NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 2 MARZO 2020

RIFONDAZIONE: SUL BILANCIO, “MA CHE FINE HANNO FATTO I GARANTI DELLA SINISTRA?”

Riceviamo e publbichiamo da Rifondazione Comunista Piombino.

La Corte dei Conti rileva un disavanzo di amministrazione di quasi 500.000 euro, imputabile alle amministrazioni precedenti ( anni 2015 e 2016), per il quale deve essere presentato un piano di rientro entro 60 giorni.

Il Sindaco e la Giunta, fra le altre cose, decidono di abbassare il tetto di esenzione  dell’addizionale IRPEF da 20.000 euro a 10.000 euro, ignorando il fatto che il PIL di questa città  è  a zero, che ci sono cassaintegrati e  lavoratori precari a iosa,  e quindi “fa cassa” con gli ultimi, mantenendo l’aliquota unica dello 0,8 per tutto il resto del mondo, ovvero per chi ha un reddito da 10.001 a 200.000 euro, se si coglie la sottile differenza. Questa è la tipica soluzione di destra, per la quale si dà un taglio orizzontale a tutto vantaggio dei redditi più alti, stile la salviniana flat tax.

Non sarebbe forse stato meglio mantenere il tetto  di esenzione dei 20000 euro e aumentare progressivamente l’aliquota per i redditi superiori? La progressività è la garanzia dell’equità, a nostro avviso. Inoltre, per giustificare questo “ piccolo sacrificio” si afferma che 80/100 euro da pagare in più  per il cittadino sono irrilevanti. Purtroppo non è così perché vista la situazione socio economica di questo territorio dove una fabbrica è sostanzialmente chiusa da anni, dove il mercato immobiliare è crollato, dove i consumi interni sono al limite della sopravvivenza e dove di conseguenza anche il settore del commercio è in caduta libera,  80/100 euro rappresentano la spesa al supermercato per una famiglia media di una o due settimane. Il cambio di marcia è chiaro, ed anche il senso.

Il Direttivo del Circolo PRC PIombino

Il Gruppo Consiliare PRC Piombino

___________________________________

JSW: OGGI NUOVO VERTICE AL MISE SUL PIANO INDUSTRIALE

La riunione sullo stabilimento di Piombino di Jsw Steel (ex acciaieria Aferpi) che doveva tenersi al Mise il 26 febbraio, saltata per corona virus, si terrà oggi 2 marzo 2020.

Lo hanno annunciato Paolo Carli della Rsu Fiom Cgil e il segretario provinciale livornese del sindacato David Romagnani. La riunione servirà per esaminare la richiesta di proroga di 4 mesi per la presentazione del piano industriale relativo all’acciaieria avanzata a fine gennaio da Jsw Steel.

________________________

MISERICORDIA PIOMBINO: NUOVO MEZZO PER IL TRASPORTO DISABILI

Alla Misericordia di Piombino è stato consegnato un mezzo attrezzato per il trasporto di diversamente abili. La cerimonia, nell’ambito dei ‘Progetti del cuore’, di cui è presidente Annalisa Minetti, si è tenuta in piazza Manzoni.

Erano presenti i commercianti ed i professionisti che hanno sostenuto il progetto e che hanno ricevuto l’attestato di riconoscimento consegnato dalla responsabile regionale di Ada Donati e dal governatore della Misericordia di Piombino Luigi Coppola. Il sindaco Francesco Ferrari ha tagliato il nastro inaugurale ed il correttore della Misericordia di Piombino Don Mario Magni, come da tradizione, ha benedetto il Fiat Doblò ricevuto.

Nel suo intervento il sindaco Ferrari ha ringraziato la Misericordia e tutte le associazioni che giornalmente si prodigano al servizio della comunità. Il governatore Coppola ha ringraziato «Progetti del cuore« e tutti coloro che hanno finanziato il progetto, nonchè volontari e dipendenti della Misericordia, che ogni giorno prestano il loro tempo per sostenere le persone che hanno bisogno del loro aiuto.

________________________

FRATELLI D’ITALIA: SU RIMATERIA SI COMPRENDONO I PIANI DELLA REGIONE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente da Fratelli d’Italia Piombino.

«La Regione Toscana ha sbloccato i conferimenti per Rimateria: ha stabilito l’ennesimo cronoprogramma per la messa a norma ma, intanto, ha consentito che il cono rovescio sia riempito di rifiuti provenienti da chissà dove continuando nel solco tracciato da chi ha ridotto Piombino nelle condizioni in cui versa oggi. Un provvedimento che scopre le carte e mostra quale sia la priorità per la Regione, certamente non la salute di un territorio e di chi lo abita.

Eppure i numeri parlano chiaro: la maggioranza dei cittadini ha accordato la propria fiducia al sindaco Ferrari, ha chiesto di non trasformare Piombino in un polo dei rifiuti, di impegnarsi per rilanciare la città in un ottica sostenibile e il sindaco Ferrari ha tenuto fede agli impegni presi. Ora Navarra, uno dei soci privati seduti al tavolo del Cda Rimateria grazie alle politiche illuminate delle precedenti amministrazioni, tenta di intimidire l’attuale giunta e la città intera presentando una causa infondata, lamentando la perdita di utili di cui non v’era certezza fin dall’inizio dato che, quando Navarra ha acquistato le quote, il progetto di raddoppio non era ancora sicuro. Si tratta solamente di un atto intimidatorio nei confronti di un’amministrazione che ha dato prova della volontà di differenziarsi dalle precedenti, di pensare davvero al bene comune e di farlo con gli strumenti legittimi che aveva a disposizione.

“Piombino – continua Fratelli d’Italia- non si ferma e non si fermerà neanche di fronte a questo genere di atti, prima di tutto devono essere tutelati i cittadini e la città”.
Oltretutto andremo a verificare con l’aiuto di alcuni esperti la situazione finanziaria nei vari anni della società per verificarne la salute, e metteremo in campo tutte le azioni possibili per chiudere definitivamente quell’enorme montagna di rifiuto che poco onora la bellezza della nostra città».

FDI PIOMBINO

______________________________

FABIO CHETONI NUOVO DIRETTORE DELLA ZONA DISTRETTO DELL’ELBA

Portoferraio – Fabio Chetoni è stato ufficialmente nominato Direttore responsabile della Zona distretto dell’Elba. La nomina è stata formalizzata nei giorni scorsi con la pubblicazione della apposita delibera, dopo l’intesa raggiunta a metà febbraio con la Conferenza dei sindaci integrata della Zona distretto dell’Elba. Il nuovo direttore è entrato in carica per tre anni a partire dal 1 marzo scorso.

Livornese, laureato in farmacia all’università di Pisa e specializzato in farmacia ospedaliera all’Università di Modena, Chetoni dal 1999 lavora come dirigente nelle strutture Asl dell’isola. Dal 2012 ad oggi ha svolto il ruolo di coordinatore delle attività farmaceutiche della Zona distretto Elba.

_____________________________

FESTA DELLA DONNA AL CONCORDI CON “LIBERE DONNE”

“Libere donne” è il titolo dello spettacolo che venerdì 6 marzo 2020 il Comune di Campiglia Marittima, la Fidapa San Vincenzo-Val di Cornia e il Teatro dell’Aglio presentano per celebrare la Festa della donna.

Rita Levi Montalcini, la Principessa Soraya, Samantha Cristoforetti, Caterina da Siena, Tina Modotti, Angelica Palli, Carla Voltolina, Elisabetta Sirani sono le 8 donne simbolo di emancipazione, talento e forza di carattere che nell’occasione prenderanno vita al Teatro dei Concordi di Campiglia Marittima (ore 21.15). A vestire i panni di queste protagoniste femminili che hanno segnato la nostra storia saranno le attrici del Teatro dell’Aglio Kim Amelotti,
Delia Demma (entrambe socie Fidapa), Albertina Gasparoni, Gloria Mattanini, Loretta Mazzinghi, Emilia Natoli, Simona Taddei e Annalisa Vinattieri.

La serata, a cui tutti sono invitati a partecipare, sarà introdotta dalla Sindaca di Campiglia Marittima, Alberta Ticciati, e dalla Presidente della Fidapa di San Vincenzo Val di Cornia, Luana Fiorini.

Per la regia di Maurizio Canovaro, Libere Donne è uno spettacolo nato nel 2018 quando Serena Dandini propose a Firenze il festival L’eredità delle donne, creando parallelamente anche un festival off che ha fornito lo spunto per scrivere e mettere in scena questi monologhi teatrali su donne che sono diventate protagoniste del loro tempo, spesso ponendosi al di fuori delle convenzioni. I testi, tutti intensi ed emozionanti, sono stati scritti dalle socie di EWWA (European Women Writing Association), associazione di donne che operano nel mondo dell’editoria o che con essa si cimentano solo per passione.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.3.2020. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 21 giorni, 10 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it