VAL DI CORNIA: SOLO IMPEGNI DI CIRCOSTANZA DALLA POLITICA SULLA SS398

SS 398 - Gagno. Sulla sinistra la rotonda R3

SS 398 – Gagno. Sulla sinistra la rotonda R3

Roma – Si è svolta oggi, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, una riunione tra il vice ministro Riccardo Nencini, il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il sindaco di Piombino Massimo Giuliani, alcuni rappresentanti dell’Autorità Portuale di Piombino e Anas. Al centro dell’incontro, la realizzazione della cosiddetta “Bretella di Piombino”.

A distanza di due anni dal primo annuncio di SAT che non avrebbe più fatto la SS398,  e ad un anno dal nostro editoriale denuncia (che potete leggere a questo indirizzo) finalmente da parte della politica locale e regionale si raggiungono “quattro certezze”:

  1. La SAT non farà neanche il primo lotto della SS 398 “Svincolo di Geodetica – Gagno”;
  2. Che questo lotto non può essere fatto dall’Autorità portuale come recentemente detto durante la visita del Segretario Orfini a Piombino;
  3. Che il progetto e l’esecuzione dell’opera deve essere affidata ad ANAS;
  4. Le risorse da destinare a questo intervento si stimano attorno ai 50 milioni di Euro, che però attualmente non ci sono.

Infatti, preso atto che non è più previsto un ruolo attivo della ‘Sat – Società Autostrada Tirrenica’ per la realizzazione dell’opera, nell’incontro di oggi è stato  definito il nuovo processo attuativo per il primo lotto “Svincolo di Geodetica – Gagno” che prevede il trasferimento del progetto ad Anas per la sua  revisione. Le risorse da destinare a questo intervento si stimano attorno ai 50 milioni di Euro.

Da parte dei presenti solo commenti di circostanza:

“Da parte del ministero delle infrastrutture e della presidenza del Consiglio dei ministri c’è l’impegno a trovare le risorse necessarie – afferma il sindaco Massimo Giuliani – secondo quanto verrà definito dalla revisione di Anas.”

“Anche oggi siamo tornati al Ministero per le infrastrutture dal viceministro Nencini – ha detto Rossi – sono stati incontri proficui dato che il Governo si è impegnato a reperire le risorse per finanziare il primo lotto Geodetica-Gagno della Bretella di Piombino, come previsto anche dagli accordi già sottoscritti, e per il lotto 0 della Siena-Grosseto nell’ambito del corridoio E78”.

“La realizzazione di quest’opera è strategica – ha detto il vice ministro Nencini al termine della riunione – è l’ “ultimo miglio” che metterà in collegamento la città con il porto di Piombino, destinato ad accrescere il proprio ruolo di terminal logistico e commerciale.”

_________________________________

Infrastrutture, Rossi a Roma per discutere di E78, ferrovia Pontremolese e Bretella di Piombino

FIRENZE – Mattina di riunioni dedicate al potenziamento della rete infrastrutturale per il presidente della Toscana Enrico Rossi, che oggi a Roma, al Ministero delle infrastrutture, ha partecipato a tre incontri con il viceministro Riccardo Nencini. Presente, assieme a Rossi, anche l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli e il presidente di Logistica Toscana Vanni Bonadio.

“Anche oggi siamo tornati al Ministero per le infrastrutture dal viceministro Nencini – ha detto Rossi – sono stati incontri proficui dato che il Governo si è impegnato a reperire le risorse per finanziare il primo lotto Geodetica-Gagno della Bretella di Piombino, come previsto anche dagli accordi già sottoscritti, e per il lotto 0 della Siena-Grosseto nell’ambito del corridoio E78”.

“Altri impegni per il potenziamento infrastrutturale sono arrivati, questa volta da RFI, in un successivo incontro al quale, oltre a Nencini, hanno partecipato gli assessori delle Regioni Liguria ed Emilia Romagna. Rete ferroviaria italiana si è impegnata a verificare la possibilità di ripresa degli investimenti sulla linea ferroviaria ponteremolese. Inoltre si è deciso di costituire una piattaforma per il Corridoio Tirrenico che, oltre al completamento e all’ammodernamento dell’infrastruttura stradale, preveda anche investimenti sulle ferrovie. L’Italia, non solo la Toscana, ha bisogno di un corridoio stradale e ferroviario sul mare”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.4.2016. Registrato sotto Economia, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 21 giorni, 1 ora, 1 minuto fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it