EDITORIALE: DALLE SVOLTE EPOCALI ALLE SVOLTE REALI

L’EDITORIALE                                   di Giuseppe Trinchini trinchini

___________________________

EDITORIALE: DALLE SVOLTE EPOCALI ALLE SVOLTE REALI

Corriere Etrusco “numero 83” del 5 dicembre 2014.

Deve essere davvero finita l’epoca delle svolte epocali a Piombino. Meno male.

Il segnale lo vediamo dalle piccole cose, come il marciapiedino tutto scassato in Via della Resistenza davanti ai campi da Tennis e alla Ex saletta C (che anch’essa sarebbe saggiamente da recuperare e non demolire) che la scorsa settimana, con i pochissimi soldi di cui ormai dispone il comune, è stato comunque risistemato. Non con i mattoncini rossi, ma con l’asfalto nero, e il cordolo, anch’esso logoro è stato lasciato lì, ma almeno è stato posto un freno al degrado. Così come per la vasca dei pesci in Piazza della Costituzione.

La prossima tappa potrebbe essere quindi il recupero “a fini turistici” del marciapiede “a ghiaino” sotto le mura leonardesche in via «Da Vinci» (e magari anche un restaurino delle suddette in pessimo stato di conservazione) e dei Portici che devono tornare il centro della vita cittadina, specialmente nei mesi invernali.

Un altro segno che dà speranza, insieme al futuro nuovo compratore della Lucchini, è l’abbandono del progetto SAT (Autostrada Tirrenica) da parte del Comune. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico, e aver fermato, nell’interesse della comunità, questa agonia che si trascina da troppi anni è più che giusto, anche perché oggi la strada serve a Cevital.

Tutto bene quel che finisce bene quindi? Non proprio.

Nessuno, forse per non mandare di traverso il panettone alla gente, ha spiegato che chi non lavora ai laminatoi è destinato a 2-3 anni di cassa integrazione, e che la SS398, per come è stata proposta nella nuova versione, diventa una pista di decollo per il porto commerciale e l’Elba, e che quindi solo un’attenta programmazione turistica di area da parte di Piombino e della Val di Cornia (quella famosa Unione di cui si parla da tempo, che, dopo essere stata distrutta, oggi è resuscitata come l’Araba fenice in attesa di risultati tangibili sul campo) potrà togliere la città da un isolamento che non potrà essere sopperito solo dagli occupati Cevital e Arcelor Mittal.

Giuseppe Trinchini

__________________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 5.12.2014. Registrato sotto Editoriali, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

3 Commenti per “EDITORIALE: DALLE SVOLTE EPOCALI ALLE SVOLTE REALI”

  1. lino

    Questi algerini hanno promesso di fare tutto e anche rapidamente. Sebbene è chiaro che una certa forza imprenditoriale ed economica questi ce l’hanno , io vi dico che qualche dubbio serio è giusto che Piombino lo coltivi. Questi nord africani esperti in granaglie dicono che diverranno leaders negli acciai speciali. Dalla barbabietola all’inox . Non è che ci tirano una bella sola una volta acquisito il diritto di utilizzare i pontili lucchini ? Si presentano bene ed hanno bei modi ma chi li conosce sa che esistono serpenti bellissimi e al tempo stesso velenosissimi. Prudenza, non allungate la mano perché se mordono morite. A me questi algerini non la raccontono giusta. O meglio la raccontono solo un pezzo, quello buono che gli fa gioco.

  2. Sergio Tognarelli

    Mi viene in mente Pinocchio, le sue monete (che comunque qui a Piombino mancano), l’albero dagli zecchini d’oro nel Campo dei Miracoli e il Gatto e la Volpe. Il resto della storia lo sapete.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 21 giorni, 8 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it