RINVIATO IL REFERENDUM, NASCE UN COMITATO CONTRO IL TAGLIO AI PARLAMENTARI

Val di Cornia (LI) – E stato rinviato il referendum costituzionale sulla riduzione del numero dei Parlamentari previsto per il 29 marzo è stato rinviato dal Governo a causa dell’emergenza coronavirus. La nuova data dovrebbe essere individuata per i mesi di maggio o giugno, anche se non c’è ancora una data certa.

Nel frattempo nasce anche in Val di Cornia il Comitato per sostenere le ragioni del No, collegato al già costituito Comitato Toscano per il No. L’iniziativa è promossa da un gruppo intercomunale composto da Rossano Pazzagli (Suvereto), Jacopo Bertocchi (Campiglia), Enzo Chioini (San Vincenzo), Stefano Ferrini (Piombino) e Loredana Teglia (Venturina). Il comitato, denominato “No al taglio della democrazia”, ha già una sua pagina Facebook (a questo indirizzo) e si propone di indire degli incontri non appena l’emergenza sanitaria si attenuerà.

“Il taglio non colpirebbe i privilegi dei politici, ma ridurrebbe la rappresentatività del Parlamento e la sovranità popolare affermata dall’art.1 della Costituzione. – sostengono i promotori del gruppo – Questa riforma deve essere respinta poiché ridurrebbe le possibilità di scelta per gli elettori in pratica lasciando la nomina dei parlamentari alle segreterie dei partiti. Si tratterebbe di una alterazione alla Costituzione, creando una casta più ristretta e mettendo il potere nelle mani di pochi. Per risparmiare sui costi delle Camere si doveva diminuire lo stipendio dei parlamentari, senza toccare quindi la rappresentanza”.

Sull’argomento abbiamo intervistato il Professor Pazzagli in collegamento tramite Skype. Questo è il primo video realizzato con questa tecnologia e senza prove preventive, ma riteniamo prioritaria la diffusione delle informazioni durante l’epidemia da COVID 19. Ci scusiamo quindi preventivamente per la sua qualità.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.3.2020. Registrato sotto Foto, politica, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    32 mesi, 27 giorni, 20 ore, 53 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it