NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 2 OTTOBRE 2020

PIOMBINO: DUE ASSUNZIONI ALLE FARMACIE COMUNALI

Due nuove assunzioni alle Farmacie comunali di Piombino: la Sgs, società partecipata del Comune e gestore delle farmacie, ha indetto una selezione pubblica per titoli ed esami per l’assunzione di due farmacisti part-time a tempo indeterminato.

«Visto il momento di crisi che ormai da anni il territorio attraversa – spiega Sabrina Nigro, assessore al lavoro e al personale –, siamo molto soddisfatti di poter dire che il Comune, attraverso la sua partecipata, contribuisce a creare nuovi posti di lavoro».

Le domande dovranno pervenire alla Sgs entro il 31 ottobre; la graduatoria potrà essere utilizzata anche in futuro per nuove assunzioni a tempo indeterminato part-time o per assunzioni a tempo determinato. Tutte le informazioni relative all’Avviso, inclusa la domanda, sono disponibili sul sito della società questo link:

AVVISO DI SELEZIONE


_____________________________

ORIANA FALLACI AVRÀ UNA VIA A PIOMBINO A LEI DEDICATA

Nella giornata di ieri 29 Settembre, il consiglio comunale di Piombino, con i soli voti della maggioranza, ha approvato l’Ordine del giorno presentato dal consiglio Davide Anselmi del gruppo “Noi per Piombino ” su proposta politica del Circolo Fratelli d’Italia.

Fratelli d’Italia Piombino: “Ringraziamo con soddisfazione Davide Anselmi e Mariaelena Cosimi per aver sposato e collaborato con noi per l’intitolazione di una strada cittadina alla grande scrittrice e giornalista Oriana Fallaci.

Una grande donna di coraggio che ha racconta molte vicende della storia moderna con spirito critico e sincero”.

“In una Piombino e in uno Stato dove le donne spesso non sono valorizzate siamo contenti di aver messo in risalto il merito della grande Oriana con un gran bel lavoro di squadra”.

___________________________________

PIOMBINO DESTINA 335MILA EURO: SERVIZI EDUCATIVI GRATUITI PER TUTTI FINO A DICEMBRE

Servizi educativi gratuiti fino a dicembre per tutti i bambini, esaurimento della graduatoria per i nidi e 21 posti dedicati alle famiglie in difficoltà: questi i risultati delle azioni che il Comune di Piombino ha messo in campo per sostenere la frequenza dei servizi educativi e l’intero sistema che, profondamente colpito dall’emergenza sanitaria, rischiava di collassare se non adeguatamente supportato.

“Il sistema dei servizi educativi – dichiarano il sindaco Ferrari e Simona Cresci, assessore all’Istruzione – è l’unico grado scolastico che ancora grava economicamente sulle spalle delle famiglie. Pertanto, viste le difficoltà che le necessarie misure anticontagio comportano, esiste il concreto rischio che le famiglie decidano di non iscrivere i propri figli all’asilo facendo, di fatto, collassare un sistema indispensabile per l’educazione dei più piccoli e facendo pesare le conseguenze di tale circostanza anche sull’offerta futura della città. Per questo abbiamo deciso di destinare queste risorse a sostegno, da un lato, della possibilità dei più piccoli di ricevere l’adeguata formazione e, dall’altro, di tutti quelle strutture private che garantiscono posti di lavoro, sia direttamente che nell’indotto.

Inoltre, sempre grazie a questa cospicua manovra, abbiamo potuto esaurire le graduatorie degli asili nido, ovvero garantire un posto a tutte le famiglie che ne hanno fatto richiesta. Piombino può contare su un’offerta di altissima qualità ed è un nostro dovere, in quanto rappresentanti delle istituzioni, fare tutto il possibile affinché questi standard così elevati superino l’emergenza sanitaria e siano a disposizione di tutte le famiglie, a prescindere dalla condizione economica”.

Il Comune ha destinato circa 85mila euro di risorse provenienti dal Programma Operativo Regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale, 50mila del Progetto asili finanziato da Fondazione Livorno e circa 200mila euro del Miur: circa 335mila euro che permetteranno di garantire la gratuità dell’asilo nido per tutte le famiglie fino a dicembre e ulteriori 21 posti, gratuiti per tutto l’anno educativo, dedicati ai bambini provenienti da famiglie in difficoltà individuate grazie ai Servizi sociali oltre all’esaurimento della graduatoria per i nidi.

Alle famiglie non sarà richiesta nessuna azione: il Comune erogherà il contributo tramite i servizi educativi. Il servizio mensa continuerà ad essere a pagamento in quanto queste risorse, secondo indicazione ministeriale, non possono essere impiegate per questo genere di agevolazione. Il contributo sarà erogato a tutte le famiglie di bambini che frequentano servizi educativi posti sul territorio comunale di Piombino, inclusi i quattro posti in convenzione all’asilo nido Il Leprotto di Suvereto. Per informazioni: 0565 63385 – 0565 63459 – 0565 63219.

_________________________________

PIOMBINO: LEGIONELLA NELLE DOCCE DI IMPIANTI SPORTIVI: SANIFICAZIONE PREVENTIVA

Rilevata legionella nelle docce di un impianto sportivo comunale. Il Comune quindi ha disposto un intervento preventivo di sanificazione su tutti gli altri impianti pubblici.

In vista della riapertura delle docce negli spogliatoi degli impianti sportivi, inutilizzate per un lungo periodo a causa dell’emergenza sanitaria e delle conseguenti norme anti contagio, sono state eseguite le necessarie analisi per il rilevamento della legionella in alcuni impianti comunali: i risultati hanno confermato la presenza del batterio.

Pertanto, il Comune ha disposto l’intervento preventivo su tutti i 16 impianti sportivi comunali potenzialmente a rischio, così da scongiurare definitivamente la possibilità di contrarre l’infezione da legionella. Che, come è noto, si può sviluppare in ambienti frequentati da tente persone dove ristagna l’acqua a lungo tempo. Il nome legionella infatti deriva delle caserme della legione straniera francese dove fu isolata per la prima volta.

L’amministrrazione comunale ricorda comunque che nessuno ha corso dei rischi in quanto l’utilizzo delle docce non era ancora consentito in ottemperanza alle norme anti covid-19. Nei prossimi giorni, in collaborazione con i gestori, saranno eseguiti gli interventi di sanificazione e, successivamente, le analisi di controllo: l’utilizzo dei locali sarà consentito solo se i test ne confermeranno la sicurezza.
____________________________

PIOMBINO: SI ILLUMINA DI ROSA PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI

Piombino s’illumina di rosa per il mese della prevenzione del tumore al seno. Il Comune aderisce a due iniziative: la campagna Nastro rosa della Fondazione Airc per la ricerca sul cancro e l’iniziativa dell’associazione Sempre donna.

Il Palazzo comunale e il Rivellino, stasera, saranno illuminati di rosa per l’iniziativa di Airc come simbolo di vicinanza a tutte le donne colpite dal tumore al seno e veicolo per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione e del sostegno alla ricerca oncologica. I due monumenti rimarranno illuminati di rosa fino a fine mese per l’iniziativa dell’associazione piombinese Sempre donna.

«Il tumore al seno – ha detto l’assessore Carla Bezzini – è un male che, purtroppo, interessa moltissime donne ogni anno. La prevenzione è l’unico strumento che può aiutare a riconoscerlo e intraprendere il percorso terapeutico in tempo. Per questo abbiamo aderito senza esitazione a queste due iniziative: sensibilizzare i cittadini e fare della prevenzione una pratica quotidiana è indispensabile per combattere una malattia così diffusa e aggressiva, soprattutto in un territorio come il nostro».
_________________________

CROLLATO A BARATTI UN GROSSO PINO SULLA STRADA

Piombino (LI) – L’albero era stato messo a dura prova dall’ultima libecciata che ha sferzato la costa e che ha provocato danni anche a Baratti con alcune barche danneggiate agli ormeggi. Il pino si era già pericolosamente inclinato da alcuni giorni.

Mercoledì pomeriggio l’epilogo con il crollo definitivo dell’albero. Per fortuna nessuno stava transitando dalla strada nel momento in cui il pino è caduto a terra. Il tronco di grandi dimensioni avrebbe infatti potuto schiacciare un’auto e i suoi occupanti. Il traffico, con il pino crollato sulla strada si è quindi interrotto.

Il Comune, con squadre di operai ha provveduto ad intervenire per la rimozione del tronco e dei rami. Già in passato c’erano stati crolli di alberi e interventi di potatura per ridurre il pericolo.
_____________________________

UNICOOP: IL CONTRATTO INTEGRATIVO PROROGATO AL 31 OTTOBRE

Unicoop Tirreno proroga al 31 ottobre la data di disdetta del Contratto integrativo aziendale. L’obiettivo è quello di proseguire il confronto con i sindacati e tentare così di raggiungere un accordo per il rinnovo.

Per la Cooperativa un nuovo Contratto integrativo aziendale dovrà rispettare due principi: coerenza nell’equilibrio tra costi e risultati aziendali e maggiore equità tra i lavoratori.

«Unicoop Tirreno si è impegnata al raggiungimento di un accordo condiviso con i sindacati, presentando proposte e offrendo una piena disponibilità al confronto, finora svolto in un clima costruttivo e collaborativo – evidenzia la Cooperativa – nel caso non venisse raggiunto un accordo per un nuovo Contratto integrativo, a partire dal 1° novembre 2020 la Cooperativa applicherà ai propri dipendenti esclusivamente la normativa di legge».
________________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.10.2020. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 26 giorni, 3 ore, 21 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it