NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 6 GIUGNO 2014

PIOMBINO: DIBATTITO CON ANTONIO FLORIDIA SUL VOTO IN VAL DI CORNIA

Venerdì 6 giugno alle ore 21.15 presso la sala del quartiere Perticale in via Lerario a Piombino il Corriere Etrusco organizza  un convegno-dibattito dal titolo “Elezioni: cosa cambia in Val di Cornia” con lo scopo di analizzare il voto delle recenti amministrative nei Comuni di Piombino, Suvereto, San Vincenzo e Campiglia Marittima. Modera il nostro direttore  Giuseppe Trinchini.

Per l’andamento del voto nel comune di Piombino interverrà l’Ex sindaco ed Ex Assessore Regionale Paolo Benesperi.

Per quanto riguarda il comune di Suvereto interverrà Rossano Pazzagli, sindaco di Suvereto dal 1995 al 2004 e Presidente del Circondario della Val di Cornia dal ’99 al 2004.

L’analisi del comune di Campiglia Marittima invece sarà tenuta da Fiorenzo Bucci, giornalista e scrittore, caposervizio della redazione di Grosseto de “La Nazione” dal 2000 al 2011, mentre la situazione di San Vincenzo sarà commentata da Nicola Bertini, ex consigliere comunale dal 2004 al 2014.

L’analisi dell’andamento a livello di area sarà curata da Antonio Floridia, presidente della Sise (Società italiana di studi elettorali) e responsabile per la regione Toscana dell’Ufficio e Osservatorio elettorale.

_____________________________

M5S PIOMBINO: “A CHI GIOVA LA CONCORDIA?”

Piombino (LI) – Il Movimento 5 Stelle Piombino commenta gli ultimi sviluppi della vicenda Concordia e sulla reale utilità del suo arrivo nel nostro porto. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Alla luce degli ultimi eventi di cronaca ci troviamo costretti a tornare per l’ennesima volta sulla vicenda Concordia – iniziano i Pentastellati.
Cerchiamo di fare un’analisi fredda e lucida, priva di risvolti ideologici e avendo come unico riferimento il bene di Piombino.
A chi giova il portare la Concordia nel nostro porto? Ad ora accogliere il relitto, non solo è inutile dal punto di vista occupazionale, ma addirittura può avere risvolti negativi per lo sviluppo portuale. Troppi i lati oscuri e i rischi correlati ad un’attività per la quale, ad oggi, non esistono né strutture adatte all’accoglienza, né tantomeno si conosce quale soggetto imprenditoriale si aggiudicherà l’appalto e con quali metodi e tecnologie intenda procedere.

Partiamo dal presupposto che il primo interesse da tutelare sia quello di chi fino ad ora ha subito il vero danno da questa vicenda, ovvero i cittadini gigliesi. Troppo tempo ormai è trascorso dal naufragio e l’isola del Giglio ha il sacrosanto diritto di vedersi togliere dalle proprie coste il relitto della nave. Proviamo ad ipotizzare di portare la Concordia nel porto di Piombino per l’inizio dell’autunno. Per allora l’adeguamento dei fondali sarà terminato? Una volta accolto il relitto nel nostro porto non si torna più indietro. Quanto tempo occorrerà per assegnare l’appalto della demolizione? Quanto tempo occorrerà per bonificare il relitto? Quanto tempo occorrerà per demolire una nave di 290 m di lunghezza e di 114.000 ton di stazza?

Partiamo dal presupposto che il nuovo porto è un’infrastruttura vuota. Quali servizi e quali attività saranno la struttura portante del nuovo porto ancora deve essere programmato ed occupare moli e banchine per i prossimi anni con un’attività che porterà 200 posti di lavoro circa, di cui almeno il 70% manodopera specializzata (quindi non reperibile sul territorio), ci pare un scelta suicida. Nessun programma di formazione per la manodopera locale ad ora è stato avviato, nessuna garanzia di reintegro dei lavoratori Lucchini in cassa integrazione, anche perché sarebbe impossibile farlo senza conoscere il soggetto appaltatore, solamente la certezza di vincolare aree portuali con strutture che non hanno nessuna utilità in prospettiva.

Ora è il momento di definire cosa sarà del nuovo porto, è il momento di individuare come questa nuova infrastruttura possa portare lavoro stabile per i piombinesi e per il loro futuro. Capire quali sono gli scenari, i mercati in via di sviluppo e sui quali investire, come coordinarsi con il nuovo assetto dell’autorità portuale accorpata e soprattutto come collegare la nuova infrastruttura con la rete dei trasporti, senza dover sottostare al ricatto di un’opera depressiva per il territorio come l’autostrada Tirrenica.
Questo deve essere il compito della pubblica amministrazione: scegliere e programmare lo sviluppo del territorio, e non inseguire provvedimenti a spot dettati dall’emergenza.

Come potete vedere i nostri NO non sono dettati da un’insana voglia di contrastare tutto e tutti – conclude il Movimento – né dettati da istinti populisti, bensì frutto di analisi lucide, eseguite in funzione di un faro guida: il benessere della nostra città.
A chi giova la Concordia? A voi la risposta, ma di sicuro non a Piombino».

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

__________________________

AI GIARDINI EX PRO PATRIA TORNA “CONTAMINA”

Piombino (LI) – Dal 12 al 19 giugno torna “Contamina”, rassegna di Teatro Musica e Circo Contemporaneo a cura dell’Associazione Lotus con la collaborazione del Comune di Piombino.

Quest’anno “Contamina” si ingrandisce e si sposta nella terrazza dell’Ex Asilo Pro Patria dove verrà installato anche un chapiteau da circo. Sarà presente un mercato di artigianato artistico e un punto ristoro gestito dalla cooperativa Fuori Schema. Dalle 17.00 di ogni giorno sarà possibile partecipare gratuitamente ad attività ludiche e artistiche organizzate da varie associazioni.

L’ingresso all’interno dei Giardini Ex Pro Patria è libero e gratuito mentre gli spettacoli serali sono tutti a bigliettazione ed è consigliata la prenotazione. Info e prevendite 388 3679760 – 328 0090561

__________________________

BARATTI PAVILLON 2014: PROSEGUONO I LAVORI DEL WORKSHOP RESIDENZIALE

Piombino (LI) – E’ iniziato il 1 giugno e si concluderà il 7 giugno il workshop residenziale “BARATTI PAVILLON” realizzato dall’associazione culturale BACo (Baratti Architettura e Arte Contemporanea) Archivio Vittorio Giorgini, in collaborazione con Parchi Val di Cornia SPA | Parco Archeologico di Baratti-Populonia, Comune di Piombino, Tenuta Poggio Rosso e con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Livorno.

Seguiti da tutor professionisti, i partecipanti stanno portando avanti questa interessante esperienza di cantiere, che sta dando forma alla struttura espositiva lignea, a carattere temporaneo, denominata “TURUSCIA”, alternando il lavoro con visite alle architetture contemporanee di Vittorio Giorgini (Casa Esagono e Casa Saldarini), a un cantiere in terra cruda, al Parco archeologico di Baratti e Populonia per immergersi in un ambito territoriale dotato di grande valore paesaggistico.
La struttura, ideata e progettata da un giovane ingegnere della Val di Cornia, Paolo Pasquinelli, con il coordinamento dell’Arch. Antonio Carmilla (tutor designato da B.A.Co. per il workshop 2014), ospiterà, a partire da luglio, il ricco programma di eventi culturali di architettura, design, arte, cinema, letteratura, musica e teatro proposto da BACo.

Un’iniziativa di grande rilievo che ha attirato l’attenzione sul nostro territorio del Direttore dell’Archivio Charlotte Perriand, Jacques Barsac, e del Console Onorario di Francia a Firenze, nonché Direttore dell’Istituto Francese, Isabelle Mallez, in visita martedì scorso presso il cantiere.

Il workshop “Baratti Pavillon” cederà il testimone domenica 8 giugno al workshop fotografico “Le relazioni tra l’uomo contemporaneo e il proprio spazio”: fino al 15 giugno Baratti sarà sotto l’obiettivo di SYNAP(SEE), collettivo eterogeneo individuato da BACo come soggetto a cui affidare la visione del golfo di Baratti, dei suoi macroelementi e del suo vissuto.

INFO: info@archiviovittoriogiorgini.it – bacobaratti@gmail.com – www.bacobaratti.it – www.archiviovittoriogiorgini.it

_____________________

MARTINA “LA ROSSA” EISENREICH A SASSETTA

Sassetta (LI) – Venerdì 6 Giugno, alle 21.00 torna a SASSETTA Martina “la Rossa” Eisenreich per trasformare l’incantevole cornice della Piazzetta della Chiesa in una scenografia animata dalle note passionali del suo violino.

Una serata unica, ricca di poesia, in cui le melodie del folk celtico e di brani classici trasformeranno la piccola piazza in un luogo traboccante sensualità: i suoni incantevoli del violino, il gusto dei piatti tipici della tradizione sassetana e dei vini delle nostre colline, la bellezza della cornice storica, i profumi dell’estate che arriva… e lo spettacolo unico di un’artista che col solo tocco del suo archetto sulle corde e coi suoi magnifici capelli rossi riesce a ipnotizzare gli spettatori.
La serata comincerà alle 21,00 con la degustazione di piatti tipici di Sassetta e dei vini delle Doc Val di Cornia e Bolgheri. Durante la cena, si esibiranno i musicisti.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.6.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 17 ore, 38 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it