AFERPI: ANCORA “PIACEVOLI CONVERSAZIONI”, MA LE RSU INSORGONO

I dirigenti Cevital al MISE

Roma – Giornate convulse nello stabilimento Piombinese. Dopo le dimissioni volontarie di ieri dell’AD di Aferpi Fausto Azzi, oggi incontro al ministero con l’azienda presente con Issad Rebrab e l’ Ad Benikene, e per il governo hanno preso parte fra gli altri anche il ministro Carlo Calenda e il viceministro Teresa Bellanova.

A differenza delle rassicurazioni generiche del Sindaco di Piombino che sembrava aver visto il piano d’impresa di Aferpi dopo l’incontro di lunedì scorso, oggi Benikene ha presentato un altra ora di slides e “piacevoli conversazioni”, dopo di che è stato interrotto dalle RSU che hanno tempestato di domande i due responsabili di Cevital. Grande delusione da parte di tutte le organizzazoni sindacali. Prossimo incontro, forse, il 6 aprile prossimo.

Unica buona notizia il dottor. Nardi ha comunicato che i soldi per il TFR sono in essere cioè disponibili, solo che per pratiche giuridiche non sarà possibile erogarli in data 15 aprile, ma probabilmente dal ౩౦ aprile alle prime settimane di maggio.

Buona lettura.

________________________

UGL: INCONTRO INVEROSIMILE DOPO DUE ANNI ANCORA SLIDES

un momento della riunione di oggi al MISE

Benikene ha presentato una serie di slides  con tanto di diagrammi: punti forti, difficoltà e opportunità di crescita questi gli argomenti trattati… e nel 2021 saranno 1463 i lavoratori nel settore acciao! 

Incontro  inverosimile. Dopo due anni e due piani industriali, quello che è stato presentato è una sola relazione; una serie di intenti con un alto numero di persone che  rimarrebbero  fuori dal progetto perchè nell’imminente il progetto stesso contempla solo il settore acciaio.

Successivamente secondo l’AD di Cevital, al compimento di quest’ultimo l’azienda ha espresso la volontà di  definire  meglio anche la parte agroindustriale e logistica. La società ancora oggi si dice sbalordita dal fatto che le banche italiane continuano a non finanziare il progetto!  In maniera insistente l’imprenditore chiede, ancora una volta,  l’aiuto del Governo.

Alla domanda del nostro segretario nazionale Spera sulle motivazioni delle dimissioni dell’amministratore delegato Fausto Azzi, il terzo in meno  di due anni, nessuna risposta da Cevital.

Il Governo ritenendo  inconclusivo  l’incontro ha chiesto all’azienda una data imminente per un nuovo incontro. Poiché l’azienda non ha saputo dare una data utile il Governo ha deciso, visto il clima di grande scontento sia delle rsu che di tutte le organizzazioni sindacali, che il giorno 6 aprile fosse la data dell’incontro.
Uglm ha chiesto nuovamente i riflettori accesi sulla tematica delle bonifiche e dei lavoratori dell’indotto.

UGL Metalmeccanici

_________________________

INCONTRO ASSOLUTAMENTE INSODDISFACENTE PER I CONFEDERALI

Grazie alla mobilitazione dei metalmeccanici dello scorso 24 marzo, con la presenza dei segretari nazionali, oggi abbiamo ottenuto l’incontro con Aferpi, alla presenza di Rebrab e l’ Ad Benikene, che attendevamo da mesi.

Fim Fiom Uilm ritengono questo incontro assolutamente insoddisfacente, in quanto non sono state presentate garanzie finanziarie, ne’ cronoprogramma di realizzazione, ma solo una progettualita’ e una potenzialità che non trova riscontrata alcuna concretezza.

Nei prossimi giorni al Mise si terrà una nuova riunione di aggiornamento, in quella sede il sindacato ha chiesto la presentazione dei documenti, nonché delle certificazioni e della modalità contrattuali con cui si attiveranno i finanziamenti per gli investimenti, compresa la fase di avviamento della costruzione del forno elettrico.

Fim fiom uilm, in questo scenario in cui permane grave incertezza hanno ribadito al Governo di attivare le procedure di proroga della Legge Marzano, perché è chiaro che nessuno intende cedere la proprietà dello stabilimento ad un gruppo che oggi è assolutamente inadempiente nel rispetto dei piani.

Sulla proroga della Legge Marzano abbiamo avuto la disponibilità confermata dal Governo. Rammentiamo l’assemblea unica per tutti i lavoratori domani alle 9.30 Presso il piazzale davanti alla portineria centrale.

Nell’incontro al Mise dei prossimi giorni (probabilmente il 6 aprile prossimo, ndr.), le organizzazioni sindacali ritengono indispensabile la presenza massiccia di tutti i lavoratori a sostegno di questa trattativa che sta arrivando ad uno snodo cruciale.

Fim Fiom Uilm Rsu Aferpi,P.Logistics

_____________________

PALOMBELLA (UILM): “DIFFICOLTÀ ED INCERTEZZE PER LA REINDUSTRIALIZZAZIONE DI PIOMBINO”

“L’illustrazione del nuovo Piano industriale di Aferpi ascoltata oggi non ha fugato i nostri dubbi e le incertezze sulla capacitá di realizzare il progetto di reindustrializzazione di Piombino”.

Lo ha dichiarato Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, al termine dell’incontro col “management” della Cevital tenuto presso il dicastero della Sviluppo economico a cui hanno preso parte anche il ministro Carlo Calenda e il viceministro Teresa Bellanova.

“Riteniamo insufficiente, a distanza di due anni dall’acquisizione della ex Lucchini – ha continuato Palombella-che ci si presenti con una nuova serie di “annunci” che non trovano nessun fondamento finanziario e che riguardano solo la siderurgia tralasciando gli altri due pezzi del progetto, logistica e agroindustria, con messa in discussione del mantenimento dei livelli occupazionali attesi.

Fino ad oggi gli impegni sono stati disattesi ed è quindi inaccettabile spostare al 2021 il nuovo traguardo temporale per la realizzazione del piano senza nessuna concreta garanzia di realizzarlo. E’ importante ricordare che l’altoforno a Piombino è spento a dal 2014 e che l’impianto di laminazione funzionerà fino al mese di luglio. Quanto ci è stato prospettato permane ancora molto fumoso. Ci rivedremo al ministero la prossima settimana, ma il giorno preciso è ancora da decidere”.

Rocco Palombella
segretario generale della Uilm

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.3.2017. Registrato sotto Economia, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 22 ore, 45 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it