NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 23 GENNAIO 2017

VARIANTE POGGIO ALL’AGNELLO:  NUOVO AVVISO SUL BURT DAL 1 FEBBRAIO

Piombino (LI) – Richiesta nuovamente la pubblicazione dell’avviso di adozione della Variante urbanistica al Piano strutturale d’area e al Regolamento urbanistico per il complesso ricettivo di Poggio all’Agnello, già pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana del 18 gennaio scorso.

Per un errore infatti, nel precedente avviso si faceva riferimento alla deliberazione del consiglio comunale presentata inizialmente il 12 dicembre e non approvata per l’abbandono dell’aula da parte delle minoranze e per mancanza di numero legale. Una delibera diversa nei contenuti rispetto a quella effettivamente approvata poi alcuni giorni dopo, il 16 dicembre 2016, che recepiva un emendamento approvato dal consiglio comunale, di importanza sostanziale.

Adesso l’avviso sarà pertanto di nuovo in pubblicazione dal prossimo 1 febbraio e vi rimarrà per trenta giorni, cioè fino al 3 marzo, il periodo di tempo previsto  per presentare le osservazioni. Queste ultime dovranno essere indirizzate al Settore programmazione territoriale ed economica del Comune di Piombino. L’avviso sarà pubblicato nuovamente fino al 3 marzo anche sul sito del Comune, www.comune.piombino.li.it dove è possibile scaricare gli allegati relativi alla Variante, e all’albo pretorio del Comune.

____________________________________

CAMPING CIG: SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI DELLA COOP

«Le cronache dei giornali – inizia il comunicato del Camping CIG –  riportano in questi giorni le notizie dei “piani di rilancio” della cooperativa commerciale Unicoop Tirreno. Non è nostro compito valutare le ragioni della crisi di questa struttura, e lo demandiamo ai lavoratori della stessa, che sicuramente sono in grado di fare analisi ampie e motivate.

Ma una cosa appare chiara: in una situazione di crisi, qualunque siano le cause, qualunque sia la ragione sociale della società (in questo caso una società di proprietà dei soci consumatori), chi gestisce pensa immediatamente ad alleviarla (la crisi) facendola pagare ai lavoratori. Per anni alla coop hanno puntato sulla esternalizzazione di molte parti del lavoro, soprattutto della logistica, sull’intensificazione dei ritmi di lavoro, sulle aperture continuate prefestive e festiva. Oggi si punta decisamente al cuore, presentando un piano di esuberi “non negoziabile” che vorrebbe espellere circa 600 lavoratori (tra tempi pieni e part time).

Fa specie pensare che questa società, che ha le sue origini nella “Cooperativa La Proletaria” oggi trovi solo la soluzione di chiudere gli spacci che rendono meno e licenziare il personale. Chi ha un’età più avanzata a Piombino sicuramente ricorderà le origini della Proletaria, nata con i soldi dei soci, per fornire generi di prima necessità a prezzi contenuti alle classi più deboli, primi tra tutti i lavoratori, e che apriva piccoli spacci nei quartieri a più alta concentrazione di proletari (appunto!) per essere più vicina alla gente, facilitare l’associazionismo e la solidarietà, conoscerne meglio i bisogni e le necessità.

Al contrario, nei programmi della dirigenza attuale c’è solo l’obiettivo di massimizzare i profitti, chiudendo una serie di negozi che “rendono meno”. Provocheranno quindi anche, oltre alla perdita di posti di lavoro, anche un impoverimento sociale per piccoli centri o per quartieri periferici. Tanto per confermare il principio che a pagare i costi delle crisi sono sempre i diseredati.

Noi, lavoratori e cittadini membri del Coordinamento Art. 1 – Camping CIG, siamo solidali con le mobilitazioni dei nostri colleghi della Coop, perché le nostre lotte sono la stessa lotta: contro un sistema di gestione dell’economia e della politica che sempre più se ne infischia dei costi sociali che produce, dei drammi umani che provoca, del deserto economico e sociale che ci prepara per il futuro».

Coordinamento art. 1 – Camping CIG

__________________________________

ELBA –  “IN QUESTI MESI DI ATTESA LA SANITA’ HA TOCCATO IL FONDO”

Portoferraio – Oltre all’indifferenza per chi soffre e alla mostruosa riorganizzazione prevista, l’ASL è insensibile alle continue richieste di eseguire sull’Elba gli esami endoscopici.

«Presidente Bulgaresi, sono mesi che lei aspetta fiduciosa che non avvenga la mostruosa riorganizzazione che ci SARA’  e si vedranno pazienti operati ad un arto o a una colecisti in laparoscopia vicini di letto a una sospetta tubercolosi o una infezione batterica nell’unico reparto di Medicina. L’Azienda con questa manovra raggiungerà il suo scopo di diminuire personale e posti letto ma per qualche paziente si potrebbero aprire scenari di gravi infezioni. Quando fioccheranno denuncie  con risarcimento danni per medici, primari e infermieri chi li tutelerà? E la politica come reagirà a questa eventualità?

Presidente per la Camera Iperbarica le diranno che appena si farà il nuovo Pronto Soccorso la istalleranno. Andremo prima su Marte.

Presidente Bulgaresi, cosa dovrebbe maggiormente preoccuparla  è l’attuale quotidianità del nostro ospedale sempre più critica e al limite del collasso. Prenda il caso della Dottoressa preposta alle gastroscopie e colonscopie che per sua grande sfortuna è costretta ad assentarsi dal lavoro per malattia per lunghi periodi senza che nessuno abbia pensato di sostituirla per garantire il servizio sia delle urgenze, sia endoscopie programmate. Eppure ci risulta che un chirurgo, sempre in forza al nostro presidio, è stato preparato in un ospedale d’eccellenza della Toscana per eseguire gli esami endoscopici qui all’Elba ed è incomprensibile che dopo tanto spreco di denaro per la sua preparazione in assenza della dottoressa in malattia si debba trasferire, con grandi disagi, pazienti che vomitano sangue in altri ospedali della costa. A volte con una tempestiva gastroscopia si possono risolvere situazioni  senza il disagio del trasferimento.

Comunque anche se la Dottoressa non fosse in malattia non potrebbe prestare servizio per 24h su 24h e per 7 giorni la settimana, quindi il medico inviato a specializzarsi dovrebbe essere operativo per affiancarla o sostituirla.

Presidente Bulgaresi, i Comitati della salute sperano di essere presenti il 2 febbraio e insieme a Lei e per la comunità Elbana si obblighi l’Azienda Sanitaria e la Regione a redigere un cronoprogramma votato in Giunta Regionale pari al precedente del 2012 allo scopo di avere un documento di fattibilità dei lavori programmati e che ci ripari da altri eventuali riorganizzazioni e tagli.

Basta – concludono – con le promesse, i tagli e le riorganizzazioni trasversali».

Comitato Elba Salute.
(Francesco Semeraro)

_________________________________

SUCCESSO DEL CONCERTO DI ANTONELLA RUGGIERO E MARK HARRIS AL PIANOFORTE

Piombino – Successo del “Concerto versatile” di Antonella Ruggiero e Mark Harris al pianoforte di giovedì 19 gennaio al Metropolitan. Lo spettacolo, che ha inaugurato la rassegna “Note in blu”, ha visto come protagonisti due big della musica di grande qualità: Antonella Ruggiero, mitica e inconfondibile voce dei Matia Bazar e Mark Harris già collaboratore di De Andrè, Gaber, Mia Martini, Pino Daniele, Renato Zero.

Il duo ha proposto brani del repertorio personale, ripercorrendo anche grandi successi dei Mattia Bazar, brani della canzone d’autore italiana, altri brani legati alla cultura ebraica, indiana e africana per poi spingersi fino alle atmosfere di Broadway. Pop, dunque, ma anche musica sacra e musiche dal mondo in un concerto che ha presentato tutti i suoi più grandi successi. Molto soddisfatta la platea che ha visto la partecipazione di oltre 400 spettatori.

Il prossimo concerto della rassegna è previsto mercoledì 1 marzo con un altro due di eccezione, Gino Paoli e Danilo Rea che  rinnovano il loro felice connubio artistico con uno spettacolo per voce e pianoforte nel quale si alternano grandi successi e improvvisazioni in stile jazz.

Seguiranno  Pastis & Irene Grandi il 16 marzo e il quartetto per cinque elementi formato da Stefano “Cocco” Cantini, Ares Tavolazzi, Francesco Maccianti, Piero Borri e Daniela Morozzi il 27 aprile.

Il costo dei biglietti per i primi tre concerti è di 25 euro I platea, 20 euro II platea e balconata, 15 euro galleria. Per il concerto del 27 aprile I platea 20 euro, II platea e balconata 15 euro, galleria 10 euro. Info e prevendite: teatro Metropolitan 0565 30385 cell. 339 7014500

______________________________

PIOMBINO: TORNA DOPO 5 ANNI LA COPPA CARNEVALE

Dal 28 febbraio al 4 marzo 2017 torna a Piombino uno dei più prestigiosi tornei internazionali di basket che si svolgono in Italia a livello giovanile, la Coppa Carnevale, evento tradizionale che per 27 anni (1986/2012) si è svolto sul nostro territorio. Torna a distanza di 5 anni dall’ultima edizione, grazie alla volontà di un gruppo di appassionati.

Grande soddisfazione per questo gradito ritorno da parte del Sindaco di Piombino Massimo Giuliani: “Sono molto soddisfatto del ritorno della Coppa Carnevale a Piombino, una manifestazione molto fresca e prestigiosa che punta da sempre all’eccellenza per uno sport come la pallacanestro nel settore giovanile. La manifestazione è seguita da un pubblico numerosissimo e dalle maggiori testate giornalistiche del settore, per lo spessore tecnico che sempre caratterizza le squadre in gara. Basti pensare ai numerosi giovani che hanno raggiunto risultati eccezionali nelle passate edizioni. Un vero e proprio connubio di freschezza e puro spettacolo.”

Il torneo, che è riservato alle formazioni under 18, si svolgerà a Piombino e Venturina: i gironi eliminatori si giocheranno su due campi, mentre semifinali e finali saranno disputate al Palatenda di Piombino. A questa edizione parteciperanno 8 formazioni italiane e straniere ed a breve verranno ufficializzati i nomi delle squadre partecipanti.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.1.2017. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 18 giorni, 22 ore, 29 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it