NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 27 NOVEMBRE 2015

PIOMBINO: APRE IN VIA BATTISTI IL CENTRO “IL GERMOGLIO”
Apre sabato 28 novembre a Piombino un centro di psicologia e psicoterapia per l’infanzia, l’adulto e la famiglia  “Il Germoglio”. Nell’occasione saranno organizzati una serie di eventi gratuiti per far conoscere alcune delle attività previste nel Centro.
Dalle 17 alle 19 “Il Germoglio” sarà aperto per le visite degli spazi e per le informazioni sulle attività e i corsi. Fin dalla mattina sono previste attività gratuite su prenotazione come il laboratorio per genitori, Sos compiti, le lezioni di bioenergetica e di yoga e il laboratorio di psicomotricità per bambini.
“Il Germoglio” nasce dal progetto di un gruppo di giovani professionisti che lavorano nell’ambito della salute e operano all’interno di tre grandi aree: prevenzione, promozione del benessere psicologico e trattamento dei disturbi dell’infanzia, attraverso un lavoro di équipe con psicologo, neuropsichiatra infantile, logopedista, psicomotricista.
Sono molte le prestazioni offerte anche per l’adulto e la famiglia. Domani in programma dalle 15 alle 16 “Am tam…..baby …tam”, psicomotricità e musica, giochi ritmici ed esplorazione sonora, per bimbi dai 2 ai 4 anni accompagnati da un adulto. Dalle 16 alle 17 “Filastroccando”, gioiose filastrocche accompagnate da giochi sonori e cerchi danzanti per tutti i bimbi e i loro genitori.

Info:  facebook.com/ilgermogliocentrodipsicologia. Web:  www.centroilgermoglio.altervista.org

__________________________

A PIOMBINO #SANITÀDA10? CE LO SPIEGA IL PD

Arriva a Piombino #sanitàda10, ciclo di incontri organizzato dalla Regione per discutere e illustrare la riforma del sistema sociosanitario toscano. L’appuntamento è fissato per giovedì 3 dicembre, alle ore 18, presso la sala convegni del porticciolo di Marina di Salivoli e sarà condotto dalla giornalista Elisabetta Matini, direttore gruppo Toscanamedia-Quinews.

Saranno presenti Leonardo Marras, capogruppo Pd del consiglio regionale, il consigliere Francesco Gazzetti, il presidente della commissione sviluppo Gianni Anselmi e il segretario della Federazione Pd Val di Cornia Elba Valerio Fabiani. In più Massimo Giuliani, sindaco di Piombino, il sindaco di Campiglia Rossana Soffritti, anche presidente della Società della Salute Val di Cornia, Samuele Lippi, sindaco di Cecina e presidente Società della Salute Bassa Val di Cecina, Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo e presidente Società della Salute Colline Metallifere e Federico Zini, segretario intercomunale Pd Elba. A introdurre Cinzia Cioncoloni, responsabile sanità della Federazione Pd Val di Cornia Elba.

L’incontro sarà anche l’occasione per il punto sul progetto di riorganizzazione locale del servizio – proposto dal Pd Val di Cornia – che fa leva sull’integrazione e l’unità dei territori più periferici. In questo senso per la prima volta tutti i soggetti coinvolti saranno seduti allo stesso tavolo.

________________________________

A RISCHIO LE OBLIGAZIONI DI BANCA ETRURIA

Chi glielo dice a mio padre che ha perso tutto?”: Banca Etruria, domani venerdì 27 novembre conferenza stampa di Federconsumatori Toscana per illustrare le criticità su azionisti e risparmiatori, le tutele e le iniziative messe in campo (ore 12, sede Cgil Toscana, via Pier Capponi 7, Firenze, Salone Placido Rizzotto al piano seminterrato).

Firenze, 26-11-2015 – “Chi glielo dice a mio padre che ha perso tutto?: inizia così una lettera di un figlio di un anziano titolare di obbligazioni subordinate della Banca Etruria, su cui è calata la scure del Decreto di sabato approvato in Consiglio dei Ministri .

Decreto che per il salvataggio della Banca stessa, con la costituzione di una nuova banca, lascia con l’amaro in bocca azionisti grandi e piccoli e risparmiatori che con fiducia sono stati consigliati a mettere i propri soldi in obbligazioni subordinate (quelle emesse dalla banca stessa ) e che oggi si trovano azzerato il loro valore .

E’ sicuramente un altro colpo al rapporto di fiducia tra cittadini e sistema bancario che in Toscana ha visto coinvolte migliaia di persone per le vicende di MPS e della Banca Popolare Vicenza (ex CariPrato ) e ora di Banca Etruria.

La Federconsumatori Toscana si adopererà su più fronti per tutelare le persone coinvolte , sollecitando la magistratura ed i parlamentari toscani affinché in fase di conversione del Decreto si recuperi questa enorme ingiustizia . E da gennaio con la introduzione del Bail-in i rischi per i correntisti aumenteranno. Tutto questo sarà oggetto di una conferenza stampa.

__________________________________

CAMPIGLIA: PAESE AL BUIO IN TUTTI I SENSI, SCARSA ILLUMINAZIONE PUBBLICA SULLE STRADE

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle di Campiglia.

Distacchi programmati o semplici guasti della rete? Rimane il mistero sulle cause che,già da qualche giorno, hanno lasciato interi quartieri delle zone di Tufaia,Coltie completamente al buio di sera e durante la notte.Si tratta di zone a rilevante densità di popolazione,lasciate completamente al buio con grave pericolo anche per la sicurezza dei cittadini. Quasi spettrale percorre le suddette vie dove la sola luce è quella delle abitazioni di qualche privato cittadino che ha acceso le lampade delle verandine di ingresso o ha lasciato aperto l’uscio di casa.

Stessa sorte poco tempo fa alla via Cerrini,illuminata per metà con zone abbastanza ampie completamente al buio.La scarsa illuminazione pubblica, rende insicuro il paese:
Continuano ad esserci troppi episodi di scarsa visibilità notturna nelle zone periferiche di Venturina Terme e questo rende “il vivere” in sicurezza dei cittadini impossibile, soprattutto per gli anziani e le donne che in queste zone risiedono. Sono di oggi,una serie di segnalazioni che sono pervenute da parte di alcuni residenti in Via Matteotti completamente al buio e che da un pò di tempo lamentano tali episodi.Purtroppo però questo non è l’unico caso,come più volte da noi segnalato,sono molte le vie di Venturina Terme con una scarsa illuminazione e ciò non può che renderle pericolose. Questa situazione non è più tollerabile, il piano di riqualificazione dell’illuminazione pubblica, deve passare prima di tutto dal rendere sicure proprio queste zone, anche attraverso l’illuminazione a sensori di passaggio.Invitiamo perciò l’Assessore preposto a farsi carico di tutte le segnalazioni pervenute dai cittadini,in modo tale da avere una mappa di quelli che dovrebbero essere gli interventi prioritari,perchè non può esistere solo il centro e le cerchia (o limitate zone periferiche) per quest’amministrazione che troppo spesso cerca solo “facili spot”.

____________________________

STEFANIA SACCARDI SI È VACCINATA CONTRO L’INFLUENZA

FIRENZE – Stefania Saccardi si è vaccinata anche contro l’influenza.

L’assessore al diritto alla salute ha fatto il vaccino oggi pomeriggio, al Palazzo dei Congressi, nel corso del 32° congresso nazionale della Simg, la Società italiana di medicina generale. Con lei si è vaccinato Claudio Cricelli, presidente della Simg, che proprio nel corso del congresso aveva lanciato la campagna #NoiCiVacciniamo.

_____________________________

CAMPIGLIA: LA STRADALE CONTROLLA GLI SCUOLABUS

L’assessore alla Scuola Alberta Ticciati intervene sulla condizione dei mezzi per il trasporto scolastico e rassicura l’utenza

“La polizia stradale ha fatto dei controlli sugli scuolabus e non ha riscontrato elementi significativi, strutturali, che possano mettere in dubbio la sicurezza dei mezzi”, così l’assessore alla Scuola Alberta Ticciati chiude la querelle sulle condizioni in cui versa il trasporto scolastico.

“Credo che questo più di tante parole possa tranquillizzare tutti che la sicurezza è la priorità di questo Comune. I servizi possono sempre essere migliorati e noi tendiamo a quello, basti pensare a come il trasporto scolastico si è evoluto nel tempo”.

“Mi sembra doveroso visto che sino ad oggi si sono sottolineate soltanto le criticità, informare per completezza e conoscenza anche gli aspetti positivi del servizio che non sono banali. Rispetto al passato il servizio di trasporto scolastico è familiare e flessibile, riguarda un numero molto più consistente di bambini circa 300; l’azienda è sempre disponibile a modificare percorsi, fermate ed orari per andare incontro a nuove esigenze espresse sia dalle famiglie che della scuola; mette a disposizione corse gratuite, in aggiunta a quelle già disponibili da progetto di gara, consentendo al Comune di offrire alla scuola la possibilità di condurre le varie classi a visitare i siti archeologici della Val di Cornia; ogni linea del servizio garantisce sempre la presenza dello stesso autista, consentendo che il personale, nell’arco di pochi giorni, conosca perfettamente il giro da effettuare, le fermate ed ogni bambino che usufruisce di quel bus”.

“Al tempo stesso le famiglie hanno sempre lo stesso interlocutore e si relazionano con lui per qualsiasi modifica o esigenza di cambio di fermata, cambio momentaneo di giro, spesso senza neppure passare dall’ufficio scuola del Comune ed il personale scolastico e comunale ha una maggiore capacità di controllo del servizio sapendo sempre a chi rivolgersi in caso di problemi”.

______________________________

PIOMBINO: BILANCIO, GESTIONE ASSOCIATA DEI LAVORI PUBBLICI

Lunedì 30 novembre alle 8,30 si riunisce il consiglio comunale. Il primo punto all’ordine del giorno riguarderà la sostituzione del consigliere dimissionario del gruppo “Movimento 5 Stelle” Massimiliano Santini con il nuovo consigliere Mario Gottini, che subentra dopo la rinuncia alla carica di Enzo Papi che nella lista del gruppo risultava primo dei non eletti.

A seguire alcune delibere sul tema finanziario che saranno presentate dal sindaco. La prima di queste sarà l’approvazione della convenzione per le attività di riscossione da parte della Piombino Patrimoniale e delle modifiche ai regolamenti delle entrate. La Piombino Patrimoniale srl svolge tutte le attività di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi Tosap, canone sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni, Tari, dei proventi del servizio di illuminazione votiva e della riscossione coattiva di tutte le entrate comunali. Svolge inoltre il servizio strumentale di installazione e manutenzione della segnaletica e, secondo le esigenze del Comune, l’attività di progettazione di opere pubbliche.

Sempre in tema di bilancio, sarà discussa una delibera relativa a una variazione di assestamento al bilancio di previsione 2015 e al pluriennale 2016-2018.

Subito dopo si svolgerà un’iniziativa della Commissione Pari opportunità per commemorare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne con letture sceniche a cura del Teatro dell’Aglio.

La discussione riprenderà subito dopo sulla delibera che verrà presentata dall’assessore Claudio Capuano sulla gestione associata tra i Comuni di Campiglia M.ma e Piombino degli affidamenti di lavori pubblici di importo pari o superiore ai 40mila euro, come previsto dalla legge.

Nel pomeriggio verranno discusse le molte interpellanze, interrogazioni, mozioni e ordini del giorno su temi diversi. Tra queste, una mozione presentata da Riccardo Gelichi sulle concessioni demaniali marittime e revisione dei piani particolareggiati della Costa Est e del parco di Baratti e populonia; una mozione del Movimento 5 Stello per una virtuosa gestione delle risorse finanziarie del Comune e una migliore programmazione degli investimenti, una mozione presentata dal consigliere Callaioli (Rifondazione comunista) relativa al passaggio di armi dal porto di Piombino e un ordine del giorno sullo stesso tema presentato dal consigliere Carla Bezzini del gruppo “Un’altra Piombino”; un’interrogazione del consigliere Ferrari sull’adeguamento della tariffa Tosap per il 2015 e altre ancora.

___________________________

LIVORNO: CGIL, IL CONCORDATO PER A.AM.P.S. E’ MACELLERIA SOCIALE

Livorno, concordato A.Am.P.S.: “Siamo sbalorditi dalla notizia del concordato per A.Am.P.S., dopo le assicurazioni di salvataggio che il sindaco ci aveva espresso più volte. Scelta la strada della macelleria sociale”, è il commento della Fp Cgil di Livorno. Una doccia fredda per i lavoratori, particolarmente per i precari che, da venerdì, hanno visto sfumare ogni prospettiva, e grande preoccupazione anche dai rappresentanti dei lavoratori.

“La scelta di un salvataggio che incideva sul bilancio sociale – chiarisce Giovanni Golino, segretario generale della Fp – era una scelta che ci avrebbe visto contrari, ma, in ogni caso, l’Amministrazione ha scelto la strada della macelleria sociale: A.Am.P.S. fallirà se i creditori non dovessero essere tutti d’accordo a ridurre i crediti che vantano, anche nel caso in cui questa opzione si realizzasse, aziende come Cooplat, dalle quali i lavoratori aspettano ancora il TFR, rischiano il fallimento. Questa scelta, inoltre, influirà sui lavoratori diretti di A.Am.P.S. che saranno penalizzati dal regime di amministrazione controllata”.

Anche la CGIL confederale, con il segretario generale Strazzullo, interviene sulla notizia “Ma il sindaco non aveva garantito il salvataggio di Aamps e dei 40 precari? Ma non aveva detto di avere un piano industriale che prevedeva l’estensione del porta a porta, la chiusura del termovalorizzatore e il mantenimento di un’A.Am.P.S. interamente pubblica che non sarebbe mai confluita in RetiAmbiente? – si chiede il segretario e aggiunge – Mi auguro sia chiaro a tutti che, con la scelta del concordato, la Giunta si lava le mani riguardo A.Am.P.S., dimostrando chiara incapacità di gestire situazioni complesse e ha la colpa di aver illuso la città e i lavoratori su obiettivi irrealizzabili”.

Considerazioni dure, a cui si aggiungono quelle di Golino sul mancato conferimento in RetiAmbiente “L’entrata in RetiAmbiente era l’unica strada che avrebbe evitato pesanti ricadute sui cittadini livornesi, che alla povertà creata dalla crisi, dovranno sopportare il caos derivante da una scelta ideologica senza benefici – conclude – avremmo potuto combattere insieme all’Amministrazione dentro RetiAmbiente per un’azienda interamente pubblica, invece ci troviamo sui lati opposti della barricata perché la Giunta ha operato scelte degne del peggior padrone”.

______________________________

LO SVILUPPO DEI PORTI TOSCANI AL CENTRO DI UN SEMINARIO A GROSSETO

Firenze – Le tematiche connesse allo sviluppo della portualità in Toscana sono state al centro di un seminario  che si è svolto oggi presso la sala Pegaso della Provincia di Grosseto e cui ha partecipato l’assessore regionale a infrastrutture, mobilità, urbanistica Vincenzo Ceccarelli.

Le prospettive dei  porti toscani sono state  analizzato soprattutto in relazione alle novità introdotte  da alcune normative recenti come la legge sul governo del territorio e il Pit 2015.  Particolare attenzione è stata rivolta anche al Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica, promosso dal ministro Del Rio e approvato in via preliminare lo scorso luglio.
Si tratta di  strumenti che interessano fortemente il settore:  quest’ultimo atto, il Piano nazionale, soprattutto è in grado di configurare una fase di profonda trasformazione, come ha evidenziato l’assessore nel suo intervento.

“Il quadro nel quale oggi ci troviamo ad agire, alla luce del Piano strategico varato dal Ministro Del Rio, ci trova pronti – ha esordito Ceccarelli –  con un impegno rilevante messo in campo dalla Regione che ha consentito  di rilanciare i porti nazionali, da Piombino, a Livorno, fino a Carrara, senza trascurare i porti di interesse regionale e  quelli turistici. Oggi siamo impegnati a ridurre la forte componente burocratica e procedimentale che certamente non agevola gli interventi di riqualificazione e adeguamento funzionale degli scali marittimi promossi dai comuni o dai soggetti privati, in una situazione ad elevata complessità dovuta al convergere sulle aree portuali di molteplici competenze, in materia di pianificazione e programmazione, tutela dell’ambiente e del paesaggio, sicurezza della navigazione, demanio marittimo.

“In questo senso – ha proseguito l’assessore –  stiamo lavorando per portare rapidamente in approvazione il Regolamento attuativo previsto dall’ Art. 87 della LR n. 65/2014, al quale la legge regionale ha assegnato il compito di disciplinare aspetti molto importanti della fase attuativa degli interventi portuali. Non è un singolo strumento normativo che potrà risolvere tutti i problemi, ma confidiamo che le disposizioni  puntuali del regolamento possano dare un contributo di chiarezza  – nel senso di precisare gli aspetti tecnici ed amministrativi –  e  di mettere a disposizione alcune opportunità concrete, anche per settori spesso trascurati come la nautica sociale”.

Il seminario di Grosseto è stato organizzato da Regione, Istituto nazionale di urbanistica, Anci e Provincia di Grosseto.

______________________

VIGNETI, LA GIUNTA REGIONALE METTE IN VENDITA GLI ULTIMI 54 ETTARI DI DIRITTI DI REIMPIANTO

FIRENZE – Saranno un po’ più di 54 ettari i diritti di impianto e reimpianto vigneti che la Regione Toscana mette a disposizione dei viticoltori toscani in questo ultimo scorcio di 2015.

I diritti avranno un costo di 1500 euro ad ettaro e saranno disponibili per tutti quei viticoltori che erano già inseriti nelle graduatorie delle province e della città metropolitana di Firenze ed erano rimasti insoddisfatti rispetto a precedenti assegnazioni per mancanza di superfice. In totale sono quasi 171 ettari i diritti di impianto e reimpianto appartenenti alla riserva regionale che sono steti messi sul mercato nei mesi scorsi dalla Regione.

Ora una nuova delibera della giunta regionale autorizza l’immissione sul mercato di questi 54 ettari in modo da azzerare la riserva regionale in prossimità dell’entrata in vigore del nuovo sistema delle autorizzazioni, che sostituirà il regime dei diritti.

Alla delibera di giunta seguirà a breve un decreto dirigenziale che darà seguito alla decisione del governo regionale.

_______________________

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.11.2015. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 21 giorni, 3 ore, 16 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it