PARODI: PRIMARIO RIMOSSO AL PS DI PIOMBINO, CHI L’HA NOMINATO?

il sindaco Giuliano Parodi

il sindaco Giuliano Parodi

Suvereto (LI) – La risposta dell’ASL Toscana Nord Ovest sulla rimozione del primario al Pronto Soccorso di Villamarina  conferma quanto riportato dal sindaco dal Sindaco di Suvereto sulla stampa, ovvero che il dott. DeStefano è stato sospeso, come atto dovuto, a seguito di una sentenza del Tribunale di Livorno – “Sezione Lavoro” che ha rilevato come il dottore De Stefano non possa ricoprire tale ruolo in quanto inquadrato nell’organigramma aziendale come medico di “Emergenza Territoriale” ovvero il cosiddetto Servizio 118 e non della “Emergenza Ospedaliera” che si occupa dei servizi assicurati negli ospedali dai Pronto Soccorso. Riportiamo un commento del Sindaco Parodi che chiede chi è il reesponsabile di tale scelta.

«L’ASL dice che – inizia Parodi –  la sentenza del tribunale (originata dalla denuncia del dott. Angelo Testa) ha riconosciuto che il dott De Stefano non aveva i titoli per fare il facente funzione, nomina ufficiale dell’ASL in seguito a selezione per colloquio, ergo, il dott. De Stefano aveva una nomina, tra l’altro riconosciuta e retribuita come tale,  senza avere i titoli per farlo, quindi il PS di Piombino è stato diretto per 2 anni da un medico che non ne aveva i requisiti, cosa che ritengo, di per sé grave. A suo tempo, il Direttore Generale dell’ASL  dr Porfido, aveva stabilito che la sostituzione  del dr Tamberi sarebbe stata assegnata dopo una valutazione, effettuata da una apposita Commissione, tra il dott. DeStefano e il dr Testa (il primo come ex-Vicario e Sostituto Incaricato di Piombino, il secondo come Responsabile di Portoferraio). Nell’ Aprile 2014, furono  chiamati a Livorno per un colloquio e per l’analisi dei titoli e del curriculum».

«La specifica commissione tecnica di valutazione comprendente le figure apicali dell’ASL e de dipartimento Emerergenza-Urgenza, ha fatto vincere il concorso interno ad un medico che non aveva i titoli, rispetto ad una ben più titolato.” continua Parodi “a questo punto la Direzione dell’ASL Toscana Nord Ovest, deve dire ai cittadini/pazienti  su quale base la commissione ha preferito il dottor De Stefano nei  confronti del dottor Testa, se il primo era molto meno titolato, e tale commissione, che ha fatto vincere De Stefano, da chi era costituita?

Perche’ la sentenza del Tribunale ha condannato l’ASL al risarcimento dei danni nei confronti del Dott. Testa ed e’ giusto a fronte del danno erariale provocato dall’incompetenza dei membri della commissione, che gli stessi fossero resi noti e rimossi dal loro incarico».

«Considerazioni queste che  non tolgono – continua il sindaco di Suvereto  – alcun merito al dottor De Stefano. Il problema non è tanto nella singola persona, quanto nel fatto che ancora una volta le figure apicali dell’ASL hanno fatto valutazioni alquanto opinabili e poco trasparenti, di cui adesso e’ necessario che ne rispondano pubblicamente. In attesa della nuova definizione delle nomine che l’Azienda aveva già messo in cantiere dal 1 Luglio, se l’ospedale di Villamarina di Piombino  rimane Unità Operativa Complessa dovra’ essere fatto al più presto il concorso per avere un Primario definitivo, se invece verrà trasformata in Unità Semplice, come ora è Portoferraio, poiché se vengono applicati i limiti del decreto Balduzzi sembra che possa esserci questa possibilità, in base agli accessi annuali che sono inferiori al cut off stabilito, sara’ sufficiente la figura di un Responsabile».

«La partita della sanita’ nel nostro territorio – conclude Parodi –  e’ ancora aperta e complessa. Nonostante nei mesi passati le rassicurazioni lanciate dal PD la situazione e’ molto incerta, con possibile perdita di servizi ed investimenti in Val di Cornia, L’allarme , che come Sindaco ho lanciato, ormai da tempo sulla riforma Regionale e Nazionale del servizio sanitario, e’ stato troppo spesso inascoltato, ed ora le mie preoccupazioni si stanno palesando con tutti gli effetti e le conseguenze negative che potrebbero ricadere su noi tutti cittadini/pazienti».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 14.6.2016. Registrato sotto Foto, sociale, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    28 mesi, 18 giorni, 8 ore, 48 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it