NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DELL’11 LUGLIO 2014

REVISORI DEI CONTI: «GRAVI IRREGOLARITÀ DI GESTIONE»

La storia infinita del Collegio dei revisori dei conti del Comune di Piombino continua e il 17 giugno è stato redatto il seguente documento:

«[…] Gli elementi e/o fatti concreti, da considerarsi “irregolarità gravi” che hanno indotto il Collegio dei revisori dei conti a redigere il presente documento, sono qui di seguito esposti e constano nella reiterata mancata sottoposizione all’attenzione dell’Organo di revisione di tutti gli atti di programmazione del personale, di costituzione del fondo risorse decentrate e degli accordi sindacali sottoscritti, per il periodo 2013 e per i primi mesi del 2014. […]».

Ricordiamo che questo organo di revisione fu nominato (tramite sorteggio della Prefettura, e non più tramite scelta del consiglio comunale) il 20 dicembre 2012, e nel 2013 bocciò il bilancio consuntivo dell’anno precedente. I problemi sono continuati in sede di approvazione del rendiconto 2013 dato che, secondo i Revisori il Comune ha stilato un accordo sulla gestione delle risorse decentrate e ha assunto del personale senza l’espressione del giudizio preventivo dei revisori (parere) che è un requisito sostanziale e obbligatorio della contrattazione integrativa, non sanabile a posteriori.

Il dirigente del servizio personale ed organizzazione del Comune il 7 luglio 2014 ha controdedotto affermando  tra l’altro che «...appare …quantomeno “eccessivo” il richiamo a gravi irregolarità di gestione quando la gestione della spesa di personale, in tutte le sue varie componenti e i suoi molteplici vincoli normativi, risulta pienamente rispettata […]».

____________________________

DINOSAURI A SAN VINCENZO: AL VIA LA MOSTRA DIDATTICA

Venerdì 11 luglio alle ore 18,00 verrà presentata in una conferenza stampa presso la cittadella delle associazioni di San Vincenzo sita in Via Sandro Pertini dal Sindaco Alessandro Bandini con la presenza di tutte le autorità locali civili e religiose, la mostra “Dinosaurlife” con contenuti didattici di altissimo livello curata da paleontologici di fama internazionale.

La mostra è già stata patrocinata dalla regione Sicilia – assessorato cultura e dall’ assessorato pubblica istruzione.

La mostra stessa a prevalente carattere didattico – scientifico, che pubblicizzeremo con i nostri mezzi  in tutta la Costa degli Etruschi presso tutte le strutture turistico alberghiero e anche a livello locale regionale e nazionale con il nostro ufficio stampa sui mass media. Nell´ambito di questa mostra verranno presentati 23 modelli di dinosauri a grandezza naturale, rispondenti alle loro vere fattezze, ricostruite accuratamente, oltre  ad una serie di modelli in 3D in scala naturale, 300 Diorami in scala ridotta, e  100 repliche in scala 1: 40 riproducenti i dinosauri del famoso museo Americano “Carnegie”.

A supporto scientifico, la mostra ha una serie di 20 gigantografie di Fabio Pastori, uno dei migliori illustratori italiani, nostro consulente artistico, una serie di  gigantografie riproducenti le teste di diversi dinosauri realizzate da artisti diversi, una mostra didattica con 32 pannelli, 120 schede illustrative sulle principali razze fino ad oggi scoperte; ed infine una presentazione didattica multimediale con centinaia di “slide” in video e in PowerPoint  sul fantastico mondo dei dinosauri in una sala appositamente allestita. Inoltre un sistema multimediale consentirà di interagire con un pc per sapere tutto quello che l’utente vorrà chiedere sul fantastico mondo dei dinosauri.

Anche se la mostra si propone con scopi importanti, gli aspetti scientifici vengono illustrati in maniera molto semplice e l´esposizione riesce a presentare le condizioni, le forme di vita e le dimensioni e i colori di una specie che per 65 milioni di anni ha dominato la terra.  La mostra è stata progettata e, soprattutto, seguita in tutte le fasi della sua realizzazione, da tecnici specializzati del settore, con illustrazioni  artistiche illustrative e note scientifiche di ottimo livello.
____________________

M5S CAMPIGLIA: «REALIZZIAMO LE CASE DELL’ACQUA CON PARTE DEI CREDITI ASA»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Poche settimane fa abbiamo annunciato l’inizio dell’operazione #acquachiara insieme al M5S Piombino, in merito al monitoraggio dei crediti ASA da riscuotere dal 2009 ad oggi. In data 24 giugno, durante la prima riunione della commissione bilancio, abbiamo fatto richiesta di accesso agli atti per controllare a quanto ammontassero tali crediti. Dopo 2 giorni abbiamo ricevuto il materiale inerente ai “proventi da concessione servizio idrico”: leggendo i documenti abbiamo scoperto nel dettaglio 993.230,12 euro di reversali da emettere (crediti non riscossi) e solo 161.525,67 euro di reversali emesse.A questo punto ci chiediamo a che punto è il piano di rientro stabilito? Non è possibile anticipare la data di riscossione dei crediti, fissata come termine ultimo, cioè il 2017?

Mentre aspettiamo le risposte noi vorremo dare una soluzione semplice, in questo periodo di transizione, che proponiamo all’amministrazione in carica. Installiamo, con un’operazione totalmente a carico di ASA, tre case dell’acqua nel nostro territorio comunale dislocate tra Venturina Terme, Campiglia Marittima e Cafaggio. A tal proposito abbiamo depositato una mozione che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale.

Che cos’è una cosa dell’acqua?

Essa è semplicemente una fontana pubblica gratuita, filtrata e depurata, presente in diversi comuni limitrofi come San Vincenzo e Castagneto Carducci.

Questa idea ha palesemente dimostrato l’efficacia di un punto dove ci si possa recare per prelevare gratuitamente l’acqua;
l’Italia occupa i primi posti tra i paesi consumatori di acqua in bottiglia e questo ci fa capire come l’idea di istituire “case dell’acqua” abbia più che un beneficio per i cittadini:

·         Viene drasticamente ridotto lo spreco di bottiglie di plastica, di conseguenza ridotta la massa di rifiuti e di CO2 in atmosfera. Le cosiddette bottiglie in Pet costituiscono una delle principali componenti del rifiuto solido urbano con tutto ciò che ne consegue (consumo di combustibile fossile per la produzione, smaltimento, inquinamento ambientale);
·         L’acqua viene controllata quotidianamente tramite controlli qualitativi per garantirne la salubrità. I cittadini potranno accertarsi personalmente della qualità in quanto potranno visualizzare gli esami fatti giornalmente sull’acqua erogata;
·         essendo gratuita, si risparmia notevolmente sull’approvvigionamento quotidiano;
·         viene creato un nuovo punto di incontro e di dialogo;

Il costo di ogni singola casa dell’acqua è di circa 20.000 euro, quindi il costo complessivo ammonterebbe a 60.000 da scalare dai crediti che vantiamo come Comune verso ASA. Questa operazione sarebbe un primo passo verso la riconciliazione tra ente debitore ed ente creditore, ma soprattutto i cittadini avrebbero davanti ai loro occhi un segnale tangibile e concreto di miglioramento del servizio pubblico.

L’acqua è la nostra più grande risorsa, valorizziamola!».

Movimento 5 stelle Campiglia

_____________________________

SAN VINCENZO: AL VIA LA RASSEGNA “PAROLA D’AMARE”

Avrà inizio martedì 15 luglio alle ore 21.15 presso il Giardino della Torre la rassegna ideata e condotta dalla giornalista Maria Antonietta Schiavina dal titolo “Parole d’amare”.

Nel primo appuntamento la giornalista incontrerà Alessandro Petri autore del libro “I King, un itinerario Haiku tra stupore e mutamento”. L’I King è un antichissimo libro oracolare cinese, anteriore ai sistemi filosofici del Taoismo e del Confucianesimo.
Alessandro Petri proporrà agli spettatori un itinerario di poesia Haiku ispirato al “Libro dei Mutamenti”, accompagnato nella lettura dei versi dal gruppo musicale “Sax Around”, composto da Francesco Felici, Chesare Martinez, Pietro Petri e Federico Avella.
Alla serata, inoltre, parteciperanno anche gli alunni della classe 5° B della scuola elementare di San Vincenzo vincitori del Concorso Nazionale HaiKu 2014 accompagnati dall’insegnante Paola Poli.

_______________________

PRC: «IL PATTO D’ACCIAIO (SI FA PER DIRE) PER UNA PIOMBINO NELLA NEBBIA»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

 

«Apprendiamo dalla stampa che Rossi ha fatto un patto: darebbe il parere favorevole allo smaltimento della Costa Concordia a Genova in cambio di 40 milioni di euro per smantellare 32 navi militari a Piombino, smantellamento, si legge ancora, per il quale si devono ancora trovare i finanziamenti per svolgere le gare d’appalto (però il sottosegretario Lotti si impegna a reperirli…). Questo sarebbe il “patto”, considerando però che il parere della Regione non è vincolante, questo patto vale un po’ pochino.

Ma parliamo di questa rottamazione navale: la nostra posizione è che, se un polo della rottamazione ci deve essere, questo dovrà essere l’unico (UNICO) Polo dell’Unione Europea del Mediterraneo, dovrà rottamare tutte (TUTTE) le navi, sia civili che militari, dovrà essere costruito seguendo pedissequamente le recenti normative europee, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza ambientale e dei lavoratori, perché, a regime, sia un grande impianto industriale d’avanguardia che potrà fornire rottame a km 0 ad un altro grande impianto industriale d’avanguardia, quello della produzione dell’acciaio, dove uno Stato che si rispetti, e anche questo lo abbiamo già detto (ma non solo noi, Rossi, Anselmi…), investe in una società mista pubblico privato (visto che questo privato ce lo dobbiamo ingoiare) mantenendosi la best company e intervenendo direttamente sulla gestione, senza gettare denaro a fondo perduto.

Invece no, si mendicano 32 navi militari (il peggio del peggio) per avere che cosa? Un polo della rottamazione di serie B che si prende gli scarti, mentre magari a Genova, come si è ventilato, si costruisce il vero grande polo europeo della rottamazione del Mediterraneo?

Invece di fare patti inutili, dato che il placet della Toscana non serve a nulla, la Regione dovrebbe subito ricorrere alla Corte Costituzionale per stabilire la competenza istituzionale alla scelta del luogo dello smantellamento, visto che anche per il nulla osta dell’Osservatorio c’è qualche problemuccio, in quanto Costa non sta fornendo garanzie sulle bonifiche immediate dopo il trasferimento della nave, ma intenderebbe cominciare a settembre… lasciando l’area marina del Giglio piena di non si può sapere cosa per magari un paio di mesi.

Ultima cosa sconcertante sulla crisi industriale: ma l’amministrazione di questa città dirà qualcosa alla popolazione sulla questione delle industrie cittadine, si ricorda che la SOL è semi chiusa nel silenzio generale, la Magona vede una flebile luce con la riapertura della zincatura 5, la Lucchini giace immobile in attesa di Jindal? Di Mittal? Di una cordata Mittal Marcegaglia Riva, come si vocifera ?

Alla fine, da questa nebbia soporifera nella quale si sentono ogni giorno “rumors” che bisbigliano tutto e il contrario di tutto, la città si sveglierà, ma non nel modo che vorremmo noi, con un movimento solidale e collettivo di protesta in difesa dei diritti di un nuovo blocco sociale di lavoratori fatto di operai, precari, partite iva, commercianti, esodati, disoccupati, inoccupati, immigrati, piuttosto con un “assalto ai forni” di manzoniana memoria, se ci passate la citazione».

Partito della Rifondazione Comunista

Circolo “V.Corallini”. Piombino

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.7.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DELL’11 LUGLIO 2014”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 8 ore, 39 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it