VENDITA RIMATERIA. PER PIOMBINO CESSIONE A DUE DIVERSI ACQUIRENTI

il sindaco di Piombino Giuliani

Piombino (LI) – “Il Consiglio comunale, organo sovrano, ha deliberato più volte la sua visione strategica sul gruppo societario Asiu/Rimateria e, inequivocabilmente, le delibere che sono state approvate hanno espresso e confermato l’indirizzo di alienare il 60% delle azioni di Rimateria spa attraverso la cessione in due lotti separati a diversi acquirenti, ciascuno del 30%.”

Così recita il testo della lettera che l’amministrazione comunale ha inviato al liquidatore di Asiu, sulla vicenda legata al diritto di prelazione esercitato sul 30% delle quote Navarra,  da parte di Unirecuperi srl.

L’allestimento davanti all’ingresso comunale

“Il Comune ha sempre manifestato e confermato questa  volontà, deliberata dal consiglio comunale – si legge nella lettera – Si ricordano, fra le altre e per brevità, solo la deliberazione dell’assemblea straordinaria del 28 dicembre 2016, con cui era deliberata la messa in liquidazione della società ASIU spa e in cui veniva confermato il percorso disegnato dal consiglio comunale, e la recentissima deliberazione dell’assemblea ordinaria del 31 gennaio scorso in cui è stata definitivamente aggiudicata la cessione del secondo lotto della azioni a Navarra spa.

La concentrazione in un unico soggetto dell’intera quota del 60% di azioni alienate, non solo non è mai stata nemmeno ventilata, ma appare addirittura idonea a modificare in profondità la visione strategica espressa del consiglio comunale.”

“Sulla base di questo – afferma il vicesindaco Ilvio Camberini –  la nostra posizione appare chiara e tesa a difendere un percorso e un indirizzo che si sono delineati in questo modo sin dall’inizio, secondo una procedura ben precisa tesa alla salvaguardia dell’interesse pubblico”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.2.2019. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    44 mesi, 8 giorni, 6 ore, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it