PIOMBINO: PER RIMATERIA LE PROROGHE, PER I CITTADINI IL PUZZO

uno ironico striscione del 2018

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente dal Comitato Salute sulle continue proroghe che la Regione Toscana concede alla discarica Rimateria (non ancora a norma), che sta esasperando la vita dei residenti vicino a questo impianto maleodorante.

«Il 23/10/2020 con il decreto diffida n. 17282 la Regione Toscana concede a RiMateria 90 gg per prorogare i termini del cronoprogramma che stabilisce la messa a norma della discarica ormai esaurita Ex-Asiu, contraria l’ amministrazione di Piombino e incredibilmente favorevole l’ Azienda USL della quale riportiamo il parere …dall’esame dei vari punti rappresentati nella nota tecnica fatta pervenire da RiMateria Spa non si ravvisa l’insorgenza di condizioni ostative di pertinenza di questa azienda USL conseguenti alla proposta di rimodulazione del cronoprogramma degli interventi presentata dal proponente. Pertanto si esprime parere favorevole …

L’11/11/2020 il Sindaco di Piombino, Francesco Ferrari, dichiara in un comunicato “Carotaggi, un altro ostacolo posto da RiMateria. Il Comune andrà comunque avanti…eseguiremo i carotaggi a costo di attendere la conclusione del concordato”.

Il 14/11/2020 Il Tirreno pubblica circa il concordato richiesto da RiMateria, nel Marzo 2020, “Serve una proroga: RiMateria chiede 3 mesi al Tribunale Il piano da presentare ai creditori non è ancora pronto. Indispensabili le autorizzazioni ad ampliare le discariche”

La Commissione di inchiesta istituita ormai da un anno per fare luce sul debito Asiu , con molta probabilità chiederà una proroga di altri 12 mesi.
Insomma, a conti fatti, molte sono le proroghe richieste sulla questione RiMateria, ci auguriamo che al termine di tutti questi rinvii, la cittadinanza non abbia spiacevoli sorprese, mentre , nel frattempo, si convive con una discarica che continua a conferire rifiuti malgrado non sia ancora a norma. Questo stride fortemente con il principio di salvaguardia della salute pubblica.
L’iter autorizzativo per un primo ampliamento della discarica di Ischia di Crociano è già partito , su questo, guarda caso, non si prevedono proroghe, i termini per la conclusione del procedimento sono 150 giorni dalla data di avvio del procedimento (10/03/2021) fatte salve successive eventuali interruzioni/sospensioni.

Entro il 3 dicembre vanno presentate le osservazioni , invitiamo tutta la cittadinanza a farle, seguendo le indicazioni per presentarle nel seguente link: PREMI PER VEDERE al paragrafo: RECAPITO PER LA PRESENTAZIONE DELLE OSSERVAZIONI .

Cosa dire, le proroghe fioccano ma i problemi restano».

Il Comitato Salute Pubblica Piombino-Val di Cornia

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.11.2020. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    40 mesi, 22 giorni, 21 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it