PIOMBINO: NESSUN FINANZIAMENTO PER L’OSPEDALE DI VILLA MARINA

Mario Atzeni

Piombino (LI) – Il sindaco Francesco Ferrari e Mario Atzeni, presidente della terza commissione consiliare, fanno il punto dopo la seduta della commissione a cui hanno partecipato i vertici dell’Asl di Villamarina.: «I vertici dell’asl di Piombino hanno confermato ciò che noi sosteniamo da tempo: il motivo per cui i progetti per l’ospedale di Villamarina non sono mai partiti è perché la Regione Toscana non ha mai garantito i finanziamenti che da mesi annuncia”. Il sindaco e il presidente della terza commissione fanno il punto dopo l’incontro con i vertici Asl di Piombino». 

“Avevamo invitato la dottoressa Casani, direttrice generale di Asl, proprio per avere risposte in merito ai progetti che la Regione Toscana e l’azienda hanno per l’ospedale cittadino. Volevamo sapere perché il piano di rilancio spesso annunciato a gran voce non è ancora partito, perché i pazienti piombinesi continuano a non avere un presidio ospedaliero all’altezza delle necessità del territorio. La risposta è arrivata forte e chiara dai vertici dell’Asl di Piombino che hanno partecipato alla riunione al posto della dottoressa Casani: la Regione Toscana non ha ancora trasferito le risorse necessarie per far partire il piano di rilancio, motivo per cui non è possibile lavorare a un cronoprogramma degli interventi.

Quindi, i molti annunci della Regione non sono stati altro che fumo negli occhi di quei cittadini che continuano a sopportare i disagi legati all’inefficienza del presidio ospedaliero Villamarina, che si regge solo sull’impegno dei professionisti che continuano a lavorare a servizio della salute della comunità nonostante le enormi difficoltà che affrontano quotidianamente.

L’unione degli ospedali di Piombino e Cecina, effettivo con l’inizio del 2020, doveva essere lo strumento per garantire ai cittadini una sanità funzionale al territorio e, invece, si è trasformato un un depotenziamento graduale di Villamarina a favore del nosocomio di Cecina. Comunque, tutt’oggi non è chiaro come saranno distribuiti i servizi tra le due strutture. Le risposte che abbiamo ricevuto non sono sufficienti: Piombino ha bisogno di un ospedale degno di questo nome.

Lo statuto prevede che il sindaco o i consiglieri possano convocare un Consiglio comunale straordinario: nei prossimi giorni convocheremo un Consiglio monotematico invitando l’assessore regionale Stefania Saccardi e la direttrice generale di Asl Maria Letizia Casani. Basta con i vuoti annunci: Villamarina ha bisogno di investimenti, la città non può più aspettare”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.1.2020. Registrato sotto Foto, sociale, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 30 giorni, 21 ore, 59 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it