VENDITA RIMATERIA. PER PIOMBINO CESSIONE A DUE DIVERSI ACQUIRENTI

il sindaco di Piombino Giuliani

Piombino (LI) – “Il Consiglio comunale, organo sovrano, ha deliberato più volte la sua visione strategica sul gruppo societario Asiu/Rimateria e, inequivocabilmente, le delibere che sono state approvate hanno espresso e confermato l’indirizzo di alienare il 60% delle azioni di Rimateria spa attraverso la cessione in due lotti separati a diversi acquirenti, ciascuno del 30%.”

Così recita il testo della lettera che l’amministrazione comunale ha inviato al liquidatore di Asiu, sulla vicenda legata al diritto di prelazione esercitato sul 30% delle quote Navarra,  da parte di Unirecuperi srl.

L’allestimento davanti all’ingresso comunale

“Il Comune ha sempre manifestato e confermato questa  volontà, deliberata dal consiglio comunale – si legge nella lettera – Si ricordano, fra le altre e per brevità, solo la deliberazione dell’assemblea straordinaria del 28 dicembre 2016, con cui era deliberata la messa in liquidazione della società ASIU spa e in cui veniva confermato il percorso disegnato dal consiglio comunale, e la recentissima deliberazione dell’assemblea ordinaria del 31 gennaio scorso in cui è stata definitivamente aggiudicata la cessione del secondo lotto della azioni a Navarra spa.

La concentrazione in un unico soggetto dell’intera quota del 60% di azioni alienate, non solo non è mai stata nemmeno ventilata, ma appare addirittura idonea a modificare in profondità la visione strategica espressa del consiglio comunale.”

“Sulla base di questo – afferma il vicesindaco Ilvio Camberini –  la nostra posizione appare chiara e tesa a difendere un percorso e un indirizzo che si sono delineati in questo modo sin dall’inizio, secondo una procedura ben precisa tesa alla salvaguardia dell’interesse pubblico”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.2.2019. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    22 mesi, 19 giorni, 14 ore, 19 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it