NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 27 GENNAIO 2017

CAMPIGLIA: M5S SCONCERTATI PER LA RIORGANIZZAZIONE DELL’ASILO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Sono sconcertati e arrabbiati i genitori dei bambini dell’asilo di Campiglia, struttura destinata a chiudere i battenti dal prossimo anno scolastico. La scorsa settimana, le famiglie dei piccoli alunni hanno ricevuto una lettera dell’amministrazione comunale che annunciava la decisione di chiudere una sezione, i genitori hanno partecipato a una riunione informativa durante la quale l’assessore preposto ha spiegato il motivo della decisione, parlando di «scelta difficile ma obbligata».

Per motivi organizzativi, logistici e economici, si chiede ai genitori l’accorpamento in altre scuole, andando a risparmiare sulla pelle dei bambini, l’annuncio è stato una doccia gelata soprattutto per i bambini che il prossimo anno dovranno frequentare ancora l’asilo. Il paradosso vuole che siano stati accettati dei nuovi inserimenti, promuovendo il plesso per poi poco dopo annunciarne la chiusura, rischiando la destabilizzazione del bambino stesso. È assurdo togliere un servizio essenziale per le famiglie, tra l’altro questa struttura è molto apprezzata dai genitori ai quali purtroppo non è stato lasciato margine di manovra.Questa scelta, se confermata, andrebbe a penalizzare ulteriormente le donne e le famiglie di Campiglia che già soffre una pesante carenza di servizi.

I bambini che frequentano un buon servizio ottengono migliori risultati a scuola e abbandonano meno frequentemente gli studi, l’asilo risulta essere uno dei migliori luoghi di integrazione per le persone con fragilità sociali, sia in termini di risultati che di efficienza nell’utilizzo delle risorse economiche da parte di chi organizza il servizio. In quest’ottica crediamo si possa e si debba prestare molta attenzione alla salute delle scuole materne, in quanto importanti equalizzatori sociali, capaci di sostenere le donne, la crescita demografica, quella economica, e sopratutto capaci di migliorare il benessere del bambino.

Ma tutto questo pare non essere di primaria importanza per questa amministrazione, che con troppa facilità, chiude i battenti da un lato e le riapre tranquillamente da un altro.

Stessa sorte anche all’asilo delle Coltie di Venturina, frutto tra l’altro di un bellissimo progetto di giardinaggio. Tutto ciò che chiude è difficile che riapra, e ciò che è nato abbassando la qualità sarà difficilmente migliorabile in corso d’opera. Per mantenere in vita i servizi e avere un alto standard qualitativo è necessario un investimento economico, ma l’amministrazione preferisce fare altre scelte, risparmiando sulla cultura penalizzando il futuro di tutti. Crediamo poi sia altrettanto urgente un’ampia campagna di sensibilizzazione sull’utilità e la necessità dei servizi, farli conoscere è fondamentale per poterli tutelare, ma crediamo anche che l’amministrazione, che spesso legifera rispetto al settore, dovrebbero avviare un serio dibattito e un percorso conoscitivo rispetto alla questione. Capirne le difficoltà e coglierne l’importanza sono questioni altrettanto urgenti quanto quelle di reperimento di nuove risorse economiche.

Il borgo di Campiglia che viene privato anche della sua piccola ed accogliente scuola materna, sarà l’ennesima sconfitta per la cittadinanza tutta, ma anche il fallimento di un’amministrazione poco attenta alle esigenze dei propri cittadini».

I consiglieri portavoce comunali M5S
Daniele Fioretti
Chesi Cristina

___________________________

CASM: SI E’ TENUTA DOMANICA L’ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI

Si è svolta domenica scorsa, 22 gennaio, l’assemblea annuale dei soci del Casm, il club auto storiche e moto di Venturina Terme affiliato all’Asi, con l’approvazione dei bilanci e a seguire il pranzo sociale a cui hanno partecipato circa 150 persone tra cui alcuni invitati in rappresentanza di altre associazioni, club e istituzioni.

L’evento si è tenuto nel complesso dell’hotel Marinetta a Marina di Bibbona, struttura che rimane aperto anche nella bassa stagione e offre il numero necessario di posti a tavola e la sala convegni, come ha spiegato il presidente del club venturinese Giorgio Franchini.  Presenti l’assessora allo sport di Campiglia Alberta Ticciati, il delegato Asi Renzo Cardini, il presidente del Comitato Cittadino Venturina Luciano Buccianti, il segretario del Topolino Club di Livorno Luigi Biancalani, il vicepresidente della scuderia Kinzica di Pisa Massimo Tessieri. L’assessora Ticciati ha portato il saluto dell’amministrazione comunale sottolineando l’importanza dell’attività sociale volta anche a valorizzare il territorio e sempre attenta ai bisogni dei più deboli partecipando a varie iniziative benefiche. A questo proposito, da evidenziare che nel 2016 il Casm ha dato un piccolo contributo all’Asd Calcio Venturina con cui condivide peraltro la sede sociale e ha partecipato ad una raccolta fondi a favore delle popolazioni terremotate attraverso l’Asi (Automotoclub storico italiano) compiendo questa scelta perché l’ente che si occupa di certificare le auto storiche ha raddoppiato con fondi propri quanto versato dai singoli club italiani. La giornata è stata anche l’occasione per premiare il piccolo Alessandro Pacini, 10 anni, e cucciolo del Casm, che si è aggiudicato la medaglia d’oro nel campionato toscano umbro di Karting nella categoria News Entry. Soddisfazione è stata espressa dal presidente Franchini, dal vice Mauro Del Viva per l’apprezzamento della relazione morale e dei bilanci che sono stati approvati all’unanimità dall’assemblea. Il bilancio è stato illustrato dall’economo Massimo Marianucci, al tavolo dei relatori hanno preso parte Mauro Montomoli per l’insediamento dell’assemblea, Luciano Buccianti per la presidenza e Giorgio Franchini per il saluto.

______________________________

PIOMBINO: MARCO CHIAVESTRELLI AL GATTAROSSA

Venerdi’ 27 gennaio, ore 20:30, presso il Gattarossa Art di Piombino, p.zza G. Verdi n. 7, spettacolo di Marco Chiavistrelli: “Ballate per i senza potere”, un concerto dedicato ai componenti del Coordinamento Articolo1-c.i.g, della Lucchini e a tutti i lavoratori della siderurgia in difficoltà della valle di Cornia e delle Colline metallifere.

link all’ evento Facebook:

https://www.facebook.com/events/365734033794729/

_____________________________

SANT’ALBINIA, BANDO PER L’AFFITTO DEL CAMPEGGIO PER LA STAGIONE ESTIVA

Piombino (LI) – In attesa della vendita della struttura, decisa nel settembre scorso con la pubblicazione di una manifestazione d’interesse all’acquisto, l’amministrazione comunale ha deciso di prorogare l’affitto del campeggio di Sant’Albinia fino al 31 ottobre 2017 per non tenerlo chiuso durante la prossima stagione estiva.

La Piombino Patrimoniale infatti, società “in house” del Comune di Piombino, aveva pubblicato nel settembre scorso un invito pubblico a manifestare interesse per l’acquisto del campeggio e delle aree circostanti a fini turistici. All’invito hanno risposto alcune imprese interessate all’acquisto, che hanno proposto alcuni modelli di gestione della struttura. In questo momento dunque, sulla base di questa prima indagine, l’amministrazione sta acquisendo elementi di valutazione per determinare le condizioni economiche e tecniche da inserire in una prossima e successiva asta pubblica e per valutare eventuali difformità urbanistiche dei progetti presentati rispetto al Piano strutturale e al Regolamento urbanistico.

I tempi quindi si allungano e certamente non sarà possibile concludere l’iter di vendita entro marzo/aprile. Nel frattempo è stato deciso di dare nuovamente in affitto la struttura per almeno 7 mesi, fino alla fine dell’estate, con possibilità di proroga anche per un anno.

E’ stata indetta pertanto dalla Piombino Patrimoniale una gara pubblica ad offerta segreta, il cui testo è scaricabile dal  sito web del Comune  di Piombino e che fissa  la data dell’asta pubblica per il prossimo 10 marzo alle 11 presso i locali della Patrimoniale piazza Bovio 3.  L’affitto decorrerà dal 20 marzo prossimo e l’importo a base di gara sarà di 45mila euro per i 7 mesi previsti.

Il campeggio ha una superficie di 32mila mq, è dotato di piazzole attrezzate, di una struttura adibita a bar, ristorante, supermercato, di locali di servizio e direzione, e altri servizi tecnici. L’affittuario sarà impegnato a garantire l’apertura e il corretto funzionamento della struttura nel rispetto dei requisiti minimi previsti per la classificazione “due stelle”.

Gli interessati dovranno pertanto far pervenire presso gli uffici della società Patrimoniale la propria domanda entro e non oltre il 10 marzo 2017. L’aggiudicazione verrà fatta a favore del concorrente che avrà offerto il canone più alto, purchè sia migliore o almeno pari rispetto a quello posto a base d’asta.

____________________________________

M5S, COSTA TOSCANA: RILANCIO NON PASSA DA GRANDI OPERE. MA DA AVVIARE GRANDI SFIDE DI RICONVERSIONE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Rosignano Solvay –  «“Non possiamo mettere la nostra firma – inizia il comunicato del M5S – sotto il documento conclusivo della Commissione Toscana Costiera perché, finito questo percorso conoscitivo, siamo ancor più convinti del nostro programma alternativo alle ricette PD. Mazzeo e il resto dei commissari dem credono che le grandi opere siano la soluzione a tutti i mali, dimenticando che sono spesso invise alla popolazione, ingiustificabili a livello di scenari futuri e soprattutto capaci di generare ricadute occupazionali solo tra anni. Questo a meno che non si voglia continuare a fare come per TAV Firenze, dove in conto ai cittadini si allunga il brodo per anni, fingendo battute d’arresto e ripartenze, pur di garantire uno stipendificio che ci vorrebbe lasciare un’opera inutile e pericolosa” commentano Enrico Cantone, Irene Galletti e Giacomo Giannarelli, consiglieri regionali M5S al termine dell’ultima seduta della commissione Toscana Costiera e Arcipelago.

“Per noi i 18 mila posti di lavoro mancanti sulla Costa passano da pochi puntuali interventi a sostegno delle PMI – pensiamo ad esempio al comparto turistico finora sotto i livelli di performance raggiungibili dal territorio – dall’abbracciare la sfida dell’economia circolare come presentata dall’unica proposta di legge in tal senso depositata in Consiglio, la nostra, e soprattutto da grandi sfide di riconversione economica e sociale. Chiaro il riferimento a Piombino, sprofondata dal PD in uno stato di perenne attesa mentre ancora non partono le bonifiche propedeutiche ad ogni rilancio, e ad esempio alla Solvay. Solvay che ai nostri occhi rappresenta una vera sfida di rigenerazione dove un governo regionale serio avrebbe già preteso da tempo, per il principio di precauzione, un programma di riconversione votato alla sostenibilità ambientale e sociale” conclude Enrico Cantone, consigliere regionale capogruppo M5S e vicepresidente della Commissione Toscana Costiera e Arcipelago».

Area Comunicazione M5S – Regione Toscana

_____________________________

PIOMBINO: GIULIANI E DI GIORGI PRESENTANO GLI OBBIETTIVI DEL PROGETTO “CITTA’ DEI BAMBINI”

Lunedì 23 e martedì 24 il sindaco Massimo Giuliani e l’assessore alla Pubblica Istruzione Margherita Di Giorgi hanno presentato alle insegnanti del 1° e del 2° circolo didattico, nelle loro sedi di piazza Dante e dei Diaccioni, il progetto che il consiglio dei bambini sta portando avanti durante quest’anno scolastico, soffermandosi anche sui suoi principi ispiratori e sulle sue caratteristiche più generali.

Il progetto Città dei Bambini infatti, iniziato nel 2001, si basa sul rapporto molto stretto tra le scuole e l’amministrazione comunale e si esplica attraverso diversi organismi nei quali le insegnanti hanno un ruolo chiave.

Gli incontri sono stati l’occasione anche per ringraziare il lavoro che le insegnanti svolgono con grande passione e attenzione, in situazioni sempre più complesse.

“Sono stati due appuntamenti molto proficui – afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione Margherita Di Giorgi  – durante i quali abbiamo avuto la possibilità di confrontarci sul progetto e su altre questioni.  Ci premeva anche comunicare che  “Città dei Bambini” , giunto ormai alla suo 16° anno,  è  un progetto strategico per la città condiviso da tutta l’amministrazione comunale, come ha dimostrato la presenza del sindaco a questi incontri.”

“Un progetto che  cerca di migliorare la qualità della vita assumendo il bambino come parametro – spiega il sindaco Giuliani – riqualificando l’esistente per renderlo più vicino alle esigenze di tutti i cittadini. Si tratta di un impegno che ogni anno l’amministrazione rinnova, nella convinzione che i bambini possano veramente dare un prezioso contributo per ridisegnare la città e il territorio”.

Quest’anno il lavoro del Consiglio dei bambini si basa, nella prima parte,  sull’analisi e la progettazione partecipata del cosiddetto “giardino delle tartarughe” di via Leonardo da Vinci, che i bambini avevano individuato come luogo brutto della città, anche se dotato di  notevoli potenzialità. Nella seconda parte del lavoro, che avrà una durata di due anni, i bambini allargherannno lo sguardo sul Polo culturale di piazza Manzoni, che dovrebbe avere un collegamento diretto con il giardino delle tartarughe, facendolo diventare l’elemento ponte tra la città vecchia e la città nuova.

Negli anni sono stati molti i lavori portati avanti dal Consiglio delle bambine e dei bambini, dal tema della mobililtà autonoma dei bambini, che rivendicano il diritto di andare a scuola da soli, alla progettazione partecipata di molti spazi, tra i quali anche l’Orto dei Frati.

_______________________________

SAN VINCENZO: IL COMUNE RISPONDE SULL’«EX FARO»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«L’opposizione di Assemblea Sanvincenzina in Consiglio Comunale ha raggiunto livelli infimi e pericolosi tanto quanto i comunicati stampa che invia ai quotidiani locali.Comunicati imprecisi, falsi e offensivi. Falsi perché non corrisponde a verità l’affermazione in cui si dice che sono state eluse le domande in Consiglio Comunale in merito all’area dell’ex pizzeria Il Faro, in quanto proprio Assemblea Sanvincenzina ha presentato, nella seduta del 21 dicembre 2016, un’interrogazione alla quale l’assessore Roventini ha risposto in tutti i punti richiesti; il gruppo di minoranza, inoltre, al termine della discussione si è ritenuto addirittura soddisfatto delle risposte ricevute.Falsi perché non è vero che ci sono state “diversità di trattamento a seconda della proprietà di chi si ha di fronte”.

Assemblea Sanvincenzina mente e sa di mentire o forse fa finta di non sapere, perché nella richiesta di accesso agli atti che riguarda la pratica de “Il Faro”, fatta dall’opposizione nel novembre del 2016 e quindi in loro  possesso, ci sono documenti che certificano che le richieste inviate al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti – Capitaneria di Porto di Livorno, con le quali si chiedeva la sostituzione edilizia dei fabbricati adibiti a civile abitazione con allegato il progetto attuale, sono state presentate dal vecchio proprietario il 17 dicembre 2015, ossia il giorno prima della vendita dell’immobile avvenuta il 18 dicembre 2015.

La certezza che il progetto è stato presentato dal vecchio proprietario l’abbiamo avuta il 9 settembre 2016 quando è arrivata l’autorizzazione, in base all’ex art. 55 del Codice della Navigazione, con la quale si autorizzava l’intervento edilizio intestato al vecchio proprietario e necessario per il rilascio della concessione edilizia.Chi è che presenta un progetto e la richiesta di autorizzazione per costruire se non sa che ciò che presenta può essere realizzato?

All’opposizione è sfuggito tutto questo o ha omesso di raccontarlo?Detto ciò si riconferma la serietà e la professionalità di chi ha seguito la pratica in questione stendendo, allo stesso tempo, un velo pietoso sulle offese gratuite e su tutte le insinuazioni rivolte sia alla parte tecnica sia alla parte politica dell’Amministrazione Comunale».

Comune di San Vincenzo

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.1.2017. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 16 giorni, 17 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it