NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 12 MAGGIO 2010

INIZIATIVA CONTRO L’OMOFOBIA A FOLLONICA

Sabato 15 Maggio, ore 16.00 presso il Giardino del Casello Idraulico,  via Roma, Follonica (GR).

Programma:
Don Franco BARBERO e Pasquale QUARANTA presenteranno il loro libro Omosessualità e Vangelo. Nell’occasione l’attrice Stefania Mulè leggerà un brano tratto dal libro.

Giuliano GASPAROTTI, giurista, coordinatore segreteria PD Firenze, ci illustra lo stato dei diritti Lgbt nel nostro paese, in raffronto con le situazioni degli stati esteri a noi più vicini, cenni sull’iter legislativo della proposta di legge contro l’Omofobia, proposta dalla deputata PD Paola Concia.

L’Onorevole Paola CONCIA presenterà alle istituzioni ed alla cittadinanza la MARATONA CONTRO L’OMOFOBIA.

IVAN SCALFAROTTO, vice presidente del PD, concluderà la manifestazione, illustrando la decisione della Corte Costituzionale, che in aprile si trova a giudicare su quattro ordinanze, provenienti da altrettante coppie omosessuali, che si sono ivi rivolte dopo non aver ottenuto dal proprio Comune di Residenza la possibilità di procedere alla pubblicazioni di rito prematrimoniale.

Coordineranno: Anna Maria Gaggioli Segretario Pd Follonica. Iva Boldrini Referente per Cambia L’italia Grosseto. A fine iniziativa è previsto un Buffet di autofinanziamento.

___________________________________________


COSTA EST, CONFERMATA LA BANDIERA BLU PER IL TERZO ANNO

Confermato anche per il 2010 il prestigioso riconoscimento della “Bandiera Blu” per la spiaggia del Parco naturale della Sterpaia. La consegna è avvenuta questa mattina, 11 maggio, a Roma presso la sala “Tirreno” della Regione Lazio, alla presenza del segretario generale della Fee, (l’ente che rilascia la certificazione Bandiera Blu) Claudio Mazza. Presenti alla consegna per il Comune di Piombino il sindaco Gianni Anselmi e il vicesindaco Lido Francini.

La Bandiera Blu rappresenta per la città uno degli elementi decisivi dell’offerta turistica perchè rafforza  immagine e contenuti delle attività balneari in relazione alle aree parco retrostanti il litorale e a tutto il contesto ambientale.

In tutto sono state 231 le spiagge che in Italia hanno ricevuto il riconoscimento. Insieme a Piombino, la conferma è arrivata anche per San Vincenzo, con un risultato molto positivo per tutta la Val di Cornia e non solo, dal momento che la costa da Follonica fino a Cecina è praticamente tutta certificata.
“E’ un risultato che conferma la qualità ambientale e di servizi che la nostra costa è in grado di offrire – commenta l’assessore all’ambiente Marco Chiarei –  Il lavoro svolto è stato, come al solito, estremamente impegnativo in quanto i requisiti richiesti dalla FEE  sono molto rigidi e soprattutto si arricchiscono e si evolvono di anno in anno. Ciò dimostra la serietà di tale riconoscimento che spinge le amministrazioni locali a produrre uno sforzo costante nel miglioramento ambientale e gestionale del sistema costiero.

“E’ stato messo in campo un metodo di lavoro molto innovativo che ha come base l’idea che le politiche sulla costa richiedono un lavoro di integrazione e coordinamento molto evoluto – continua Chiarei – La recente istituzione da parte del Comune di Piombino del Comitato di Gestione Ambientale Integrata per la Bandiera Blu è coerente con questa idea e fornisce all’amministrazione uno strumento efficiente per gestire le criticità che scaturiscono dal complesso sistema ambientale della Costa Est. Il ruolo guida dell’amministrazione ha potuto avvalersi della collaborazione fattiva dei molti soggetti coinvolti nel sistema con i quali condividere il successo ottenuto. Tra questi l’Ufficio Circondariale Marittimo, il Consorzio Balneare Costa Est, la Società Parchi Val di Cornia, ASIU, ATM e  tutti gli altri.”

I parametri che vengono valutati e che hanno portato nuovamente all’assegnazione della Bandiera Blu sono la qualità delle acque e la conformità con i valori previsti dei coliformi totali, fecali e streptococchi; l’assenza di discariche urbane o industriali in prossimità della spiaggia; la pulizia della spiaggia e la presenza di servizi efficienti e di raccolta differenziata dei rifiuti;  la presenza di sorveglianza balneare o di equipaggiamento di sicurezza in spiaggia; l’accessibilità alle persone diversamente abili, la qualità della cartellonistica e delle bacheche informative e punti blu, le attività di educazione ambientale, l’equilibrio tra attività balneare e rispetto della natura. Tutti parametri che sono stati monitorati e rispettati nel corso dell’anno.

_______________________________________________

CAMPIGLIA: TANTI STUDENTI AD ASCOLTARE DALLA CHIESA

Si è concluso con la lezione di Nando Dalla Chiesa e una numerosa presenza di studenti il ciclo “A passo d’uomo – Incontri sulla contemporaneità”, organizzato dal Comune di Campiglia M.ma.

Nell’introduzione la professoressa Lorenza Boninu, docente del Liceo Carducci di Piombino, ha messo in risalto il valore formativo di queste lezioni in un quadro dove la memoria degli anni ’70 tende a diventare liquida anche per gli adulti e per i ragazzi che negli anni ’70 non erano ancora nati avere la possibilità di pensare a questa storia recente è fondamentale perché sono anni importanti.
Docente all’Università statale di Milano, il prof. Dalla Chiesa ha tenuto la lezione dal titolo “Mafia e antimafia tra cultura e costume”. La scelta del titolo come ha spiegato il professore deriva dal fatto che spesso si considerano i fenomeni criminali come esplosioni eclatanti di violenza, ed in effetti la violenza e il sangue caratterizzano la criminalità, ma l’esercizio della violenza è legato anche solo alla minaccia: cambia poco nel meccanismo se un cantiere si fa saltare o se i titolari sanno perfettamente che la criminalità ha il potere di farlo.

Ad oggi la cultura della mafia è più forte di quella dell’antimafia e spesso, come nel pur bellissimo capolavoro cinematografico “Il padrino” (1972) il capo mafioso emerge come un eroe positivo. E’ solo con la serie televisiva “La piovra” che si riconoscono ruoli distinti tra “buono” e “cattivo” riscontrabili poi nel bellissimo film “I cento passi” dedicato a Peppino Impastato, un giovane siciliano che ebbe il coraggio di staccarsi dalla logica “familistica” che lo avrebbe voluto rispettoso del padre mafioso.  Peppino denuncia il Padre e gli “uomini d’onore” del suo paese, Cinisi, organizza manifestazioni e utilizza il mezzo della radio libera (elemento tipico degli anni ’70) che mette al riparo chi ascolta dagli sguardi e dalle minacce. Del Padrino e dei Centopassi Dalla Chiesa ha mostrato due ampi stralci affinché il pubblico potesse mettere a confronto i diversi linguaggi utilizzati.

Il giornalista dell’Unità Marco Bucciantini ha messo in risalto l’iniziativa del comune di Campiglia in netta controtendenza con il capo del governo secondo il quale parlare di mafia equivale a screditare il paese: sennonché la mafia fattura 135 miliardi di euro l’anno, una cifra enorme sottratta alla legalità e alla possibilità di sviluppo perché la presenza della mafia impoverisce il tessuto economico e produttivo, raccontare la mafia quindi è resistere. E per resistere alle incursioni mafiose è anche assolutamente necessario mantenere la cultura della “separatezza”, come la definisce il prof. Dalla Chiesa: in politica, nella vita privata, nell’impresa, non si deve non solo cedere a compromessi ma seguire un binario diverso da quello della criminalità. Facendo riferimento alla sua esperienza personale Dalla Chiesa ha raccontato che da ragazzo gli era vietato partecipare a certe feste o andare in discoteca per evitare che si potesse dire, anche dopo anni, che il figlio del generale Dalla Chiesa frequentava locali e amici delle famiglie su cui il padre indagava.

Altro esempio della necessità di mantenersi separati dai contatti malavitosi, l’imbarazzo di Dalla Chiesa nel sedere in parlamento, nello stesso schieramento, a fianco della persona che ha fatto l’elogio funebre di un capo mafioso. Tra i molti altri argomenti affrontati quello del rapporto tra mafia e religione: gesto molto corretto e coraggioso quello del parroco di Sant’Onofrio (Vibo Valentia) che ha impedito ai galantuomini di portare la Madonna in processione spezzando la convinzione delle famiglie della ‘ndrangheta di guadagnare rispettabilità per una sorta di “investitura divina”. “Finché ci sarà mescolanza – afferma Dalla Chiesa –vincerà sempre la mafia,per questo la separatezza va messa al primo posto”.

_______________________________________________


INIZIATIVE “AMICO MUSEO” 2010 A RIO NELL’ELBA

Anche il Comune di Rio nell’Elba aderisce all’iniziativa “Amico Museo 2010”, promossa dalla Regione Toscana. Il Comune aderisce in collaborazione con il Museo Archeologico del Distretto Minerario e la Casa del Parco di Rio nell’Elba “Franco Franchini”.

Si informa inoltre che l’escursione prevista per venerdì 14 maggio, organizzata dalla Casa del Parco di Rio nell’Elba è rinviata a sabato 15 e integrata nell’iniziativa “Amico Museo 2010”.

Il programma è il seguente:
venerdì 14 maggio  ore 11.00 Museo Archeologico del Distretto Minerario, visita guidata per i ragazzi delle scuole dell’Elba orientale e lezione aperta al pubblico, da titolo “Rio nell’Elba tra storia e natura”, a cura del prof. Franco Cambi dell’Università di Siena
sabato 15 maggio ore 16,30 “Rio nell’Elba tra storia e natura”, escursione guidata nel paese e nei dintorni, visita guidata al Museo Archeologico, a cura di Cinzia Battaglia, guida ambientale ed esperta del territorio.

Per partecipare all’iniziativa è necessario prenotare alla Casa del Parco di Rio nell’Elba, tel. 0565 943399 (venerdì e sabato ore 10.00-13.00, pomeriggio 16.00-19.00), Comune di Rio nell’Elba 0565 943428 ( giovedì ore 9.00-13.00, 15.00-18.00).

___________________________________________

UNA SFILATA DI ABITI E PARRUCCHE AL MARINA DI SALIVOLI

Una sfilata di abiti e parrucche contro il tumore della mammella. Giovedì 13 maggio alle ore 16 al porto Marina di Salivoli, presso il ristorante “Balestra mare”, si svolgerà una sfilata organizzata dall’associazione “Sempre donna”, con il patrocinio del Comune di Piombino.
L’iniziativa è in collaborazione con alcuni esercenti commerciali di Piombino.

_____________________________________________

AL VIA LA RACCOLTA FIRME DEI REFERENDUM IN VAL DI CORNIA

Tre quesiti referendari per  far tornare l’acqua ad essere  un bene  di tutti. Un bene comune. Contemporaneamente anche l’Italia dei Valori Giovedì pomeriggio in piazza Gramsci inizierà la raccolta delle firme su acqua, legittimo impedimento e nucleare. La raccolta proseguirà per tutto il mese di Maggio il Giovedì pomeriggio e i Sabati pomeriggio sempre in piazza Gramsci.

Il comitato  Piombino Val di Cornia per l’acqua pubblica  rende note  le prossime occasioni  in cui i cittadini potranno firmare per  sostenere la consultazione popolare.

Piombino:
Sabato 15 maggio dalle 15,30 alle 18,30 in piazza della Costituzione (lato farmacia) nell’ambito di Street ball per Haiti
Sabato 15 maggio , dalle 17 alle 19   presso la libreria La Fenice in via Petrarca durante l’incontro con Lidia Menapace

Venturina:
sabato 15 dalle 10 alle 12 alla Coop

San Vincenzo:
Venerdì 14 zona pedonale dalle 16 alle 19
Sabato 15 dalle 9,30 alle 12,30  durante il mercato settimanale

Suvereto
Domenica 23 maggio in piazza Vittorio Veneto dalle 10 alle 12
Lunedì 31 maggio durante il mercato settimanale dalle 9,30 alle 12.

Oltre ai punti di sensibilizzazione allestiti in occasione della raccolta delle firme,  il Comitato
sta organizzando due occasioni di approfondimento: venerdì 21 maggio alle 21 presso la saletta della delegazione comunale di Venturina e il 4 giugno a Piombino con il  passaggio della Carovana dell’acqua.

_______________________________________________

PIOMBIO:  RINNOVO DELLA CONSULTA DEGLI STRANIERI

Domenica 6 giugno, dalle 9 di mattina fino alle 20 di sera, i cittadini stranieri si recheranno alle urne per rinnovare i propri rappresentanti nella Consulta dei cittadini stranieri nel Comune di Piombino. Il 21 aprile scorso, infatti, l’ufficio elettorale del Comune ha avviato lo svolgimento delle procedure con l’indizione dei comizi elettorali.

Potranno votare tutti i cittadini stranieri non comunitari e apolidi che alla data di svolgimento delle elezioni siano residenti nel Comune di Piombino con iscrizione anagrafica nel Comune stesso da almeno 6 mesi. Non è elettore chi è in possesso anche della cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione europea.  L’elezione, per la quale saranno istituiti due seggi presso i locali del Centro Giovani,  avviene sulla base di liste programmatiche che dovranno essere presentate in Comune entro e non oltre le ore 12 del 21 maggio 2010.

Nella formazione della prossima Consulta, inoltre, verrà recepita la modifica al regolamento approvata dal consiglio comunale nel novembre 2009, che introduce la presenza obbligatoria del 50% della rappresentanza femminile nelle liste elettorali. Per garantire invece una presenza equa delle diverse nazionalità e aree geografiche, è previsto che a ciascuna area geografica che presenterà una lista spetterà un seggio. Qualora ci siano più liste per la stessa area geografica, il seggio verrà assegnato a quella con il maggior numero di voti.

La Consulta degli stranieri è stata istituita dal Comune di Piombino nel 2007. Ne fanno parte 7 membri, compreso il presidente e il vicepresidente, eletti in rappresentanza di aree geografiche diverse: Africa, Americhe e Oceania, Asia, Europa non comunitaria e apolidi. Il presidente della consulta, liberamente eletto all’interno di questo organo, può partecipare alle sedute del consiglio comunale, con facoltà di parola ma senza diritto di voto per mancanza di una legge nazionale in proposito. Il consigliere straniero può inoltre formulare interrogazioni, interpellanze, mozioni, emendamenti e proposte, secondo quanto previsto dal regolamento del consiglio comunale.
“Con l’istituzione della Consulta – specifica l’assessore alle politiche sociali Anna Tempestini – si riconosce agli stranieri il diritto di intervenire su tutte le questioni della vita amministrativa della città e non soltanto sui problemi che li riguardano direttamente. E’ un salto di qualità importante nel riconoscimento del diritto di cittadinanza agli stranieri, che va oltre una concezione meramente assistenzialista.”

Pur essendo un fenomeno piuttosto recente, l’immigrazione a Piombino negli ultimi anni è cresciuta notevolmente. Sono infatti più di 2000 i cittadini non comunitari regolarmente registrati all’anagrafe e residenti nel Comune.

____________________________________________________


VENERDÌ 14 MAGGIO CONCERTO GLI JONTAS AL CONCORDI

Ultimo appuntamento con la Mezzastagione al Teatro dei Concordi di Campiglia Marittima. Venerdì 14 maggio, alle 21.15, a chiudere la rassegna saranno gli Jontas con un concerto che propone in versione acustica le canzoni dei cd “IL BARO” (2009) e  “ALVISE” (1992), scritte da e con Claudio Jonta, il cantautore piombinese scomparso nel 1979, al quale il Comune di Piombino ha intitolato recentemente una strada.
“Ci guardiamo intorno e questo mondo non ci piace. Qualcuno ha barato. Ciascuno può decidere chi è il suo baro, forse lui stesso, forse altri, ognuno ha un baro a cui rivolgere le sue proteste e a cui imputare le sue disillusioni. Noi crediamo che i bari che Claudio cantava siano ancora oggi gli stessi di allora”.
Il contenuto dei testi, pur con gli inevitabili ritocchi e aggiunte, rispecchia fedelmente il messaggio originario e sono di un’attualità sorprendente, nonostante i trent’anni trascorsi dalla loro prima composizione.

Gli JONTAS: Pietro Sabatini: voce, chitarra, bouzuki, basso acustico.
Componente dello storico gruppo di musica irlandese Whisky Trail e del personale progetto Peter Cam.
Massimo Panicucci: voce, chitarra, armonica
Già autore e membro dei Lucky Strike e poi della Compagnia Angeli del Non-Dove, con i quali ha pubblicato alcuni lavori musicali.
Federico Botti: voce, chitarra
Cantautore, ha realizzato vari album ed un 45 giri a suo nome, con i Lucky Strike e con la band livornese Acquaforte.

Venerdì 14 maggio, ore 21:15, Teatro dei Concordi di Campiglia Marittima (LI). Biglietti: euro 10 – 8 – 5;  Info e prenotazioni: 0565 837028.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.5.2010. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 10 giorni, 20 ore, 38 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it