NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 27 GENNAIO 2019

COMITATO SALUTE: NON VENDETE PRIMA DELLA SENTENZA DEL GIUDICE

Sui social è apparsa la notizia che il 30 Gennaio si procederà alla vendita del 30% delle azioni di Rimateria alla Navarra SpA. Il Comitato salute, che si è pagato da solo il ricorso al tribunale di Livorno, mette le mani avanti con il Comune di Piombino.

«Anche se è chiaro ormai da tempo che c’è chi è disposto a tutto pur di portare a casa questo risultato, non credevamo possibile che la SpA Rimateria (la cui maggioranza delle azioni è ancora posseduta dal Comune di Piombino) potesse ignorare nella sostanza il pronunciamento del 29 dicembre scorso del Consiglio Comunale di Piombino, che approvò una sospensione di 60 giorni per la vendita delle azioni in modo da permettere al Comitato promotore del referendum di fare ricorso contro la sua bocciatura.

In base a questa sospensione, il Comitato ha proceduto a presentare ricorso con procedimento d’urgenza ex art 700, per il quale c’è già stata il 24 gennaio l’udienza innanzi al Giudice dott. Cardi del Tribunale di Livorno: l’Avvocato Grassi, che rappresenta il Comune di Piombino, non è stato in grado di produrre i documenti richiesti (lo Statuto di ASIU e in particolare le norme che regolano la nomina dei legali rappresentanti della stessa municipalizzata), motivo per cui il Giudice gli ha concesso un giorno di tempo per depositarli. Il dibattimento è già concluso e il Giudice si pronuncerà nel giro di quattro o cinque giorni, trattandosi appunto di un procedimento di urgenza ex art. 700.

Perché allora il Comune si affretta a vendere, tentando di farlo prima del pronunciamento del Giudice, che pure è così imminente? E addirittura senza rispettare la sospensiva di 60 giorni?

Già, perché vorremmo ricordare al Comune che essendo stato il provvedimento di sospensiva notificato al Comitato Promotore a mezzo di messo notificatore in data 7 dicembre 2018, il termine di 60 giorni scadrà solo il 5 febbraio 2019.

Vendere prima del pronunciamento del Giudice e senza rispettare il termine della sospensiva concessa dal Consiglio Comunale significherebbe davvero calpestare ogni diritto democratico, mortificando e disattendendo le deliberazioni del Consiglio Comunale e mostrando di non tenere in nessuna considerazione tutti quei cittadini che proprio sulla base della sospensiva deliberata, autotassandosi, hanno ritenuto opportuno fare ricorso contro la bocciatura del referendum relativo alla vendita delle quote di RiMateria ai privati. O dobbiamo pensare che la volontà del socio di maggioranza, che dovrebbe rappresentare gli interessi pubblici, già ora non conta assolutamente nulla per la SpA RiMateria?

Ci teniamo poi a precisare che il Comitato è assolutamente contrario anche all’ampliamento della discarica, ma che per impedire tale ampliamento si è ritenuto opportuno, più che fare ricorso contro la bocciatura del referendum, attendere che la Regione decida se dare o meno la Valutazione di Impatto Ambientale (cosa da non dare per scontato, a nostro avviso), per procedere poi all’impugnazione della stessa nelle sedi opportune».

Comitato Salute Piombino

__________________________

SENOLOGIA. SERVIZIO CONFERMATO OGNI GIOVEDÌ

Nessuna chiusura dell’ambulatorio di senologia a Piombino. Da giovedì prossimo infatti, il servizio riprenderà regolarmente con aperture regolari una volta alla settimana.

Questo il risultato del lavoro svolto dal dottor Campana – afferma l’assessore alle politiche sociali Margherita Di Giorgi – che da lunedì scorso, quindi prima che la notizia fosse divulgata, si è fatto carico della questione e ha avvertito le pazienti della ripresa dell’attività.[…]

Ribadiamo pertanto tutto il nostro impegno a mantenere e a migliorare i servizi a beneficio della cittadinanza, così come abbiamo sempre fatto.”

______________________________

SPIRITO LIBERO: AFFITTI CONCORDATI, ORA RISORSE PER NUOVE EMERGENZE

Il protocollo d’intesa per i canoni concordati firmato dal Comune di Piombino e le organizzazioni sindacali di proprietari e inquilini è senz’altro una notizia positiva, che denota un grande lavoro degli uffici comunali, ma che arriva con ben 4 anni di ritardo dal precedente accordo che non era di gradimento delle rispettive parti e quindi non veniva più attuato.

Ai primi di gennaio il capogruppo di Spirito Libero per Piombino Daniele Massarri aveva a tal proposito presentato un ordine del giorno proprio per sollecitare il Comune a concludere tale accordo, anche per gli effetti positivi che esso avrebbe potuto avere sul bilancio comunale. Infatti tale accordo è la precondizione per poter utilizzare le risorse previste nel decreto ministeriale del 30.03.2016 che disciplina il “Fondo Nazionale destinato agli inquilini morosi incolpevoli” e che consente di destinare un contributo statale fino ad € 12.000 a ciascun inquilino che, per l’appunto, versi in stato di morosità incolpevole e rispetti determinati requisiti reddituali. In questo modo si risparmierebbero risorse del bilancio comunale che potrebbero essere destinate ad altre emergenze sociali.

A questo proposito, sempre con Daniele Massarri, presenteremo nel prossimo consiglio un nuovo ordine del giorno per impegnare il Comune a destinare risorse per poterle realizzare, di concerto anche con la Usl che già organizza luoghi di prima accoglienza, le cosiddette “case rifugio”, ossia abitazioni dove le donne vittime di violenza familiare e non possano, per un certo periodo, trovare ospitalità nella fase di separazione con l’ex partner, in attesa di ricostruirsi una vita autonoma. Tema anch’esso, purtroppo, di grande attualità anche a Piombino sul quale esiste un grave ritardo che va sicuramente colmato.

____________________________

IL PD DI SUVERETO VERSO LE AMMINISTRATIVE

Il Partito Democratico di Suvereto ha avviato da mesi un lavoro di confronto con la comunità locale. Un metodo di lavoro che proseguirà nelle settimane che stanno davanti a noi e in modo non formale, ne retorico. L’operazione a cui stiamo lavorando è un processo di costruzione di proposte che partendo dai valori e le idee del centro sinistra è aperto  ai contributi di tutta la società nelle varie forme, a partire da quelli individuali di singoli cittadini a quelli provenienti da forme associative per il  mondo del lavoro, delle professioni, del territorio, dell’ambiente, della cultura, dell’istruzione, della sicurezza sociale e della salute.

La crisi dell’attuale maggioranza che ha portato alla non ricandidatura di Parodi è essenzialmente legata all’azione politica e amministrativa compiuta: un conto è criticare e un conto è governare. L’inadeguatezza che si è manifestata ha portato a non affrontare i problemi di crescita e di tenuta sociale del comune, producendo un dibattito tutto interno alla lista di maggioranza, a rapporti tra persone che hanno poco a che vedere con l’interesse generale di Suvereto e dei suoi cittadini.

Per questo oggi è necessario ripartire con ampia apertura. Di questo sentiamo il peso e la responsabilità essendo consapevoli che le forze della sinistra e del centro sinistra sono importanti, ma occorre fare uno scatto in avanti aprendosi in modo non formale alla società, con umiltà e senza la pretesa di primogeniture.

Lo faremo nella costruzione del programma proseguendo con gli incontri nei tavoli aperti tematici dove ogni cittadino può partecipare. Lo faremo in sede di costruzione della lista dove insieme agli esponenti del mondo democratico e di sinistra ci saranno indipendenti, competenze specifiche e giovani. Lo faremo in luogo della scelta del candidato Sindaco. La candidatura sarà il punto finale e di approdo di un obiettivo politico di fondo: riunire la comunità di Suvereto dopo anni di divisioni, aprirla ad un ruolo nuovo e da protagonista in Val di Cornia, puntare a proposte di crescita economica, sociale e culturale. Per questo il PD si metterà realmente e non retoricamente al servizio di un processo più largo di noi perché questa è l’esigenza di Suvereto e dei suveretani.

Su queste basi e su un programma chiaro e fattibile, siamo pronti ad accogliere tutti i contributi, anche critici, di quanti pensano che occorra un cambiamento vero e non solo fondato su una contrapposizione tra fazioni che non interessa a nessuno e che dobbiamo superare per la costruzione di un progetto amministrativo forte, inclusivo, credibile, di qualità e di segno progressista.

________________________

PIOMBINO: ULTIMO CONCERTO DELLA RASSEGNA “DOMENICA IN MUSICA”

Domenica 27 gennaio alle ore 16,30 presso il museo archeologico di Cittadella, sala dell’anfora argentea, ultimo appuntamento della rassegna  “Le domeniche in musica” organizzata dal Comune di Piombino, biblioteca Falesiana, insieme all’associazione Etruria Classica,  Fondazione Toscana Spettacolo,  in collaborazione con Parchi Val di Cornia.

L’evento sarà dedicato alla giornata della  memoria con letture a tema a cura di Elisa Cecilia Langone.  Le letture saranno alternate a brani musicali eseguiti dal Duo Mirco Cristiani (oboe) e Silvia Gasperini (pianoforte) che proporranno musiche di Besozzi, Scarlatti, Bach, Debussy, Kalliwoda.

Il duo Cristiani- Gasperini nasce negli anni ’80 all’Istituto Musicale “P. Mascagni“ di Livorno e successivamente alla Scuola di alto Perfezionamento Musicale di Fiesole. Negli anni ’90 sono fondatori e esecutori nell’“Ensemble ‘600” Quartetto Barocco, con il quale vincono una borsa di studio alla Scuola di Musica di Fiesole per i corsi annuali di musica antica da camera, tenuti dal
M° A. Fedi. Contemporaneamente svolgono attività concertistica in molte città italiane. Negli anni ottengono riconoscimenti importanti a concorsi internazionali e nazionali. Hanno collaborato e collaborano da anni con molti enti lirico sinfonici, per citarne alcuni tra i più conosciuti, L’Arena di
Verona, Il Teatro La Scala di Milano, il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro La Fenice di
Venezia, Il Teatro “Carlo Felice “ di Genova e Il Festival Pucciniano di Torre del Lago con
il quale effettuano tournèe in tutto il mondo, Cina, Nicaragua, Russia, Scozia, Olanda .

Cecilia Langone, attrice professionista della “Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi” di Milano ha fatto parte della Compagnia del Teatro Metastasio – Stabile della Toscana, lavorando con Paolo Magelli, Massimo Castri, Valerio Binasco, Marco Plini ed altri importanti registi in spettacoli di grande successo, con lunghe tournée in Italia ed all’estero.

Ingresso museo euro 4,00.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.1.2019. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    20 mesi, 24 giorni, 14 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it