NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 16 APRILE 2010

IL COMUNE DI CAMPIGLIA AVVIA CON ASIU LA LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE

Con la metà d’aprile cominciano nel comune di Campiglia Marittima i trattamenti di disinfestazione contro gli insetti alati. Il servizio è stato affidato ad Asiu Spa, azienda che gestisce il ciclo integrato della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. Gli interventi avranno tempi e modalità ben precise, e si protrarranno sino a fine settembre.  Per la migliore efficacia del programma di disinfestazione nelle aree pubbliche verdi sia urbane che extraurbane, è necessario anche l’aiuto di tutti i cittadini attraverso la  cura delle loro private proprietà che potranno effettuare seguendo alcuni semplici ma fondamentali accorgimenti.

La disinfestazione La lotta agli insetti alati sarà effettuata con due modalità e due obiettivi specifici: trattamenti antilarvali e trattamenti adulticidi. I primi verranno effettuati con cadenza mensile per quattro mesi a partire da maggio, interessando gran parte del territorio comunale, sia nelle zone urbane che nelle zone extraurbane. Questi interventi saranno indirizzati a eliminare gli insetti nel loro stadio larvale, per contenere lo sviluppo alla fase adulta. L’intervento consisterà nella collocazione di apposite pastiglie antilarvali nelle caditoie urbane, nei fossi e nelle zone in cui sono presenti ristagni di acqua, e ove necessario con specifici trattamenti con lancia manuale.
I trattamenti adulticidi, invece, verranno effettuati da maggio a settembre con cadenza variabile: 1 volta al mese a maggio e a settembre, e 2 volte al mese a giugno, luglio ed agosto. In più sarà effettuato un intervento straordinario nel mese di aprile. Tutti gli interventi saranno effettuati mediante l’irrorazione di una micro-emulsione che verrà sparata da un cannone atomizzatore installato su di un automezzo ASIU e che transiterà in tutte le zone pubbliche del territorio comunale nelle quali si trovano verde, fossi, e quant’altro costituisca un habitat ideale per la riproduzione e sopravvivenza degli insetti.

__________________________________________

VENTURINA: SOLIDALI CON HAITI PEDALANDO CON LA CRI

Tutto pronto per la settima edizione per la pedalata straventurinese della Croce Rossa Italiana di Venturina: un’occasione per trascorrere insieme una bella mattinata e contribuire ad aiutare chi ne ha bisogno poiché ogni anno il ricavato dell’iniziativa viene devoluto in beneficenza.

Domenica 18 aprile il Comitato locale della Croce Rossa organizza infatti la 7° pedalata per la solidarietà ”Famiglie in bici” che tra i suoi obiettivi ha quello di devolvere una parte del ricavato alla popolazione terremotata di Haiti. Sull’argomento si è svolto recentemente a Venturina un incontro con la dott. Maria Carola Martino che ha guidato in gennaio il gruppo di medicina d’urgenza dell’Azienda ospedaliera pisana in missione.

Torniamo alla pedalata. Il punto di ritrovo dei partecipanti è allestito nella Zona Blu di via Indipendenza a Venturina alle ore 9.30. La quota d’iscrizione è di 5 euro a persona e gratuita per i ragazzi fino ai 10 anni. Al termine tutti i partecipanti potranno partecipare ad un rinfresco.
L’iniziativa si svolge con la collaborazione del Comune di Campiglia M:ma, la Polisportiva Arci Uisp e il Club Moto Guzzi Aquile Etrusche.

Il Percorso. Partenza: Ztl Venturina, Via Cerrini, Via Don Sturzo, Via dell’Aeroporto, Via Nanetti, Via della Pace, Viale del Popolo, Via dei Molini, Via Suveretana, Via di Montioncello, via Aurelia Sud, Via Indipendenza, Via Firenze, Via XXV Aprile, Via Cerrini, Via della Stazione, Via delle Caldanelle, Via del Parco Termale, Via dei Molini, Via Indipendenza, Arrivo in Via Trieste davanti alla sede della Croce Rossa.

______________________________________________


RICCARDO BELCARI PRESTENTA “ROMANICO TIRRENICO”

Venerdì 16 aprile alle ore 17.00 nella Sala comunale La Pira, in Largo della Fiera 5 a Venturina sarà presentato il libro “Romanico Tirrenico -Chiese e monasteri dell’Arcipelago Toscano e del litorale livornese” di Riccardo Belcari, storico dell’arte medievista, per le edizioni Pacini.

L’autore tra l’altro ha approfondito gli studi sulla pieve di San Giovanni di Campiglia. La ricerca e il volume sono promossi dalla Provincia di Livorno e dalla Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno. Partecipano oltre all’autore il sindaco di Campiglia M.ma Rossana Soffritti, l’assessore alla cultura Jacopo Bertocchi, il dirigente U.O. Cultura Provincia di Livorno Guido Cruschelli.

L’indagine storica e archeologica comprende il periodo tra l’XI e i primi decenni del XIII secolo del territorio della moderna provincia di Livorno, tra le valli del Cornia e di Cecina e delle isole dell’arcipelago Toscano, che fanno parte della diocesi medievale di Massa e Populonia e, tra le valli di Cecina e del fiume Fine, una piccola parte di quelle di Volterra e Pisa. “Lo scopo è stato quello di valorizzare ulteriormente il territorio con una ricerca che possa farlo conoscere più a fondo in un periodo meno esplorato – sottolinea l’autore Riccardo Belcari – con testimonianze delle sedi religiose, che sono state potenzialmente luoghi privilegiati per la valutazione e la riscoperta del vivere di quel periodo.

In questa indagine sono comprese strutture religiose e non solo ecclesiastiche con gli insediamenti eremitici e monastici, le canoniche e gli edifici minori”. Il volume contiene una schedatura sintetica con coordinate geografiche, cartografie storiche, mappe catastali fornite anche dall’Archivio di Stato di Livorno, 290 sono le illustrazioni. Trenta schede riguardano trentuno edifici, di cui 27 sono nella diocesi di Massa e Populonia, 13 in terraferma e dieci all’isola d’Elba, uno a Capriata e due a Montecristo, con un unico edificio rupestre monastico, la chiesa di San Mamiliano.

__________________________________________

CAMPIGLIA APPREZZA LA CONCERTAZIONE SUGLI ORARI

Nuovi orari d’apertura e chiusura al pubblico dei negozi dal 22 aprile. Secondo quanto previsto dalla legge regionale Toscana n. 28/2005 e del relativo regolamento di esecuzione D.P.G.R. 15R/2009, i cinque comuni del Circondario della Val di Cornia sono giunti alla determinazione dell’orario di apertura e chiusura al pubblico degli esercizi commerciali per la vendita al dettaglio.
“L’accordo tra i cinque Comuni della Val di Cornia – ha dichiarato l’assessore alle attività produttive del Comune di Campiglia M.ma, Barbara Del Seppia- è frutto di un lungo e costruttivo percorso di concertazione con le Associazioni di Categoria interessate, con le organizzazioni sindacali rappresentative delle imprese del commercio, dei lavoratori dipendenti e delle Associazioni dei Consumatori che hanno partecipato attivamente alle riunioni promosse dai comuni di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo, Suvereto e Sassetta, con lo scopo di sottoscrivere un documento condiviso che contemperasse le esigenze dei consumatori, i diritti dei lavoratori e le istanze provenienti dalle imprese commerciali cercando altresì di salvaguardare i livelli occupazionali nell’ottica finale di consolidare ed incrementare la presenza turistica in Val di Cornia anche oltre la stagione estiva. Infatti, negli ultimi anni il Comune di Campiglia M.ma, come del resto gli altri Comuni del Circondario, per la sua posizione favorevole che lo vede collocato nelle vicinanze sia del mare che della collina all’interno della cornice dei Parchi della Val di Cornia, ha visto un aumento della domanda turistica con un flusso in continua crescita di persone attratte dalle bellezze del nostro territorio, dal suo patrimonio storico e dall’offerta termale”.

“Vorrei, inoltre, evidenziare – prosegue l’assessore Barbara Del Seppia – che il documento conclusivo sottoscritto il 25 marzo 2010 è l’espressione di una visione unitaria della Val di Cornia teso a garantire la massima efficienza dei servizi e delle attività commerciali così da rispondere alle richieste dei flussi turistici”.
L’ordinanza sugli orari entra in vigore il 22 aprile 2010 e avrà valore sperimentale fino al 31/03/2011. Si prevede che entro tale scadenza venga effettuata una verifica per valutare gli effetti della sua applicazione e dalle risultanze scaturirà un confronto con le parti sociali con le eventuali modifiche da apportare che saranno oggetto di nuova concertazione. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web del comune nella sezione notizie ed eventi.

____________________________________________

PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI LORENZO BIENTINESI SU MONSIGNOR LORENZO VIVALDO

Sabato 17 aprile alle ore 16.00 presso la sala consiliare della Torre sarà presentato il libro di Lorenzo Bientinesi “ Lorenzo Vivaldo: il laicato cattolico nella cultura e nella politica per una presenza della Chiesa nella società toscana”.

Bientinesi, cultore di storia locale e autore di volumi e saggi che analizzano il ruolo della Chiesa e del movimento cattolico durante la Resistenza, nel mondo del lavoro e della politica, a vent’anni dalla morte del religioso che fu vescovo della diocesi di Massa Marittima e Piombino dagli anni ‘70 fino al 1990, con quest’opera approfondisce il pensiero e l’azione di un vescovo che si è sempre impegnato per avviare il processo di ricostruzione dell’identità cristiana nella società toscana e italiana. E lo fa attraverso una serie di documenti dai quali emerge l’attenzione riservata al mondo del lavoro, con la creazione di una pastorale sull’argomento all’interno della Cei, l’interesse verso i laici cattolici impegnati nel mondo della politica e del sindacato.

Alla presentazione del volume, realizzato con il patrocinio dell’amministrazione provinciale, parteciperanno, oltre all’autore, il sindaco Michele Biagi e il vicesindaco Fabio Camerini, il presidente della Provincia Giorgio Kutufà, autore dell’introduzione al volume, Fabio di Bonito, presidente del consiglio provinciale, Monsignor Giovanni Santucci Vescovo della Diocesi, Monsignor Enzo Greco Vicario Generale della Diocesi e Don Leonardo Biancalani Responsabile diocesano della Pastorale Sociale e autore dell’introduzione all’opera.

_________________________________________________

PIOMBINO: LA BIBLIOTECA PUBBLICA COME PIAZZA DEL SAPERE

Le biblioteche come piazze, non solo luoghi di lettura e di studio ma anche punti di incontro, luoghi confortevoli dove è possibile incontrarsi, socializzare e in cui tutti possono trovare qualcosa da fare.

“Le piazze del sapere. Biblioteche e libertà” è il libro di Antonella Agnoli, edito da Laterza, che sarà presentato da Chiara Valerio, giornalista, venerdì 16 aprile alle 17 all’auditorium del Centro Giovani “De Andrè”. Un’iniziativa organizzata dal comune di Piombino e dalla biblioteca civica Falesiana.
Un libro scritto da una bibliotecaria che punta a coinvolgere anche i non addetti ai lavori, che parla di biblioteche ma che apre lo sguardo al tema della trasformazione della città, del vivere sociale.
«In futuro – afferma la Agnoli – le biblioteche a vocazione universale non potranno essere che delle “piazze coperte”, dei luoghi che abbiano almeno alcune caratteristiche delle piazze che abbiamo descritto». Occorre quindi «progettare delle biblioteche che siano luoghi di passaggio, di scoperta casuale di incontro».
Insomma, “le piazze del sapere” non possono non essere il punto di accesso privilegiato ad una conoscenza resa sempre più accessibile dallo sviluppo delle tecnologie. E perché ciò si realizzi deve esserci la consapevolezza che il mondo bibliotecario deve abbattere molti steccati al proprio interno.
E ciò comporta ovviamente  una progettazione molto attenta dei nuovi servizi dell’era digitale.
L’autrice, Antonella Agnoli, direttrice della biblioteca di Pesaro, è stata consulente del Comune di Piombino per il progetto del polo culturale e della nuova biblioteca presso i locali dell’ex Ipsia di piazza Manzoni.

________________________________________________

BARAGATTI: PIU’ SPAZIO PER I GIOVANI NELLA VITA POLITICA

Politica e giovani nelle parole di Luca Baragatti della FGS.


“Le parole pronunciate dal presidente della Camera Gianfranco Fini sul coinvolgimento dei giovani in politica ci fanno piacere, e anche noi siamo concordi sul fatto che le eventuali quote ‘arancioni’ siano da evitare”. Così commentaLuca Baragatti, segretario regionale dei giovani socialisti toscani, l’ntervento di Fini al convegno sulla partecipazione politica dei giovani.
“Per integrare i giovani nella politica e nelle istituzioni – continua il giovane dirigente socialista – serve non tanto riservare quote o abbassare l’età minima per essere eletti, ma iniziare a cambiare la cultura dei partiti che devono avere il coraggio di puntare sulle nuove leve formandole e preparandole per inserirle nelle istituzioni e nel dibattito politico.
Per favorire invece la partecipazione istituzionale attiva si potrebbe limitare i mandati di ciascun eletto così da favorirne il ricambio.
Ma tutto questo – conclude Baragatti – si potrà ottenere se gli attuali dirigenti, o eletti, accetteranno di far posto a noi giovani e mettersi a nostra disposizione per farci crescere”.
Luca Baragatti
Segretario FGS Toscana


UNITI PER SUVERETO E RIFONDAZIONE COMUNISTA CON EMERGENCY

Riportiamo un comunicato di sostegno ad Emergency.

«Tre operatori sanitari italiani vengono arrestati e il Ministro Frattini, anziché difendere i nostri connazionali, prende l’occasione per gettare fango su una associazione umanitaria come Emergecy. Non sappiamo i motivi precisi dell’arresto, si sa che sono state scoperte armi dentro l’Ospedale di Lashkar Gah. Ovviamente non siamo in grado di sapere chi ha messo quelle armi; spesso ed un po’ ovunque nel mondo però le cosiddette “pistole fumanti” vengono sistemate su incarico delle stesse polizie per incastrare chi si vuole indicare come colpevole.

Ricordiamo ad esempio le bottiglie molotov messe dalla polizia all’interno della scuola Diaz a Genova durante il G8 del 2001 e poi esibite come prova della colpevolezza dei presenti. Il Ministro degli Esteri Frattini sta mostrando molta freddezza nel difendere i nostri connazionali,  altri membri del Governo avanzano sospetti ed accuse contro Emergency (La Russa e Gasparri); verrebbe quasi il sospetto che il via libera per questa operazione sia venuto proprio da casa nostra.

Invece occorre tenere conto della meritoria azione di Emergency. Il 40% dei feriti dai bombardamenti delle truppe NATO che vengono curati negli ospedali di Emergency in Afghanistan sono bambini sotto i 14 anni. Questo semplice dato forse contribuisce a spiegare la forte avversione del governo Afghano, dei militari NATO e del nostro Governo nei confronti di quella organizzazione umanitaria.

Emergency, infatti, non si limita a curare chiunque si presenti alla sua porta, ma, essendo presente là dove i giornalisti di tutto il mondo non possono recarsi, è testimone di quanto sia sporca la guerra che vi si sta combattendo e di quanti civili siano uccisi dai “nostri” bombardamenti.
Di più, ha osato denunciare l’impossibilità di aprire, durante le operazioni militari NATO, corridoi umanitari per far evacuare i feriti impedendo il soccorso a quei civili che solo a parole i governi occidentali dicono di voler difendere, ripetendo la litania della missione di pace.
Uniti per Suvereto esprime dunque solidarietà ad Emergency  e si unisce alla richiesta al Governo Italiano perché chieda l’immediato rilascio dei tre medici».

Uniti per Suvereto

____________________________________________________

«TRE SULL’ALTALENA» CHIUDE LA RASSEGNA “RACCONTI E TEATRO. DAL LIBRO ALLA SCENA”

Si concludono gli appuntamenti della rassegna “Racconti e teatro. Dal libro alla scena” a San Vincenzo. Venerdì 16 aprile alle ore 21.15 sul palco del teatro Verdi andrà in scena “Tre sull’altalena”, una commedia di Luigi Lunari interpretata da Vincenzo Levante, Roberto Marini, Gianluca Orlandini e Federico Giusti.

Lo spettacolo racconta la storia di tre uomini che si ritrovano nello stesso luogo ma per ragioni diverse. Un luogo che per ognuno rappresenta qualcosa di diverso dall’altro anche se nessuno sa cosa sia esattamente.

Il risultato è una commedia divertente che ha conquistato un pubblico internazionale e che raccoglie al suo interno dialoghi serrati, paradossi, equivoci tipici del vaudeville e del teatro dell’assurdo. L’ingresso è gratuito. Per informazioni è possibile rivolgersi alla biblioteca comunale al numero 0565/707273.

________________________________________________________

SAN VINCENZO: “È COMPLICATO” IN PROGRAMMA AL CINEMA VERDI

Sabato 17 aprile e domenica 18 aprile nuovo appuntamento con il cinema al teatro Verdi.
Sabato alle ore 21.30 e domenica alle ore 15.30, 18.00 e 21.00, sarà infatti proiettato il film “È complicato” una commedia della regista Nancy Meyers interpretata da Meryl Streep, Steve Martin e Alec Baldwin.

La pellicola racconta la storia di Jane, proprietaria di un ristorante, divorziata da diversi anni dal marito Jake, procuratore distrettuale con cui ha mantenuto rapporti amichevoli, con tre figli grandi. In occasione della cerimonia di laurea di uno dei loro figli, Jane e Jake si ritrovano a passare insieme un intero fine settimana che si trasformerà in una passionale relazione clandestina, perchè l’uomo si è ormai risposato con la più giovane Agness.

E a complicare la già difficile situazione si aggiunge Adam, l’architetto incaricato di rimodernare la cucina di Jane, divorziato di recente che, invaghitosi di lei, si troverà coinvolto suo malgrado nell’intricato quadrilatero amoroso.
Il costo del biglietto d’ingresso è di 6 euro l’intero e di 4 euro il ridotto (bambini fino a 10 anni e adulti oltre i 60 anni).

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.4.2010. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    37 mesi, 12 giorni, 16 ore, 40 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it