PIOMBINO: I CANDIDATI SINDACO PRESENTANO LE LISTE PER LE AMMINISTRATIVE

Scorcio del Comune di Piombino

Piombino (LI) – Sono scesi in campo ufficialmente sabato 30 marzo tutti i candidati per le amministrative del 26 maggio prossimo. La presentazione dell’ultimo candidato, del quale  comunque mancava solo l’ufficialità, per il M5S Daniele Pasquinelli si terrà martedì 2 Aprile in uno dei luoghi simbolo della città: il promontorio di Calamoresca.  Vediamo intanto insieme cosa hanno detto gli altri candidati (Callaioli, Ferrini e Ferrari) nei loro interventi di Sabato.

________________________

PIOMBINO: RIFONDAZIONE RICANDIDA FABRIZIO CALLAIOLI

Fabrizio Callaioli

Il Partito della Rifondazione Comunista ha presentato il candidato a sindaco di Piombino Fabrizio Callaioli e la lista dei 24 candidati consiglieri, rigorosamente in ordine alfabetico. Una lista che mira a risolvere i problemi della città con anche molti giovani, e che si batte contro il Governo e la gestione amministrativa del Pd, e che si propone come alternativa e non di alternanza.

Fabrizio Callaioli, attualmente consigliere comunale e già candidato sindaco anche alle passate elezioni ha puntualizzato che la situazione è perfino più grave di quanto fosse cinque anni fa, e nella conferenza stampa ha tratteggiato i punti salienti di quello che sarà il programma elettorale: dalla necessità di  nuovi investimenti per la fabbrica alle potenzialità del porto di Piombino, fino a nuove idee in fatto di turismo.

«Questa amministrazione – ha commentato Callaioli – ha prodotto solo progetti per il polo dei rifiuti. In un quadro di questo genere non possiamo che essere critici. C’è bisogno di una svolta con idee chiare e noi abbiamo un progetto preciso, sulla base delle nostre ideologie e dei nostri valori. Non basta parlare solo di cambiamento, non basta essere contro il Pd per guidare questa città», facendo chiaramente intendere che non vi saranno accordi con le forze di centrodestra o il Partito Democratico, anche in caso di ballottaggio.

I nomi dei candidati consiglieri sono i seguenti: Bassi Alessio studente, Batistoni Michela impiegata studio legale, Bientinesi Paolo detto “Negus” operaio, Bragiola Roberto operaio, Caporali Nedo medico, Cerboneschi Maurizio operaio in pensione, Checcoli Torrino portuale in pensione, Colombelli Rita commerciante, Deri Marina studentessa, Dini Chiara impiegata studio commerciale, Filippi Dario studente, Fosco Marco insegnante scuole superiori, Franceschi Simona impiegata, Franci Lorella impiegata, Masseti Marco tecnico della prevenzione, Matteuzzi Massimo operaio, Mei Mirco dipendente, Nermettini Fabiana studentessa, Pacchini Francesca insegnante scuole superiori, Pasqualini Patrizia casalinga, Rossi Luca impiegato, Sili Marianna insegnante, Tognoni Alessandra commerciante, Vernucci Elio medico in pensione.

_______________________________

SPIRITO LIBERO: PIOMBINO IN 5 PUNTI, E RICANDIDA FERRINI

Stefano Ferrini

Piombino (LI) – E’ iniziata dal piazzale d’alaggio di Piombino la corsa in solitaria della lista civica “Spirito Libero” e del suo candidato sindaco Stefano Ferrini. L’idea della lista è quindi quella di correre in solitaria verso le elezioni del 26 Maggio sperando di andare al ballottaggio per avere un peso significativo. Lo slogan: la concretezza fuori dagli slogan.

In conferenza stampa la lista ancora guidata da Stefano Ferrini ha presentato quella che potrebbe essere la versione contemporanea del piazzale con una passeggiata a mare, arredi, sculture di arte moderna e strutture ombreggianti, solarium, piscina, campo boe, taxi boat e area sport.

«Piombino – ha iniziato Ferrini – ha voglia di cambiare, ma il Pd non è riuscito a interpretare questo bisogno, senza una visione di prospettiva da indicare, e Spirito Libero, che ne è stato alleato per molti anni, ha rotto il rapporto dopo che sul tema dei referendum per Rimateria il Pd ha dimostrato di non comprendere più una città preoccupata che chiedeva partecipazione. Spirito Libero per Piombino, lista civica, laica e riformista, mette al servizio del cambiamento la propria esperienza di governo, il proprio buon senso nell’affrontare le problematiche e la concretezza di proposte realizzabili nel prossimo quinquennio».

Sono cinque le proposte definite “concrete e immediate”, che presenta la lista civica. Oltre al progetto per il nuovo piazzale d’alaggio, gli altri 4 punti riguardano:

Viabilità e mobilità: modifica della rotatoria del Gagno, l’installazione di semafori che rendano la corsia centrale reversibile per l’entrata o l’uscita in base al traffico, una rete ciclabile, e la valorizzazione della sentieristica.
Rifiuti: anche Spirito Libero è convinta del NO alla megadiscarica, limitando piuttosto i rifiuti solo a quelli provenienti dalla Val di Cornia e in funzione delle bonifiche e dei futuri scarti della produzione siderurgica.
Siderurgia: accelerare la realizzazione del treno rotaie secondo i recenti progetti presentati da Jsw (ammodernamento di quello esistente, ndr.).
Sanità: fondamentale il futuro dell’ospedale Villamarina, punta nascita compreso,con la firma del regolamento dell’ospedale unico per definire una volta per tutte chi farà cosa.

«Servono – ha concluso il candidato Ferrini – anche strumenti urbanistici adeguati e prioritaria è la definizione del Piano strutturale. Occorre maggiore coinvolgimento anche delle forze politiche, lasciando la gestione di questo tema alla prossima amministrazione». Tra i nomi dei consiglieri nella lista, in fase di completamento, ci sono Andrea Fanetti, Daniele Massarri, Luca Carrara e Claudio Mazzola.

_____________________________________

FRANCESCO FERRARI HA INAUGURATO SABATO IL SUO COMITATO ELETTORALE

Francesco Ferrari

Piombino (LI) – “Un luogo di incontro e di confronto per costruire insieme la Piombino che sarà”. Con queste parole Francesco Ferrari, candidato a sindaco di Piombino per il Centrodestra unito, ha inaugurato la sede del suo comitato elettorale, al civico 90 di Corso Italia a Piombino, dove confluirà l’attività della coalizione sorretta da tre liste civiche, Lista Ferarri sindaco, Ascolta Piombino, Lavoro & Ambiente, e dai partiti Forza Italia — Udc, Fratelli d’Italia e Lega.

«Vogliamo che a Piombino la discussione politica ed istituzionale sia reale e si svolga in un ambiente che la sollecita — spiega Ferrari -. Senza di essa non è possibile dare soluzioni difficili a problemi difficili quali sono quelli con cui Piombino ha a che fare, sul piano economico, sociale ed anche culturale. In fin dei conti è una condizione di normalità quella che occorre riconquistare».
«Una normalità riconosciuta come tale dalla comunità intera, tale dunque da permettere alle tante componenti della comunità di riconoscersi come tali in un ambiente condiviso, così condiviso che il necessario pur acceso confronto sui singoli problemi non produce rotture insanabili che impediscono alle potenzialità della comunità di manifestarsi. Piombino ha bisogno proprio che le sue potenzialità siano riconosciute e si manifestino apertamente».

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.4.2019. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    23 mesi, 19 giorni, 8 ore, 0 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it