NOTIZIE DALLA CASTA ETRUSCA DEL 6 GENNAIO 2019

GENNAIO 2019: UN MESE DI “DOMENICHE IN MUSICA”

Il 2019 i apre con gli appuntamenti musicali della domenica presso il Museo archeologico del Territorio di Populonia a Piombino: un binomio di grande fascino, quello tra archeologia e musica che si ripropone anche quest’anno grazie alla collaborazione tra Comune di Piombino e Associazione Etruria Classica e Parchi Val di Cornia.

La rassegna propone quattro appuntamenti con la musica eseguita dal vivo all’interno del Museo archeologico di Cittadella (ingresso Museo e concerto: 4 euro): in programma giovani musicisti di talento e artisti affermati in una location suggestiva, la sala dell’anfora argentea simbolo del museo archeologico.

Quest’anno il programma si avvale della collaborazione di Fondazione Toscana Spettacolo e Biblioteca Civica Falesiana che partecipano agli eventi del 6 e del 27 gennaio con un programma di musica, lettura e teatro. L’obiettivo è promuovere la lettura e avvicinare ai libri mediante la contaminazione con altri generi artistici.

Il primo appuntamento, domenica 6 gennaio, vedrà alternarsi all’esecuzione musicale di Angioletta Janucci Cecchi (violino ) e Marianna Tongiorgi (pianoforte), letture dalle più belle pagine di Thomas Mann, Franz Kafka, Johann Wolfgang von Goethe a cura di Elisa Cecilia Langone, attrice professionista della “Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi” di Milano e che ha fatto parte della Compagnia del Teatro Metastasio – Stabile della Toscana, lavorando con Paolo Magelli, Massimo Castri, Valerio Binasco, Marco Plini ed altri importanti registi in spettacoli di grande successo, con lunghe tournée in Italia ed all’estero.

__________________________

MASSARRI: LA IV COMMISSIONE VISITI SETTIMANALMENTE LA DISCARICA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

In città persiste un tremendo fetore proveniente dalla discarica, sebbene siano ormai parecchi mesi che la cittadinanza viene rassicurata dicendo che l’emissione di miasmi è solo qualcosa di transitorio e quindi un disagio temporaneo. In questi mesi si è infatti parlato di inadeguatezza degli impianti di captazione; degli impianti di aspirazione del biogas e di quello di trattamento del percolato; di problemi connessi al trasferimento dei rifiuti solidi urbani verso Sei Toscana; dei lavori di regimazione delle acque; di condizioni climatiche particolarmente avverse e così giustificando di volta in volta le maleodoranze, mentre il tempo però scorre inesorabile ed allontana così quella “data in cui il problema verrà eliminato al 90 per cento, che prudentemente dico per la fine dell’anno, ma potremmo riuscirci anche per l’estate” , come ebbe a dire l’allora Presidente Caramassi lo scorso inverno.

Siamo arrivati appunto alla fine dell’anno ed il problema ci sembra tutt’altro che risolto, nonostante le indicazioni date dalla stessa Regione e da Arpat in tal senso e nonostante anche il cronoprogramma di Rimateria, presentato a Regione e Comune, per l’attuazione degli interventi di mitigazione dell’insopportabile tanfo. Qualcuno ha perfino minimizzato, sostenendo che l’aria nauseabonda va posta in relazione alla percezione soggettiva nonché alla direzione dei venti, come se cioè l’unica soluzione possibile ad un problema concreto per la città fosse, in alternativa, il mettersi una molletta al naso oppure l’affidarsi alla benevolenza di un Eolo particolarmente magnanimo con Piombino.

Noi invece crediamo, con sano pragmatismo, che la questione non sia più assolutamente differibile e quindi nei giorni scorsi abbiamo depositato una mozione nel prossimo Consiglio Comunale con cui chiediamo che la IV Commissione Dipartimentale, formata da tutti i Presidenti dei gruppi consiliari, visiti settimanalmente e per i prossimi tre mesi la discarica in modo da verificare puntualmente e riferire ai cittadini lo stato di attuazione delle misure di messa in sicurezza e di mitigazione delle maleodoranze come da cronoprogramma della società stessa.

Il Capogruppo di Spirito Libero

Daniele Massarri

________________________________

GELICHI: “SERVE UNA COMMISSIONE, ALTRO CHE GRUPPO DI LAVORO”

Sul gruppo di controllo sulle emissioni della discarica di Rimateria, anche la lista civica Ascolta Piombino chiede una commissione intercomunale per la discarica. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

“Ascolta Piombino è contenta che molti elettori del Pd si siano accorti delle maleodoranze, sperando che si ricordino di tutte le eredità che questa politica lascerà a Piombino; probabilmente è il motivo per cui qualcuno ha pensato di muoversi. Si sono mossi come gli riesce meglio, attraverso quegli inconcludenti gruppi di lavoro che si costituiscono quando c’è la necessità di fare un po’ di fumo”, parola del consigliere Riccardo Gelichi che ha ribadito come il Comune abbia già in mano tutti gli strumenti per monitorare e intervenire sulla discarica così come quelli per informare sia i cittadini sia le forze politiche di opposizione.

“Temiamo che invece non abbiamo nemmeno mai avviato discussioni interne nel loro partito, visto le recenti lamentele del gruppo di maggioranza renziano. Serve una commissione intercomunale, come noi proporremo nel prossimo Consiglio e costituiremo dopo le elezioni del 2019; la commissione avrà un ruolo istituzionale, altro che gruppo di lavoro”.

Riccardo Gelichi

_______________________________

POTENTI: LA LEGA MONITORA IL PORTO DI LIVORNO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«La Lega garantisce che il porto di Livorno è al centro dell’ attenzione di questo Governo. E’ un comune interesse degli organismi pubblici e privati non lasciare che i conflitti commerciali o gli effetti delle necessarie attività di indagine sui presunti fatti illeciti commessi sull’area portuale possano ritardare o porre a rischio gli investimenti già programmati su questa infrastruttura od ancora ostacolare la concorrenza.

Sono tuttavia di oggi alcune notizie stampa che ripropongono alla città e al suo porto il rischio di possibili schemi del passato. Si fa riferimento ad invocati interventi in
qualità di garante del Presidente della Regione Toscana, Ente amministrato dal Partito Democratico che, al di là di un doveroso operare per il bene del porto di Livorno, non mancherà di riproporre, ulteriormente, logiche del passato più utili a garantire un consenso politico che non a generare la ripresa di un normale contesto commerciale.

Non riteniamo opportuno continuare a vedere una delle più importanti infrastrutture del Mediterraneo asservita a certi schemi. Ricordiamo che anche il cambio di amministrazione comunale avvenuto da ormai cinque anni e grazie all’espressione di molti cittadini di ogni schieramento politico diverso dal PD, è stato il frutto di una aspettativa di normalità non ancora riconquistata che ci faremo carico di garantire al futuro della nostra città labronica».

On. Manfredi Potenti
Commissario Provinciale LEGA Livorno

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.1.2019. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    23 mesi, 25 giorni, 9 ore, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it