici che il nostro Paese e i nostri territori sono costretti ad affrontare con sempre maggiori difficoltà.

___________________________

LUCCHINI: CNA CHIEDE TEMPI BREVI

In questi giorni la preoccupazione di tutti è che la vendita della Lucchini volga finalmente verso la conclusione. Cna e le sue imprese, chiedono al commissario Nardi ed alle istituzioni preposte di fare il possibile perché una vicenda così importante si concluda in tempi brevi.

«Ricordiamo ancora una volta che le imprese dell’indotto sono stremate da anni di poche commesse, e soprattutto dalla perdita degli ingenti crediti lasciati nel fallimento dell’azienda siderurgica. Le aziende hanno retto sul mercato anche contenendo la riduzione del personale, ma hanno bisogno di invertire questo trend negativo, di cominciare a pensare al futuro, un futuro che dopo mesi di agonia sembra ora delinearsi. Non facciamo il tifo per nessuno, come sempre in queste cose, deve vincere la migliore offerta, quella che più garantisce il territorio, l’occupazione ed il lavoro di tutti. Ma abbiamo l’esigenza di far presto, per non rischiare di perdere altri pezzi della nostra economia. Le imprese della Val di Cornia vogliono ripartire alla grande, sono pronte ad investire nel cambiamento inevitabile per una moderna produzione dell’acciaio, e ancora una volta con convinzione sostengono la necessità di salvare l’industria, e con essa una buona parte dell’economia del territorio».

____________________________

PIOMBINO: SOSPESE LE IMPOSTE LOCALI PER PIOMBINO COMUNE ALLUVIONATO

In seguito alle calamità alluvionali che hanno colpito molte zone del paese, e tutt’ora in corso, il ministro dell’Economia e delle Finanze ha disposto con un decreto del 20 ottobre scorso il differimento dei termini del versamento dei tributi locali e statali nei Comuni interessati da questi episodi, e tra questi anche Piombino.

Sulla base del decreto, i contribuenti, persone fisiche e aziende residenti o con la propria sede operativa nelle località Vignale, Vignarca e Riotorto del Comune di Piombino, che siano stati colpiti dagli eventi alluvionali del 10 – 14 ottobre 2014, sono sospesi i termini dei versamenti e degli adempimenti tributari in scadenza nel periodo compreso tra il 10 ottobre e il 20 dicembre 2014.
Purtroppo, nei casi in cui i versamenti siano già stati effettuati, non potranno essere purtroppo rimborsati.

I contribuenti che rientrano in questa casistica e che intendano avvalersi della sospensione devono comunicarlo al Comune di Piombino – Ufficio Tributi tramite posta elettronica all’indirizzo: tributi@comune.piombino.li.it oppure tramite comunicazione fax al numero: 0565 63261 Con successivo decreto del Ministro dell’economia e delle finanze saranno stabilite le modalità di effettuazione degli adempimenti e dei versamenti di cui sopra.
_________________________

PRIMA DELLO SPETTACOLO. INCONTRO IN BIBLIOTECA SU AUTORI E TESTI DELLA STAGIONE DI PROSA

Piombino (LI) – Primo appuntamento sabato 15 novembre alle 17 presso la biblioteca Falesiana di via Cavour con il ciclo di incontri Prima dello Spettacolo, a cura di Pablo Gorini, incontri su autori e testi della stagione di prosa promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Piombino e da Fondazione Toscana Spettacolo.

L’incontro di sabato sarà dedicato allo spettacolo in programma per mercoledì 19 novembre . “L’importanza di chiamarsi Ernesto” di Oscar Wilde. (traduzione e adattamento di Masolino D’Amico). La compagnia – capitanata da Geppy Gleijeses (anche regista) con Marianella Bargilli e una straordinaria Lucia Poli – restituisce l’etereo gioco verbale, lo humour elegante, l’efficacia teatrale, il gusto per il paradosso che Wilde effonde in questo suo lavoro, innovativo rispetto a tutti i precedenti. All’incontro di sabato sarà presente l’attore Mario Rossi.
Intanto gli abbonamenti hanno raggiunto il numero di 527 mentre per la stagione concertistica c’è tempo fino al 16 dicembre.
Info Ufficio Cultura Comune di Piombino tel 0565/63296 Teatro Metropolitan tel. 0565/30385. www.comune.piombino.li.it;  www.fts.toscana.it; www.orchestradellatoscana.it
_______________________________

PIOMBINO : 80 EURO A COMMERCIANTE PER LA LUMINARIA

Piombino (LI) –  “Siamo al lavoro per la Luminaria 2014”. Così l’assessore al turismo e alle attività produttive Stefano Ferrini sull’installazione delle classiche illuminazioni natalizie ed eventuali iniziative connesse.

“Il costo dell’adesione” – assicura l’assessore Ferrini – “è stato mantenuto a 80 € come lo scorso anno in considerazione della difficile fase che attraversa la città. Al contempo, le vie che non raccolgono almeno l’80% delle adesioni non avranno i fili montati in modo da mantenere un principio di equità verso coloro i quali invece sostengono la spesa”.
Intanto il Comune sta proseguendo una ricerca di grandi sponsor per finanziare un pacchetto “natalizio” che comprenderà non solo la luminaria, come pure altre iniziative, a cominciare dalla festa dell’ultimo dell’anno in piazza.

“Nell’ultima riunione” – prosegue il vicesindaco – “è stato deciso anche di organizzare dei gazebo in città per alcuni fine settimana e presso il mercato settimanale, in modo da raccogliere contributi da parte dei cittadini che potranno fare le loro offerte anche presso i negozi che ospiteranno i contenitori per la raccolta prestati gentilmente da Asiu”.  E alla fine un appello a tutta la città di Piombino. “Per la luminaria è necessario uno sforzo di tutti i cittadini, commercianti e liberi professionisti in testa, per evitare il rischio, se le adesioni non saranno sufficienti, di passare un Natale al buio. Sarebbe un brutto segnale in un momento in cui stiamo tutti lavorando per cercare di “riaccendere” Piombino”.

Oltre al comune l’iniziativa è sostenuta da Confesercenti, Confcommercio e Cna , Centri Commerciali Naturali e Pro Loco.

______________________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.11.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 15 giorni, 12 ore, 16 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it