PIOMBINO: RIMPASTO IN GIUNTA, ALL’AMBIENTE CARLA BEZZINI

L’Ex assessore Piacentini a destra nella foto

Piombino (LI) – “Dopo poco più di tre mesi dal mio insediamento è arrivato il momento di analizzare, insieme agli assessori, l’organizzazione della Giunta e delle deleghe in un’ottica di ottimizzazione del lavoro della macchina amministrativa”. Dopo un periodo di assestamento fisiologico, il sindaco Ferrari e gli assessori hanno preso delle importanti decisioni di riorganizzazione politica e strutturale della Giunta. Ecco la nuova configurazione della Giunta comunale di Piombino.

“Si sono resi necessari dei cambiamenti – spiega il sindaco – per rendere l’azione dell’amministrazione ancora più efficiente ed efficace. Dopo qualche mese di lavoro abbiamo ritenuto opportuno accorpare alcune deleghe che fino a ora erano assegnate ad assessori diversi così da agevolarne il lavoro e ottimizzare l’operato dell’amministrazione. Da oggi, mi spoglio del ruolo di assessore per dedicarmi a fare il sindaco distribuendo agli assessori quasi tutte le deleghe che avevo deciso di tenere. L’altra decisione – continua il sindaco –, condivisa ma certamente non indolore, è la sostituzione di Veronica Piacentini nel suo ruolo di assessore all’Ambiente. La mia scelta di nominare Veronica è stata frutto di una valutazione riguardo le competenze tecniche che credevo necessarie per guidare questo assessorato: in questi mesi la situazione si è evoluta notevolmente e, sia io che Veronica, concordiamo nel ritenere che il suo ruolo di tecnico non sia più quello che meglio può portare avanti il percorso in cui ci siamo impegnati fin dalla campagna elettorale. Come ben sappiamo, la condizione ambientale della nostra città non si ferma ai temi che normalmente competono all’amministrazione comunale, tutti ambiti che Veronica conosce molto bene in quanto ingegnere specializzato: nel settore ambiente è Rimateria il cardine dell’operato dell’amministrazione e subisce forti interferenze politiche.

Inoltre, ferma restando l’assenza di un conflitto d’interessi in termini legali, l’operato di Veronica rischia di essere sistematicamente messo in dubbio per via dei suoi trascorsi professionali, che sono la sua forza in quanto tecnico ma che potrebbero costituire un’ombra, seppur completamente ingiustificata, sulle azioni messe in campo dal suo assessorato e, quindi, sull’amministrazione.

Anche alla luce delle ultime evoluzioni che hanno comportato, e comporteranno, un’importante contrapposizione tra le varie forze politiche, ho scelto una figura che credo possa affrontarne meglio le conseguenze e che conosca approfonditamente il tessuto politico del territorio, su cui poggia l’intera vicenda.

Per questo, da ora in avanti sarà Carla Bezzini a ricoprire la carica di assessore all’Ambiente.

Carla ha una profonda conoscenza della storia travagliata della discarica e della società Rimateria e una lunga esperienza politica: importanti qualità che le permetteranno di fronteggiare il tipo di ostacoli che caratterizzano questo percorso. Ho scelto Carla perché una persona seria, competente, politicamente preparata e sono sicuro che il suo contributo possa essere utile per trasformare in realtà i progetti che abbiamo per Piombino. Le liste che appoggiano l’amministrazione sono eterogenee, come lo sono gli assessori che, oltre che una mia scelta, sono espressione di quelle liste. Tutti riconoscono la preparazione di Carla e concordano con me nella scelta che sto compiendo. La mia coalizione non si regge solo sull’appartenenza politica, ne abbiamo dato prova più volte: ci accomuna una visione chiara del futuro di Piombino. Abbiamo un progetto, che è quello che abbiamo presentato in campagna elettorale, e Carla, come Veronica e tutti gli altri assessori, lo sposa completamente: l’unica cosa che conta è restituire a Piombino il futuro che merita.

Chiaramente, la fiducia in Veronica resta invariata: ha saputo mettersi in gioco in un’esperienza completamente nuova per lei, appoggiata da tutti gli altri assessori. Forti della sua competenza tecnica, porteremo avanti il percorso iniziato da lei per quanto concerne tutti gli altri temi del settore, certamente altrettanto cruciali per la crescita della città”.

_____________________________

Ecco, quindi, il nuovo assetto della Giunta Ferrari:

Giuliano Parodi: vicesindaco e assessore alla Cultura, Beni culturali, Turismo, Infrastrutture e Affari generali;
Carla Bezzini: assessore all’Ambiente, Sociale e Pari opportunità;
Simona Cresci: assessore all’Istruzione, Associazionismo, Sport, Politiche animali, Europa, Innovazione e sistemi informativi, Politiche giovanili e Decentramento;
Paolo Ferracci: assessore al Bilancio, Tributi, Semplificazione, Partecipate e Patrimonio;
Riccardo Gelichi: assessore ai Lavori pubblici, Decoro, Trasporti, Protezione Civile, Polizia Municipale, Viabilità, Demanio e Cimiteri;
Sabrina Nigro: assessore al Lavoro, Attività produttive e commercio, Agricoltura, Personale, Attuazione del programma
Gianluigi Palombi: assessore alla Sanità, Urbanistica e Edilizia privata.

Il Sindaco riserva per sé le deleghe alla Comunicazione, Urp e Caccia e pesca.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.10.2019. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    27 mesi, 21 giorni, 3 ore, 11 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it