NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DELL’8 OTTOBRE 2016

CAMPIGLIA: FINANZIAMENTI REGIONALI PER I SERVIZI ALL’INFANZIA

A chi è rimasto in lista di attesa un sostegno per la frequenza in altri comuni

Il Comune di Campiglia M.ma ha fatto domanda per accedere ai finanziamenti messi a disposizione dalla Regione Toscana nell’ambito del Por Fse 2014-2020, finalizzati a sostenere la gestione, diretta e indiretta, dei servizi educativi delle Amministrazioni comunali e all’individuazione di posti bambino presso strutture educative accreditate di età compresa tra 3 e 36 mesi. Per accedere a tale finanziamento il Comune ha redatto e presentato un progetto per ridurre la lista di attesa dei nidi comunali.

Grazie all’impegno dell’ufficio scuola e della coordinatrice pedagogica, Il Comune di Campiglia M.ma ha ottenuto dalla Regione Toscana 30.000 euro da destinare alla gestione dei propri Nidi e di questi, ne ha investiti circa 10.000 per la convenzione con un Nido fuori dai confini comunali, “L’elefante invisibile” di San Vincenzo, per dare la possibilità anche alle famiglie che sono rimaste in lista di attesa di far frequentare il Nido al proprio bambino.

“Un ringraziamento all’ufficio scuola per il lavoro fatto, che ogni anno diventa sempre più impegnativo e necessita di uno sforzo importante soprattutto per la parte di rendicontazione – ha dichiarato l’assessora alla scuola Alberta Ticciati – Questo progetto finanziatoci dalla Regione darà la possibilità alle famiglie rimaste in lista di attesa di usufruire di un servizio importante del quale hanno fatto richiesta. Colgo l’occasione per augurare a tutte le famiglie un buon anno scolastico e per rendermi disponibile qualora ce ne fosse la necessità”. Nella seduta del consiglio comunale del 6 ottobre è stata presentata la variazione di bilancio necessaria per acquisire le risorse regionali ed è stata approvata con il voto favorevole del gruppo di maggioranza Campiglia Democratica ed il voto contrario di Comune dei Cittadini, Forza Italia e Movimento 5 Stelle.

____________________________

GRANDI OPERE E SICUREZZA IDRAULICA IN TOSCANA

Si svolto il 5 ottobre, un incontro in Regione sulle interferenze grandi infrastrutture nella sicurezza idraulica del territorio.

Sicurezza del territorio e interferenza delle grandi infrastrutture, gestioni ordinarie, manutenzioni e nuove realizzazioni: come affrontare questa complessità garantendo al territorio maggiore sicurezza. Su questo complesso scenario si è svolto ieri un confronto in Regione con l’assessora all’Ambiente e difesa del suolo Federica Fratoni che ha convocato la sindaca di Campiglia Marittima Rossana Soffritti come rappresentante del Consiglio delle Autonomie Locali, il Consorzio di Bonifica, l’Anas e Rfi.

L’incontro è avvenuto dopo un primo passaggio fatto con il consigliere regionale Gianni Anselmi e i referenti regionali. L’assessora Fratoni ha dato la massima disponibilità della Regione a definire e supportare il processo di coinvolgimento di tutti gli enti in questa sinergia fondamentale per garantire maggiore sicurezza rispetto al rischio idraulico nell’area di competenza del Consorzio.

La riunione ha avuto come esito l’affidamento al Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa il compito di aprire un tavolo di approfondimento, quindi in tempi molto brevi, insieme ad Anas e Rfi si analizzerà il lavoro già sulla carta, predisposto dal Consorzio di Bonifica stesso, per individuare le manutenzioni da effettuare in via prioritaria e programmare un piano d’interventi da calendarizzare in base al quadro completo dello stato del territorio aggiornandolo con le eventuali varie trasformazioni.

____________________________

SUVERETO DESTINAZIONE PER I TOUR DEL VINO

Sabato 8 ottobre farà  tappa a Suvereto l’educational tour ”alla scoperta dei wine resorts e wineries della costa toscana” organizzato da Toscana Promozione in occasione del Buy Tuscany, workshop turistico dedicato alla nostra Regione che si svolgerà dall’8 all’ 11 Ottobre a Firenze e on the road sulla costa toscana.

L’educational tour mira a far scoprire la costa toscana ai 20 tour operator internazionali che provengono da Usa, India, Russia, Danimarca, Germania e altri paesi e in particolar modo a far conoscere loro i cosiddetti wine resorts su cui indirizzare potenziali clienti wine lovers.

Suvereto accoglierà gli ospiti al Chiostro con un aperitivo con i vini di Suvereto, alla presenza dei produttori che potranno far degustare i loro vini e presentarsi ai tour operator.

“Ritengo importante questa occasione, – commenta l’assessore all’agricoltura Jessica Pasquini –  un primo passo per lo sviluppo del turismo del vino a Suvereto e per la creazione di una identità di territorio legata al vino, in vista anche della prossima uscita delle Mappe delle Cantine di Suvereto, uno dei progetti portati avanti dalla nostra Consulta, che contribuirà a promuovere e sviluppare l’accoglienza in cantina.”

_______________________________
PIOMBINO: UN POLO PER L’ITTICOLTURA  PER FAVORIRE LA DIVERSIFICAZIONE

La giunta comunale ha approvato nei giorni scorsi una delibera con la quale si consente l’insediamento di tre nuovi operatori per attività di allevamento di pesci in mare aperto nello specchio acqueo davanti alla costa est; si tratta della società Golfo Follonica (uno dei più grandi operatori a livello nazionale), del consorzio Cesit di Castiglione della Pescaia e della cooperativa Venere di pescatori locali.

Un’espansione importante per questo tipo di attività, che già adesso rappresenta un settore considerevole per l’economia del territorio. Attualmente infatti, lo spazio acqueo destinato all’allevamento a mare  si estende per circa 17 milioni di mq ed è occupato solo parzialmente da altre tre aziende:  la società Agroittica Toscana, la società Agricola srl e “Civita ittica”, con allevamenti di spigole e dentici.  Queste rappresentano già il primo polo produttivo della maricoltura  italiana. Per fare un raffronto, l’allevamento di Gaeta, che è una delle realtà italiane più importanti in questo settore, è notevolmente più piccolo rispetto a quello di Piombino. I nuovi allevamenti andranno a insediarsi quindi nello stesso specchio acqueo già occupato parzialmente dalle attività esistenti, completando lo spazio disponibile. Gli allevamenti sono situati a 2 miglia circa dalla costa.

“L’itticoltura con le tre aziende attualmente presenti nel golfo è una realtà in grande crescita a livello nazionale e non solo – afferma il vicesindaco Stefano Ferrini – il merito è degli imprenditori e dei lavoratori che hanno colto questi risultati. Con questa delibera andiamo a incrementare le aziende che investono su questo territorio e lo andiamo anche a diversificare con l’allevamento di muscoli. Piombino può ambire così a diventare un polo importante in questo settore, il tutto con la massima attenzione agli effetti sull’ambiente, grazie agli studi commissionati all’ISPRA, al rapporto stretto con la Usl e alle prescrizioni presenti e future per una produzione ambientalmente compatibile.”

Insieme agli allevamenti di pesci, infatti, due delle nuove aziende avvieranno l’allevamento di cozze, una novità per il territorio che va a incrementare e a diversificare l’asse produttivo.

“Questa espansione avrà anche un importante riflesso dal punto di vista occupazionale – spiega l’assessore all’urbanistica Carla Maestrini – Con queste tre nuovi insediamenti andremo a raddoppiare il numero degli addetti al settore, passando dagli 80 attuali a 160 circa. I  tre impianti nuovi di allevamento andranno a coprire inoltre una fetta di mercato importante a livello nazionale”

“Attualmente la produzione nazionale di pesce da allevamento copre a fatica il 50% della domanda – afferma Maurizio Poli dirigente del Demanio marittimo del Comune di Piombino – e questo significa che in Italia ci sono grandi margini di azione, collegati soprattutto alla grande distribuzione. La restante parte del mercato è coperta da Turchia e Grecia. Quello che differenzia l’Italia però, sono i maggiori controlli di filiera effettuati da parte della grande distribuzione che rappresentano una garanzia per la qualità degli allevamenti e del pesce. Il prodotto è controllato dalla grande distribuzione che fa da certificatore di garanzia.
Importante sottolineare inoltre che si potranno creare anche delle sinergie molto positive con il vicino porto della centrale Enel. Questo infatti potrebbe fungere da sede logistica per le imbarcazioni a servizio delle aziende di maricoltura, risolvendo i problemi di logistica di terra e creando la possibilità di collegamento con i maggiori snodi di viabilità e fuori dal centro urbano.
Un sistema dunque che si sta mettendo in sinergia e che potrebbe prefigurare in futuro anche la possibilità di insediare attività di avannotteria per realizzare una filiera completa e arrivare a un vero e proprio marchio toscano.”

______________________________

TEATRO E MUSICA: AL VIA LA CAMPAGNA ABBONAMENT

Piombino (LI) – Al via da lunedì 10 ottobre la campagna abbonamenti della stagione teatrale e concertistica del teatro Metropolitan, organizzata dal Comune di Piombino in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus e con l’Orchestra della toscana.

Una stagione che negli ultimi anni ha fatto registrare un trend in ascesa, in termini di pubblico e che anche quest’anno propone 12 spettacoli di qualità (7 prosa, 1 danza, 4 musica) con un programma vario e raffinato che intreccia titoli brillanti, commedie divertenti, riletture di classici e proposte di drammaturgia contemporanea. Giampiero Ingrassia, Neri Marcorè, Massimo Ghini, Emilio Solfrizzi, Angela Finocchiaro, la Compagnia di Teatro di Luca De Filippo ecc. saranno alcuni degli interpreti molto amati della stagione di prosa.

Senza dimenticare i 4 prestigiosi concerti dell’Orchestra della Toscana. Da quest’ anno sarà ancora più conveniente fare l’abbonamento cumulativo teatro e musica, per garantirsi i 12 eventi di livello a un prezzo conveniente.

Da lunedì 10 fino al 19 ottobre ottobre sarà quindi possibile confermare le sottoscrizioni degli anni passati, mentre dal 25 ottobre fino al 9 novembre potranno essere acquistati i nuovi abbonamenti. sempre presso il teatro Metropolitan. Gli abbonati della passata stagione che vogliano chiedere un cambio di posto potranno farlo il 24 ottobre.

Il primo spettacolo è previsto per martedì 22 novembre con “Cabaret” di Giampiero Ingrassia basato sulla commedia di John Van Druten e sui racconti di Christopher Isherwood.

L’opuscolo cartaceo della stagione teatrale potrà essere ritirato presso
il Teatro Metropolitan, l’Urp del Comune di Piombino e le biblioteche.

Info: Ufficio Cultura (tel. 0565/63296-429); teatro Metropolitan 0565 30385.

___________________________

COOP E I SAPORI VICINO A NOI

Alla scoperta dei sapori dei prodotti alimentari dei territori. Dal 7 ottobre al 2 novembre nei punti vendita di Unicoop Tirreno appuntamento con i prodotti locali a marchio VICINO A NOI.

Olio, pasta, pane e pasticceria, ortaggi e frutta, carni, pesce, prodotti di gastronomia freschi e conservati, vini… sono oltre 10.000 i prodotti locali a marchio VICINO A NOI, realizzati da oltre 500 aziende toscane, laziali, campane ed umbre, che lavorano negli stessi territori nei quali è presente con i suoi punti vendita Unicoop Tirreno.

I prodotti a marchio VICINO A NOI rappresentano le tradizioni e la cultura alimentare delle nostre regioni. L’idea è valorizzare le specificità e le vocazioni produttive dei territori d’insediamento, di favorire le opportunità di crescita dell’indotto, di contribuire allo sviluppo economico e sociale dei territori e valorizzare le reti di imprese locali. I fornitori locali sono una risorsa essenziale per Unicoop Tirreno in quanto portatori di qualità e sicurezza alimentare, ma anche espressione dei diversi territori e delle comunità locali.

Unicoop Tirreno ha selezionato prodotti e produttori promuovendo la qualità, il rispetto di rigorose regole di sicurezza, perché fanno poca strada per arrivare nei punti di vendita.

VICINO A NOI perché favoriscono la crescita imprenditoriale e il lavoro nelle nostre regioni: milioni di euro di vendite che restano ad alimentare l’economia del territorio.

Per diventare VICINO A NOI ogni azienda ha dovuto superare test di qualità e sicurezza per l’intero processo produttivo: rispetto delle norme igienico sanitarie ed adozione di standard o sistemi di qualità verificabili, informazioni chiare sulla provenienza e la tracciabilità delle materie prime, corrette e trasparenti informazioni in etichetta.

Test all’ingresso e poi controlli costanti, ispezioni a garanzia della sicurezza alimentare e della qualità. Un grande lavoro di certificazione svolto da Unicoop Tirreno che assicura ai soci e ai clienti di acquistare prodotti buoni e garantiti. Al tempo stesso è un lavoro che aiuta i produttori a crescere, a migliorare, a sviluppare la loro attività.

Dal 7 ottobre al 2 novembre i prodotti VICINO A NOI sono al centro di attività e eventi di presentazione, degustazione e nei punti vendita di Unicoop Tirreno curate dalle Sezioni soci Coop.

A Piombino Via Gori e Salivoli venerdì 7 e sabato 8 ottobre al centro degli eventi l’Azienda Agricola Castrogiovanni Maria, il Salumificio Sandri, il Caseificio Follonica e nel mese di ottobre Corsini Biscotti, Sapori della Val di Cornia, Caseificio Luschi e Salumeria Franchi. A Venturina presente venerdì 7 e sabato 8 ottobre Sandri Carni e nel mese di ottobre Corsini Pasticceria, Caseificio Castrogiovanni, Salumi Franchi, Caseificio Luschi, Ortofrutta Terre Etruria e Caseificio Follonica. A S.Vincenzo venerdì 7 e sabato 8 ottobre Corsini Pasticceria e in ottobre Caseificio Castrogiovanni, Caseificio Follonica, Salumi Franchi, Caseificio Luschi e Ortofrutta Persico.

_____________________________
GELICHI: LA 398 PASSERÀ DAL COTONE ?

Riceviamo e pubblichiamo dal consigliere piombinese Riccardo Gelichi.

«La 398 passerà dal Cotone?  Intanto stiamo parlando del secondo lotto, il primo svincolerà al capezzolo e arriverà direttamente ai moli nuovi . Se per il primo è stata annunciata una parte del finanziamento, per il secondo non ci sono le risorse. Quindi, ammesso si facesse la prima parte di strada, non risolveremmo comunque le code estive in uscita. Azzi è stato molto chiaro, e fonte il Tirreno ci dice che: “ E comunque credo dovremmo essere tutti d’accordo che è meglio un po’ di rumore accompagnato dal lavoro per tutti, che dal silenzio degli ultimi anni”.

Il PD espone in consiglio che è meglio la strada vicino alle case che l’agroindustriale a ridosso delle stesse; noi pensiamo invece che sarebbe meglio un’area verde che farebbe da ottimo cuscinetto ambientale. Questione di vedute.  Se poi consideriamo che le demolizioni previste da Aferpi per gli impianti limitrofi al tracciato proposto, terminerebbero nel 2022, forse è meglio smettere di chiederla per un po’ la strada.

L’Amministrazione sostiene che in sede di “Via” la strada potrebbe nuovamente cambiare tracciato, qui però andiamo veramente in confusione, perché pensiamo che certe valutazioni dovrebbero essere a priori, soprattutto quelle decisioni che risolverebbero veramente il problema della separazione del traffico urbano da quello portuale. E quando Aferpi presenterà il piano attuativo per l’agroalimentare, prima o dopo la procedura via per il secondo lotto ?

Dovremmo preoccuparci di questo o piuttosto di come e quando si trasformeranno le aree ex industriali con rischio di vedere una seconda Bagnoli ? Passerà quindi dal Cotone il secondo lotto della 398?».

Riccardo Gelichi
Portavoce Lista Civica Ascolta Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.10.2016. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 18 giorni, 15 ore, 0 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it