NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 19 MARZO 2010

CAMPIGLIA: I RITARDI  SULLE ENERGIE RINNOVABILI  E LE PROPOSTE DI CDC

Riportiamo integralmente un intervento della lista civica «Comune dei cittadini» sulle energie rinnovabili.

«In Italia la produzione di energia da fonti rinnovabili non decolla. Le cause vanno ricercate probabilmente in una legislazione che ammette questi impianti ovunque, rinviando però la loro compatibilità ambientale a complesse procedure valutative. L’Italia, per nostra fortuna, ha un territorio complesso geograficamente e unico per ricchezza di storia e di paesaggi. Localizzare qui grandi impianti non è agevole. Prova ne sono le molte procedure di valutazione ambientale concluse con esiti negativi.  Per tentare di colmare ritardi e caos serve la “programmazione” pubblica, attraverso la quale stabilire dove costruire i grandi impianti nel rispetto delle esigenze generali del territorio,  garantendo agli operatori certezza del diritto e rapidità delle procedure.

In Val di Cornia il dibattito sulle energie rinnovabili arriva tardi e dopo che sono state prese  decisioni sbagliate.  Si è tergiversato sulla centrale a biomasse dell’Amatello e dopo oltre 600 giorni d’istruttoria non c’è ancora nessuna decisione, ma una inquietante sospensione del procedimento autorizzativo. Nel 2008 è stata adottata dai Comuni una variante per le zone agricole che nega la possibilità di costruire centrali a biomasse in aperta campagna, ma ammette la costruzione di grandi  impianti fotovoltaici su tutto il territorio agricolo di pianura. A distanza di due anni, dopo che molte imprese hanno presentato progetti nel territorio rurale, cambiano idea e si propongono di vietarli, ma non nelle campagne con problemi di salinità (migliaia di ettari) dove si potranno ancora fare.

Anziché risolvere il problema idrico, le proposte dei Comuni sembrano invitare i coltivatori all’abbandono di quelle terre, con buona pace dei propositi di rilancio dell’agricoltura che rappresenta invece uno dei settori per la qualificazione dello sviluppo locale.
Per noi le priorità sono il risparmio energetico (a partire dal buon esempio che dovrebbero dare i Comuni), l’installazione di impianti sulle coperture degli edifici e il sostegno alle imprese (commerciali, artigianali, industriali ed agricole) che si propongono di integrare le proprie attività principali con la produzione di  energia rinnovabile.
Per i grandi impianti di produzione, invece, prima che alle campagne si deve guardare alle vaste aree industriali non utilizzate, alle grandi cave, alle discariche dismesse, ai parcheggi, alle aree intercluse negli svincoli stradali, alle aree già urbanizzate ecc.  Sotto questo profilo la Val di Cornia offre notevoli opportunità. In ogni caso, in territori come il nostro, la localizzazione di grandi impianti non può essere lasciata al caso o a generici criteri urbanistici.  Devono essere i Comuni a individuare puntualmente i siti e, se occorre, ad acquisirli per pubblica utilità e metterli a disposizione degli operatori.
Servono buona programmazione, trasparenza e procedure semplificate. Questo ci attendiamo dalle nostre amministrazioni».

19 marzo 2010

Comune dei Cittadini
Commissione Ambiente

_____________________________________________________________________
CONCORDI: STORIE SOTTO IL MARE PER CONOSCERE LA MUSICA

Da giovedì 18 marzo parte al Teatro comunale Concordi di Campiglia un progetto di educazione all’ascolto dal vivo della musica classica rivolto ai bambini della scuola primaria.

L’iniziativa rientra nell’ampliamento dell’offerta formativa finanziata dal Comune di Campiglia e gestita dall’Istituto Comprensivo Marconi. Il progetto porta la firma della violinista Renata Sfriso, docente al conservatorio Mascagni di Livorno

Giovedì alle 10.30 sono a teatro le classi prime e seconde delle scuole Amici, e le seconde Marconi e Altobelli, il pomeriggio dello stesso giorno partecipano la terza, quarta e quinta delle Amici. Per questo primo appuntamento lo spettacolo-lezione scelto va sotto il titolo di “Le storie sotto il mare”. Nel mese di maggio secondo appuntamento con le lezioni spettacolo, lo spettacolo scelto è “Lo Schiaccianoci” e vi parteciperanno tutte le prime e seconde di Venturina e Campiglia (Altobelli, Marconi, Amici) e le terze, quarte e quinte di Altobelli e Marconi (Venturina).
All’apertura del progetto hanno portato il loro saluto il sindaco Rossana Soffritti e la dirigente scolastica Raffaella Biagioli.

____________________________________________________________

VENTURINA: UNA CASA NUOVA PER 12 FAMIGLIE

E’ stata davvero una giornata di festa per le 12 famiglie che hanno avuto in consegna le chiavi degli alloggi popolari loro assegnati. Tutto si è svolto secondo i programmi il pomeriggio di martedì scorso che ha visto la fase finale della consegna  dei nuovi 12  alloggi di CASALP spa, in Via Rossellini n. 1/3 a Venturina,  costati complessivamente € 1.239.500,00

Davanti a tutti i nuclei familiari destinatari degli immobili, i tecnici dell’Ente livornese hanno sbrigato le pratiche burocratiche, effettuando inoltre un sopralluogo in ciascun appartamento con il neo-locatario al fine di verificare le eventuali migliorie da eseguire.
Dodici alloggi e altrettanti garage per incrementare il patrimonio di edilizia residenziale pubblica nel territorio comunale.

Si distinguono in  sei alloggi di 60 mq ciascuno destinati a nuclei familiari di 3 persone con due camere da letto, di cui un alloggio appositamente attrezzato per soggetti disabili,
ed  altri sei alloggi di 85 mq per nuclei familiari di 5 persone, con tre camere da letto.
Tutti gli appartamenti  sono dotati di garage singolo per complessivi 189,84 mq, di impianto di riscaldamento centralizzato, di spazi condominiali per lavanderia e locali tecnici. Ogni condominio è inoltre dotato di ascensore. Sono 49 le persone che abiteranno in questi appartamenti e i 12 nuclei familiari sono così composti: 1 nucleo familiare di 8 persone, 2 di 5 persone, 5 di 3 persone, 1 di sei, 2 di 4 e 1 di 2 persone.

“In un periodo storico in cui la casa stessa, di proprietà o meno, più che un diritto umano, diventa un privilegio – afferma l’assessore alle Politiche Sociali Simona Casini, che ha accompagnato i locatari a prendere possesso dei rispettivi alloggi, portando loro i saluti del Sindaco Rossana Soffritti – poter dare una risposta concreta a questo bisogno primario da’ un’enorme soddisfazione, sia come amministratore che come persona. E’ vero che i conduttori dovranno pagare un canone – continua l’assessore – ma si tratta di un canone sociale, quindi irrisorio rispetto ai prezzi di mercato. Inoltre molte di queste famiglie, sono costantemente seguite dai nostri Servizi Sociali che le supportano economicamente,  e non solo,  nella soddisfazione dei loro bisogni primari”.

Questa giornata rappresenta la conclusione di un anno, quello appena trascorso, che ha visto tutta l’Amministrazione comunale impegnata per far fronte all’emergenza abitativa, emergenza resa ancor più pesante dalla crisi economica nazionale in atto. Il Comune di Campiglia nell’anno 2009, relativamente alle integrazioni ai contributi per gli affitti, è riuscito a erogare € 70.000,00 in più rispetto alle previsioni a fine 2008 ritenendo fondamentale dare soluzione al problema della casa nella massima misura possibile rispetto alla necessità.

______________________________________________________

A PASSO D’UOMO: CICLO D’INCONTRI SULLA CONTEMPORANEITA’

Nel Comune di Campiglia M.ma non sono presenti scuole superiori e proprio per questo si è avvertita la necessità di riallacciare un rapporto con i giovani dai 14 anni in poi, per fornire loro strumenti di crescita culturale, un motivo per vivere un’esperienza nel loro paese coinvolgendo anche i coetanei dei comuni limitrofi.
Nasce così “A passo d’uomo – Incontri sulla contemporaneità per diventare cittadini consapevoli”, ciclo di incontri che si svolgerà nell’Auditorium di Sviluppo Italia (Bic) a Venturina a partire da martedì 23 marzo prossimo, ore 16.00. Incontri aperti a tutti che vogliono essere dare un qualificato contributo alla vivacità culturale del territorio. “In questi tempi complessi e difficili che viviamo – spiega il sindaco Rossana Soffritti  – desideriamo rivolgerci al mondo giovanile proponendo un ciclo di incontri su attualità e storia contemporanea con particolare riferimento ai temi della giustizia, della legalità, della solidarietà che abbiano come finalità quella di accompagnarli in un percorso di crescita come cittadini consapevoli e responsabili dotati di senso civico e spirito critico nell’affrontare  la vita”.
Il progetto è stato presentato a tutte le scuole superiori nell’arco da Grosseto a Livorno in occasione del salone dell’Orientamento del 24 febbraio alla Sala della Musica a Venturina e successivamente il sindaco insieme all’assessore alla cultura Jacopo Bertocchi si sono recati personalmente negli istituti superiori di Piombino per incontrare presidi e docenti. “Tengo molto a questa iniziativa – dice Soffritti – e ho riscontrato con soddisfazione che ha suscitato un interesse concreto nelle  nostre scuole che lo hanno considerato degno di attenzione. Il liceo Carducci ha anche voluto essere presente con il logo sui manifesti e riconoscerà crediti formativi ai ragazzi che parteciperanno alle lezioni”.
Per il 2010 sono fissati tre incontri nell’arco dell’anno scolastico in corso, e due incontri nel prossimo autunno. Questo il calendario degli incontri primaverili che si aprono con Lidia Ravera.
Programma 2010:
    Martedì 23 marzo Lidia Ravera, Scrittrice “La guerra dei figli: gli anni Settanta tra romanzo e autobiografia” (Docente: Pablo Gorini – Giornalista: Andrea Lazzeri)
    Mercoledì 21 aprile Edoardo Tabasso,  Docente di strategie della comunicazione giornalistica Università di Firenze “1975-1980. 5 anni fatali  tra militanza e disco” (Docente: Fabio Canessa)
    Giovedì 6 maggio Nando Dalla Chiesa, Sociologo – Docente Università di Milano “Mafia e antimafia tra cultura e costume” (Docente: Lorenza Boninu – Giornalista: Marco Bucciantini)
Ottobre – Novembre 2010:
Un incontro sulla Costituzione e un incontro su un tema scientifico in corso di definizione.

______________________________________________________

CITTADINI DI SUVERETO PIU’ TARTASSATI

Riportiamo integralmente un intervento della lista civica «Uniti per Suvereto» sugli aumenti tariffari a Suvereto e in Val di Cornia.

«Aumenti tariffari di acqua e rifiuti per i cittadini di Suvereto. Da un analisi del Bilancio preventivo 2010 emergono scelte discutibili da parte della Giunta comunale. La più importante è senza dubbio l’esternalizzazione totale ad ASIU del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, che a fronte di una diversa modulazione del servizio costerà alle tasche dei cittadini un bell’aumento della TARSU del 6,5%, aumento che va a sommarsi a quello sulle bollette dell’acqua, anche questo intorno al 6%, deciso dai sindaci nell’assemblea ATO del 9 ottobre scorso. In un periodo di crisi come quello attuale, in cui molte famiglie hanno difficoltà finanziarie e per alcune è difficile arrivare in fondo al mese, il Comune dovrebbe essere dalla parte dei cittadini e non vessarli con una pressione fiscale crescente a fronte di servizi ancora scadenti.

Altra nota dolente da segnalare è la diminuzione di investimenti per la scuola. Di fronte ad un provvedimento scellerato come la riforma Gelmini, ci aspettavamo maggior attenzione da parte dell’amministrazione per questo comparto determinante per la società. Invece si è visto bene di tagliare i fondi per il pulmino che fa il servizio per la scuola materna, che quindi da settembre non sarà più presente, in cambio di un nebuloso probabile accordo con ATM, di cui ad oggi l’assessore Nocenti non ha dato conferma e assicurazioni precise per garantire lo stesso servizio.

Troppo limitati sono gli stanziamenti previsti per l’agricoltura e il piccolo commercio, settori che invece necessiterebbero di interventi più consistenti. Infine si conferma un trend di finanziamento della spesa corrente attraverso il ricorso a proventi non ricorrenti come gli oneri di urbanizzazione, il cui incremento rappresenta un indice preoccupante di consumo del territorio.

Tutto questo mentre vengono destinati ben 50.000 euro ad un fantomatico progetto, di cui non si sa niente, per il controllo e la regolamentazione del transito nel centro storico, quando basterebbe rispettare le regole che già ci sono.
Per la loro rilevanza economica e sociale tali scelte rappresentano per Uniti per Suvereto punti da correggere ed integrare tramite un lavoro di approfondimento e un percorso partecipativo che consenta di rivedere le politiche di bilancio nel corso di tutto il 2010, tenendo conto dei necessari contributi provenienti dai cittadini e dai gruppi presenti in Consiglio Comunale».

Uniti per Suvereto

___________________________________________________________

NUOVO CANILE COMUNALE A PORTOFERRAIO

Nella seduta di giovedì 18 marzo , la Giunta Comunale ha formalmente dato il via libera al nuovo canile comprensoriale. In particolare ha deliberato di attribuire all’Unione di Comuni dell’Arcipelago Toscano l’esercizio delle funzioni e dei servizi relativi alla competenza comunale per la realizzazione e gestione del canile, sulla base di uno specifico accordo definito fra i sindaci ed il presidente dell’Unione.
“Con questa delibera –ha sottolineato il sindaco Peria- si concretizza un punto di svolta in una problematica non semplice, talvolta ingiustamente sottovalutata dal territorio, ma di grande rilevanza sanitaria, civile e sociale insieme. Nei prossimi mesi il nostro impegno sarà perché la scelta si realizzi, con la partenza dei lavori e quindi la concretizzazione del progetto comprensoriale, il che ci permetterà di uscire dall’attuale emergenza, di dare respiro ai molti volontari che ogni giorno si sacrificano per supplire ai limiti delle istituzioni e soprattutto di affermare un percorso di civiltà nel rapporto con i nostri amici a quattro zampe”.

IL COMUNE DI PORTOFERRAIO

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.3.2010. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    22 mesi, 25 giorni, 14 ore, 52 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it