PIOMBINO: PREOCCUPAZIONE PER I TAGLI ALL’OSPEDALE E ALLA SANITA’

ospedale_villa_marina_1AGGIORNAMENTO – Piombino (LI) – Il 23 luglio si è tenuto un presidio di informazione e protesta organizzato dalla Uil-Fpl davanti all’ingresso di Villamarina dalle ore 10 alle 12 al quale erano invitati tutti i cittadini e i lavoratori che hanno interesse al mantenimento dei livelli assistenziali del nostro circondario.

«Nei reparti siamo ai minimi di sciopero – evidenzia il segretario Paolo Camelli – mentre il tasso di occupazione dei posti letto non distingue l’estate dall’inverno, anzi in questo periodo forte aumento dei cittadini che necessitano del pronto soccorso e di conseguenza anche dei reparti. L’azienda si è dimostrata nel corso dei mesi del tutto inadeguata ad affrontare i problemi che via via emergevano sulle presenze del personale al lavoro. Tutto questo si traduce in stress da lavoro correlato, in esubero orario e a un calo di attenzione sugli errori sempre in agguato in un lavoro così delicato che riguarda la salute delle persone».

La Uilfpl continuerà la propria protesta fino a che non saranno tornati i giusti equilibri tra lavoratori e posti letto come recita l’accordo del 2010 tuttora vigente tra Azienda e sindacati.

_______________________

MEETUP 5STELLE: PRELIEVI A PIOMBINO ANALISI A LIVORNO, COMODO NO? AD UN PASSO LO SMANTELLAMENTO DEI PRESIDI PERIFERICI…

Riceviamo e pubblichiamo integralmente dal Meetup 5 Stelle S.Vincenzo-Sassetta e Meetup 5 Stelle Suvereto.

«Con la det.753/12 e il dgrt.1235/12,che rispettivamente reintroducono il ticket per gli esentati al pagamento delle prestazioni sanitarie pubbliche e una cura dimagrante al numero dei posti letto negli ospedali, la Regione Toscana ha dato il suo piccolo contributo alla realizzazione del neoliberismo selvaggio, al quale molto stanno a cuore le regole ragionieristiche ma poco quello che accade alle popolazioni, in conseguenza degli effetti collaterali provocate dalla fredda applicazione della logica dei numeri.

Questi provvedimenti favoriscono di fatto la privatizzazione della Sanità perché inducono i cittadini a rivolgersi a organizzazioni private, in mancanza di strutture pubbliche adeguate sul territorio.
Speriamo nei contratti fra Enti Pubblici e privati non ci mettano la medesima clausola che hanno messo per l’acqua, che garantisce i profitti indipendentemente dai consumi, perché in futuro potremmo trovarci con prezzi alle stelle nel caso in cui la salute pubblica dovesse migliorare invece che peggiorare.
I citati provvedimenti produrranno l’accentramento dei laboratori delle strutture ospedaliere, penalizzando le periferie, e dunque creando problemi logistici ai cittadini, che dovranno affrontare veri e propri viaggi anche per fare gli esami più semplici, con conseguente aumento dei costi.

Ad esempio, èprevisto entro l’estate l’accentramento completo delle analisi,che prima venivano fatte a Villamarina,al presidio ospedaliero di Livorno.Valga un solo dato sopra tutti gli altri a rendere l’idea della futura situazione. Fra esami del sangue e delle urine,sono circa un milione e centomila le analisi eseguite ogni anno nel laboratorio piombinese,il quale si fermeràda qui a poco tempo provocando una riduzione dell’efficienza e della funzionalitàdi tutto l’ospedale. Infatti, tutto ciò che ora puòessere realizzato in poche ore richiederàalmeno due o tre giorni, senza contare l’aumento della possibilitàdi alterazione biologica delle urine, che non possono essere conservate in frigo.

Piacerebbe, almeno, che le impresentabili liste di attesa per gli esami venissero costantemente pubblicate online cosìche i cittadini,si fa per dire,sapessero di che morte moriranno”.
La Sanità,cosìcome l’acqua o l’aria,sono per definizione cose pubbliche, cioè indisponibili ad essere oggetto di manipolazioni atte a produrre un profitto economico. L’agire in contrasto con questi principi non ha scusanti, nemmeno quella della buona fede che si concede in tolleranza ai reietti. E non è il nostro caso.

Meetup 5 Stelle S.Vincenzo-Sassetta
Meetup 5 Stelle Suvereto

________________________

PIOMBINO: SANITÀ, MANNELLI DI NCD CHIEDE AL SINDACO DI AGIRE

Giudizio negativo sulla sanità da parte del Nuovo Centro Destra che invita il sindaco Massimo Giuliani «a prendere coscienza della situazione e quindi ad intervenire a tutela della salute di tutti i cittadini di cui è responsabile».

«Ormai, nel nostro territorio, è consolidata da anni la percezione da parte degli utenti che le cose non vadano bene. Il patto per la salute 2014-2016, la legge regionale di riordino di fatto non hanno e non fanno intravedere quali siano i veri strumenti per valorizzare la sanità nei territori periferici come il nostro – incalza Mauro Mannelli Comitato Centro Destra Val di Cornia – dove tutto è più difficile. Liste di attesa per visita o per prestazioni diagnostiche che hanno tempi imbarazzanti, che si traducano di fatto nell’ avvantaggiare una sanità privatistica. Il sistema Casa della Salute, integrazione ospedale territorio e soprattutto potenziamento di quest’ ultimo non ancora a regime.

Le conseguenze sono percorsi assistenziali complessi, non soddisfacenti o inesistenti. Periodicamente sui quotidiani le sigle sindacali denunciano carenze di organico in sanità, che si traducano in ore di lavoro in più, di ferie non godute, di diritto alla formazione disatteso. Questo si traduce di fatto in reparti che non sono messi in condizioni di lavorare in maniera ottimale. Stiamo attraversando un periodo di profonda crisi economica, in cui si cerca di ottimizzare le sempre minori risorse a garanzia di un equilibrio sociale sempre più fragile. Non si può chiedere l’ impossibile questo è certo.

Si può però chiedere una gestione trasparente, in cui ci sia qualcuno che dica chiaramente quale sia il compito dei presidi ospedalieri come il nostro, che dica quali servizi siano garantiti e quali no e le motivazioni. La gestione del buon padre di famiglia avrebbe dovuto prevedere e soprattutto comprendere le difficoltà di quei territori fortemente disagiati e una illuminata programmazione avrebbe dovuto evitare le difficoltà che stiamo vivendo distribuendo le risorse in maniera diversa».

______________________________

SPIRITO LIBERO: SULLA NOSTRA SANITÀ NON CEDIAMO DI UN MILLIMETRO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente dalla list civica “Spirito Libero”.

«In un comunicato del 30 Gennaio scorso, sottolineando l’urgenza di attuare assieme a Cecina ed Elba delle concrete forme di contrasto alla nascente rete ospedaliera di mega-dimensioni, sostenevamo che “la Sanità diventerà presto un problema ben più serio e concreto di adesso per il nostro territorio… e non si tratta di propaganda allarmista, bensì di mere considerazioni sulla base dei parametri previsti dalle nuove norme”. Sul fondamentale tema della Sanità piombinese, inoltre, il gruppo di Spirito Libero presentò in quello stesso periodo un Ordine del Giorno in Consiglio Comunale nel quale si denunciavano le gravi carenze di organico già esistenti a Villamarina rispetto ad altre realtà territoriali, e si chiedeva alla “vecchia” Asl 6 di esperire ogni possibile azione utile a potenziare la situazione del nostro Ospedale nell’immediato.

L’attuale emergenza nel Presidio di Villamarina, che porta la UIL-fpl a dover addirittura denunciare l’Azienda per comportamento antisindacale per violazione continua del Contratto di Lavoro, dimostra purtroppo quanto avessimo ragione in Gennaio. I numeri dell’emergenza, infatti, sono davvero impressionanti: mancano complessivamente almeno 42 operatori (5 medici 29 Infermieri,9 Oss) e l’Azienda sopperisce ordinando il prolungamento dei turni fino a 12 ore e reperibilità diurna feriale e prefestiva. Un rimedio intollerabile sia sul piano delle tutele dei lavoratori che della qualità dei servizi offerti alla cittadinanza piombinese e alle decine di migliaia di turisti attualmente in transito o presenti sul nostro territorio! Altrettanto inaccettabile è l’assenza di risposte certe da parte dell’Azienda, che per giustificare l’attuale caduta del livello di assistenza si fa schermo delle sue stesse colpe, ovvero la nascita della nuova Asl di Area Vasta e della necessità della nuova programmazione per stabilire quali servizi si continueranno a erogare nei vari Ospedali e quali no.

Per tutti questi motivi e per coerenza con la nostra ferma posizione sulla Sanità, Spirito Libero dichiara il proprio convinto sostegno alle varie azioni promosse dai sindacati e la propria solidarietà a tutti gli operatori della salute, avendo partecipato con propri esponenti e delegati al presidio informativo davanti all’Ospedale di Villamarina per aderire all’odierna giornata di protesta indetta dalla UIL-flp».

COORDINAMENTO SPIRITO LIBERO

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.7.2015. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “PIOMBINO: PREOCCUPAZIONE PER I TAGLI ALL’OSPEDALE E ALLA SANITA’”

  1. silvia

    Ma quando sentiremo
    Saranno dimezzati gli stipendi di tutti i ns politici????????
    Facile tagliare a destra e manca.
    Facile prendersela con la sanità.
    Facile tagliare posti letto , già pochi.
    Vedi quella signora anziana cascata da una barella dopo che ha passato ben 6 gg sulla barella anziché nel posto letto.
    Vergognatevi tutti voi politici.
    Non so come fate a vivere la vs vita sapendo che l’Italia sta diventando.grazie a voi.un paese del terzo mondo.

  2. lino

    Ma Spirito Libero non è alleata del PD ? Cioè , non condivide il programma del PD ? Non vota con il PD tutte le delibere che vengono presentate ? Non ha ricoperto con un suo rappresentante il ruolo di vicesindaco ? Quando manca i sindaco il vice sindaco non attua ciò che viene deciso dalla maggioranza ? Perché Spirito Libero pensa che tutti noi siamo dei coglioni ? Crede davvero Spirito Libero che tutti si sono venduti il cervello ? Spirito Libero pensa forse che ciò che viene deciso dietro il grembiule e il cappuccio valga molto di più del pensiero di uomini indipendenti ? Perché Spirito Libero si vende per un pugno di semi ? Perché Spirito Libero non ha il senso della vergogna ?

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 19 giorni, 12 ore, 5 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it