RIFONDAZIONE: SULL’AMBIENTE CHI CONTROLLERA’ LA PIACENTINI?

l’assessore Piacentini, prima a destra nella foto

Piombino (LI) – Pubblichiamo una riflessione sulla nuova giunta comunale di Piombino da parte di RIfondazione Comunista, e ricordiamo con l’occasione che la giunta sarà presentata ufficialmente al consiglio comunale durante la prima seduta di oggi 28 giugno, convocata alle 8,30 con all’ordine del giorno la convalida degli eletti, l’elezione del presidente del consiglio comunale e a seguire del vicepresidente, il giuramento del sindaco, la comunicazione da parte del sindaco dei nominativi della giunta comunale, l’elezione della commissione elettorale, la nomina della commissione comunale per la formazione dell’elenco dei Giudici popolari di Corte d’Assise e di Corte d’Assise d’Appello.

«E dopo 13 giorni – inizia la nota di Rifondazione Comunista – il Sindaco Francesco Ferrari ha presentato la nuova Giunta Comunale di Piombino. A parte i nomi già ampiamente pronosticati, la nostra attenzione va a focalizzarsi su quelle che sono le due sorprese di questa nuova Giunta.
Il primo è il nuovo Assessorato al lavoro (indicativo che si sia dovuto aspettare una giunta di DESTRA per averne uno) affidato a Sabrina Nigro proveniente dalla Lista Lavoro & Ambiente e dal mondo sindacale, con esperienze nel settore terziario prima con la Cisl e dopo nella metalmeccanica come Segretario Provinciale dell’UGLM, di cui faceva parte anche della Segreteria Regionale e del Consiglio Nazionale. Solito sindacato che, sotto la sua segreteria, ha firmato con FIM-FIOM e UILM tutti gli accordi nelle trattative con JSW per Aferpi, a partire da un discutibilissimo Verbale di incontro al Mise del 12 Giugno 2018 che sanciva il passaggio da Cevital a JSW delle Acciaierie. Verbale mai sottoposto al giudizio dei lavoratori Aferpi e che se attentamente visionato scopriamo non mettere alcun vincolo a Jindal nella gestione di Aferpi, “”svista”” i cui effetti negativi sui lavoratori si vedranno già alla fine di quest’anno, con la scadenza dei 18 mesi che JSW si era presa per la progettazione dei nuovi impianti.
Ma la vera sorpresa è il nome di Veronica Piacentini a cui è stato assegnato l’Assessorato all’Ambiente. Esterna dalla competizione elettorale è stata scelta per il suo incarico in Aferpi, infatti come dipendente JSW Steel Italy ha ricoperto vari ruoli fino ad approdare all’SPP (Servizio prevenzione e Protezione) con il compito di occuparsi della sicurezza sia a livello ambientale che lavorativo dei dipendenti. Ironico se pensiamo che è di pochi giorni fa la notizia dello sciopero generale proclamato per il 26 giugno dalle tre sigle sindacali, a causa proprio del peggioramento dei livelli di sicurezza negli impianti attivi e che subiranno un ulteriore degrado con i tagli al personale previsti nei prossimi mesi. Ma che tipo di sorveglianza ci potremmo aspettare da un assessore all’ambiente dipendente della più grossa fonte di inquinamento della città? se il controllore è dipendente del controllato?».
Rifondazione Comunista Piombino
Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.6.2019. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    29 mesi, 10 giorni, 17 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it