PIOMBINO: I COMMENTI SUL RINVIO DELL’INCONTRO AL MISE SULLA SIDERURGIA

l’ingresso dello stabilimento piombinese

Piombino (LI) – L’incontro previsto mercoledì scorso al Ministero dello Sviluppo economico è stato rimandato a data da destinarsi: nella comunicazione, arrivata nel tardo pomeriggio di martedì, si spiega solo che il rinvio è stato chiesto dalla Regione Toscana. Il Comune di Piombino ha sollecitato un nuovo appuntamento nel più breve tempo possibile vista la centralità dei temi all’ordine del giorno.

“La riunione prevista per oggi – spiega il sindaco Francesco Ferrari – era essenziale per pianificare le azioni in merito alle molte questioni che riguardano il nostro territorio: a partire dallo stato di avanzamento del piano industriale di Jsw fino ad arrivare alle bonifiche e ai finanziamenti alle imprese. Vista la centralità dei temi da trattare, spiace particolarmente che la Regione Toscana abbia chiesto di rimandare questo incontro, peraltro con così poco preavviso e senza spiegarne le ragioni. Avevamo chiesto questa riunione a settembre, subito dopo l’avvicendamento del Governo, e oggi abbiamo sollecitato una nuova data in tempi brevi: speriamo che non servano mesi per avere un altro appuntamento, la città non può più aspettare”.

__________________________

IL PRESIDENTE ROSSI: “A BRUXELLES ANCHE PER PIOMBINO”

Enrico Rossi e Sajian Jindal nel 2014 quando l’imprenditore ha

BRUXELLES – “Le aree di crisi, come quella di Piombino, sono destinatarie non solo di finanziamenti statali, ma anche di fondi europei come il Fesr e il Fondo Sociale. La siderurgia è un settore chiave sia per l’Italia sia per l’Unione europea e in queste settimane a Bruxelles, al Comitato delle Regioni, sono in corso importanti dibattimenti che riguardano le nuove strategie politiche della appena insediata Commissione Von der Leyen che avranno delle conseguenze dirette sulla prossima programmazione dei fondi di coesione. Per questo motivo ho considerato necessario non mancare alla sessione plenaria del Comitato delle Regioni a Bruxelles, la prima dopo l’insediamento della nuova Commissione Europea e alla presenza del Parlamento Europeo David Sassoli”.

Lo ha detto a Bruxelles il presidente della Regione Enrico Rossi partecipando alla sessione plenaria del Comitato delle Regioni.

“La Presidenza finlandese – ha aggiunto – presenterà al prossimo Consiglio europeo un documento al ribasso che propone tagli alle regioni e non apre verso nuove risorse per finanziare il just transition fund, destinato proprio all’ammodernamento dell’industria pesante, tra cui la metallurgia. Sono partite importanti che si stanno giocando in questi giorni a Bruxelles e le Regioni rischiano di essere tagliate fuori. Francamente non comprendo tutte queste polemiche per un rinvio richiesto già venerdì scorso. Con il Ministero dello sviluppo economico stiamo concordando una data utile a breve”.

_____________________________
USB: JINDAL NON HA ANCORA INVESTITO UN EURO SUGLI IMPIANTI

«È passato un anno e si ripropone la festa di natale, si parla di “brindisi augurale”. Secondo l’Usb JSW STELL PIOMBINO continua a far vedere una facciata di cattivo gusto. Uno stabilimento con due treni di laminazione a lavoro, di cui uno a singhiozzo e uno con una prospettiva di non ripartenza, ci sono ancora 1000 persone in cassa integrazione su un totale di 1660 lavoratori, di cui quelle impiegate neppure ad orario pieno. Ancora una volta è un’offesa non solo per i lavoratori ma per tutta Piombino.

L’Usb sottolinea che l’azienda non ha ancora investito un euro sugli impianti e non ha ancora chiarito quale sarà il futuro dell’acciaieria, ma sopratutto non investe neppure sulle manutenzioni giornaliere.  Quando tutti gli operai saranno rientrati a lavoro con salari dignitosi, quando la sicurezza sarà garantita, quando saranno fatti investimenti per la sostenibilità ambientale degli impianti, potremo festeggiare.

Il non incontro di stamani al mise, per discutere del futuro della nostra fabbrica e del nostro territorio, USB Piombino lo giudica negativo. A noi interessa poco il perché è stata rimandata, ma chiediamo a tutte le parti di far presto, riconvocare un tavolo al mise al più presto con le relative decisioni prese. Siamo giunti al capolinea ora basta promesse ci vogliono fatti, non possiamo aspettare all’infinito».

USB PIOMBINO LAVORO PRIVATO
_______________________________

CAMPING CIG: BASTA NARRAZIONI FELICI SULLA SIDERURGIA

«L’incontro di oggi al Mise sul futuro di Piombino è saltato, per indisponibilità della Regione Toscana, riferisce il Sindaco Ferrari.

Non ci meraviglia questo ennesimo schiaffo ai lavoratori di JSW, dell’indotto, alla Città e al territorio. Ora bisogna reagire come finora non si è fatto: non bisogna più avallare la narrazione felice, secondo cui a Piombino i problemi sono stati risolti.

Bisogna conquistare una nuova convocazione al Mise prima di Natale. Le organizzazioni sindacali hanno il dovere di convocare subito l’assemblea congiunta di tutti i dipendenti JSW e di quelli dell’indotto. Il Sindaco convochi a sua volta un’assemblea dei lavoratori e dei cittadini per guardare tutti insieme finalmente in faccia la realtà. Sono questi i primi, indispensabili passi di un percorso di mobilitazione che deve proseguire, portando lavoratori e cittadini sotto il Mise quando l’incontro si terrà, senza pause e senza sconti all’azienda e al governo».

associazione Coordinamento Art.1-Camping CIG

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 5.12.2019. Registrato sotto Economia, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    37 mesi, 5 giorni, 9 ore, 59 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it