PIOMBINO: LE MINORANZE ANCORA COSTRETTE A CHIEDERE LE COMMISSIONI

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Era febbraio 2016 e le minoranze chiedevano un incontro tecnico con esponenti del governo. Sarebbero bastati il commissario Nardi, un funzionario della Regione e uno del Comune di Piombino per avere delucidazioni sul percorso delle dismissioni, proprio sui temi della reindustrializzazione e del reimpiego di mano d’opera nelle opere civili. Commissione mai convocata, eppure sarebbe previsto, in base all’art.18 comma 4 del Regolamento delle attività del Consiglio Comunale.

Oggi, dopo il susseguirsi delle notizie sulla cessione delle azioni Cevital verso Jindal, della necessità di scrivere un nuovo accordo di programma, per il quale sono già avviate riunioni al Mise, le minoranze si vedono costrette a richiedere ancora una IV commissione. Gli interrogativi da sciogliere sono molti, dal fatto che non c’è ancora un piano industriale e un piano finanziario, se le aree demaniali del porto saranno opzionate, di quali perimetri stiamo parlando e chi si farà carico della fase delle dismissioni e bonifiche; ma, soprattutto, c’è un’idea di come si vogliono reindustrializzare le aree dismesse?

E’ sconcertante come l’amministrazione e il PD locale non ritengano di comunicare certe informazioni ai rappresentanti delle minoranze, come se il sindaco parlasse solo a una parte della città. A stigmatizzare questo fatto è la totale disapplicazione degli impegni presi nel settembre 2014, dove il Consiglio comunale approvò all’unanimità la mozione presentata dalla Lista Civica Ascolta Piombino, con cui s’impegnava l’amministrazione comunale a considerare la IV Commissione dipartimentale, già composta da tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale, quale osservatorio centrale, costantemente e puntualmente aggiornato sugli sviluppi dell’accordo di programma e sulle proposte che di volta in volta potranno scaturire attraverso un lavoro di concertazione con gli assessorati, le forze politiche, i sindacati, i cittadini».

Ferrari Sindaco
Ascolta Piombino
Rifondazione Comunista
Un’altra Piombino
M5S

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 4.6.2018. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    11 mesi, 19 giorni, 1 ora, 1 minuto fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it