NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 21 NOVEMBRE 2013

CAMPIGLIA: L’ASSESSORE BERTOCCHI COMMENTA IL VALORE POLITICO DEL PREMIO FRANCOVICH

Il Premio “Riccardo Francovich” conferito la settimana scorsa al Parco Archeominerario di San Silvestro dalla Società degli Archeologi Medievisti Italiani, oltre ad onorare la memoria di uno dei più importanti archeologi italiani, rappresenta l’importanza del patrimonio storico della Val di Cornia nel panorama culturale italiano.

Francovich fu protagonista di una stagione fortunata, di un’esperienza nuova e impegnativa di cui ancora oggi raccogliamo i frutti. Riuscì a comprendere l’importanza della metallurgia, ricostruendo secoli di storia e individuando una costante dell’evoluzione del nostro territorio applicando al metodo d’analisi e di lavoro tipici dell’archeologia, un approccio innovativo che ha permesso l’inizio di una fase di politiche culturali completamente nuova per la Val di Cornia. Dopo una stagione di sovracomunalità che si stava rafforzando, l’intuizione di Francovich e il supporto delle amministrazioni dell’epoca, portarono a una definizione più netta di ciò che era la Val di Cornia e del ruolo culturale ed economico dei Comuni che ne facevano parte.

La presenza della Parchi Val di Cornia a Roma, ospite d’eccellenza del Museo dell’alto Medioevo, presidio d’importanza mondiale è il segno di un legame inscindibile tra il nostro territorio e il mondo della Ricerca, delle Università, della Cultura. Il premio Francovich è dunque un traguardo per tutti: cittadini e amministratori, per coloro che ci lavorano e per i molti che riconscono l’operato della Società come elemento fondamentale di riconoscibilità e promozione della nostra terra. Un motivo di orgoglio e uno stimolo per proseguire verso la direzione della tutela del patrimonio culturale e naturalistico, un riconoscimento che non deve essere letto in funzione di un glorioso passato ma come un punto fermo per il futuro. La Parchi Val di Cornia è quindi la protagonista di un processo difficile ma da condividere e difendere per il futuro della nostra Cultura e di tutto ciò che ci appartiene e che ci rappresenta, un soggetto che incarna totalmente lo spirito di comunità di scopi e intenti che stanno alla base della nostra tradizione politica, delle nostre comunità e che ha ispirato e mi auguro continuerà a ispirare a lungo le nostre politiche sovracomunali.

_____________________

 

PIOMBINO: LE OPPOSIZIONI INCONTRANO I VERTICI LUCCHINI

Le forze consiliari di opposizione UDC, Gruppo Misto, Forza Italia, Rifondazione Comunista, Futuro e Libertà hanno congiuntamente incontrato i vertici del Gruppo Lucchini per un confronto in merito ai futuri sviluppi inerenti lo stabilimento di Piombino.

Durante la discussione sono emersi aspetti importanti che hanno chiarito alcuni passaggi tecnici sotto il profilo procedurale e temporale. Al momento permane ancora il punto di domanda sulla durata dell’altoforno. Nel frattempo si attendono maggiori certezze rispetto ai programmi da mettere in atto. Al di là delle posizioni di ciascuna componente politica vi è stata la volontà comune di approfondimento rispetto alla riunione al MISE del 14 novembre, pur nella consapevolezza, che senza una definita bozza del bando di gara non potrà esservi un orientamento preciso.

_____________________

SOCIETÀ NUOTO PIOMBINO: PRESENTAZIONE DELLE SQUADRE PER L’ANNO 2013/2014

Piombino – La Società Nuoto Piombino ha tenuto la consueta Presentazione delle squadre sabato 16 novembre; quest’anno la festa è stata arricchita dalla partecipazione dei dirigenti delle altre associazioni sportive e dal gruppo “Piombino come una squadra”, «per dare un segnale diverso e più sociale rispetto alle nostre abituali presentazioni» scrive Stefano Ridi, che prosegue: «Credo che ce ne fosse sinceramente il bisogno considerando il difficile momento che Piombino sta attraversando».

I ragazzi delle varie categorie di nuoto e pallanuoto hanno sfilato a bordo piscina, dopodiché sono intervenuti Giovanni Sironi, vicepresidente del consiglio comunale, il sindaco Gianni Anselmi e il sindacalista Mirko Lami.

Di seguito il discorso del presidente Alessandro Bagiardi: «Un saluto ed un ringraziamento a tutti i nostri ospiti per essere qui con noi. Ragazzi con oggi siamo qui ad inaugurare ufficialmente la nuova stagione agonistica. Come da tradizione vi porto gli auguri, da parte di tutto il Consiglio e del nostro Direttore che per impegni con la FIN non è oggi qui con noi. L’augurio è per un anno ricco di soddisfazioni, per ognuno di voi, con la speranza che queste soddisfazioni si trasformino in medaglie e vittorie per i nostri colori. Però, ormai mi conoscete da diversi anni e sapete quello che mi sta più a cuore è che voi ragazzi facciate tesoro dei valori importanti che lo sport trasmette: lealtà, rispetto delle regole, impegno, senso di appartenenza, solidarietà, rispetto dell’ambiente.

Tutto questo deve far parte del vostro bagaglio personale che vi accompagnerà in un lungo viaggio che è la vita trovandovi ad affrontare insidie, a prendere decisioni importanti, a superare mille difficoltà. Allora, io credo, che ogni Soc. sportiva come la nostra, dove i ragazzi iniziano sin da piccoli un percorso di crescita sportiva e non solo, debba avere il dovere di far apprendere e capire l’importanza di questi valori. Cari allenatori ed istruttori, questo è un vostro compito, in primis siete per loro degli educatori, la vostra professione è imprescindibile da questo.

Lo sport ha un ruolo ben preciso nel tessuto sociale ormai è stato messo alla pari dell’istruzione e della formazione professionale (vedi trattato di Lisbona del 2007), ecco che allora dico ai nostri amministratori, capisco la crisi che attanaglia il nostro Comune, come del resto tutti Comuni d’Italia, capisco che bisogna ridurre le spese, capisco e ritengo che sia giusto chiedere a tutte le Società sportive di risparmiare sui consumi, ma quello che non capisco è perché si continui a tagliare e basta. Non serve a nessuno!

In questo modo imbocchiamo una strada sbagliata, lo sport è un diritto per tutti, ma se non cambiamo rotta, si rischia di farlo diventare un privilegio per pochi. Cerchiamo di fare investimenti importanti e mirati, lo sport può essere una risorsa economica importante anche per la nostra città.

Ho menzionato la parola “crisi” e Piombino la sta vivendo sulla propria pelle e non ha risparmiato nemmeno la nostra Società. Nonostante tutto anche quest’anno, ragazzi, siamo riusciti a completare tutte le squadre ed a schierarvi qui davanti ai vostri genitori. Lo sapete quanti siete? Ve lo dico io 157 non è il nostro record, ma sono numeri importanti. Abbiamo fatto un grosso sforzo, potevamo fare altre scelte, affiliarci ad altre società più blasonate, ma è prevalso quel senso di appartenenza, abbiamo scelto di rimanere ancorati alle nostre radici, ai nostri colori, alla nostra città. Un grosso aiuto, per fare questo, ci è stato dato dalle nostre aziende amiche che anche quest’anno hanno scelto di essere qui con noi e di sostenerci, grazie di cuore.

Certo come ho già accennato precedentemente, Piombino non sta attraversando un bel momento, l’incertezza che incombe sulle nostre fabbriche fa si che centinaia di lavoratori e famiglie siano in attesa di notizie rassicuranti per il loro futuro. Noi come società sportive abbiamo il diritto morale di stare al loro fianco di non farli sentire abbandonati e di lottare con loro.

Quest’anno ragazzi quando andrete a gareggiare, dovrete dare un qualcosa in più, per Piombino, per la vostra città, perché voi, noi, tutti insieme siamo una squadra perché “Piombino è come una squadra”, perché “Piombino non deve chiudere”!».

_____________________

INAUGURAZIONE IMPIANTO SOA ALLA STAZIONE ECOLOGICA DI SUVERETO

Suvereto – Venerdì 22 novembre, alle ore 11, sarà inaugurato il nuovo impianto  di transito per SOA (sottoprodotti di origine animale), che entrerà in funzione presso la stazione ecologica dei Magazzini comunali, gestita da Asiu, a Suvereto in Loc. Acquari.

L’impianto, un container a chiusura ermetica refrigerato, sarà utilizzato per lo smaltimento di carcasse di animali domestici e provenienti da allevamenti e da ambulatori veterinari; sarà inoltre, possibile conferirvi gli scarti di macellazione e di lavorazione delle carni.

Le carcasse introdotte, conservate tramite congelamento, saranno periodicamente smaltite a cura del  gestore dell’impianto, mantenendo la catena del freddo, e trasportate in un impianto di termodistruzione.

Grazie a questa nuova struttura di stoccaggio, si ridurranno notevolmente le spese per l’utenza dell‘area della Val di Cornia (allevatori, veterinari, macellai, etc.) che per smaltire le SOA non sarà più costretta a rivolgersi ad operatori specializzati a costi molto elevati.

L’impianto è stato finanziato interamente, per 40.000 euro, con fondi trasferiti dalla Regione Toscana alla Provincia di Livorno, che ha espletato le procedure relative alla gara e sottoscritto un  protocollo d’intesa con i soggetti interessati (organizzazioni di categoria, ASL 6, Associazione allevatori, e ASIU) e la convenzione con il gestore dell’impianto.

All’inaugurazione prenderanno parte l’assessore regionale all’agricoltura Gianni Salvadori, l’assessore provinciale Paolo Pacini, i Sindaci dei Comuni interessati, i rappresentanti delle associazioni di categoria e di Asiu.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 21.11.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    47 mesi, 24 giorni, 1 ora, 22 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it