NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DELL’8 GENNAIO 2018

VENTURINA: OGGI ASSEMBLEA DI “POTERE AL POPOLO” PER LA LISTA ELETTORALE

Lunedi 8 gennaio, alle ore 18, presso la Saletta comunale di Venturina (Via della Fiera, 1), si svolgerà l’assemblea territoriale di Potere al Popolo Val di Cornia – Alta Maremma. All’ordine del giorno la creazione della lista elettorale che affronterà le imminenti elezioni politiche nazionali, in programma domenica 4 marzo.

Dopo le precedenti tre assemblee di dicembre (Piombino 5, Follonica 14 e Venturina Terme 27), nelle quali è stato presentato il progetto politico, si è discusso su eventuali modifiche al programma elettorale e si è creata una piccola struttura organizzativa, ora è giunto il momento di individuare delle persone capaci di rappresentare le istanze di Potere al Popolo. Questo confronto ha visto un passaggio preliminare all’interno del neonato gruppo politico, che presenterà le proposte all’assemblea, la quale deciderà in piena autonomia da chi sarà rappresenterà. Quello che insomma era stato promesso alla presentazione del progetto nell’assemblea romana di apertura (18 novembre) è stato mantenuto: le candidature saranno decise dall’assemblea, che ovviamente sarà pubblica e di libero accesso per chiunque.

Fatto il passaggio interno all’assemblea territoriale, ci sarà quindi un confronto con quella di  Grosseto, con la quale dovrà essere condiviso il nome delle e dei candidati per la compilazione della lista relativa al collegio uninominale della Camera dei deputati.

Saranno invece affrontate nei prossimi giorni le candidature riguardanti il plurinominale della Camera (con Grosseto, Arezzo e Siena), l’uninominale del Senato (con Grosseto e Livorno) e il plurinominale del Senato (con Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto e qualche comune del fiorentino).

I requisiti richiesti per ricevere una candidatura sono innanzitutto la parità di genere, un radicamento nel territorio, una coerenza chiara tra il curriculum del candidato e il programma elettorale. Un equilibrio tra quei settori che ci vedono impegnati socialmente: lotta allo sfruttamento sui posti di lavoro, ambiente, salute, diritti, cultura, servizi, movimento delle donne, casa, immigrati, beni comuni, internazionalismo, lotta per la pace, controinformazione, lotta alla repressione. Trovare poi un equilibrio fra le generazioni, e i soggetti sociali che promuovono la lista, oltre ad un’equa distribuzione territoriale al fine di esprimere al meglio l’articolazione del collegio.

_____________________________

PIOMBINO: VIDEOSORVEGLIANZA. IN ARRIVO NUOVI FINANZIAMENTI REGIONALI

Ventimila euro di contributi regionali per la sicurezza urbana. Il Comune di Piombino è stato ammesso, insieme ad altri Comuni toscani,  al finanziamento regionale per interventi di installazione, implementazione e adeguamento dei sistemi di videosorveglianza.

Il progetto prevede di continuare nell’opera di ammodernamento del sistema di videosorveglianza presente nel territorio comunale, dopo il guasto del 2016 al software che gestisce il sistema e che aveva portato già alla sostituzione di 7 telecamere delle 18 presenti e all’installazione di 2 nuovi apparecchi contro il vandalismo.

Con questi nuovi finanziamenti, il Comune si propone di continuare nel percorso di sostituzione delle telecamere ormai obsolete prevedendo la sostituzione degli altri 9 apparecchi che non erano stati sostituiti in precedenza e con la previsione di installarne altri 3 nel centro storico. Più precisamente, verranno sostituite 3 telecamere nella rotatoria tra via della Resistenza, via Unità d’Italia e via Matteotti; 2 in piazza Verdi (di cui una nuova); 2 all’intersezione tra via della Repubblica e via Lombroso; 2 in piazza Niccolini di fronte alla stazione ferroviaria, 1 in via Pisacane. Sono previste inoltre 2 nuove telecamere nel centro storico tra borgo alla noce, via Cavour e piazza Bovio. Gli apparecchi che saranno installati sono fissi in contenitori antivandali, dotati di un filtro automatico che permette di ottenere il massimo della qualità di immagine in qualsiasi condizione di illuminazione.

“Quello della sicurezza urbana, tra le altre cose, è stato un tema di lavoro all’attenzione dell’amministrazione comunale – afferma l’assessore ai lavori pubblici e alla sicurezza Claudio Capuano –  e queste nuove risorse sono davvero importanti per portare a termine il percorso avviato già da alcuni anni. Certo, la sicurezza nelle città non si rafforza esclusivamente con l’installazione di sistemi di videosorveglianza, ma una rete di telecamere, situate in posti strategici, può dare un contributo a una politica di azioni e di progetti complessivi finalizzati a migliorare la sicurezza in città”.
Dal 2004 l’amministrazione comunale ha avviato un sistema di azioni coordinate per migliorare la sicurezza: ha installato una centrale operativa capace di registrare le telefonate e gestire in maniera automatica le richieste di intervento e le varie segnalazioni; nei periodi estivi ha potenziato l’organico della Polizia municipale per far fronte alle maggiori presenze stagionali sul territorio; nel 2008 ha installato un sistema di videosorveglianza nei diversi punti della città; ha partecipato al Patto per la sicurezza tra Prefettura e Regione Toscana nel 2014; ha poi installato nel 2016 tre telecamere a lettura targa al Gagno e telecamere mobili per implementare e integrare il sistema di videosorveglianza già esistente.

___________________________________

ULTIMI GIORNI PER LE DOMANDE DI ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI PUBBLICI

Piombino (LI) – C’è tempo fino alle 13 del 15 gennaio per presentare le domande di assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, sulla base del bando in pubblicazione dal novembre scorso.

Possono partecipare tutti coloro che siano in possesso di cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione europea. I cittadini di altri stati hanno diritto di accedere se in possesso di permesso di soggiorno CE di lungo periodo o di carta di soggiorno ancora in corso di validità, oppure che siano titolari di permesso di soggiorno almeno biennale e, in questo caso che siano iscritti nelle liste di collocamento o esercitino una regolare attività di lavoro.
E’ richiesta inoltre la residenza anagrafica o attività lavorativa stabile ed esclusiva in Toscana da almeno 5 anni. Necessario inoltre che la situazione economica sia tale da non consentire l’accesso alla locazione di alloggi nel libero mercato adeguati alle esigenze del nucleo familiare. Questa situazione reddituale deve risultare quindi non superiore alla soglia di 16.500,00 euro di valore ISEE.
Altro requisito fondamentale l’assenza di titolarità o diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili a uso abitativo in Italia o all’estero. L’assenza anche di beni mobili il cui valore complessivo sia superiore a 25.000 euro.
Le domande di partecipazione al bando devono essere compilate sui moduli predisposti dal Comune di Piombino, disponibili presso l’Ufficio Casa e l’ufficio Urp in orario di ricevimento al pubblico. Una volta compilate, dovranno invece pervenire esclusivamente presso l’Ufficio casa del Comune o essere spedite a mezzo raccomandata postale all’indirizzo Comune di Piombino Servizio Politiche sociali Ufficio Casa, via Ferruccio 4 57025 Piombino (LI), oppure per posta certificata a: comune.piombino@postacert.toscana.it:
Il bando può essere scaricato anche dal sito internet del Comune: www.comune.piombino.li.it.

_____________________________________________

M5S FOLLONICA: VERSO LE ELEZIONI 2018

Riceviamo e pubblichiamo integalmente.

«La prima tappa follonichese verso le elezioni 2018 possiamo confermare essere stata un successo. La buona partecipazione dei cittadini alla Sala Tirreno, le tante domande rivolte ai nostri portavoce al Senato Sara Paglini e Nicola Morra e gli oltre 24.000 contatti alla diretta facebook danno dimostrazione che in un paese in cui l’astensionismo raggiunge quasi il 50% degli elettori c’è comunque ancora voglia di capire, di riflettere e di appassionarsi alla politica nella più positiva accezione del termine.

Da inizio del mandato istituzionale i parlamentari pentastellati non si sono mai sottratti al giudizio e alla valutazione delle piazze, nella stessa nostra città abbiamo avuto la visita di molti di loro, Alessandro Di Battista, Roberta Lombardi, Chiara Gagnarli, Bernini Paolo, Giuseppe L’Abbate e Alfonso Bonafede sono tra coloro che sono stati più presenti e coinvolti sul nostro territorio.

Quella del 03 gennaio è stata la prima di una serie di iniziative che speriamo di realizzare a Follonica insieme ai consueti banchetti informativi che a breve partiranno e che saranno presenti nel centro cittadino.

La principale azione del Movimento 5 Stelle di Follonica sarà volta a riavvicinare alla politica e all’interesse per la  cosa pubblica tutti coloro che si sono  dopo anni di disillusione.  Se faranno lo sforzo di ascoltare,  impegnarsi in prima persona e farsi propositori  di istanze nell’interesse di tutti, potremo aspirare ad avere  il nostro paese Italia e la nostra Follonica luoghi incantevoli in cui vivere.

Un messaggio, il Movimento 5 Stelle, vuole lanciarlo ai giovani ancora troppo disinteressati alla politica, ma che sono i primi che subiscono le scelte scellerate quanto del centro destra tanto del centro sinistra in materia di scuola, sanità, lavoro e ambiente. Proprio per questo il Movimento 5 Stelle di Follonica si rivolge ai giovani sia per fare dell’attivismo sia per ricoprire cariche di rappresentanza attraverso l’adesione alle autocandidature a consigliere comunale per il Comune di Follonica in previsione delle amministrative del 2019. In questo modo saranno gli stessi giovani ad essere artefici del proprio futuro togliendo la delega ad una classe dirigente incapace, inetta e disinteressata al bene delle nuove generazioni».

____________________________________

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.1.2018. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    14 mesi, 21 giorni, 3 ore, 33 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it