NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 15 LUGLIO 2018

VENTURINA: RIFACIMENTO DEL MANTO STRADALE, ILLUMINAZIONE E SEGNALETICA

Lavori sulla viabilità, la mappa dei cantieri per oltre  350mila euro per i lavori sulla viabilità. Prosegue il programma del comune di Campiglia dei lavori di asfaltatura di numerosi tratti di strada, cui seguirà a breve il disegno della segnaletica orizzontale. Complessivamente, il programma di risistemazione della rete viaria per quest’anno ammonta a 365mila.

«Un impegno rilevante e necessario – afferma il sindaco Rossana Soffritti – per garantire sicurezza e buona viabilità». Si è iniziato con via di Rimigliano della quale è stato fatto il tratto di maggiore urgenza per garantire la sicurezza, da Lumiere al cavalcavia (escluso). La spesa per l’opera, già completata, è stata di 40mila euro. L’intervento su via di Rimigliano è il lotto 3 di una serie di interventi di manutenzione straordinaria della viabilità. Anche il lotto 1, che riguarda numerose vie di Venturina Terme, è in corso di ultimazione. L’investimento è stato di circa 140mila euro. Infine c’è il lotto 2. Questo è stato aggiudicato provvisoriamente e i lavori dovrebbero partire ad agosto oppure, viste le difficoltà per le ditte di rifornirsi in estate, slittare a settembre. Il lotto comprende un intervento per la sistemazione stradale e la predisposizione del nuovo impianto d’illuminazione in alcune vie di Tufaia, a Venturina (vie Marzabotto, della Resistenza, don Minzoni, Primo Maggio, fratelli Cervi, Nanetti).

Il progetto è destinato a eliminare il problema dei corti circuiti dell’impianto elettrico di pubblica illuminazione, che avviene ripetutamente durante le piogge e i temporali. Inoltre sono previste la realizzazione di una banchina pedonale, a completamento della viabilità di via Cerrini (in particolare all’altezza della fabbrica Italian Food), e la realizzazione di un basamento per la posa di una nuova pensilina della fermata dell’autobus in via Aurelia (altezza Hotel delle Terme, quella a valle). L’investimento totale è di circa 185mila euro.
________________________

PRC: IL PD TENTA DI MODIFICARE IL VERO SIGNIFICATO DELLA MANCANZA DEL NUMERO LEGALE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente da  Fabrizio Callaioli, Capogruppo PRC Consiglio comunale Piombino.

«Le accuse mosse dal PD e dal sindaco per l’uscita delle opposizioni dall’aula non reggono e sono in realtà una manifestazione di debolezza.
Nelle assemblee elettive, le forze politiche che sostengono chi governa devono essere in grado di assicurare il funzionamento degli organi amministrativi e quindi, fra l’altro, anche di assicurare il numero legale, che poi corrisponde anche al numero minimo di voti a favore per approvare le delibere dell’amministrazione. Se la maggioranza non è in condizione di assicurare il numero legale vuol dire che non è in grado di governare.

Questo in virtù anche del significato che ogni volta è possibile attribuire ad eventuali assenze. Perché, ammesso che talvolta possa capitare che qualche consigliere sia assente per motivi del tutto fortuiti, in altre occasioni può accadere che qualche consigliere non sia presente perché non se la sente di approvare quell’atto, non è d’accordo o non crede in quel progetto. Che pensare infatti di tante assenze che si verificano curiosamente in occasione dell’approvazione di una delibera importante?

E’ la maggioranza che si è presa e ha la responsabilità del governo e del funzionamento degli apparati amministrativi, mentre la minoranza ha il compito di vigilare, contrastare l’azione amministrativa, che viene portata avanti secondo un progetto diverso da quello presentato alle elezioni dalla minoranza stessa e quindi ha il dovere, nel rispetto del mandato fornito dagli elettori, di mettere in evidenza le criticità dell’azione di governo e il diverso modo di governare che potrebbe essere posto in essere. L’opposizione ha il dovere di mettere in evidenza l’incapacità di governare della maggioranza.

Sono due ruoli diversi. E chi fa politica lo deve capire, senza stizzirsi.
Per questo diverso ruolo, l’azione di far mancare il numero legale da parte delle opposizioni non solo è corretta, ma spesso è anche dovuta, nel rispetto del mandato ricevuto dagli elettori. I ruoli, come detto, sono diversi. Chi governa si è impegnato con la comunità garantendo di avere i numeri, il consenso degli alleati e la condivisione del progetto da parte di tutti i componenti delle forze politiche che sostengono l’amministrazione. E per questo ha anche il dovere di garantire il funzionamento delle istituzioni, perché la sua capacità di governare è testimoniata anche dalla capacità di resistere all’ostruzionismo delle opposizioni».

Fabrizio Callaioli
Capogruppo PRC Consiglio comunale Piombino

_________________________

REINTRODUZIONE DEI VOUCHER, CGIL: “SCELTA SBAGLIATA: PESANTI RIPERCUSSIONI PER MOLTI LAVORATORI”

Livorno-  «La reintroduzione dei voucher in settori come il turismo e l’agricoltura – settori molto importanti per il pil livornese – avrebbe pesanti contraccolpi negativi su molti lavoratori della nostra provincia. E un territorio già in ginocchio per la grave crisi occupazionale non può rischiare di precarizzare ulteriormente rapporti di lavoro e redditi». Così commenta Monica Cavallini, segreteria Cgil provincia di Livorno.

«La reintroduzione dei voucher a discapito dei normali contratti genererebbe contraccolpi negativi diretti sui diritti e sulle tutele dei lavoratori. Turismo e agricoltura sono settori caratterizzati da una forte stagionalità ma gli stessi contratti collettivi nazionali di lavoro e le leggi a esso collegate prevedono infatti già gli strumenti di flessibilità in relazione alle esigenze connesse alla stagionalità e non solo (in agricoltura sono ad esempio previsti voucher per lavoratori studenti e per coloro che non hanno mai operato in questo settore mentre nel turismo sono previsti extra per gli eventi e i contratti a termine per le stagionalità). Non c’è affatto necessità di altra flessibilità, la nostra forte preoccupazione in merito reintroduzione dei voucher riguarda il venir meno di alcuni diritti che permettono ad esempio ai lavoratori stagionali o a termine di essere riassunti (diritto di precedenza), la forte riduzione del sostegno legato alla Naspi, i contraccolpi in termini di contributi previdenziali e quelli relativi alle tutela della maternità, malattia ferie e permessi: tutti istituti che con il voucher per come lo abbiamo conosciuto non esistono. Solo per citarne alcuni.

Il provvedimento – se confermato,  commenta Monica Cavallini – metterebbe inoltre in discussione quel modello partecipativo di democrazia diretta espressosi a livello nazionale con la raccolta di oltre 3 milioni di firme per l’abolizione dei voucher: non ci sembra affatto giusto soffocare in questa maniera la voce dei cittadini. Chiediamo che il lavoro non venga considerato, solo come un costo prescindendo dal valore aggiunto che questo deve dare in termini di qualità e professionalità, specialmente in un settore come quello del turismo che s’interfaccia giornalmente con
l’utenza e dove l’operatore diventa il biglietto da visita dell’azienda.

Chiediamo – conclude la CGIL –  pertanto di valutare attentamente qualsiasi scelta che potrà ridurre tutele e diritti già fortemente precari nel nostro sistema lavoro».

_____________________

TUNISINO AGLI ARRESTI DOMICILIARI EVADE PER NON STARE CON LA MOGLIE

Era stato scarcerato dalla Casa Circondariale de Le Sughere mercoledì sera per proseguire la sua detenzione presso la sua abitazione. Per S.D., tunisino di 30anni, però, non è stato considerato un beneficio, anzi. Alle ore 22.30 di mercoledì scorso S.D. è stato fermato dai Carabinieri del Nucleo radiomobile all’esterno del cinema The Space.

Ai militari il tunisino ha riferito che non voleva andare ai domiciliari perché a casa ad aspettarlo vi era la moglie con la quale non era in buoni rapporti. I carabinieri convincevano S.D. ad andare a casa che, per la circostanza, se la cavava con una denuncia a piede libero.

Analogo episodio. Sempre una gazzella sottoponeva a controllo di polizia S.D. in questa via del Pantalone. L’uomo ha rilasciato ai militari le stesse dichiarazioni del giorno prima: era uscito di casa perché non poteva stare insieme alla moglie, con lei era un litigio continuo. Colto in flagranza, questa volta, però, il tunisino è stato arrestato ed è tornato a Le Sughere.

______________________

A MASSA MARITTIMA I VINI  PIÙ PREMIATI AL CONCORSO CITTÀ DEL VINO

Massa Marittima è stato il Comune più premiato d’Italia e non solo, al prestigioso concorso internazionale “La selezione del sindaco” dell’associazione nazionale Città del Vino. Sei medaglie d’oro e due d’argento sono infatti state assegnate ai vini del territorio comunale, un primato assoluto nell’ambito di questa 17esima edizione della “gara” di qualità enologica, cui hanno partecipato 500 aziende, con 1200 campioni di vini.

A valutare i nettari c’erano 84 commissari internazionali provenienti da Cina, Francia, Corea del Sud, Portogallo, Spagna, Germania, Inghilterra, Azerbaijan, Grecia, Romania, Slovacchia, Brasile, Russia, Lussemburgo, Austria. L’altro ieri al Palazzo Madama di Torino, sono stati consegnati gli attestati, presenti l’assessore al Turismo del Comune di Massa Marittima Marco Paperini, i rappresentanti di quasi tutte le aziende premiate e Grazia Ghilli, fiduciaria della condotta Slow Food del Monteregio, che ha curato la partecipazione al concorso delle aziende locali, dalla promozione al ritiro dei vini, fino all’invio dei campioni.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.7.2018. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 22 giorni, 8 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it