NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 7 LUGLIO 2014

M5S PIOMBINO: «DAL COMUNE NOTIZIE ERRATE, CHIEDIAMO UNA RETTIFICA»

Piombino (LI) – Il Movimento 5 Stelle piombinese racconta cosa è avvenuto durante il secondo consiglio comunale, quando sono stati eletti Trotta presidente e Cremisi vicepresidente del Consiglio, e spiega il perché dell’astensione sul voto del vicepresidente. Puntualizza inoltre che i Consiglieri del MoVimento 5 Stelle hanno rinunciato ai gettoni di presenza e all’indennità lasciandoli nel bilancio di appartenenza. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Giovedì mattina si è svolto il secondo Consiglio Comunale ‒ inizia il M5S ‒. L’Ordine del Giorno prevedeva la votazione delle cariche di Presidente  e Vicepresidente del Consiglio. Le opposizioni avevano manifestato il proprio convincimento che il  ruolo di Presidente dovesse essere inteso come strumento di garanzia e  avevano pertanto proposto congiuntamente, con la sola esclusione di  Riccardo Gelichi (Ascolta Piombino), il nome di Susy Ninci (M5S) come candidata per tale ruolo. La proposta non è stata accettata dalla maggioranza che, grazie ai 14  voti dei suoi Consiglieri, al voto del Candidato Presidente Trotta, al  voto del Sindaco e a quello di Gelichi, ha nominato con un totale di  17 voti, in seconda votazione (dove servivano sempre i 2/3), il Consigliere Trotta.

Passando alla votazione poi per la Vicepresidenza ‒ continuano i pentastellati ‒, la minoranza non ha  avanzato nessuna proposta che, erroneamente a quanto riportato, non  viene assegnata per prassi all’opposizione, ma per accordo politico essendo essa stata data per la prima volta a Forza Italia nel  precedente mandato Amministrativo. Visti i ripetuti segnali di apertura del Sindaco e della maggioranza e  l’invito ad un atteggiamento costruttivo da parte delle opposizioni,  il MoVimento 5 Stelle aveva ritenuto che un primo importante segnale di cambiamento sarebbe stato l’assegnazione della Presidenza ad un  esponente delle minoranze. Alla luce di quanto avvenuto, abbiamo ritenuto che il percorso più volte suggerito dal Partito Democratico sia ancora ben lontano da  essere intrapreso. Abbiamo quindi ritenuto opportuno non avanzare candidature per la Vicepresidenza. Da qui il motivo del voto di astensione. Dopo una breve sospensione con la riunione dei Capogruppo e visto che  la minoranza rifiutava le briciole della contrattazione per  l’arroganza con la quale è stata imbastita tutta la fase politica fino ad allora, la maggioranza ha nominato anche il vicepresidente: Eleonora Cremisi.

Vogliamo evidenziare ‒ prosegue il M5S ‒, chiedendo pubblica rettifica, che il comunicato ufficiale del Comune scrive: “Anche per il Vicepresidente dunque, hanno votato contro Movimento 5  Stelle, Ferrari Sindaco Forza Italia, Rifondazione Comunista, Un’Altra Piombino”. Si tratta di una evidente falsità in quanto, in occasione della  votazione riguardante la candidatura di Eleonora Cremisi per la  Vicepresidenza, l’opposizione si è astenuta, in segno di un rifiuto del ruolo imposto a colpi di maggioranza dal PD. Tale ricostruzione da parte di un soggetto istituzionale, inoltre, non  riportava ancora con più gravemente, la scelta dei Consiglieri del MoVimento 5 Stelle di rinunciare ai gettoni di presenza e indennità lasciandoli nel capitolo di bilancio di appartenenza, da destinare in  futuro attraverso passaggio Consiliare a progetto da definire, possibilmente attraverso un percorso partecipativo con la Cittadinanza. Tale passaggio di presa d’atto era stato anche omesso in lettura in  Aula dal Presidente del Consiglio appena nominato e ripreso con  intervento del Capogruppo M5S Pasquinelli. Ci auguriamo in futuro maggiore aderenza alla realtà, fosse anche solo  per il rispetto delle istituzioni che il Consiglio Comunale  rappresenta, e migliore lettura ‒ conclude il Movimento ‒ dei passaggi all’Ordine del Giorno da  parte della Presidenza».

Movimento 5 Stelle Piombino

________________________________

CDC: «IL PORTO DI PIOMBINO NON HA PROSPETTIVE»

Campiglia M.ma (LI) – La lista civica Comune dei Cittadini racconta l’incontro pubblico avvenuto venerdì scorso a Venturina sul tema della Concordia e sintetizza l’esito della vicenda scrivendo «I cittadini sono stati illusi per due anni e beffati. Non è un caso che la verità sia emersa solo dopo le elezioni». Sono intervenuti anche Fiorenzo Bucci e Massimo Zucconi. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«“La Concordia, una storia di infiniti annunci senza riscontro, di aspettative andate deluse, di speranze che non si sono concretizzate, di rassicurazioni assurde” ‒ inizia CDC ‒. Concetti netti per definire una brutta pagina della storia politica locale e non solo. I due anni, dal naufragio nel gennaio 2012 alla recente decisione sul porto di destinazione del relitto, sono stati ripercorsi in una iniziativa della lista civica “Il Comune dei Cittadini”. Un incontro, al gazebo nella zona blu di Venturina, che ha richiamato un pubblico appassionato e partecipe dal quale sono uscite idee e considerazioni. Gli infinti passaggi della storia sono stati riproposti da un intervento del giornalista Fiorenzo Bucci che è stato introdotto da Daniele Scafaro, capogruppo del Comune dei Cittadini a Campiglia.

Durante il dibattito ‒ continua la lista ‒ è emersa “l’improvvisazione con cui esponenti politici di primo piano, dall’ex ministro Clini, al governatore Rossi, all’ex sindaco Anselmi, al presidente e poi commissario dell’autorità portuale Guerrieri, hanno affrontato il problema soprattutto quando si è scatenata la gara tra porti per accogliere il relitto”. La denuncia del Comune dei Cittadini riguarda l’assenza di un programma organico con cui poter giustificare l’impiego dei 110 milioni di euro stanziati per i lavori al porto di Piombino – somma che peraltro attualmente giustifica un vantaggio evidente solo per chi estrae l’inerte, necessario all’opera, dalle Cave di Campiglia. Prima lo smantellamento della nave, un’opera per la quale, secondo il Cdc, Piombino non è mai stato in partita, poi la rottamazione del naviglio secondo l’ultimo regolamento europeo, poi ancora il polo per smantellare le navi militari. Un guazzabuglio di improvvisazioni che hanno portato al primo fallimento (La Concordia a Genova) e che rischiano di avviare un comprensorio, in forte crisi, verso il baratro di altre delusioni.

E questo, secondo il Cdc, ciò che più preoccupa oggi, quando 400 camion trasportano ogni giorno carichi di materiale prelevato dalle colline di Campiglia verso i fondali del porto. “Un porto, quello di Piombino – ha rilevato, nell’intervento conclusivo della serata, Massimo Zucconi, già capogruppo della lista in Comune – che non ha una prospettiva, che non vedrà terminati i lavori previsti per la Concordia né a settembre e né alla fine del 2015, che rischia di diventare l’ennesima cattedrale del deserto, lasciandosi alle spalle colline devastate da un’estrazione intensiva, con uno scriteriato impiego di denaro pubblico e con la chiara dimostrazione dell’incapacità della classe politica oggi al potere di gestire e superare le gravi difficoltà ‒ conclude CDC ‒ in cui è immersa la Val di Cornia”».

Comune dei Cittadini

______________________________

PRESENTI PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE “ASSEMBLEA POPOLARE DI SUVERETO”

Suvereto (LI) – Assemblea Popolare di Suvereto si costituisce associazione, approva lo statuto ed elegge le cariche sociali: Luciano Presenti diventa presidente e il coordinamento conta 12 persone. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Assemblea Popolare Suvereto, la lista civica che ha vinto le elezioni comunali, è diventata una associazione politico-culturale con l’obiettivo di svolgere un costante ruolo di proficuo collegamento tra la nuova amministrazione guidata dal sindaco Parodi e la cittadinanza ‒ inizia AP ‒. In una affollata riunione al Ghibellino, alla presenza del Sindaco, della giunta e dei consiglieri, sono stati individuati i soci fondatori, è stato approvato la statuto e sono state elette le cariche sociali: Luciano Presenti sarà il presidente e portavoce ufficiale. Sarà affiancato da un vicepresidente (Letizia Papi), da un tesoriere/segretario (Novio Camberini) e da un coordinamento di 12 persone formato da rappresentanti delle principali categorie sociali e delle frazione e dai coordinatori dei quattro gruppi di lavoro che costituiranno la struttura fondamentale di Assemblea Popolare.

Confermata  la commissione di garanzia già istituita ‒ continua la lista civica ‒ con Alessandro Camerini, Antonella Cortigiani, Enzo Landi e Rossano Pazzagli. I quattro gruppi tematici riguardano i settori fondamentali del programma, cioè territorio, lavoro, cultura e servizi. Tutte le persone individuate sono state scelte tra coloro che hanno svolto un ruolo attivo nella campagna elettorale e nel precedente movimento “No Fusione” che ha permesso di salvare il Comune dal progetto di fusione con Campiglia che il partito democratico e la vecchia giunta avevano deciso. Assemblea popolare ha ora una sede fissa nel centro storico in via Matteotti n. 18, un sito web (http://assembleapopolaresuvereto.it), una pagina facebook e un indirizzo di posta elettronica (assembleapopolaresuvereto@gmail.com .

“Questa Associazione senza scopo di lucro – afferma il presidente Luciano presenti – è diversa dai tradizionali partiti in quanto aperta a tutti e non verticistica. Non ha interessi di parte e la sua forza è il contatto diretto con i cittadini con l’obiettivo di favorire la partecipazione e supportare l’amministrazione nell’attuazione del programma che i suveretani hanno scelto. Ci proponiamo di essere un punto di riferimento per una nuova e buona politica anche a livello di zona”».

Coordinamento Assemblea Popolare di Suvereto

______________________________

SELEZIONE PER TRE DIRIGENTI AL COMUNE DI PIOMBINO

Piombino (LI) – Il Comune di Piombino ha indetto tre selezioni pubbliche per l’assunzione a contratto a tempo pieno e determinato di tre dirigenti. Si tratta di un dirigente per il settore pianificazione territoriale ed economica, un dirigente per il settore Lavori Pubblici e uno fuori dotazione organica per la gestione di progetti in materia portuale e di demanio marittimo.

Le domande dovranno essere inviate entro e non oltre il 25 luglio 2014 e potranno essere trasmesse tramite posta (entro la data di scadenza dell’avviso per la quale fa fede la data di effettivo arrivo al Comune di Piombino) oppure tramite consegna a mano o con firma digitale alla casella di posta elettronica certificata del Comune di piombino comunepiombino@postacert.toscana.it.

Tra i compiti richiesti per il dirigente del settore pianificazione territoriale ed economica la formazione e la gestione degli strumenti di pianificazione territoriale e atti di governo del territorio, la gestione delle attività amministrative di edilizia privata e abusivismo edilizio, la gestione dei procedimenti SUAP, la formazione e gestione degli atti di programmazione in materia di commercio, la gestione di competenze in materia ambientale, la gestione del personale e degli obiettivi di programmazione economica. Titolo di studio necessario, diploma di laurea vecchio ordinamento o specialistica in Architettura o equipollenti e iscrizione all’ordine degli architetti.

Per quanto riguarda la selezione di dirigente dei lavori pubblici, il bando fa riferimento a competenze in programmazione, progettazione e realizzazione di opere pubbliche, direzione lavori, gestione del personale e obiettivi di programmazione economica, manutenzione ordinaria e straordinaria patrimonio comunale, gare e appalti pubblici inerenti il settore. Requisiti richiesti, laurea vecchio ordinamento o specialistica in Ingegneria o equipollenti, iscrizione albo ingegneri.

Con l’ultimo bando, si richiede invece un dirigente per la gestione di progetti in materia portuale, procedure complesse in materia di porti turistici e nautica da diporto che sappia gestire procedure amministrative in materia di demanio marittimo, elaborare strategie e programmi per lo sviluppo dell’economia del mare. Per questo sono richiesti laurea vecchio ordinamento o specialistica in giurisprudenza o equipollenti.

Per tutti e tre i bandi è richiesta inoltre esperienza almeno quinquennale di dirigente in enti pubblici o società partecipate. Le selezioni verranno effettuate sulla base della comparazione dei curriculum professionali che dovranno evidenziare il possesso della professionalità, delle competenze e dell’esperienza necessarie.

_______________________________

COPPOLA: «SERVONO TECNICI PER SOLUZIONI REALIZZABILI»

Piombino (LI) – Il segretario provinciale UDC Luigi Coppola concorda con la Cisl sulla vicenda della Concordia: inutile parlare di soluzioni inattuabili e non tener conto delle implicazioni ambientali. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Le perplessità della CISL rispetto alla vicenda Concordia e sulle potenzialità future del porto sono pienamente condivisibili ‒ inizia Luigi Coppola ‒. Purtroppo le enunciazioni dei massimi vertici istituzionali locali e regionali continuano a perseverare in soluzioni che difficilmente potranno essere realizzate. Prospettano troppe ipotesi, da un lato il polo nautico di Poggio Batteria e della Chiusa e dall’altro le dimissioni per navi da guerra, passando per le navi da crociera. Insomma una serie di indirizzi che contrastano fra loro, e che se non vi sarà un’adeguata pianificazione con scelte precise e compatibili l’una con l’altra, non daranno prospettive al nostro ambito portuale.

L’esempio “porto biglietteria” come indicano i vertici Cisl è un’espressione che rende l’idea di cosa sia concretamente oggi il nostro “approdo”, oltretutto con un’industria in ginocchio che non ha più prospettive di ampio sviluppo e quindi anche in quel senso vi sarà un inevitabile ridimensionamento. Il polo di dismissione per le navi da guerra piene di metalli altamente nocivi  è un’altra illusione, a parte Genova e tutto ciò che concretamente ne seguirà, a Piombino non sarà realizzabile, vi sono troppe implicazioni ambientali e non tenerne conto è fuorviante, oltretutto in un territorio a vocazione turistica e nel cuore dell’arcipelago Toscano. La tattica politica oramai non è più plausibile, è arrivato il momento dei tecnici, quelli veri che indichino percorsi concretamente realizzabili e non progetti faraonici ‒ conclude Coppola ‒ che durano come un sogno di mezza estate».

Luigi Coppola

______________________________

PIOMBINO COMUNE “RICICLONE” DEGLI IMBALLAGGI IN ACCIAIO

Piombino (LI) – Il Comune di Piombino verrà premiato da Ricrea nell’ambito del progetto Comuni Ricicloni per la raccolta degli imballaggi d’acciaio. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Piombino città dell’acciaio, ma questa volta per l’eccellenza nella raccolta differenziata degli imballaggi ‒ scrive Ricrea ‒. Il Comune sarà premiato il 9 luglio a Roma nell’ambito di Comuni Ricicloni, l’iniziativa di Legambiente che ogni anno individua in Italia le amministrazioni locali con le migliori performance di raccolta differenziata e di gestione dei rifiuti. Il premio è stato assegnato da Ricrea, il Consorzio Nazionale Riciclo Imballaggi Acciaio.

“Siamo molto contenti – sottolinea Federico Fusari, direttore generale di Ricrea – di premiare la città di Piombino per il notevole incremento nel 2013, rispetto all’anno precedente, della raccolta dei nostri imballaggi quali ad esempio scatole di tonno, barattoli del pomodoro o vegetali, bombolette spray, tappi e coperchi per bottiglie e vasetti. Segno evidente che i nostri sforzi di sensibilizzazione dei cittadini di Piombino alla raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio con la campagna di comunicazione, uniti all’attività sul campo di Asiu e Revet, hanno contribuito ad ottenere un risultato di questa portata”.

La raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio nel Comune di Piombino è svolta tramite raccolta multimateriale leggero (plastica, metalli e poliaccoppiato a base cellulosica) in parte con sistema porta a porta in parte stradale. Piombino fa parte del bacino di raccolta della società Revet spa, con cui Ricrea ha convenzione per la raccolta degli imballaggi in acciaio, che vengono selezionati presso una piattaforma di selezione ed avviati ad un operatore collegato al consorzio Ricrea per la successiva valorizzazione e invio in acciaieria. La raccolta pro capite, grazie alla campagna di comunicazione locale realizzata da Ricrea nella primavera del 2013 a mezzo affissioni e spot televisivi e agli sforzi sia da parte di Revet che della città, attraverso il gestore ASIU, ha fatto segnare un aumento del 30%  rispetto l’anno 2012. Nel 2013 in Italia è stato riciclato il 73,6% degli imballaggi metallici immessi al consumo per un totale di 320.231 tonnellate, pari al peso di 23 portaerei “Giuseppe Garibaldi” ‒ conclude Ricrea ‒ della marina militare italiana».

Consorzio Ricrea

_______________________________

BIBLIOTECA CIVICA FALESIANA PIOMBINO

Piombino (LI) – Ecco l’orario estivo della biblioteca civica falesiana piombinese.

Da lunedì 7 luglio a sabato 9 agosto compreso: martedì e giovedì 15.30-19.30; lunedì, mercoledì, venerdì e sabato: 8.30-13.00 ; mercoledì: Quartiere Salivoli 9.00-12.00; Bibliomare a Perelli 14.00-18.30; sabato: Coop  Salivoli 15.00-19.00.

Da lunedì 11 agosto a sabato 16 agosto compreso: chiusa la sede di via Cavour; mercoledì: Quartiere Salivoli 9.00-12.00; Bibliomare a Perelli 14.00-18.30; sabato: Coop  Salivoli 15.00-19.00.

Da lunedì 18 agosto 2014 a mercoledì 3 settembre compreso: lunedì, martedì, giovedì e venerdì: 9.00-13.00 e 14.00-19.00; mercoledì: 11.00-12.50 e Quartiere Salivoli 9.00-12.00; Bibliomare a Perelli 14.00-18.30; sabato: 9.00-12.50; Coop Salivoli 15.00-19.00.

Da giovedì 4 settembre: lunedì, martedì, giovedì  e venerdì : 9.00-13.00 e 14.00-19.00; mercoledì: 11.00-12.50; Quartiere Salivoli 15.00-18.30; sabato: 9.00-12.50; Coop Salivoli 15.00-19.00.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.7.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 7 ore, 26 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it