NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 11 DICEMBRE 2011

SUVERETO: DOMENICA 11 DICEMBRE CHIUDE LA SAGRA 2011

Questa sera ultimo giorno per la quarantaquattresima edizione della Sagra di Suvereto.

La festa inizia la mattina alle 10 con l’inaugurazione della nuova via intitolata a Franco Scaglione. Nato a Firenze nel 1916 e scomparso il 19 giugno del 1993 a Suvereto all’età di 77 anni, Scaglione era un noto designer italiano specializzato nel settore auto. La Sagra continua alle 10.30 con un corteo di auto storiche in piazza Vittorio Veneto e con l’apertura dei banchi nel centro storico, e la mostra di artigiani al lavoro nel Chiostro di San Francesco.

Alla Rocca Aldobrandesca ci sarà il campo di tiro con l’arco degli Arcieri Aquila Nera e a partire dalle 10 si aprirà «La via del gusto», il mercatino Slow Food dal titolo «Le eccellenze del territorio: l’esperienza di Terra Madre».

I punti ristoro, al Ghibellino, La Locanda della Rocca e La Cappa, apriranno alle 12. Dalle 14.30 alle 18 per le vie del paese suonerà la Sound Street Band, in contemporanea in piazza dei Giudici ci saranno i «Racconta Storie». Alle 14.30 si esibiranno inoltre i «Maggerini Lustignanesi» di Lustignano. Alle 15 in via Battisti sarà allestito «L’angolo dei ragazzi» a cura dell’associazioni Aman. Alle 16 arriveranno gli sbandieratori di Santa Croce di Suvereto in piazza Vittorio Veneto. La Sagra del cinghiale si concluderà alle 18 sempre in piazza Vittorio Veneto con i saluti e l’arrivederci al prossimo anno.

___________________________

FOLLONICA: AL RISTORANTE “ALL’OASI” SPUNTANO LE RICETTE LOW-COST

La cucina di qualità aperta a tutti. Anche a chi non può permettersi di spendere troppo per una cena al ristorante.  In un periodo di crisi economia l’Oasi di Follonica ha deciso di andare incontro ai suoi clienti, prevedendo un giorno alla settimana tutto dedicato alle ricette ricercate low cost.

Di cosa si tratta? Dell’Alternativa, ciclo di incontri al noto ristorante di Pratoranieri, in programma ogni domenica, giorno di relax. Invece che ricorrere alla tipica e economica pizza i follonichesi (e non) possono mangiare portate di qualità praticamente allo stesso prezzo, 23 euro. Un menù fisso fatto di prodotti tipici locali e vini nostrani cucinati e serviti da Mirko e Valeria proprietari dell’Oasi, (viale Italia 207, Follonica) durante la rassegna. Per informazioni sul menu disponibile per la serata di domenica 11 dicembre e prenotazioni basta telefonare al numero 0566 260008.

____________________________

SCARLINO: DOMANI RIPARTE L’INCENERITORE

Lunedì 12 dicembre riprenderanno i conferimenti di Cdr e da mercoledì saranno riavviate in sequenza le tre linee di combustione.

E’ quanto comunicato questa mattina alle Rsu di Scarlino Energia e ai segretari provinciali delle confederazioni sindacali Filctem – Cgil e Femca-Cisl, dal Presidente e dall’Amministratore delegato di Scarlino Energia, Moreno Periccioli e Luca Galimberti. Nel corso dell’incontro avvenuto nella sede del Casone, Periccioli ha reso noto che nei prossimi giorni verrà dato avvio alle procedure per la chiusura della cassa integrazione e ha informato ufficialmente i rappresentanti sindacali della decisione del Consiglio di Stato che ha concesso la sospensiva della sentenza del Tar. Nel pomeriggio, l’azienda ha comunicato agli enti competenti la ripresa dell’attività.

_____________________________

SUVERETO: L’ASSOCIAZIONE PIAZZA D’AKRAM APRE UNA SEDE PER SPETTACOLI A PRATINI

È nata «La Casa delle Culture». Un casa colonica di fine ‘800 a Suvereto si è aperta al nuovo, alla contemporaneità, alla pluriculturalità nutrendosi di contenuti del mondo. A realizzare questo progetto è l’associazione culturale Piazza d’Akram che organizza e accoglie eventi.

A guidare il progetto sono il regista e attore palestinese Telawe Akram e la cantante lirica, sua moglie, Giuliana Mettini. «Fin dall’antichità, l’Agorà, cuore pulsante di ogni attività, nonché luogo altamente rappresentativo di scambi artistici e culturali, ci ha insegnato ad interpretare la piazza come spazio utile, indispensabile ed assolutamente idoneo ad essere vissuto attraverso le idee e le esperienze. Ed è in questo spirito che è nata l’Associazione Culturale «Piazza d’Akram – ci spiegano – mirata alla diffusione della cultura nelle sue più svariate forme.

 

«Piazza d’Akram, vuole essere un luogo che non sia solo punto d’incontro tra le persone, bensì tra le espressioni artistiche, di varia origine, dal teatro alla musica, dall’arte figurativa alla danza, dalla letteratura al cinema ed anche alla cultura del cibo, come tradizione universale di comunicazione tra i popoli, dando forma alla curiosità intellettuale, attraverso la ricerca e la creazione. Siamo un’Associazione di libere persone, le cui professionalità vengono messe al servizio di chi si pone l’obiettivo di utilizzare il linguaggio dell’arte come mezzo per abbattere i muri della paura dell’altro e del diverso».

 

Appuntamento  questo pomeriggio alle 17 in località Pratini 28, nell’ambito del ciclo «Pomeriggio all’Opera»: Laura Pasqualetti al pianoforte e Giuliana Mettini Soprano, presenteranno «Le Nozze di Figaro» di W.A. Mozart, attraverso il racconto, il canto e l’esecuzione musicale. Durante l’intervallo verranno serviti tè e tisane, accompagnati da una merenda offerta da Unicoop Tirreno, che con questo gesto, ha voluto sostenere evento. Per informazioni e prenotazioni chiamare i numeri: 0565 828144 Giuliana, 334 1976813 Alessandra.

___________________________

SAN VINCENZO: IL FORUM CHIEDE UN PIANO PER LA RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA

«Una volta esplosa la bolla della speculazione edilizia, quale futuro dare al nostro Comune?». nell’ultimo consiglio comunale incentrato sul bilancio la domanda che è stata posta dai gruppi di opposizione. I quali hanno fatto notare che «il consumo di territorio nell’ambito comunale ha prodotto effetti drammatici e la speculazione edilizia si è rivelata nella sua reale natura: un bluff».

Insomma — è stato detto — all’amministrazione comunale mancano i soldi perché non arrivano più oneri d’urbanizzazione su cui il comune contava per far quadrare i conti. I cantieri sono in larga parte abbandonati ed è chiaro a tutti come in questi anni si sia prodotto rendita per pochi e non reddito per molti. Come si converte un’economia basata sulla rendita immobiliare oggi travolta dalla crisi? La domanda viene ignorata da una maggioranza che più volte ha bocciato la proposta, – in questo caso del Forum del Centrosinistra – di sovvenzionare gli interventi di conversione del patrimonio edilizio esistente secondo criteri di bioedilizia e bioarchitettura.

«Quello è il futuro del settore edile e nel nostro comune — ha affermato Nicola Bertini del Forum — ci sono quattro milioni di metri cubi di edificazioni a cui occorre installare le doppie finestre, predisporre il cappotto termico, coibentare tetti e mansarde…. Pur di bocciare le proposte del Forum la maggioranza ha lasciato che questo territorio si presentasse indifeso ai colpi della crisi internazionale e adesso, visto che mancano gli oneri d’urbanizzazione, già si applaude alla nuova Ici sulla prima casa (Imu), si pensa ad aumentare l’Irpef, si pensa di ritoccare parcheggi a pagamento ed altre misure che colpiscono soprattutto quelli che hanno sempre pagato senza creare nessuna prospettiva a questo territorio. Si è lasciato languire il settore potenzialmente decisivo dei parchi e ora si pensa alla tassa di soggiorno».

In conclusione secondo il Forum del Centrosinistra «non c’è prospettiva di ripresa con queste ricette estemporanee che non rispondono a nessuna strategia politica economica e sociale. Si abbia la decenza di riconoscere la sconfitta delle proprie ricette e il fallimento del proprio modello di “sviluppo”. Si abbia il coraggio di contaminarsi con le proposte e con i progetti di chi ha sempre proposto un altro futuro. Oppure si continui serenamente ad aspettare Godot, e si salvi chi può».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.12.2011. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 22 giorni, 6 ore, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it