NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 6 APRILE 2018

CCIAA: TRE SEMINARI GRATUITI DA GIUGNO A SETTEMBRE

Livorno – E’ stata firmata per il terzo anno consecutivo la convenzione tra Camera di commercio e Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per fornire qualificati incontri di aggiornamento alle imprese dei territori livornese e grossetano.

I seminari sono tre e si svolgeranno nella sede livornese della Camera di Commercio, mentre dalla sede grossetana sarà assicurato il collegamento video. Il primo avrà luogo giovedì 7 giugno su La nuova Dogana: innovazione tecnologica per coniugare la tutela e la competitività dei mercati – Novità e aggiornamenti 2018 alla luce del nuovo sportello SUDOCO (Sportello Unico Doganale e dei Controlli).

Il secondo incontro avrà luogo giovedì 27 settembre e avrà per tema OLAF: ruolo e rapporto con la Dogana italiana – Riflessi operativi sulle operazioni doganali.

Concluderà la serie mercoledì 28 novembre il seminario su Contraddittorio preventivo – Approfondimenti alla luce delle normative EU, dello Statuto dei diritti del contribuente.

La scelta di Camera di commercio e Dogane di rinnovare la collaborazione è motivata dal buon successo di pubblico che gli incontri hanno sempre fatto registrare, a testimonianza di argomenti che per le aziende del settore, specie in una città portuale come Livorno, sono di grande interesse e sui quali occorre essere sempre aggiornati.

Il calendario degli incontri sarà presente sul sito della Camera di commercio, ove a partire da maggio sarà possibile iscriversi online compilando il modulo interattivo.

_________________________________

GELICHI: LA VERA PARE LESA SONO I CITTADINI

«Aspettiamo la relazione di Caramassi La vera parte lesa sono i cittadini». Riccardo Gelichi, consigliere della lista civica Ascolta Piombino dopo il sequestro della discarica e le indagini dei carabinieri del Noe. chiede subito la convocazione della quarta commissione consiliare con una relazione del presidente di Rimateria Valerio Caramassi.

«Per il territorio della Val di Cornia – afferma Gelichi – con la vicenda Rimateria, si aprono una serie di gravosi interrogativi, che vanno dal rischio della perdita del lavoro di molte persone, cui va la nostra piena solidarietà, alla necessità di bonificare ampie aree ex industriali e discariche annesse, fino all’esigenza di sanare un buco di oltre venti milioni di euro che grava come una spada di Damocle sulla testa di tutti i cittadini. Non da meno deve essere ben presente l’esigenza di molti abitanti di Colmata di vivere una qualità della vita dignitosa».

«Oltre la questione giudiziaria – conclude Riccardo Gelichi – si dovrebbe trovare qualche scelta, un piano B, poiché Rimateria era ben proiettata verso il trattamento dei rifiuti in sicurezza secondo i principi dell’economia circolare. La vera parte lesa in questa vicenda non è la Regione, sono i piombinesi, i dipendenti di Rimateria, i cittadini di Colmata, e tutti quelli che attendono le bonifiche».

________________________________

RIFONDAZIONE: RIMATERIA, LA CRISI PARTE DA LONTANO

La crisi che oggi ha portato al sequestro della discarica Rimateria, parte da lontano secondo  Fabrizio Callaioli, capogruppo di Rifondazione che punta il dito sul periodo 2012-2014.

«Già diversi mesi addietro il Prc presentò un’interrogazione sui prestiti ottenuti da Asiu nel 2012 e nel 2014 da Banca Popolare di Vicenza, che affibbiò ad Asiu anche 131.270 euro di titoli poi risultati carta straccia. I primi prestiti (460.000 euro) furono utilizzati per pagare ai dipendenti di Asiu la 13° mensilità 2012 e la 14° del 2014. I prestiti successivi (nel 2012 pari a 2.400.000 euro) erano ufficialmente destinati a finanziare la modernizzazione degli impianti, anche mediante l’installazione di un impianto di captazione di biogas (lo scrissero i sindaci revisori di Asiu), ma, come sappiamo, servirono, così riferì la liquidatrice di Asiu, per altri investimenti resi necessari dalla circolare «Orlando». La cosa dovrà essere indagata ancora più approfonditamente, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti».

«Asiu – ricorda Callaioli – già nel 2012 non aveva fondi neanche per pagare i lavoratori. Oggi, è ormai di comune sapere, i debiti di quell’azienda assommano a diverse decine di milioni di euro, tra debiti da pagare, accantonamenti non fatti e svalutazione degli impianti. Uno sproposito». Adesso c’è una città che si divide – afferma Callaioli – come se lo scontro reale fosse tra lavoratori e cittadini che invocano la tutela dell’ambiente. Chi è responsabile di questo disastro trovi i soldi per rimettere in moto la macchina. Gli strumenti tecnico giuridici per agire con urgenza esistono».

__________________________________

PARTE IL CONCORSO NAZIONALE ‘RIVIERA ETRUSCA’ 2018

Piombino (LI) – Al via all’hotel Phalesia la XIX edizione del concorso nazionale musicale Riviera Etrusca. Oltre 350 i partecipanti provenienti da tutto il mondo. Inizieranno oggi alle 14 le audizioni con la sezione canto lirico Galliano Masini.

I primi tre giorni, infatti, saranno dedicati ai cantanti lirici e ai chitarristi, per un totale di circa 45 candidati giunti da ogni parte d’Italia e da Australia, Corea del Sud, Cina, Cuba, Messico, Ucraina. I presidenti delle due giurie saranno Fabio Armiliato e Flavio Cucchi. Oltre alle audizioni al Phalesia, in città sono state organizzate anche delle attività collaterali: fino al 19 aprile sarà aperta la mostra curata dai Fotoamatori Club Il Rivellino a Palazzo Appiani (orario 17-19.30) relativa alle immagini del concorso 2017.

________________________________

LUNABLU INAUGURA LA NUOVA SEDE DOMANI IN VIA CERRINI

Venturina (LI) – L’associazione LunaBlu Onlus sabato 7 aprile alle 18.30 in via Cerrini 15 inaugurerà la nuova sede e per l’occasione ospiterà l’ultimo lavoro fotografico di Vito Pace.

LunaBlu è un’associazione che opera sul territorio dal 2011 e ha come scopo il miglioramento della qualità di vita dei cittadini, a partire dai soggetti a vario titolo svantaggiati, in particolar modo persone anziane sofferenti, malati terminali, persone portatrici di disabilità psicofisiche e sostenere i loro familiari.

___________________________

SEMI DI PACE: INCONTRO PUBBLICO CON PIERA ENDELMAN E RASHA OBEID

Piombino (LI) – Semi di pace: incontro pubblico il 12 aprile  alle 16.30, presso il Centro Giovani a Piombino, con Piera Edelman, israeliana, e Rasha Obeid , palestinese, due donne testimoni della speranza di pace nella giustizia e nella riconciliazione, proprio nei luoghi della pace più difficile.

Piera ha perso il primo marito, ucciso in battaglia il 10 giugno 1982, nella guerra del Libano, quando lei era in attesa del loro primo figlio. Rasha non ha mai potuto sapere neppure dove sia sepolto suo nonno, un camionista scomparso nella battaglia di Al-Karameh nel 1968; di lui, solo alla fine degli anni ’90 è stato emesso un certificato di morte.

Piera e Rasha hanno trovato il coraggio di impegnarsi insieme nel Parents Circle: Parents Circle – Families Forum ( http://www.theparentscircle.com/en/about_eng/ ) è un’organizzazione pacifista composta esclusivamente da famiglie israeliane e palestinesi che hanno avuto in comune la sorte di vedere i propri familiari morire a causa del conflitto. Semi di pace è un progetto ormai ventennale, promosso dalla rivista Confronti e sostenuto dai fondi dell’otto per mille della chiesa valdese.

Accompagnate da Michele Lipori di Confronti, a Piombino Piera e Rasha incontreranno anche più di 200 studenti delle scuole medie superiori, nelle mattinate del 12 e 13 aprile. Nel corso di tutti gli incontri, la traduzione dall’inglese sarà assicurata, come volontarie, da Alessandra Levorato e Angela Ronchi, due delle insegnanti che da mesi collaborano al progetto.

Da ricordare che l’anno scorso l’associazione piombinese Croce del Sud-Commercio equo e solidale colse l’occasione di Semi di pace per stabilire rapporti diretti con una cooperativa di donne israeliane e palestinesi di Betlemme, Bethlehem Fair Trade Artisans. Anche nel 2018, la locandina, donata a Semi di pace, è opera di Massimo Panicucci.  Con il patrocinio del Comune, il ciclo di incontri è promosso da Arci, Casa Crocevia dei popoli, Centro Interculturale Samarcanda, Coordinamento Art.1-Camping CIG, Croce del Sud-Commercio equo e solidale, Fraternità missionaria del Cotone, Restiamo umani.

_______________________________

A FOLLONICA TORNA IL FESTIVAL RESISTENTE

Dopo la prima edizione dello scorso anno il Festival di memoria e cultura ritorna in riva il golfo non solo per celebrare i valori della Resistenza antifascista da cui è nata la Costituzione ma anche per costruire un ponte con le nuove forme di resistenza , eredità civica e morale della lotta partigiana.

Il Festival organizzato dall’associazione “Festival Resistente Follonica” in collaborazione con l’amministrazione comunale, Anpi Virio Ranieri, Cgil e Officina Hermes si svolgerà dal 20 al 25 Aprile con un ricco programma che vede coinvolte tante associazioni e soggetti culturali: le Brigate di Solidarietà Attiva che allestiranno una mostra permanente raccontando il loro impegno sociale e politico,  gli scrittori David Vecchi e Alessio Spataro, Yvan Sagnet che racconterà la sua lotta contro la pratica barbara del caporalato in agricoltura. E poi ancora alla Sala Tirreno un cortometraggio sul mondo del lavoro ed un  film dedicato a Felicia Impastato e al suo impegno per la verità dopo l’omicidio mafioso del figlio. Con La coop Arcobaleno, il progetto Spazi Ragazzi e l’archivio storico “Radio Maremma Rossa” ci sara’ una passeggiata lungo le vie del centro alla scoperta dei luoghi e dei tragici fatti degli anni venti raccontando le violenze e gli omicidi fascisti in città. Non mancheranno i momenti più’ leggeri con un torneo di biliardino resistente ,una festa in musica e il concerto in Piazza a Mare del gruppo Punk Rock ” Malasuerte”. Il 25 Aprile si svolgerà il corteo e seguirà il pranzo partigiano.

Insomma, una kermesse attraente ed interessante che può essere letta nei dettagli sulla pagina facebook “Festival Resistente Follonica”

Una manifestazione che si pone l’obiettivo di diventare negli anni uno degli appuntamenti culturali più importanti per la città di Follonica.

_________________________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.4.2018. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 17 giorni, 16 ore, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it