PIOMBINO: PARTE IL SERVIZIO PER L’ALLERTA TELEFONICA

Piombino (LI) – Prende il via il progetto denominato “PIOMBINO ALERT SYSTEM”, un nuovo servizio gratuito e veloce per avvisare i cittadini al momento in cui si prevedono eventi che possano mettere a rischio la popolazione. “Alert System” ha la funzione di inviare telefonicamente dei messaggi vocali e raggiungere contemporaneamente tutti i residenti o una parte di essi,  per informazioni di pubblica utilità come ad esempio: allerta meteo, chiusura delle scuole, segnalazioni di pericoli sul territorio comunale ecc… L’ obiettivo è quello di ridurre i rischi e i disagi a favore della collettività.

Il servizio invierà messaggi vocali utilizzando i numeri fissi già disponibili dall’elenco telefonico e verrà gestito dalla Sala Operativa Comunale della Protezione Civile. Per coloro che non hanno il numero telefonico fisso sull’elenco  o per chi preferisse  ricevere queste informazioni sul telefono cellulare, è possibile inserire i dati iscrivendosi gratuitamente al servizio attraverso il seguente link http://www.comune.piombino.li.it/index.php?admininfo=0&id_sezione=1888 o cliccando sull’icona  Alert System  sulla home page del Comune di Piombino, oppure recandosi all’Urp o presso l’ufficio  Protezione civile in Comune.

“Come è noto, questa tipologia di servizio è già in uso presso varie amministrazioni locali e consiste essenzialmente in un sistema automatico di chiamate vocali ai cittadini in caso di allerta meteo – afferma Chiarei –  L’elemento più importante che mi preme evidenziare, è che abbiamo deciso di selezionare le comunicazioni al cittadino per rendere più efficace il sistema e per evitare di creare ingiustificato allarmismo; quindi attiveremo il servizio di chiamata per informare i cittadini sugli allerta “arancione” e rosso” riguardanti il rischio idrogeologico (piogge, temporali….), ghiaccio, neve, mareggiate e vento forte.”

“Dal momento che oggi la maggioranza dei cittadini non ha più in uso il telefono fisso domestico – continua Chiarei –  invitiamo tutti  a registrare volontariamente il proprio numero di cellulare, o altra utenza non riportata nell’elenco telefonico, utilizzando degli appositi modelli disponibili sul sito del Comune (icona Alert SyStem) presso l’URP o presso la Protezione Civile.

“Siamo convinti di aver fatto un passo avanti significativo in termini di sicurezza e prevenzione dagli effetti delle calamità naturali e di aver messo a disposizione un mezzo molto efficace. Al momento abbiamo circoscritto alla comunicazione della Protezione Civile l’impiego di questo sistema di chiamate, ma non escludiamo di ampliarne nel futuro l’utilizzo anche per altri tipi di informazione ritenuti di pubblica utilità”.

In queste ore i cittadini riceveranno una chiamata registrata dal sindaco che li informerà sulle caratteristiche del servizio. In ogni caso tutte le informazioni relative al sistema saranno disponibili sulla home page del Comune,  sulle app e sui social network istituzionali.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.1.2017. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 16 giorni, 17 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it