NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 3 MARZO 2018

MAGONA: POSSIBILE IMPEGNO DEL GOVERNO PER UNA NUOVA LINEA DI VERNICIATURA

Roma – Incontro al Mise venerdì mattina con il ministro Calenda sul tema dello spostamento del reparto verniciatura a Genova da parte di Arcelor Mittal con il passaggio dell’azienda piombinese ad Arvedi, e del relativo trasferimento di 60 lavoratori piombinesi.

Presenti all’incontro i sindacati e il sindaco Massimo Giuliani, il consigliere del presidente della Regione Toscana, Gianfranco Simoncini, i rappresentanti di Arcelor Mittal Europe nelle persone di Matthieu Jehl ammistratore delegato e di Leandro Nannipieri.

“I nostri lavoratori e sindacati hanno rappresentato in maniera chiara e ferma le ragioni sociali, industriali e tecniche, per cui non è accettabile che la vicenda Taranto passi sopra i lavoratori di Piombino – ha dichiarato il sindaco Giuliani – Il ministro è stato come sempre ineccepibile, indicando la necessità di riconvocare un tavolo nei primi giorni della settimana questa volta con Arvedi.

Le questioni sul tappeto sono infatti due – ha aggiunto il Sindaco di Piombino – la questione sociale con la necessità di impedire il trasferimento di 60 lavoratori dalla fabbrica piombinese, e la questione industriale.  Si tratta infatti di lavoratori altamente specializzati e la verniciatura rappresenta circa il 25/30 per cento di produzione.

In presenza dunque di un piano industriale e occupazionale valido, e in caso di interesse in questo senso da parte di Arvedi, il governo potrebbe anche valutare la possibilità di sostenere investimenti per realizzare un nuovo reparto di verniciatura a Piombino.

Si tratta di una proposta da valutare e che dimostra l’impegno da parte di tutti i soggetti istituzionali, governo in primis, nel sostenere i territori”.

Fonte: Comune di Piombino

_______________________________

CAMPIGLIA: DIECIMILA ELETTORI IN LEGGERO CALO RISPETTO AL 2013

Nel comune di Campiglia Marittima alla Camera voteranno 10.288 elettori, erano 10606 nel 2013. In calo anche al Senato: 9661 contro i 9991 del 2013. Voterà anche una centenaria, la signora Anadì, mentre il più anziano fra gli uomini, il sognor Luigi ha 98 anni. Due i diciottenni che hanno compiuto gli anni a fine febbraio: Diletta e Alessio i più giovani.

Per la prima volta si recheranno alle urne 103 elettori, mentre 1078 per la prima volta vaoteranno al Senato. La sezione più numerosa (1013 elettori) è la n. 7, alle scuole medie di Via Gorizia 7, a Venturina Terme. La sezione meno numerosa è invece la n. 2 (512 elettori), alle scuole medie di via Vittorio Veneto, a Campiglia.

______________________________________

LIVORNO: NUOVA AGGRESSIONE AI DANNI DELLA LEGA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

“Nella serata di ieri si è tenuto presso il teatro della “Goldonetta” l’ultimo appuntamento elettorale della Lega Nord. Presenti il nostro candidato al collegio uninominale per la Camera dei Deputati di Livorno ed i candidati al Senato Prof. Bagnai ed alla Camera dei Deputati, circoscrizione proporzionale Livorno-Pisa, Prof. Borghi. L’evento, ben partecipato, è stato tuttavia funestato da un preoccupante episodio.

Un giovane, non iscritto alla Lega ma che sta aiutando i nostri candidati, stava recandosi ad assistere all’incontro pubblico quando, in prossimità dell’ingresso, è stato raggiunto da uno o più pugni al volto sferrati da uno dei contestatori che stazionavano nei presso dell’ingresso. L’assalitore si è poi velocemente allontanato, pare, con l’aiuto di altri “compari”.  Esprimiamo anzitutto la tutta la nostra vicinanza al giovane ferito (con 5 gg di prognosi) informando che la Lega si metterà a disposizione per l’assistenza legale del caso contro chiunque verrà identificato come autore dell’episodio e/o complice dell’aggressione e della fuga.

Circa la valutazione dell’ennesimo episodio di violenza contro una iniziativa politica, chiediamo a tutte le Autorità giudiziarie ed istituzionali preposte il massimo sforzo affinché simili violenti personaggi vengano identificati, posti in sicurezza e puniti secondo legge nonché, infine, obbligati a risarcire i danni alla persona colpita se non anche alla città di Livorno. Infatti, questo delitto segue di sole poche ore l’aggressione ad un altro militante di partito, in questo caso gravemente ferito mentre stava svolgendo affissione elettorale in centro città.

La nostra città assurge all’attenzione delle cronache per il solo comportamento antidemocratico di pochi criminali i quali, scientemente, vanno realizzando il sistematico contrasto al diritto di espressione ed all’esercizio dell’attività politica. Livorno non è questa! E Livorno, intanto, risponderà nell’urna, spazzando via simili persone ed il loro triste ricordo.”

Segreteria Provinciale Lega Nord

______________________________________

NUOVE IMPRESE. AVVISO PER AREE PRODUTTIVE E TURISTICO-RICETTIVE

Il Comune di Piombino partecipa al programma di attrazione investimenti promosso da Regione Toscana, Anci, Comuni e città metropolitana di Firenze nell’ambito della rete Invest in Tuscany, con l’obiettivo di promuovere opportunità di localizzazione e investimento sul territorio.

A tal fine il settore Sviluppo economico del Comune di Piombino, dopo il primo annuncio del giugno scorso, ha pubblicato un nuovo avviso pubblico, non vincolante, con il quale promuove un’indagine conoscitiva per rilevare la disponibilità di aree e immobili non  solo a destinazione industriale, produttiva, artigianale e commerciale ma anche a destinazione turistico-ricettiva che potrebbero essere utilizzati per l’insediamento di nuove attività imprenditoriali.  L’obiettivo è quello di creare una banca dati a disposizione dei possibili investitori promuovendo l’attrazione di investimenti sul territorio anche attraverso il supporto della rete Invest in Tuscany.

All’avviso pubblico dunque potranno partecipare tutti i proprietari  di aree o edifici che possano essere utilizzati a questi scopi, compresi quelli turistici e ricettivi,  e che siano intenzionati a venderli o ad affittarli.

Il termine per la presentazione delle disponibilità è il 31 dicembre 2018. I soggetti interessati dovranno compilare una domanda e la descrizione della proposta localizzativa. Il tutto dovrà essere spedito al Comune di Piombino, settore sviluppo economico entro il termine indicato o via pec all’indirizzo comunepiombino@postacert.toscana.it.
Info: Settore sviluppo economica 0565 63362 – 63377.

_____________________________________

INCONTRO PUBBLICO RELATIVO AL PROGETTO #IONONDISCRIMINO 

Piombino (LI) – Martedì 6 marzo alle ore 16.30, al Circolo Arci Cotone, in via Guido Rossa 39, a Piombino, ci sarà “Lavoro e diritti. I profili dell’ antidiscriminazione”, un incontro aperto al pubblico relativo al progetto Fami #ionondiscrimino. Nel corso della manifestazione sono previsti alcuni interventi dei rappresentanti di Arci Toscana e del Centro di Ricerca Interuniversitario L’Altro Diritto. 

Il progetto #ionondiscrimino si pone l’obiettivo di riconoscere, prevenire e combattere le discriminazioni dirette e indirette, fondate su razza e origine etnica, nei confronti dei cittadini di Paesi Terzi. Tutto ciò attraverso l’ampliamento e il rafforzamento della capacità di intervento della Rete Antidiscriminazione Toscana, favorendo la partecipazione attiva dei cittadini di Paesi Terzi e delle associazioni che ne rappresentano gli interessi, in attuazione dell’art. 2 e dell’art.3 della Costituzione.

La Rete Antidiscriminazione Toscana mira a prevenire e a contrastare le discriminazioni etnico-razziali, nel quadro della lotta a tutte le forme di discriminazione costituita con il progetto FEI  – 2012 “Per un sistema toscano antidiscriminazione”. Il progetto è cofinanziato dall’Unione Europea all’interno del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020, capofila del
progetto è Anci Toscana, i partners sono Regione Toscana, Arci Toscana, Società della Salute dell’Area socio sanitaria grossetana, Unione dei Comuni della Valdera e Centro di Ricerca Interuniversitario L’Altro Diritto, in collaborazione con l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali. L’evento che si terrà il 6 marzo a Piombino sarà realizzato anche con la collaborazione del Circolo Interculturale Samarcanda.

________________________________________

TORNA LA TIRRENO-ADRIATICO A DONORATICO

Giovedì 8  marzo 2018 Donoratico farà da palcoscenico al transito della famosissima Corsa dei Due Mari. Si correrà infatti la seconda tappa della Corsa, con partenza da Lido di Camaiore per giungere al traguardo a Follonica. Sarà una Corsa dei Due Mari senza precedenti, vista la partecipazione dei più grandi campioni del pedale.

Giunta alla 53esima edizione, alla corsa parteciperanno 154 corridori in rappresentanza di 22 squadre. Al via ci saranno moltissimi tra i più grandi nomi del ciclismo mondiale tra cui l’intero podio del Tour de France 2017 e due terzi del podio di Giro d’Italia e Vuelta a España, con Chris Froome (vincitore di Tour e Vuelta), Tom Dumoulin (vincitore del Giro), Vincenzo Nibali (terzo al Giro e secondo alla Vuelta), Rigoberto Uran e Romain Bardet (rispettivamente secondo e terzo del Tour). E se non bastasse lotteranno per la Classifica Generale, tra gli altri, Fabio Aru, Richie Porte, Mikel Landa, Miguel Angel Lopez, Adam Yates, Rohan Dennis e Geraint Thomas.

Anche la lista dei cacciatori di tappe è di primissimo livello, a cominciare dal tre volte consecutive Campione del Mondo su Strada UCI, Peter Sagan, i suo rivali storici Greg Van Avermaet e Michal Kwiatkowski, Philippe Gilbert, Diego Ulissi, Edvald Boasson Hagen ed i velocisti Fernando Gaviria, Mark Cavendish, Caleb Ewan e Michael Matthews tra i molti nomi in lizza per una vittoria di tappa.

A Donoratico la corsa transiterà giovedì 8 marzo con orario circa dalle  14.45 alle 15.15 seguendo il seguente percorso:  S.P.N 39, Via Piave (contromano), Via Mazzini, Via del Mercato, S.P. 39 per San Vincenzo.

Tutte le informazioni più dettagliate, compresa la modifica alla viabilità, la cartina del percorso saranno pubblicate sul sito del Comune www.comune.castagneto-carducci.li.it a partire da lunedì 5 marzo.

__________________________________________

GELICHI: CERCHIAMO LA COMPATIBILITÀ FRA SALUTE E LAVORO

«Ascolta Piombino ritenne opportuna tre anni fa la prerogativa Jindal, fummo gli unici; era conveniente perché avrebbe garantito un futuro per la moderna siderurgia e la liberazione di aree industriali vicino alla città, da bonificare e rendere di nuovo produttive. La maggioranza preferì Cevital, tutti gli altri preferirono stare alla finestra, salvo poi criticare a nave affondata. Con Cevital dicemmo che era un errore affidare il futuro di un territorio a un unico imprenditore.

Non abbiamo cambiato idea tanto che anche il PD, con la mozione presentata contestualmente alla Variante Aferpi di dicembre, ha ritenuto: “… Di fronte ad una nuova procedura pubblica di assegnazione delle aree industriali, di valutare la possibilità di non riassegnare necessariamente a un unico soggetto privato il destino della riconversione produttiva delle aree industriali…”. Una mozione che riteneva necessaria la presa in carico pubblica delle aree dismesse, quindi la concreta possibilità di gestire sia le bonifiche sia la riconversione delle aree industriali con risorse pubbliche e private, anche con finalità turistico culturali.

La mozione auspicava un Nuovo Accordo di Programma con priorità chiare, le bonifiche, la questione infrastrutturale viaria e ferroviaria e quella immateriale della formazione, canalizzando le risorse su obiettivi predeterminati.

Domani forse verrà Jindal, ancora non sono note le finalità concrete, ma la nostra speranza è di poter rendere finalmente compatibile la grande industria con la città, con l’auspicio di alimentare quella coscienza ambientale che a fatica inizia a prendere consapevolezza anche in questo territorio. Siamo a un bivio e serve una politica che abbia il coraggio di guardare lontano, proprio come i contenuti di quella mozione, che tutta la maggioranza con Ascolta Piombino ha votato in Consiglio. Il futuro della Val di Cornia, non può ancora una volta piegarsi a logiche novecentesche per poi rammaricarsi domani di come avremmo potuto essere».

Riccardo Gelichi
Portavoce Ascolta Piombino

_____________________________________

FINANZIATO PROGETTO DI TUTELA DELLA COSTA PER SAN VINCENZO

Dopo l’approvazione del progetto esecutivo da parte del settore VIA della Regione Toscana e avendo adempiuto a tutti i passaggi formali per procedere all’esecuzione dei lavori si completa anche l’ultimo passaggio sicuramente il più importante e cioè il finanziamento del progetto di tutela della costa che vedrà la risoluzione dei problemi di erosione della spiaggia a sud del porto di San Vincenzo.

Nei prossimi giorni, sarà anticipato da Regione Toscana il contributo erogato dal Ministero dell’Ambiente per l’esecuzione dei lavori di Difesa della costa come prescritto nell’accordo di programma firmato a San Vincenzo nei primi giorni dell’anno tra l’Assessore all’Ambiente della Regione Toscana Federica Fratoni ed il Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare on. Silvia Velo.

Con l’assegnazione del finanziamento l’Amministrazione Comunale di San Vincenzo provvederà in tempi brevi alla pubblicazione del bando di gara per l’aggiudicazione dei lavori di Difesa della Costa.

I lavori come specificato nel progetto dovranno avvenire via mare, e cioè con mezzi marittimi che trasporteranno e depositeranno il materiale necessario all’allargamento e la rimodulazione della barriera soffolta.

Successivamente si procederà al ripascimento di sabbia, secondo le direttive fornite dalla Regione Toscana e dall’ Università di Firenze.

Si conclude così un accordo di collaborazione stipulato tra Comune di San Vincenzo, Regione Toscana e il Ministero dell’Ambiente per il finanziamento del progetto, portato avanti con costante impegna dell’ Amministrazione Comunale e degli altri enti, in tempi record rispetto a quelli normali della Pubblica Amministrazione.

____________________________________

SOSPESA L’IMPOSTA DI SOGGIORNO SU APPARTAMENTI IN LOCAZIONE

San Vincenzo (LI) –  La legge finanziaria ha bloccato per il 2018 qualsiasi aumento di tutte le tasse e imposte comunali con l’unica eccezione dell’ imposta di soggiorno che, invece, poteva essere aumentata. Questa Amministrazione, nel proprio bilancio 2018, ha deciso di non apportare alcun aumento alla imposta di soggiorno. Per ulteriore precisazione, si ricorda che l’ imposta di soggiorno è pagata dai turisti e non tocca le tasche dei cittadini residenti.

Riguardo alla previsione dell’estensione dell’applicazione della suddetta imposta agli appartamenti destinati alla locazione breve, compreso la locazione turistica, il Sindaco Bandini precisa: “Ho ricevuto sollecitazioni da cittadini e rappresentanti delle agenzie immobiliari che hanno manifestato difficoltà sulle modalità di applicazione”.

Tale difficoltà è riferita soprattutto all’elemento centrale dell’imposta e cioè il ruolo dei gestori, privati o agenzie, individuati dalla norma quali responsabili del pagamento dell’imposta stessa.

Il quadro di riferimento normativo non è così chiaro e di immediata applicazione, in quanto non è stato ancora emanato né il regolamento ministeriale sull’applicazione dell’imposta, né quello regionale, anche in considerazione del fatto che la stessa legge regionale è stata impugnata e ad oggi è in attesa di sentenza da parte della Corte Costituzionale.

Il Sindaco Bandini quindi afferma: “In pieno accordo con la Giunta e il Gruppo di Maggioranza, ritengo necessario SOSPENDERE l’ APPLICAZIONE dell’ IMPOSTA di SOGGIORNO sugli APPARTAMENTI IN LOCAZIONE, proponendo al prossimo Consiglio Comunale l’adozione degli atti conseguenti”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.3.2018. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    11 mesi, 23 giorni, 15 ore, 55 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it