NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 19 MAGGIO 2010

COMUNE DEI CITTADINI: «CEMENTO ANCHE QUANDO NON SERVE»

Campiglia M.ma – «Così giudichiamo il regolamento urbanistico recentemente adottato dal Comune. Oltre 700 alloggi nei prossimi cinque anni sono un’esagerazione per Campiglia. A dirlo non siamo noi, ma lo stesso Piano Strutturale approvato dal Comune nel 2007 che fissa in 650 alloggi il fabbisogno abitativo massimo fino al 2020, da attuarsi con tre regolamenti urbanistici».

Per la lista civica campigliese gli effetti di questa scelta, in palese contrasto con il Piano Strutturale, saranno negativi non solo per il consumo di suolo «che a parole questa maggioranza diceva di voler contenere», ma anche per gli interventi edilizi in corso e per quelli di riqualificazione urbana programmati da anni e non ancora attuati.

«Tra questi – sempre secondo la lista civica –  la riqualificazione degli ex magazzini comunali di Via Cerrini e il trasferimento dell’Italian Food rappresentano per noi assolute priorità, poiché non può definirsi civile un piccolo abitato che costringe centinaia di cittadini a vivere in condizioni di degrado, con abitazioni alle quali sono state letteralmente addossate “pile” di contenitori di pomodori, costretti a subire rumori e cattivi odori per molti mesi dell’anno. Tanto più che, come è stato affermato pubblicamente, esistono gli interessi dei produttori di pomodoro,  la disponibilità della società proprietaria e le aree per trasferire lo stabilimento a Campo alla Croce».

Il Regolamento Urbanistico ha previsto questi interventi nei prossimi cinque anni, assegnando alle aree dell’Italian Food un diritto edificatorio altissimo: 135 alloggi, che possono diventare 270 con quelli a canone sociale, più volumi commerciali e direzionali.  A questi si devono poi aggiungere i 75 alloggi non ancora iniziati nelle aree degli ex magazzini comunali.

«Pensare, come propone il Comune,  che nei prossimi cinque anni sia possibile realizzare questi interventi insieme a quelli previsti nelle aree di espansione di Polledraia (altri 232 alloggi), significa dire ai cittadini di Coltie, Pantalla e Via Cerrini che il loro degrado può attendere ancora per decenni».

_________________________________

MARCIANA: AL PUBLIUS IL TALENT TOUR DELLE TENUTE ANTINORI

FATTORE A, sei vini di recente creazione, provenienti da diverse Tenute Antinori e accomunati da un talento che merita di essere scoperto: Montenisa Brut, Mezzo Braccio, Vie Cave, Achelo, Bramasole e Aleatico.

I vini di FATTORE A sono i protagonisti di un vero e proprio Talent Show in tour nelle principali città italiane, che venerdì 21 maggio passerà proprio al Ristorante Publius di Marciana di proprietà della famiglia Fontana. Qui, alle ore 20.00, si terrà una degustazione guidata dei sei vini abbinati a sei piatti preparati appositamente dallo chef Carmelo Di Tavi: sfoglia con spuma al parmigiano, terrina di selvaggina con pera cotta al “Mezzo Braccio” e crostino di polenta con funghi porcini, gnocchetti di farina di castagne al ragù bianco d’anatra, raviolone di pasta al cacao ripieno di cinghiale servito con crema al parmigiano, controfiletto di manzo impanato e farcito al tartufo con salsa al “Bramasole”, bavarese all’Aleatico con crema di cantucci “dei Nostri”.

A coloro che parteciperanno alla serata, verrà chiesto un giudizio diretto su tutti i vini, attraverso un indice di gradimento: una novità per il settore vitivinicolo, perché è la prima volta che il parere del pubblico viene sollecitato.

I partecipanti alla serata FATTORE A riceveranno cd doppio della Montenisa Bubbles Band, la band di Bossa Nova, Jazz e Pop di cui Matteo Becucci – trionfatore dell’edizione 2009 del talent show X Factor – è stato la voce.  Le casse di legno contenenti i vini FATTORE A, numerate e in edizione limitata, sono acquistabili esclusivamente durante le serate del tour di degustazione, al prezzo al pubblico di € 120.

Per prenotazioni: Ristorante Publius – Piazza del Castagneto 11 – Località Poggio – Marciana (LI) Tel. 0565-99208.

____________________________________
PIOMBINO: AL VIA  IL 1° FESTIVAL SUI NUOVI PERCORSI SULL’AMBIENTALE

Da mercoledì 2 a domenica 6 giugno in Toscana economia, ambiente e sostenibilità si incontrano. Da Piombino parte la sfida di «Quanto Basta», primo Festival dell’economia ecologica, un evento nato con l’obiettivo di tracciare nuovi percorsi di responsabilità ambientale.

Il Pil è l’unico indicatore economico e sociale di riferimento? Ciò che non ha valore monetario non ha nessun valore? Quale economia per un futuro ragionevole e più sicuro? Domande a cui tenteranno di dare risposta imprenditori, manager, politici, sociologi e giornalisti impegnati a delineare la fisionomia di una rivoluzione già in atto, ma ancora poco condivisa.
Comprendere che il capitale delle risorse naturali e il capitale prodotto dall’uomo sono complementari e non alternativi è una priorità per il mondo dell’impresa, per l’amministrazione pubblica e p er quanti operano nel settore dei media. Nel programma del Festival di Piombino, incontri, tavole rotonde e workshop affronteranno il tema della sostenibilità ambientale come fondamento economico, con iniziative dislocate in molti spazi cittadini e che coinvolgeranno anche il pubblico più giovane con laboratori didattici. Non mancheranno le occasioni di spettacolo  che avranno, tra i protagonisti, Bobo Rondelli (in concerto mercoledì 2 giugno), la iena Luigi Pelazza (che intervisterà Fabio Mussi, Aldo Agroppi e Marco Lami venerdì 4 giugno), Margherita Hack e Ginevra Di Marco con lo spettacolo teatrale L’anima della terra (vista dalle stelle), in programma giovedì 3 giugno.

«Economia, ambiente: mai l’uno senza l’altro – dichiara l’assessore all’ambiente Anna Rita Bramerini -. L’economia oggi più che mai deve andare di pari passo con l’ambiente. Anzi, è fondamentale dare un “valore economico& rdquo; alle risorse della natura. Rilanciamo dunque il binomio economia-ambiente e partiamo da qui, soprattutto per due motivi. Il primo, perché altrimenti a pagare le conseguenze di un approccio sbagliato con l’ambiente saranno proprio l’economia e le generazioni future. Secondo: la scommessa vera consiste nell’unire sviluppo e disponibilità delle risorse facendo dell’ambiente il tema centrale delle nostre scelte pubbliche in tutti i campi. Non esiste attività economica che non abbia riflessi sull’ambiente. Si pensi allo smog, o ai rifiuti: ogni anno le aziende toscane insieme al lavoro e al reddito producono 7 milioni di tonnellate di rifiuti speciali (il 74% del totale). Come smaltirli e gestirli? La questione è di primaria importanza e più forte che mai ci richiama alla responsabilità e alla concretezza».
________________________________________

RACCOLTA FIRME SULL’ACQUA PUBBLICA IN VAL DI CORNIA

Acqua pubblica, ci metto la firma:  continua la raccolta di firme promossa dal Comitato acqua pubblica della Val di Cornia. Obiettivo,sostenere la richiesta dei tre referendum  contro la privatizzazione di un bene comune fondamentale.

In Val di Cornia le adesioni, finora,  sono state 672. I volontari del Comitato saranno sabato prossimo davanti alla Coop d Salivoli e domenica in piazza Gramsci, nell’ambito della manifestazione organizzata da Uisp “Bici  in città”.

E mentre si aspetta per il 11 giugno prossimo a Piombino l’arrivo della carovana dell’acqua Arci, è fissata una prima occasione di approfondimento  a Venturina.

Venerdì prossimo, 21 maggio, alle 21, nella saletta comunale, interverranno Letizia Papi (Comitato acqua pubblica Val di Cornia), Ado Grilli (Arci), Andrea Gualtieri  (referente provinciale Comitato

acqua pubblica Livorno), i rappresentanti  delle associazioni che si occupano di commercio equo e solidale.  In scaletta, il dibattito con i cittadini, con i partiti, con gli organismi del volontariato che sostengono il Comitato e con quanti ne vorranno sapere di più.

________________________________________

RIO NELL’ELBA: MOSTRA DI PITTURA “PITTORI IN SCENA A RIO NELL’ELBA”

Proseguono le iniziative della rassegna “Pittori in scena a Rio nell’Elba”, nate con l’obiettivo di promuovere la pittura e valorizzare luoghi di interesse storico e culturale del territorio di Rio nell’Elba.

Dopo la conclusione della Mostra collettiva di pittura  infatti domani si apre la fase delle varie mostre personali. Da domani fino al 30 maggio sarà possibile visitare, presso la Chiesa della Pietà, nel centro storico di Rio nell’Elba, la mostra di Ernesto Zei. La mostra sarà aperta dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. Dopo il 30 maggio e fino al 10 settembre si alterneranno le mostre dei vari pittori.

Ernesto Zei è nato nel 1940 a Firenze, dove vive e lavora. Dal ’57 ha frequentato la scuola di pubblicità Politecnico Fiorentino, e successivamente ha lavorato come disegnatore presso lo studio Baldi. Dopo una pausa per dedicarsi ad altre attività, ha ripreso a dipingere, frequentando lo studio del maestro Silvestro Pistolesi, affinando così le conoscenze della scuola Annigoniana nella tecnica della tempera e dei disegni con la sanguigna. Ha partecipato a diverse mostre collettive ed estemporanee, ottenendo più volte dei premi per i suoi dipinti. Molti sono i suoi “disegni da viaggio”, fatti dal vero dei suoi soggiorni in Italia e all’esterno.

______________________________

L’UNITRE VAL DI CORNIA CHIUDE SABATO L’ANNO ACCADEMICO

Cerimonia di chiusura per il l III anno accademico dell’Unitre Val di Cornia. L’incontro si terrà alla Saletta Comunale “ G. La Pira” di Venturina sabato 22 maggio ore 16.30 come tutti gli incontri del sabato è aperto al pubblico.

L’anno che si chiude ha segnato molti successi e soddisfazioni per l’Università delle tre età che ha messo in piedi e svolto con regolarità numerosi corsi, partecipati e caratterizzati complessivamente da un ottimo livello scientifico. La chiusura dell’anno accademico è l’occasione per un saluto ufficiale tra docenti, allievi e cittadinanza, e per avere ogni informazione utile per chi ha intenzione di prendere parte ai corsi del prossimo anno.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.5.2010. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 2 giorni, 17 ore, 1 minuto fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it