NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 10 MARZO 2016

PIOMBINO: IN VENDITA IL CAMPING “SANT’ALBINIA”

Mercoledì 9 marzo in consiglio comunale è stata discussa e approvata la delibera sulla revisione del piano delle alienazioni del Comune, con l’inserimento del campeggio di Sant’Albinia e di altri terreni adiacenti di proprietà comunale tra i beni da vendere. La delibera è stata presentata dall’assessore alle finanze Ilvio Camberini ed è stata approvata con i voti favorevoli di Sinistra per Piombino, Spirito Libero, PD. Contrari Rifondazione comunista, Un’Altra Piombino, Forza italia Ferrari sindaco, Movimento 5 Stelle. Astenuto Riccardo Gelichi di Ascolta Piombino.

“La decisione di vendere Sant’Albinia, sinora dato in concessione a terzi, deriva dalla necessità di dare impulso alle attività economiche mettendo sul mercato un bene che potrebbe rappresentare una rilevante occasione per attrarre investimenti sul territorio e favorire ulteriormente lo sviluppo turistico – ha spiegato Camberini – La vendita è comunque quasi una necessità in questo momento, si tratta infatti di una struttura datata che ha bisogno di manutenzione, la gestione attuale e quelle precedenti non hanno portato a grandi introiti al Comune rendendo difficoltosi eventuali interventi di miglioramento. Con l’approvazione della delibera potremo intraprendere un percorso con la pubblicazione di una manifestazione d’interesse che precederà il bando di gara vero e proprio.”

Da parte delle opposizioni sono stati sollevate alcune perplessità in merito a questa decisione, legate al rischio di una vendita al ribasso per un bene che comunque non sarà più nelle disponibilità dell’amministrazione comunale e che quindi potrebbe rappresentare una perdita effettiva. Per Gelichi, inoltre, manca una strategia nel settore turistico che aiuti a capire qual è il percorso e quali sono gli obiettivi che l’amministrazione comunale intende raggiungere da questo punto di vista.

________________________

Il SINDACO DI CAMPIGLIA ALLA FESTA DELLA DONNA

La festa della donna organizzata come da tradizione dallo Spi Cgil alla Sala della Musica comunale a Venturina Terme ha richiamato ancora una volta nell’edizione 2016 molti affezionati ed ha coinvolto nella partecipazione le associazioni di volontariato del comune e gli ospiti della residenza assistita di Campiglia.

Il Sindaco di Campiglia ha partecipato alla festa portando il saluto dell’amministrazione comunale e il suo personale e si è soffermata su alcuni temi in particolare: “L’8 marzo di quest’anno assume un valore fondamentale per la ricorrenza del settantesimo anniversario del diritto di voto concesso alle donne – ha affermato Rossana Soffritti – e da quel diritto acquisito con fatica, sono partite le tante battaglie di libertà, uguaglianza e difesa dei diritti, sostenute dalle donne.” “Le pari opportunità sono un tema ancora di grande attualità. Sono di questi giorni le stime di quanto, a fronte di risultati eccellenti nello studio e nel lavoro, le donne siano ancora meno pagate degli uomini e che sia più difficile raggiungere ruoli di dirigenza o più semplicemente trovare un lavoro. Ovviamente senza dimenticare i tanti, troppi episodi di violenza denunciati e sottaciuti dalle ragazze, dalle donne del nostro Paese – ha proseguito la sindaca – che evidenziano quanto lavoro ci sia ancora da fare.”

La “Sindaca” ha poi ricordato Valeria Solesin, vittima dell’attentato di Parigi al Bataclan, come simbolo a cui dedicare la festa della donna di quest’anno. Una ragazza impegnata, figlia dell’Europa moderna che tutela i principi di libertà e uguaglianza e solidarietà, principi che le donne hanno contribuito e contribuiscono ogni giorno in modo determinante a salvaguardare. E’ stata ricordata affettuosamente con la lettura di un suo pensiero dedicato all’8 marzo, anche la poetessa Bruna Coscini scomparsa nel 2015. Soddisfatto il segretario Spi Franco Carmignani che ha ricordato l’importantissimo lavoro del coordinamento femminile dello Spi Cgil ed ha chiamato sul palco tutte le donne a partire da Edilia Pacchini, che è stata la prima segretaria dello Spi di Venturina.

Insomma un pomeriggio come da tradizione vissuto nella semplicità, ma anche nella profondità di una riflessione comune che ha cercato di rafforzare la necessità di non fermarci nel percorso di emancipazione della donna.
____________________

PIOMBINO: INIZIATIVE PER IL 144° ANNI DELLA MORTE DI MAZZINI

La commemorazione, in occasione del 114° anniversario della morte di Giuseppe Mazzini, avrà luogo domenica prossima 13 marzo (Saletta Rossa, ore 10.30 – via Mazzini, ore 12) con l’intervento del Presidente dell’AMI Piombino Daniele Massarri e alla presenza del Vice Sindaco Stefano Ferrini.
_____________________

PIOMBINO: OK PER L’EMATOLOGIA A VILLA MARINA

Approvata all’unanimità dal consiglio comunale la delibera, presentata dal sindaco Massimo Giuliani, con la quale il Comune di Piombino aderisce all’iniziativa promossa dal Gruppo AIL di Piombino per l’apertura di un servizio medico territoriale ematologico. Un servizio che è stato funzionante a Villamarina fino al 2011, poi chiuso per motivi di organizzazione del sistema locale sanitario e in relazione anche ai flussi di utenza.

La delibera è stata approvata con una modifica, accogliendo un emendamento proposto da Riccardo Gelichi del gruppo “Ascolta Piombino”. Secondo questa modifica sono stati gli ultimi tre punti della parte dispositiva del testo relativi a un possibile studio da parte dell’Usl sulle condizioni di bisogno sanitario per la diagnosi precoce in questo settore.

Rimane invece l’impegno da parte del Comune a sostenere tutte le iniziative per la riapertura di questo servizio, in considerazione del fatto che le malattie ematologiche sono in aumento e colpiscono la popolazione indipendentemente dall’età e che il controllo sistematico e frequente sono elementi indispensabili per curare questo tipo di malattie.

____________________________

M5S CAMPIGLIA: LOTTA ALL’ABBANDONO DEI RIFIUTI

Riceviamo e pubblichiamo integralmente dal Movimento 5 Stelle Campiglia Marittima.

«In questi ultimi tempi nel nostro territorio ed anche in quelli limitrofi si assiste sempre più spesso a fenomeni di abbandono di rifiuti al di fuori degli appositi cassonetti.Si tratta di un illecito,punibile con sanzioni sino a 3.000 euro,posto in essere da cittadini di zona ma anche di altri Comuni,che usano il nostro territorio come un grande cassonetto.
Il passaggio al nuovo gestore rifiuti Sei Toscana,pare abbia incrementato tale fenomeno.È un vero e proprio esempio di inciviltà e di menefreghismo,messo in atto da chi non si accorge di danneggiare,oltre che l’ambiente ed il proprio Comune, anche se stesso,perché le spese per le rimozioni dei rifiuti ricadono, inevitabilmente,su tutta la Comunità.

Le segnalazioni di tanti cittadini che,al contrario di chi abbandona, dimostrano di amare veramente l’ambiente,dovrebbero spingere l’amministrazione comunale ad intervenire con una campagna volta ad informare e a responsabilizzare le persone: tale piaga sociale si può vincere solo collaborando tutti insieme,ognuno con il proprio ruolo: Amministrazione Comunale,cittadini ed ente gestore dei rifiuti.Attivare tutte le risorse per SANZIONARE DURAMENTE coloro che abbandonano i rifiuti fuori dai cassonetti.Questo è l’esame di una prassi di fatto diffusa alla luce del D.lgs n. 152/06 e delle “correnti di pensiero” dominanti.

L’abbandono dei rifiuti vicino ai cassonetti è una prassi molto comune su tutto il territorio nazionale.E’ noto infatti che da parte di privati,ma anche di titolari di negozi ed esercizi commerciali vari si usa depositarei rifiuti vicino ai cassonetti; e questo sia quando i cassonetti medesimi sono già pieni e ricolmi,sia anche quando sono ancora vuoti ma è più comodo evitare di alzare il tettino e lasciare nei pressi i rifiuti in questione.Abbiamo avuto modo di raccogliere una serie di immagini delle piazzole dei rifiuti sul territorio comunale,in particolar modo delle zone al di fuori del centro,e sono davvero immagini brutte,di disordine e confusione.Vogliamo quindi chiedere all’amministrazione i documenti relativi ai giorni di svuotamento dei cassonetti da parte del nuovo gestore 6 Toscana per poter controllare se questa operazione avviene esattamente nelle modalità stabilite ed eventualmente verificare se non sia il caso di apportare dei cambiamenti nella programmazione.Controllare tutte le ditte in quale modo conferiscono i propri rifiuti,qualora non fosse ancora stato fatto,stipulare una sorta di convenzione per conferire nelle isole ecologiche,dietro ad un piano di raccolta periodica.

Non si possono abbandonare rifiuti di nessun tipo fuori dai cassonetti,è severamente vietato.Potrebbero essere le forze dell’ordine e ad alcune associazioni di volontariato che si occupano di tutela ambientale ad aiutare il gestore e l’amministrazione a contrastare questi fenomeni incivili,chiedendo di monitorare tutte queste zone e nel caso di intervenire con sanzioni specifiche,inoltre valutare di mettere delle telecamere mobili, strumento già adottato in diversi comuni.Ancora più incredibile è che una situazione del genere possa protrarsi nel tempo,senza che nessuno paghi con conseguenze penali per questo scempio».

I consiglieri portavoce
Daniele Fioretti
Chesi Cristina M5S Campiglia Marittima

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.3.2016. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 19 giorni, 17 ore, 9 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it