NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 23 OTTOBRE 2020

PIOMBINO: PERFEZIONATA LA CONCESSIONE A PIM DELL’AREA PER IL REFITTING

Entra nel vivo il progetto di smantellamento, manutenzione e refitting navale nel porto di Piombino con la firma, avvenuta stamani, dell’accordo sostitutivo di concessione demaniale marittima alla presenza del presidente dell’AdSP del Mar Tirreno Settentrionale, Stefano Corsini e dei vertici di Pim –  Piombino Industrie Marittime, la società costituita dalla genovese San Giorgio del Porto (gruppo Genova Industrie Navali) e dalla livornese F.lli Neri, rappresentata dal presidente Piero Neri e dell’amministratore delegato Valerio Mulas.

L’accordo sostitutivo, che completa l’iter avviato con l’atto di sottomissione già siglato dalle parti nel settembre del 2016, prevede che Pim possa operare, sino al 2041, su una superficie totale di 120.370 metri quadrati, di cui 17.040 mq a mare.

Contestualmente alla firma dell’atto, viene inoltre consegnata alla società, un’ulteriore area a terra di 22.615 metri quadri rispetto agli 80.715 metri quadrati già consegnati negli anni scorsi per la realizzazione di una prima parte degli impianti.

Con questo passaggio Pim porterà avanti il progetto di realizzazione di una piattaforma polifunzionale di demolizione, costruzione e riparazione, con investimenti privati per oltre 16 milioni entro il 2023 e un organico di personale a regime di 80 unità, senza contare le ricadute dell’indotto.

_____________________________

ACI CAMPER RINGRAZIA IL COMUNE DI PIOMBINO PER L’OSPITALITÀ

“Piombino e Populonia. Un gruppo di 15 camper con 30 persone è stato accolto in maniera mirabile dalla città di Piombino.

Una scoperta incredibile, conoscevamo la necropoli di Baratti ma l’Acropoli di Populonia è stata veramente eccezionale. Il Museo archeologico di Piombino è una perla: contiene reperti di una tale bellezza e quantità da fare invidia a musei di città molto più importanti.

Insomma una gita da ripetere, siamo stati confortati ed aiutati in modo stupendo dall’Amministrazione comunale che si è prodigata in tutti i modi per facilitarci la permanenza in città offrendoci anche una location favolosa con la sosta nel porticciolo, praticamente in acqua.

Vogliamo ringraziare personalmente  il Sindaco, il vice Sindaco e il Comandante della Polizia Locale per tutte le facilitazioni che abbiamo ottenuto. Torneremo a Piombino sicuramente, ci sono ancora tante belle cose da vedere nascoste dentro uno scrigno che vorremmo aprire nuovamente.

Grazie Piombino”

Pinto Santacroce – Aci Camper

____________________________

PIOMBINO: NUOVE FOTOTRAPPOLE CONTRO L’ABBANDONO DI RIFIUTI

Piombino (LI) – Il Comune di Piombino, in collaborazione con Sei Toscana, sta installando 37 nuove postazioni di sorveglianza, le cosiddette fototrappole, contro l’abbandono dei rifiuti, che si aggiungono alle 12 già presenti, e la seconda videocamera e-killer in grado di registrare 24 ore su 24. Si tratta di una rete di sorveglianza con una duplice finalità: individuare e sanzionare i colpevoli e fungere da deterrente. 

“Dall’installazione delle fototrappole – hanno spiegato il sindaco Francesco Ferrari e l’assessora all’Ambiente Carla Bezzini – abbiamo registrato una sostanziosa diminuzione del numero di abbandoni nelle piazzole sorvegliate. Ciò significa che, non solo sono utili per individuare i colpevoli e sanzionarli, ma funzionano bene anche come deterrente facendo risparmiare al Comune, e quindi ai cittadini, migliaia di euro. Il potenziamento di questa rete si inserisce in un pacchetto di azioni complesse volte a migliorare le condizioni di decoro operando una sensibilizzazione dei cittadini anche grazie a una campagna di comunicazione ed educazione ambientale che presto lanceremo”.

Da gennaio a settembre 2020 sono 144 le sanzioni elevate grazie a questo sistema, 88 solo tra Giugno e Settembre, la maggior parte per abbandono di ingombranti, mancata differenziazione e uso improprio dei cassonetti. Quasi 18mila euro a cui si sommano ulteriori 2.400 per immissione di rifiuti pericolosi nel ciclo urbano.

__________________________________

ALTRI DUE CASI DI COVID-19 A PIOMBINO

Altri due casi di positività al coronavirus in città: si tratta di un uomo di 87 anni, già in quarantena in quanto parte della rete di contatti avuti da un positivo conclamato fuori dal territorio, e una donna di 24 anni, entrambi in buone condizioni di salute nelle proprie abitazioni. La donna è un’educatrice di uno degli asili nido privati della città. Preventivamente, in attesa di indicazioni precise da parte di Asl, i gestori della struttura hanno comunicato ai genitori dei bambini che domani l’asilo rimarrà.

l Dipartimento di prevenzione dell’Asl sta indagando per ricostruire la rete di contatti avuta dai pazienti. Inoltre, anche un’altra cittadina di 20 è stata testata in quanto sospetto positivo successivamente non confermato.

Il numero complessivo di casi, quindi, sale a 38, di cui 10 attivi.

____________________________________

FDI-TOSCANA: “IL CONCORSO DOVEVA ESSERE RINVIATO. OCCORREVA STABILIZZARE I PRECARI CON ALMENO 36 MESI DI SERVIZIO”

«È iniziato oggi, con la prova scritta in presenza, il concorso straordinario per i docenti della scuola secondaria, che dovrebbe portare in cattedra dal prossimo anno scolastico circa 32 mila insegnanti. Fratelli d’Italia, fin dall’inizio della emergenza sanitaria, aveva sostenuto l’inopportunità dell’’indizione dei concorsi, per il rischio e il pericolo  di contagio. Consentire lo spostamento dei partecipanti – oltre 64mila persone in tutta Italia-  comporta l’aumento significativo della possibilità di diffusione del virus, contravvenendo per di più apertamente a quelle che sono le ultime restrizioni per il contenimento della pandemia adottate dal governo. L’esecutivo sospende le attività convegnistiche e congressuali, ma il Ministro dell’Istruzione consente lo svolgimento del concorso, che prevede la concentrazione di un numero considerevole di persone nello stesso luogo  in diverse città italiane.
Oltretutto chi risultasse positivo al Covid 19, e quindi in quarantena,  o in isolamento fiduciario sarà enormemente penalizzato, poiché escluso dal concorso senza possibilità di poter sostenere le prove in un secondo momento.
Fratelli d’Italia è sempre stata a favore della stabilizzazione dei precari con almeno 36 mesi di servizio, soprattutto in seguito alla apertura della procedura di infrazione da parte dell’UE nei confronti dell’Italia per l’abuso dei contratti a tempo indeterminato contro la direttiva comunitaria 1999/70. Tanto più in questo frangente, considerata la situazione emergenziale, aveva avanzato di nuovo tale proposta, prevedendo per i docenti un apposito  percorso telematico abilitante.
Con un Ordine del Giorno presentato in Parlamento le deputate Bucalo e Frassinetti  hanno chiesto anche il rinvio del concorso straordinario e lo svolgimento di prove suppletive per chi è impedito a partecipare. Ma come sempre le proposte di buon senso vengono rigettate da questo governo, evidentemente solo per una presa di posizione ideologica, anche se poi si rivelano come quelle davvero risolutive».

Michela Senesi ed Elena Bardelli
Responsabile e Vice Responsabile del Dipartimento Regionale Istruzione, Fratelli d’Italia Toscana

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.10.2020. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    40 mesi, 27 giorni, 14 ore, 16 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it