NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 14 SETTEMBRE 2019

ON POTENTI: 21 MINISTRI 10 VICE E 42 SOTTOSEGRETARI E NEANCHE UN TOSCANO

Con la mancata nomina di ministri e sottosegretari toscani, denuncia l’Onorevole Manfredi-Potenti (Lega), il Governo Conte-bis ha decretato l’irrilevanza di una intera regione.

«Decidendo, appunto, per un irrispettoso criterio di nomine politiche che esclude dal Governo qualunque componente toscano, si pone l’evidente problema della incapacità del PD di continuare a rappresentare questo territorio regionale.

Così l’ On.Potenti sulla recente diffusione dei nomi dei nuovi membri del governo PD e M5S. Se il Movimento 5 Stelle toscano conferma un carente peso territoriale diversamente, il PD ha evidentemente tradito la Toscana, convinto che la sua miglior sorte sia lasciare priva di rappresentanza governativa una delle più importanti regioni italiane per privilegiare la soluzione di faide e rese dei conti tra renziani e zingarettiani.

Presto la Lega  – conclude Potenti – amministrerà anche la regione Toscana liberandola dagli irresponsabili: quel giorno la regione Toscana rialzerà la testa con orgoglio!».

_______________________________

JSW, I SINDACATI SCRIVONO AL NUOVO MINISTRO

Piombino (LI) –  I segretari generali di Fim, Fiom e Uilm hanno inviato una richiesta di incontro urgente al nuovo Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli per chiedere una convocazione urgente per la verifica complessiva del settore metalmeccanico.

“In  riferimento ai tavoli di crisi industriali aperti presso il vostro ministero siamo a chiedervi un incontro di verifica complessiva del settore. Riteniamo necessario evidenziarvi che la nostra richiesta assume un carattere di estrema urgenza rispetto alla vertenza Ilva-Am per la quale potrebbe sussistere a breve una condizione di interruzione di una significativa parte della attività dell’area a caldo, con conseguente risvolto occupazionale”.

Tra le vertenze sul tavolo del Ministero c’è anche quella di Piombino, per la quale sindacati e lavoratori sono in attesa di conoscere, da fin troppi anni, le intenzioni e gli sviluppi di Jsw Steel Italy.

________________________________

VERTENZA 118: CAMELLI (UIL) CRITICO TIRA IN BALLO LA REGIONE TOSCANA

Piombino (LI) –  Paolo Camelli delegato comparto e medici UilFpl interviene sulla vertenza dei medici del 118, sostenendo che è sbagliata la linea della Asl e anche dei medici.

«Quando si tratta di retribuzione non c’è altra via che seguire rigorosamente quanto disposto dai contratti nazionali e non abbandonare mai il principio inderogabile che a parità di lavoro deve corrispondere uguale retribuzione.

La natura del servizio impone scelte rigorose; infatti a Piombino nel pronto soccorso e nel 118 sono impegnati circa 15-17 medici che a rotazione coprono i turni. Un terzo di loro sono regolati dal Contratto nazionale della medicina convenzionata, e metà di loro dal Contratto nazionale della sanità pubblica. La loro retribuzione è simile (circa 20 euro orarie) anche se determinata da voci diverse, dato che discendono da accordi distinti e separati.

Fare un accordo aziendale che introduca disparità di retribuzione significa accendere un conflitto tra i medici, a danno dei cittadini. Tanto più grave sarebbe realizzare un accordo illegittimo in quanto nessun contratto nazionale consente di modificare la retribuzione in sede aziendale se non per i fattori legati alla produttività. La sede giusta per andare oltre è quantomeno il tavolo regionale.

I consiglieri regionali di Forza Italia e della Lega – continua Camelli – hanno presentato interpellanza al consiglio regionale, «e questo evento di per sé riconduce la vertenza nel luogo giusto: La Regione Toscana. Non sarebbe infatti ammissibile che in forza di una vertenza zonale si possa determinare una disparità di trattamento retributivo tra i medici di Piombino e quelli di Massa Carrara o di Firenze. Se qualcuno lo ha fatto ha sbagliato e chi segue questa strada continua a sbagliare; ricordiamo alla Direzione aziendale che anche nella Usl Nord Ovest esistono numerosi dipendenti che attendono da anni una soluzione alle loro richieste di riconoscimento retributivo – conclude il rappresentante sindacale – in base al lavoro che svolgono, medici e non solo».

___________________________

PIOMBINO: RIPARTONO GLI AGLI INCONTRI DI MICOLOGIA

Piombino (LI) –  Dopo la pausa estiva riprendono le attività del Gruppo Micologico Piombinese. Venerdì 13 settembre, infatti, via agli incontri di micologia. Appuntamento alle ore 21 in via Modigliani 2 a Piombino.

Durante la serata sarà presentato il programma delle attività autunnali del gruppo.

_____________________________

FONDI REGIONALI 2019 EROGATI PER LA PRIMA INFANZIA

La Regione ha in questi giorni deliberato la ripartizione delle risorse a sostegno dei servizi alla prima infanzia, asili nido, a seguito del bando pubblicato nella scorsa primavera.

I comuni assegnatari dovranno presentare i progetti definitivi per i quali hanno richiesto il finanziamento entro il prossimo 19 ottobre.

Nella provincia di Livorno sono 1.261.295,70 euro. Per quanto riguarda la Val di Cornia: Campiglia Marittima € 41.756,22, Piombino € 79.843,56, San Vincenzo € 57.916,02, Suvereto € 7.053,65.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 14.9.2019. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    27 mesi, 14 giorni, 14 ore, 12 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it