NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 22 OTTOBRE 2016

PIOMBINO: OGGI DIBATTITO SUL MANCATO TFR LUCCHINI

Sabato 22 ottobre alle ore 15.00 Incontro sul TFR all’ Auditorium del Centro Giovani organizzato dall’associazione “Articolo 1 – Camping Cig”.  

“Si allungano ulteriormente i tempi per l’erogazione  del TFR congelato e inserito  al passivo di Lucchini S.p.a. in AS – commentano gli organizzatori – ed in aggiunta vi è anche l’incertezza da parte dei lavoratori di ricevere la somma loro spettante per intero.

Peggiore la condizione per i lavoratori di   Lucchini servizi S.r.l. in AS: il  Commissario Governativo non ha liquidità  in cassa per il loro il TFR  inserito  al passivo di Lucchini Servizi S.r.l. in AS.  Di conseguenza  i dipendenti dovranno attendere il piano di ripartizione dell’attivo di Lucchini S.p.A. in AS (che si presume non accadrà in tempi brevi) che stabilirà la quota spettante da destinare a Lucchini Servizi Srl in AS in quanto risulta come creditore  chirografo.

Spiegheremo dettagliatamente questa grave situazione con la presenza dell’avvocato Fabrizio Callaioli, inoltre decideremo le iniziative idonee da intraprendere per avere il NOSTRO TFR SUBITO,  maturato e accantonato in  Lucchini S.p.A. in AS e Lucchini Servizi S.r.l. in AS, ciò  in questo momento,  rappresenta l’unica  possibilità di sopravvivere  e di far fronte alle necessità economiche familiari”.

All’ incontro sono stati invitati l’On. Silvia Velo Sottosegretario al Ministero dell’ Ambiente e le OO.SS.  FIOM FIM e ULM  Locali.
___________________________

PIOMBINO: DECORO URBANO: QUESTIONARIO AI COMMERCIANTI

Piombino (LI) – Un piano contro il degrado partendo dalle necessità del tessuto commerciale nei diversi quartieri della città. E’ questa la proposta che l’assessore  ai lavori pubblici Claudio Capuano ha presentato questa mattina, 21 ottobre, alle tre associazioni di categoria (Confesercenti, Confcommercio. Cna) per migliorare il decoro in città.

“Vogliamo rilevare tutte le criticità esistenti in modo da calibrare interventi mirati per ogni area – ha spiegato Capuano – perché crediamo che ogni quartiere abbia caratteristiche e necessità diverse. Partiamo dunque da questa fase, per elaborare un piano generale che si articolerà su diversi aspetti fondamentali: illuminazione, viabilità in termini di parcheggi, Ztl e altro, pulizia, sicurezza, arredi e verde pubblico.

Il coinvolgimento e la partecipazione di chi abita e lavora nei quartieri è fondamentale. Per questo l’idea di sottoporre ai commercianti un questionario, che verrà diffuso a partire dalle prossime settimane, su tutte le tematiche citate.

“Il coinvolgimento dei cittadini, attraverso l’adozione di spazi verdi, aiuole e rotatorie – continuan Capuano –  ha prodotto risultati molto positivi in alcune parti della città: basti pensare al lavoro che è stato fatto in via Amendola, e che continua con la manutenzione del verde, in piazza Lega, con le rotatorie e il bel progetto per la riqualificazione della rotatoria di Baratti che partirà a breve. Si tratta di risultati importanti. Molti cittadini sono disposti a regalarci degli arredi e questo è un segnale positivo. Chiediamo pertanto un coinvolgimento dei commercianti perché ci aiutino a migliorare tante zone della città.”
Le associazioni di categorie hanno approvato il progetto e hanno dato la loro disponiblità a collaborare in sinergia con l’amministrazione comunale. Entro ottobre dunque verrà consegnato il questionario e prima di Natale, ha annunciato Capuano, potrebbe esserci già una  presentazione dei risultati del questionario.
“Cominceremo sin da subito – conclude Capuano – per avviare gli interventi necessari.”

_____________________________

FERRARI: I SOLDI DEL CANILE BUTTATI AL VENTO

 Il consigliere piombinese di Fratelli d’Italia-AN Val di Cornia Francesco Ferrari denuncia lo spreco di soldi effettuato dall’amministrazione comunale che, invece di realizzare un nuovo canile, ha speso 118 mila euro per risistemare una struttura che oggi deve essere abbandonata. Leggiamo insieme il comunicato.

“Al di là dell’esito del contenzioso e della volontà espressa del Comune di Piombino di proporre reclamo, è la totale assenza di una corretta programmazione urbanistica a lasciarci sconcertati.

Sì perché quel canile, che lì non doveva evidentemente neppure sorgere, è stato ristrutturato appena sedici mesi fa, quando il Comune, pur utilizzando per metà un lascito di una cittadina e per l’altra metà un contributo regionale, spese ben 118.000,00 euro.

Ed allora, in considerazione anche del fatto che al posto dei vicini macelli è da tempo prevista la nascita di un resort, forse era meglio che quei soldi venissero spesi per iniziare la costruzione di un nuovo canile in una zona più adatta, lontana dalle abitazioni.

Del resto, il piano particolareggiato del 2014 prevede proprio lo spostamento del canile all’esterno dell’ambito urbano ed il Sindaco stesso, recentemente, ha manifestato l’intenzione di costruire un nuovo canile in località Asca. Se questo è l’obiettivo, perché sono stati spesi tutti quei soldi poco più di un anno fa?

Ma non è tutto. E’ stato il Comune di Piombino, non altri, a concedere la possibilità di costruire civili abitazioni a poche decine di metri dal canile; quantomeno avrebbe potuto e dovuto pretendere dal titolare della concessione edilizia la relazione previsionale di clima acustico prevista dalla legge.

Se questo fosse stato fatto, le opere di insonorizzazione che oggi l’amministrazione è stata condannata a compiere – ed il cui costo è stimato in 230.000,00 euro – sarebbero state fatte al tempo, a cura e spese del costruttore anziché della cittadinanza”.

Francesco Ferrari
(Presidente Fratelli d’Italia-AN Val di Cornia)

____________________________

SPIRITO LIBERO: SCARSA SICUREZZA E DEGRADO A PIOMBINO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

“All’indomani delle dichiarazioni dell’Assessore Claudio Capuano su Via Pisacane, la lista civica Spirito Libero torna sulla questione ribadendo la propria vicinanza ai commercianti e residenti di quella parte di città a due passi dal centro di Piombino, vero cuore del quartiere Porta a Terra, sempre più caratterizzata da palazzi fatiscenti, marciapiedi dissestati, ratti e discariche a cielo aperto, tubature rotte,scarsa illuminazione e nella quale ssono già avvenuti danneggiamenti di negozi, macchine e arredi urbani ed altri episodi di criminalità (lo spaccio, in primis). Il tutto in un quadro oggettivo di scarsa sicurezza e di conseguente maggior percezione di pericolo per gli stessi abitanti della zona.

Ed è proprio uno di questi ultimi, Daniele Massarri (v. segretario di Spirito Libero), che dichiara: “Tra le rasserenanti minimizzazioni, gli ironici benaltrismi e i faziosi sarcasmi di altre forze politiche Noi di Spirito Libero abbiamo sempre posto una particolare attenzione sui temi della Sicurezza, del decoro e dell’illuminazione. E che la nostra non fosse soltanto vuota propaganda durante la campagna elettorale lo abbiamo poi dimostrato con atti concreti, tra cui un ODG approvato nel Consiglio comunale dello scorso Febbraio e presentato dal nostro capogruppo Sergio Filacanapa con un titolo quanto mai esplicito: <<Predisposizione di un “Piano Luce” in chiave di pubblica sicurezza>>.

In quel documento, Spirito Libero sottolineava che <<con l’adozione di mezzi tecnologici evoluti, come ad esempio Lampade a risparmio energetico, sistemi elettronici tele-gestiti, lampioni fotovoltaici etc., può essere più facilmente raggiunta la Sicurezza garantendo valori di illuminamento tali da rendere ben evidente e percettibile tutto ciò che costituisce pericolo per la cittadinanza. (…) predisporre un nuovo e specifico Piano Luce allo scopo di garantire la mobilità e la sicurezza individuale, assicurando cioè che un adeguato servizio di illuminazione pubblica delle strade, delle aree e in generale di Piombino consenta che la vita e le attività dei cittadini nelle ore notturne si svolgano nel rispetto della sicurezza e dell’ordine pubblico.>>

“I recentissimi fatti di cronaca sono gli ultimi di una lunga serie e ciò dimostra che – sebbene Piombino abbia evidenti problemi economici ed occupazionali – la facile ironia verso chi si sforza di guardare a Piombino nel suo complesso o lo speculativo benaltrismo non pagano né giovano certo a migliorare le cose. Noi dunque accogliamo assai positivamente le dichiarazioni dell’Assessore Capuano, così come plaudiamo all’iniziativa della discussione di un progetto per rendere efficiente tutta l’illuminazione pubblica” aggiunge Massarri, che conclude:”Senza tergiversare sul tema vogliamo dire che in questo percorso l’Assessore Capuano potrà certamente contare sul pieno appoggio di Spirito Libero, affinché possa darsi finalmente corso alle varie proposte che abbiamo avanzato nei mesi trascorsi ed alle quali auspichiamo si aggiungano anche tutte quelle relative all’installazione di telecamere nelle zone a rischio”

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.10.2016. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    21 mesi, 20 giorni, 13 ore, 3 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it