NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 10 MAGGIO 2017

I RISULTATI DELLA RACCOLTA ALIMENTARE COOP “DONA LA SPESA”

70,5 tonnellate di prodotti alimentari raccolti dalla colletta di Unicoop Tirreno “Dona la Spesa”. In Toscana raccolte 42,3 tonnellate.

Per il settimo anno consecutivo la colletta alimentare Dona la Spesa, svoltasi in 107 punti vendita di Unicoop Tirreno sabato 6 maggio, ha mostrato il grande sentimento di solidarietà di clienti, soci, volontari e dipendenti della Cooperativa che si sono prodigati a raccogliere generi alimentari da donare alle famiglie bisognose attraverso le oltre 150 associazioni onlus che operano nei diversi territori. Le 70,5 tonnellate raccolte rappresentano un vero e proprio record per l’iniziativa di solidarietà Coop.

La raccolta di quest’anno nei punti vendita Coop delle regioni in cui è presente Unicoop Tirreno (Toscana, Lazio, Campania, Umbria), si è conclusa con un totale di prodotti alimentari raccolti pari a 70,5 tonnellate per un equivalente di 140.000 pasti. Nei 62 punti vendita della Toscana sono state raccolte 42,3 tonnellate di prodotti incrementando di oltre 2 tonnellate il dato della raccolta 2016. La colletta alimentare Dona la Spesa è un esempio concreto di solidarietà locale che va a vantaggio dei singoli territori dove si attiva. Il buon esito di questa iniziativa è dovuto al fatto che le persone coinvolte sanno dove sono indirizzati gli aiuti, per cosa servono e da chi sono utilizzati.

Anche quest’anno si è messo in moto il sistema di attivismo sociale e solidale radicato nella Cooperativa che, per raggiungere dati di raccolta così importanti, necessita del lavoro di una squadra composta complessivamente da oltre 1.000 persone tra volontari delle associazioni territoriali (questo anno oltre 150 gruppi locali), soci e dipendenti Coop. Sono dati che parlano di incrementi riguardanti la raccolta, anche se naturalmente l’auspicio è che ce ne sia sempre meno bisogno dal momento che la colletta alimentare va a dare una mano a chi si trova in difficoltà e questo è purtroppo un dato sempre in crescita nei territori.

Nel punto vendita Coop di Piombino sono state raccolte 3 tonnellate di prodotti alimentari, di Venturina 1,9 tonnellate e di San Vincenzo 1,1 tonnellate
__________________________

UDC: L’INTRAMOENIA PER SCAVALCARE LE LISTE D’ATTESA PER LE OPERAZIONI UROLOGICHE

“La libera professione intramuraria chiamata anche “intramoenia” si riferisce alle prestazioni erogate al di fuori del normale orario di lavoro dai medici di un ospedale, i quali utilizzano le strutture ambulatoriali e diagnostiche dell’ospedale stesso a fronte del pagamento da parte del paziente di una tariffa”.

«Questo tipo di opportunità – Commenta Luigi Coppola – nasce con l’obbiettivo di poter permettere legittimamente ai pazienti di scegliersi i medici che preferiscono, un diritto a cui giustamente si può accedere con un costo. Una regolamentazione senza controllo di tale istituto però comporta una serie di problematiche tutt’altro che virtuose. Una delle questioni principali è l’utilizzo scorretto dell’intramoenia, permettendo impropriamente di saltare le lunghe liste d’attesa per la diagnostica ed anche per gli interventi in sala operatoria. Infatti, può accadere, che vi siano medici che durante lo svolgimento della libera professione in regime di intramoenia intercedano per i pazienti “paganti” a scapito degli altri, nonostante ciò non sia assolutamente consentito dalla norme vigenti. Una formula di mercimonio all’interno della sanità pubblica se non praticata correttamente, peraltro con un costo della visita specialistica di € 180,00, che dovrebbe essere una libera scelta, non certamente un espediente per ottenere un privilegio.

Ciò è accaduto ripetutamente nell’ambito dell’unità operativa di Urologia della provincia di Livorno, che dipende dalla direzione dell’unità operativa di urologia di Pontedera. Solleviamo la questione prima di tutto per una motivazione etica, ma soprattutto perché a farne le spese sono anche i pazienti della provincia di Livorno, fra i più disagiati nell’ambito regionale per le politiche sanitarie territoriali fortemente penalizzanti. Abbiamo ricevuto alcune segnalazione in merito pazienti, ovviamente certificate, ma la cosa che più ci ha colpito è che tale anomalia è praticata direttamente dal direttore dell’unità operativa di urologia di Pontedera, che a scavalco guida anche l’unità di tutti gli ospedali livornesi.

E’ inevitabile censurare tale pratica in ogni caso, ma se ciò avvenisse solamente nell’ambito dell’unità operativa di Pontedera, dovrebbe essere prerogativa dei pontederesi lamentare tali metodi, ma visto che si tratta anche di pazienti livornesi, ci sentiamo ancor più motivati ad intervenire. Abbiamo appreso che anche l’assessore regionale competente ed il direttore generale dell’Asl Nord-Ovest siano stati informati, l’auspicio è che intervengano, ed in particolare che liberino al più presto l’urologia livornese dall’ingerenza pontederese».

Luigi Coppola
Segr. Prov. UDC Livorno

_____________________________

 PIOMBINO: CONFERMATA LA BANDIERA BLU ALLA STERPAIA

Sono 342 le spiagge italiane ‘da sogno’, 49 in più rispetto allo scorso anno, con la Liguria al top. Sono le Bandiere Blu 2017 assegnate dalla Foundation for Environmental Education (Fee) a 163 Comuni e 67 approdi turistici che corrispondono a circa il 5% delle spiagge premiate a livello mondiale. L’anno scorso le spiagge italiane premiate in base ai 32 criteri di sostenibilità (dalla qualità delle acqua alla raccolta differenziata) sono state 293 e da 152 si è passati a 163 Comuni, 11 in più rispetto al 2016.

Confermata anche per il 2017 la Bandiera blu alla spiaggia della Sterpaia, nel Comune di Piombino. In Val di Cornia anche San Vincenzo.

Qualità delle acque, gestione delle risorse ambientali, qualità dei servizi alla balneazione, educazione ambientale sono i quattro parametri in base ai quali ogni anno si assegna la prestigiosa bandiera. La Bandiera è stata consegnata lunedì 8 maggio alla presenza del Presidente della Fee Italia Claudio Mazza nella sala convegni del Cnr di Roma.

Intorno a Bandiera Blu il Comune di Piombino ha sviluppato un vero e proprio metodo di lavoro innovativo che consente di gestire, in maniera integrata, tutte le problematiche relative alla Costa Est, lavorando in maniera coordinata con tutti gli attori che operano su questo ambito costiero: il Comune, la Capitaneria di Porto, la Società Parchi, Sei Toscana, il Consorzio Balneare, le strutture ricettive e di servizio e molti altri ancora.

“Siamo riusciti a migliorare anche i servizi legati al Piano collettivo di salvamento – commenta l’assessore Chiarei – con allungamento degli orari di sorveglianza e di dotazione di defibrillatori. Lo sforzo di un’intera comunità e dell’amministrazione per il mantenimento di questa certificazione  serve non solo a dare prestigio al territorio ma anche a generare quelle economie di cui proprio i balneari sono i primi a beneficiarne”.

______________________________

“UNA NOTTE AL MUSEO” AL TEATRO METROPOLITAN DI PIOMBINO

Giovedì 11 maggio, alle ore 21, la magia della storia raccontata dai personaggi più famosi che ne sono stati protagonisti, rivive al Metropolitan in UNA NOTTE AL MUSEO, spettacolo realizzato dal Teatro dell’Aglio e Kallima, in collaborazione con Prendi l’arte e mettila ovunque, a conclusione dei laboratori teatrali che, nel corso dell’anno, hanno coinvolto adulti, studenti e bambini.

Scritto da Tomas Vitirioni e diretto dai docenti dei laboratori Valentina Brancaleone, Renée La Tulippe e Daniele Gargano, lo spettacolo va in scena nell’ambito della Prima settimana del Patrimonio Culturale dedicata all’Antico Egitto ideata dall’I.S.I.S. Einaudi – Ceccherelli, promossa dal Comune di Piombino e sponsorizzata dal Rotary Club di Piombino. 32 allievi (dai 3 ai 18 anni), 13 studenti dell’Istituto Einaudi-Ceccherelli e 5 allievi del laboratorio per adulti racconteranno sul palcoscenico del Metropolitan una favola misteriosa, a tratti paradossale, che dimostra quanta vita si annidi nei profondi meandri di un museo.

Ospite d’onore della serata sarà l’egittologo Prof. Tamer Khalil che in questi giorni terrà una serie di conferenze nell’ambito della settimana del Patrimonio Culturale dedicata all’Antico Egitto. Le musiche dello spettacolo sono state composte da Marco Chiarei, i costumi sono stati ideati e realizzati da Lucia Fabiani.

Biglietto posto unico € 10 – ridotto sotto i 18 anni € 5

Per prenotare, telefonare allo 050 659298 – 3201544249. Oppure mandare una mail a info@teatrodellaglio.org

______________________________

MAGGIO DEI LIBRI 2017: LEGGIAMO INSIEME A VENTURINA

Nell’ambito del Maggio dei Libri, la campagna nazionale per valorizzare il contributo della lettura per la crescita personale del cittadino e lo sviluppo culturale e civile, ecco gli appuntamenti previsti a Venturina Terme organizzati dalla Sezione soci Unicoop Tirreno in collaborazione con Unitre, Museion e Città e Territorio presso la saletta comunale G.La Pira, Viale della Fiera 1:

Giovedì 11 maggio ore 17 I paesaggi del vino, a cura di G.Galeotti e M.Paperini, editore Debatte.

Marco Paperini introduce il volume con un intervento sul tema “il paesaggio del vino in Alta Maremma. Dal Medioevo alle vigne di Elisa”.

Martedì 23 maggio ore 17 Roberta Pieraccioli presenta “La Resistenza in cucina”, Ouverture Edizioni.

________________________________

PRESTIGIOSO RICONOSCIMENTO CONFERITO A MAURO QUERCIOLI DA CONFESERCENTI TOSCANA

Mauro Quercioli, titolare di due negozi di casalinghi ed articoli da regalo all’Isola d’Elba, e figura storica della Confesercenti elbana, è stato premiato a Firenze nel corso dell’Assemblea di Confesercenti Toscana.

Il prezioso riconoscimento, consegnato dall’Assessore Regionale Vittorio Bugli presente all’evento, rappresenta il coronamento di quasi un cinquantennio di vita professionale spesa al servizio dell’Associazione

Quercioli diventa socio Confesercenti nel 1971 insieme al padre Silvano che è stato fondatore dell’associazione e con il quale ha condiviso l’azienda di famiglia. Entra nel consiglio già a metà degli anni ’70 e partecipa attivamente ai lavori dell’Associazione fino a diventare alla fine degli anni ottanta vicepresidente della Confesercenti locale. Nel 1992 viene eletto Presidente della Confesercenti del Tirreno ed ancora oggi fa parte degli Organismi comunali e provinciali della Confesercenti.

Mauro – dichiara Franco De Simone Presidente Confesercenti Elba – ha svolto, da sempre, il suo ruolo di dirigente in modo attento, scrupoloso e leale.

Questo riconoscimento – continua De Simone – è stato condiviso da tutto il gruppo dirigente elbano e provinciale e vuole esprimere la nostra gratitudine ed un grazie per ciò che ha fatto e continuerà a fare per la Confesercenti.

______________________________

SAN VINCENZO: GLI STUDENTI AL CORSO GASTRONOMICO

Uno spazio significativo e gratificante, quello riservato ai ragazzi dell’Istituto Comprensivo “P. Mascagni”, nel corso di un evento gastronomico molto importante per il territorio “Un mare di gusto, Palamita & friends 2017”, organizzato dal Comune di San Vincenzo e magistralmente diretto dalla Chef Debora Corsi.

Sabato 06 maggio, dalle ore 10,00 alle ore 11,00, agli studenti della scuola Primaria e Secondaria di 1° Grado è stata data l’opportunità di leggere racconti – poesie che descrivono storie, testimonianze familiari legate all’attività della pesca; di presentare i disegni realizzati sul tema della manifestazione; di vivere, infine, la soddisfazione di ricevere un riconoscimento per l’interessante percorso teorico-pratico sviluppato in occasione di una festa dedicata al mare nell’arte – come espresso da Massimo Bernacchini, Vice Presidente Slow Food Toscana. Un’esperienza formativa molto coinvolgente e costruttiva per i ragazzi; una collaborazione stimolante e complementare per gli Enti coinvolti che non escludono, in un prossimo futuro, di istituzionalizzare.

_______________________________

L’UNIVERSITÀ DI PALERMO IN VISITA ALL’IMPIANTO DI SUBIRRIGAZIONE  DEL  PROGETTO LIFE REWAT

Lo scorso 26 aprile 2017, Il Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa ha ospitato una ventina di studenti provenienti dal Corso di Laurea in Agro ingegneria, Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali presso l’Università di Palermo, per spiegare e mostrare loro l’attività di irrigazione del consorzio, con particolare riguardo ai piccoli/medi impianti in gestione e all’attività agricola presente nella Val di Cornia.

Nell’ambito di tale incontro si è presentato, poi, il progetto LIFE Rewat, riguardante la gestione sostenibile delle acque nella bassa Val di Cornia, attraverso la riduzione della domanda idrica, la ricarica della falda e la riqualificazione fluviale ed in particolare ci si è occupati dell’impianto di subirrigazione realizzato su una coltivazione di carciofi di una azienda agricola locale. L’incontro dopo il saluto del Presidente del Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa Giancarlo Vallesi, si è articolato in un momento informativo in aula alla presenza dei Dirigenti del Consorzio Dott. Alessandro Fabbrizzi, responsabile del Progetto, e Dott. Roberto Pandolfi responsabile dell’Area Manutenzione dell’Ente e in un secondo momento operativo con la visita guidata dal Ricercatore della Scuola Sant’Anna di Pisa il Dott. Giorgio Ragaglini proprio sull’impianto di subirrigazione realizzato nel Comune di Campiglia M.ma.

L’impianto di subirrigazione al quale hanno lavorato il Consorzio di Bonifica e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, rappresenta un esempio innovativo e virtuoso di irrigazione destinata all’agricoltura, controllata e gestita anche in remoto, in funzione delle condizioni meteorologiche, dell’umidità presente nell’aria e di una serie di parametri che condizionano il fabbisogno di acqua delle colture. “Un lavoro importante che il Consorzio 5 Toscana Costa sta portando avanti con la collaborazione di Asa, Scuola Sant’Anna di Pisa e Regione Toscana con l’obiettivo di realizzare interventi dimostrativi innovativi che trasformino l’approccio sulla gestione e l’utilizzo dell’acqua, salvaguardando il territorio e la risorsa stessa – ha dichiarato il Presidente dell’Ente Giancarlo Vallesi – aver ospitato giovani studenti universitari ha rappresentato per noi un’importante occasione di condivisione e confronto che ci auguriamo possano ripetersi ed allargarsi anche ad altri soggetti interessati, come del resto sta avvenendo considerate le recenti visite da parte di alcuni agricoltori, organizzate da una Azienda  locale del settore irriguo in collaborazione con una azienda leader nel settore che produce soluzioni sostenibili ed innovative per l’irrigazione a goccia, con sede in Israele.” A guidare ed illustrare l’intervento realizzato il Geometra Giancarlo Guazzi responsabile del Servizio Irriguo del Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa. “La visita all’impianto di subirrigazione ha suscitato un notevole interesse da parte degli agricoltori presenti – ha dichiarato il tecnico – che hanno potuto apprezzare e verificare sul campo l’effettivo risparmio irriguo e di utilizzo dei fertilizzanti nonché, visto l’interramento delle manichette, la possibilità di rendere più celeri le lavorazioni agrarie.”

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.5.2017. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 16 giorni, 18 ore, 37 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it