PIOMBINO: DOPO 16 ANNI RIPARTE LA SPEDIZIONE VIA MARE DI ROTAIE

un momento del carico di rotaie

Piombino (LI) – Sono iniziate sabato 28 settembre le delicate operazioni di carico delle rotaie destinate al Portogallo – un mercato finora controllato esclusivamente dai competitor – sulla nave project Combi Dock 1, ormeggiata allo storico pontile Lucchini del porto di Piombino. Le operazioni dureranno per tutto il weekend e la Combi Dock 1 presumibilmente già martedì prossimo partirà alla volta del Portogallo.

Con questo primo carico lasceranno lo stabilimento di JSW Steel Italy Piombino 3500 tonnellate di rotaie. Entro la fine dell’anno sono previste altre due forniture per un totale, come previsto dall’appalto, di 8600 tonnellate di rotaie che saranno utilizzate per la realizzazione della rete ferroviaria.

La linea di laminazione, finitura, confezionamento e controllo qualitativo ha occupato 190 tra tecnici e lavoratori, mentre la movimentazione ha reso necessario l’intervento di 20 tecnici della Piombino Logistics che hanno operato in coordinamento con i manovratori di Combi Dock 1.

In una fase successiva, un altro carico di rotaie in acciaio realizzate in JSW Steel Italy Piombino sarà inviato a Barcellona, per la sua metropolitana, per un percorso complessivo di 37 km.

“Oggi è una grande giornata per JSW Steel Italy Piombino – dichiara Mohan Babu, COO di JSW Steel Italy Piombino -, grazie al valore e alle grandi qualità dei suoi uomini è riuscita a portare a casa un grande risultato. Da chi si occupa del commerciale fino a tutti gli uomini del Treno Rotaie si è fatto un grande lavoro di squadra e oggi con le Istituzioni locali viviamo una grande emozione. Stiamo riscrivendo la storia di Piombino e vogliamo valorizzare questo grande patrimonio industriale e un Made in Italy che è risultato altamente competitivo sui mercati internazionali”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco di Piombino, Francesco Ferrari che ha portato la testimonianza e la vicinanza della comunità a un’azienda storica con la quale è in corso un lavoro di reciproco supporto verso politiche di sviluppo dello stabilimento e di tutta la forza lavoro.

“Dopo aver ricevuto l’autorizzazione da parte del Comune per la variante per la realizzazione di un nuovo impianto di “tempra delle rotaie, che consentirà di migliorare ulteriormente la qualità dei nostri prodotti – ha commentato mr. Babu – sono in corso gli incontri con i possibili fornitori per la finalizzazione del progetto. Si prevede che entro i prossimi tre mesi potranno iniziare i lavori di costruzione”.

“L’arrivo di Jindal a Piombino – dichiara Umberto Paoletti, Direttore di Confindustria Livorno e Massa Carrara -, dopo aver fugato lo spettro di vedere replicata un’altra Bagnoli, costituisce uno dei cardini per il progetto complessivo per ridare a Piombino la collocazione che le compete di secondo polo siderurgico d’Italia”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.9.2019. Registrato sotto Economia, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    29 mesi, 13 giorni, 10 ore, 12 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it