AFERPI: PASSATI ALTRI DUE MESI. UN’ALTRA PROROGA A REBRAB?

Piombino (LI) – A meno di 15 giorni dalla scadenza dell’ultimatum a Issad Rebrab sembra giunto, finita la trattativa con l’indiana Jindal, il momento dei mediorientali che sembra abbiano visitato lunedì lo stabilimento Aferpi accompagnati dall’AD Belikene, presumibilmente per cercare partner, perché  in base all’accordo stipulato con l’addendum, entro il 31 Ottobre Cevital dovrà presentare un nuovo e attendibile piano industriale, corredato da un piano certificato di finanziamento degli investimenti ed un eventuale partner industriale per il settore siderurgico, pena la cessione del contratto.

Per questo il sindacalista Graziano Martinelli della Fiom informa tramite social che la stessa “talpa” che gli ha comunicato che è stato aperto da Cevital un  dossier Aferpi presso un importante studio legale, gli ha anche svelato che ieri l’AD Benikene era in azienda con soggetti Mediorientali a cui ha fatto vedere lo stabilimento compreso l’AFO. Martinelli così commenta ha commentato la notizia: «Stanno sicuramente preparando con i vertici di Aferpi una BUFALA da mettere in pasto ai CREDULONI».

Sul fronte sindacale intanto Mercoledì 18 ottobre è il giorno della manifestazione che Fim, Fiom e Uilm della provincia di Livorno hanno organizzato davanti al Ministero del Lavoro a Roma, per denunciare la situazione dei lavoratori dell’indotto dello stabilimento Aferpi. Partenza autobus alle ore 6 dal terminal dei bus a Piombino e alle ore 6.20 da Venturina. Il programma prevede che a partire dalle ore 11 si terrà il sit-in davanti al Ministero del Lavoro sperando di ottenere risposte concrete sulle sorti dei lavoratori dell’indotto a seguito dello stallo dello stabilimento Aferpi.

Giovedì al Phalesia “Direttivo Aperto” dei delegati Fim, Fiom e Uilm a partire dalle ore 9.30, a tutti i lavoratori e a tutte le istituzioni, partiti e associazioni di categoria.

Intanto il Movimento 5 Stelle ha scritto una lettera aperta indirizzata al ministro dello Sviluppo economico Calenda per la questione Aferpi.

“Da quasi un decennio le industrie siderurgiche piombinesi stanno attraversando una complicata crisi, non stiamo a ripercorrere le varie fasi che hanno portato alla situazione odierna, fasi che peraltro lei ben conosce. Ci preme tuttavia sottolineare che anche l’ultima strada che ci era stata proposta, legata al gruppo Cevital, si è ormai rivelata impercorribile. […] Troppe volte ci è stata presentata la luce in fondo al tunnel e per troppe volte questa luce si è trasformata in una bolla di sapone”.

“[…] Prima della sopracitata scadenza, Lei avrà un incontro con la proprietà dell’azienda che in quella sede le presenterà la documentazione richiesta oltre ad un eventuale nuovo partner industriale.  Crediamo che sia doveroso e rispettoso nei confronti dei lavoratori e della città osservare la massima chiarezza e trasparenza, siamo quindi a chiederle di venire sul territorio a riferire gli esiti dell’incontro una volta avvenuto, nel più breve tempo possibile, in una pubblica assemblea, di fronte a lavoratori e cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.10.2017. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “AFERPI: PASSATI ALTRI DUE MESI. UN’ALTRA PROROGA A REBRAB?”

  1. Paolo

    Ma si procederà senz’altro a prolungare di un altro paio di anni la “Sorveglianza”, altrimenti il commissario Nardi, poverino, resterebbe disoccupato !

  2. lettrice

    No.nessuna proroga almeno quanto scritto on line. Questa storia deve finire in una maniera o altra. Basta.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 22 giorni, 6 ore, 42 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it